Tatuarsi la vagina: tutti i pro e i contro della moda del momento

Altro che Victoria’s Secret e lingerie super brandizzata, ragazze, la vagina va di moda se decorata con disegni, piercing, ma soprattutto tattoo.

Il Va-ttoing, il tatuaggio transitorio, va sempre per la maggiore, soprattutto con l’arrivo della bella stagione e quello che ne consegue, dai bikini striminziti agli amori estivi consumati sulla spiaggia.

Ma c’è anche chi opta per un tattoo vero e proprio, un disegnino – alla Belen per intenderci – o qualcosa di più visibile… in alcuni casi forse troppo. Ma vale sempre la regola De gustibus non disputandum est.

Anche se sorge spontanea la domanda:

Piacerà veramente ai maschietti?

Secondo un nostro sondaggio, se il disegno non è troppo vistoso o ridicolo, potrebbe anche risultare eccitante.

In linea di massima, però, non sarà certo un Homer Simpson tatuato su una vagina a frenare il desiderio.

Come ha commentato un amico: “Quando sei dentro, sei dentro”.

Ora che abbiamo assodato che il tatuaggio intimo non funge da filo spinato per maschi vogliosi e che anzi potrebbe stimolarli ancora di più, cerchiamo di capire se ci sono controindicazioni.

Quali controindicazioni

Parliamo di un’area del corpo delicata, poco – se non per niente – esposta al sole, spesso costretta dentro materiale sintetico, una ferita, quindi, difficile da rimarginare. Non è un’impresa impossibile – non fraintendeteci – ma il processo di guarigione è sicuramente più lento.

Il dolore, poi, può essere veramente molto intenso.

Il nostro consiglio è quello di optare per un tatuaggio in prossimità della vagina, sull’inguine o anche un po’ più sotto, ma di evitare piccole e grandi labbra.

Se proprio non riuscite a resistere, beh, allora scegliete con cura il professionista a cui affidare la decorazione della vostra vagina, stringete i denti e seguite scrupolosamente i consigli di mantenimento.

Vi lasciamo con una fotogallery ricca di spunti, alcuni sicuramente esilaranti o aggressivi, altri più graziosi.

Continue reading

16 cose che abbiamo imparato con i 30 anni

Chi pensa che a 20 anni si fanno delle cazzate, non avete idea di quello che si riesca a fare ai 30 anni.

30-anni-cose-imparate

1. Se ti lascia, non è più così tragica. Lo si fa con dignità, non si pensa più che sia la fine del mondo come a 20 anni in fiumi di lacrime. Tanto, hai imparato, che la teoria è sempre e solo una: prima o poi tornano sempre. Quindi si aspetta, del resto la vendetta è un piatto che va servito freddo.
2. Non hai più 8mila amici per le serate, ma sono rimaste tre o quattro (quelle vere).
3. Hai imparato a camminare con i tacchi. E, in caso contrario, pianelle tutta la vita.
4. Puoi avere un toy-boy che abbia finito le superiori e che non vada alle elementari.
5. Non segui più le mode e le tendenze. Questo significa: andare a una festa e non trovarsi vestita simile al 90% di ragazze intorno a te.
6. Hai capito come funziona l’universo maschile: “Calcio, calcetto, fantacalcio”. Perciò hai imparato la regola del fuorigioco: conoscere il nemico fa sempre comodo. E lo abbiamo anche messo in pratica: se un uomo parte a mille con 8mila chiamate e messaggi della buonanotte subito, insomma prima che tu abbia lanciato ogni segnale, per poi perdersi e farsi sentire ogni tanto con il dubbio di chiamare Chi l’ha visto?, lascialo andare. Tanto non segna.

30-anni-cose-che-ho-imparato
7. Abbiamo imparato anche a scappare da quegli uomini che si sono lasciati da poco, puzzano di ex.
8. Pensi che l’amore esista, ma anche del buon sesso (senza amore, ovvio).
9. Ormai hai provato di tutto: dal caschetto al taglio corto, dai boccoli al mosso, dal make up dai colori più impensati, e finalmente hai capito lo stile che ti valorizza di più.
10. Abbiamo imparato a raccontarci storie così credibili per superare le delusioni che meriteremmo l’Oscar alla regia.
11. Il più bello degli amori è sempre l’ultimo.
12. Se prendiamo un chilo in più, non smettiamo di mangiare: vestiamo di nero, e continuiamo a mangiare.
13. Non per forza si deve uscire per divertirsi, essere nei posti più chic. Basta un divano, un bicchiere di vino, la migliore amica e un film che puntualmente non si guarda per perdersi in chiacchiere per fare serata.
14. Sappiamo la differenza tra giusto e sbagliato. A 20 anni no, sbagli. A 30 lo fai consapevolmente.
15. La puntualità non è il nostro forte: la scusa è sempre il lavoro, no?
16. E soprattutto: le 20enni saranno pure più fighe, ma subito dopo il pensiero è: “Venite avanti, tanto prima o poi i 30 anni toccano a tutte. Voglio vedere come ci arrivate voi”.

L’articolo 16 cose che abbiamo imparato con i 30 anni sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Color block per i sandali colorati

sandali-estate-2016

Per me l’estate sono una serie infinita di cose.
Tipo i luoghi vissuti, passati, legati alla memoria che basta solo vederli in foto, che viene una strana malinconia.
È eccesso, sesso, strana voglia di fare e disfare. Di ridere, mettersi in gioco ma di rimandare. Domani, tanto, è sempre un altro giorno. È il tempo che passa veloce che ti sembra ieri che fosse giugno e invece siamo ad agosto. La voglia di sperimentare oltre ogni logica, poco importa che sia un amore o un paio di sandali colorati alla schiava. Leggere l’oroscopo, ogni giorno: sperando che nelle prossime ore avvenga qualcosa di migliore.
È menta. E quando dico menta intendo mojito.

 Shoes: Jessica Buurman

sandali-estate-look sandali-estate-look-1

scarpe-sandali-estate outfit estivo instagram outfit-estivi-2016

L’articolo Color block per i sandali colorati sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Le prime volte

le prime volte Adoro le prime volte. Il primo caffè la mattina, le prime telefonate o i primi messaggi della giornata. Il primo libro letto che si conosce a memoria, il primo bacio, il primo abbraccio dopo una vita che lo aspetti o la prima volta al mare, i primi ostacoli del cuore. La prima decisione presa con carattere, la prima volta a Barcellona, il primo volo aereo, la prima uscita con la migliore amica, il primo incontro. La prima volta a Roma, che è sempre come sentirsi a casa. La prima volta nel dire «ti amo» e quella in cui hai urlato «basta è finita». La prima volta di sesso.La prima volta che si capisce la direzione da prendere e quella in cui ti accorgi che “quando sarò grande” non vale più, perchè già lo sei. La prima volta della maturità, che poi è solo sulla carta.  Il primo articolo scritto, cancellato e riscritto. Il primo giorno che ti metti a dieta, che non è mai oggi ma sempre domani. La prima volta che hai preso il tuo cuore in mano e l’hai consegnato a qualcun’altro. La prima volta che ti sei sentita bella, la prima volta che hai guardato negli occhi qualcuno scoprendone l’anima. La prima volta che hai dato fiducia agli altri  e ti sei sentita orgogliosa di te stessa. Le prime lacrime agli occhi per troppo amore. Il primo Moscow Mule e il primo Mojito a Formentera, che davvero non si scorda mai. La prima volta…

 Ci sarà pure un primo tempo per tutto.
Ma, fosse per me, questa vita sarebbe sempre un’infinità di prime volte.
Ma chissà come mai, di tutto e soprattutto degli amori, si ricorda sempre l’ultima.

gm

L’articolo Le prime volte sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Incontri

large

A volte succede che le persone si chiudono, diventando aride. Spesso per una delusione, altre volte per l’indole, altre senza un motivo preciso. E mettono dei mattoni, facendo muri insormontabili, dimenticando cosa significhi amare, quando forse ne hanno più bisogno degli altri che si lasciano trasportare dagli attimi e dalle sensazioni che loro non provano più. Per loro mangiare, respirare, baciare, parlare, scopare non hanno differenza, fanno parte di una routine quotidiana che si ripete con apatia, senza che nulla li sorprenda. Conoscono solo il sapore della conquista.

Ma il brutto non è per loro, quanto di chi ha la sfortuna di incontrarle sulla loro strada, di innamorarsi, che si logorano in cambio del nulla. Ecco se siete davvero innamorati di una persona così, siate tenaci, imperterriti, determinati se avete anche solo uno spiraglio nei loro occhi e non nelle parole. Ma se avete anche solo un dubbio, l’unica via è quella della fuga. Che per troppo amore mercenario, di solo sesso, si puó morire. E poi è un attimo che si diventa come loro.

large (1)

L’articolo Incontri sembra essere il primo su Glamour Marmalade.