Trono di Spade: intrighi anche sui costumi. Ecco i dettagli ai quali non avevi fatto caso

Abiti e make-up curati nei minimi dettagli per il cast di Game of Thrones

Nel vasto mondo delle serie tv, Il trono di Spade ha raggiunto, durante le varie stagioni, un seguito di spettatori mai registrato in precedenza, confermandosi una delle serie più seguite al mondo. Numeri da capogiro hanno caratterizzato, sin dalla prima stagione, gli episodi de Il Trono di Spade, a partire dal budget. La realizzazione della prima stagione è costata circa 50 milioni di dollari, dunque circa 10 milioni per episodio.

Investimenti che giustificano la maniacale cura dei dettagli, che accompagna lo sviluppo della trama delineando e costruendo personaggi e ambienti. Dettagli che non tralasciano di certo costumi ed abiti di scena, che diventano parte integrante della narrazione non limitandosi a mero elemento decorativo.

I costumi di Game of Thrones riflettono l’evoluzione dei personaggi, sia dal punto di vista narrativo che psicologico. Dettagli, tessuti e ricami contribuiscono alla costruzione del personaggio, divenendone espressione della storia, delle relazioni e delle azioni di ognuno. Per la realizzazione dei costumi, dietro le quinte del Trono di Spade, lavorano quasi cento artigiani ed esperti nella lavorazione di pelli, tessuti, gioielli e accessori, sotto la coordinazione di Michele Clapton.

Trono di Spade: gli abiti di Daenerys Targaryen

Tra tutti i vari abiti indossati dai diversi personaggi del Trono di Spade, gli outfit di Daenerys Targaryen (interpretata dall’attrice inglese emilia Clarke) hanno mostrato sicuramente la capacità di seguire e adattarsi allo sviluppo del personaggio, completando l’immagine e il ritratto di questa offerte agli spettatori.

La costumista della serie, Michele Clapton, è riuscita magnificamente a negli abiti indossati da Daenerys e da tutti gli altri personaggi, l’essenza del personaggio stesso e la sua evoluzione durante le varie stagione. Vediamo quali sono stati i costumi più belli indossati dalla Madre dei Draghi e quali sono i dettagli che nascondono.

I costumi indossati da Daenerys sono molto diversi tra loro e rispecchiano a pieno le varie fasi della narrazione, rappresentandone anche gli spostamenti geografici e le relazioni con gli altri personaggi della serie, ma anche il progressivo delineamento del suo profilo psicologico.

Nella prima stagione, Daenerys ci viene presentata vestita di bianco, coperta da tessuti molto leggeri e privi di decorazioni o comunque, se presenti, in numero ridotto, a simboleggiare la purezza iniziale del personaggi. I primi vestiti presentano tagli semplici e colori chiari, simboleggiando la delicatezza e vulnerabilità del personaggio.

abito bianco prima stagione

Divenuta Khaleesi dei Dothraki, il look di Daenerys cambia drasticamente. L’essere moglie di Khal Drogo e il nuovo stile di vita nomade vede Daenerys indossare gli abiti tradizionali dei Dothraki. Abbandonati tessuti canditi e leggeri, i costumi si fanno più “funzionali” e realizzati da pelli, cuoio e juta.

Abito khaleesi

Conseguentemente alla morte di Drogo e del figlio in grembo, il suo abbigliamento rispecchia la sua posizione di “regina senza Paese”, dando l’idea di trasandato. In seguito, Daenerys ritrova la sua identità di Madre dei draghi. Gli abiti si ricoprono di decorazioni e applicazioni che ricordano le squame della pelle del drago.

Con il suo arrivo nella città di Qarth, l’abbigliamento di Daenerys cambia nuovamente. Le vesti di ispirazione tribale lasciano il posto ad abiti impreziositi di oro, che riflettono la società mercantile nella quale ora Daenerys si trova.

Nella terza stagione, l’abbigliamento di Daenerys è caratterizzato dal colore blu, simbolo di maternità, facendo riferimento al suo essere Madre dei Draghi. Abbandonate le decorazioni dorate e i tessuti drappeggiati, gli abiti sono caratterizzati da linee pulite e tagli più rigidi, di ispirazione militare. Il mantello con cappuccio, che ricordano la Vergine, contribuiscono a disegnare l’immagine “divina” che i Ghiscariani hanno di Daenerys, considerata portatrice di pace e di giustizia.

daenary abito blu

Nelle stagioni successive, gli abiti rifletteranno la natura regale. Già negli ultimi episodi della stagione 6, gli abiti di Daenerys si arricchiscono di dettagli: spalle ampie e abbellite da ornamenti, la presenza di una catena sulla parte anteriore dell’abito. Gli abiti ricordano quelli dei guerrieri per le linee ben definite ed esprimono la potenza della regina.

Abito Daenarys stagione 7

Nella settima stagione gli abiti hanno la funzione di affermare che Daenarys è la regina, nonostante non abbia la corona. E alla mancanza della corona, esplicito simbolo di regalità, deve sopperire l’abito.

Come spiega la costumista Michele Clapton, il guardaroba di Daenarys Targaryen si arricchisce del colore rosso, al cuoio si affiancano gonne a piego, l’abito è arricchito da collo alto e maniche strette. Lo strascico rosso all’interno del cappotto rappresenta la sua presa di coscienza dell’imminente ritorno al potere, come se l’idea di tornare a casa e salire sul trono sia sempre più vicina.

Il cappotto, indossato da Daenarys oltre la barriera e che nella fattura ricorda la pelle del drago, è evidente simbolo della Madre dei Draghi. Al taglio militare si unisce la perfezione regale della fattezza e il colore bianco ricorda il look della stagione numero 5. La parte posteriore del cappotto ricorda molto le squame del drago, permettendosi quasi di camuffarsi con Drogo.

daenarys oltre la barriera


blogdimoda

Tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.