Cosa comprare per i saldi estivi?

Che ve lo dico a fare: i saldi estivi sono iniziati, come la nostra voglia di spendere senza sensi di colpa. Del resto, se non comprare con gli sconti, quando farlo? Caparbie, determinate e decise che se lo fossimo anche nella vita di tutti i giorni, a quest’ora, saremmo le nuove Kendall Jenner di turno. Ma poco ci importa del successo, quello che vogliamo ora è solo prendere il vestito che ci piace prima della nostra nemica. In caso contrario, strapparglielo dalle mani è un’ottima alternativa. Un consiglio: lui lasciatelo a casa. Ma cosa acquistare per i saldi d’estate? Tutto quello che vi fa sognare.

La wish list dei saldi estivi

1. Un paio di jeans è sempre cosa buona e giusta.
2. Le mules per sentirsi sempre alla moda.
3. L’abito check (con i quadretti), maniche larghe e cintura in vita, quello che fa tanto picnic in campagna con cappello di paglia e cesta con i fiori.
4. Le t-shirt che con un jeans possono salvarti la vita.
5. Due paia di orecchini, perchè due? Perché si indossano spaiati, datemi retta.

saldi-estivi-2017-cosa-comprare
6. La lingerie soprattutto se siete single come me (l’occasione giusta è sempre dietro l’angolo).
7. Le perle come dettaglio, poco importa che sia su jeans o su una camicia jeans.
8. Il chiodo in pelle per sentirsi come Sandy in Grease.
9. Una camicia bianca che non passa mai di moda, mai. Nemmeno tra cinquant’anni.
10. Un abito lungo giallo (sì, avete letto bene).

Avvertenza: il pizzo lasciatelo dov’è, ormai ha stufato come l’insalata che abbiamo mangiato per mesi per essere perfette per la prova costume (e tanto non ci siamo arrivato).

L’articolo Cosa comprare per i saldi estivi? sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Saldi estivi 2017: tutte le date ed i capi da non perdere

Conto alla rovescia per l’inizio dei saldi estivi. Da sabato 1 luglio infatti cominceranno i saldi di fine stagione in tutte le città italiane fino a tutto il mese di agosto e, in alcune regioni, fino a settembre. In Puglia, Sardegna e Sicilia infatti i saldi si prolungheranno fino al 15 settembre.

Must have 2017: cosa comprare per i saldi estivi

Quali sono state le tendenze moda primavera estate 2017? In tempo di saldi è possibile fare buoni affari se il vostro shopping è mirato. Il consiglio? Puntare su abiti e accessori must have di stagione che utilizzerete di sicuro. Sarebbe un peccato acquistare capi che poi resteranno in fondo all’armadio. Puntate su evergreen oppure su vestiti ed accessori da indossare durante le vacanze estive o in qualche occasione speciale già in programma.

A dettare mode e tendenze sono le fashion blogger, che sui loro profili social propongono outfit e capi. Vediamo di seguito quali sono i capi da non perdere in questi saldi estivi 2017.

Short in denim

Tornato alla ribalta in questa stagione estiva, lo short è stato interpretato da stilisti e fashion designer in molteplici declinazioni. La versione in denim rimane sicuramente un evergreen da sfoggiare in spiaggia e nel tempo libero.

Chiara Ferragni abbina short in denim a vita alto con t-shirt bianca griffata e sneakers in tessuto con platform in corda.

L’angelo di Victoria’s Secret Alessandra Ambrosio abbina agli short in denim crop top di pizzo e stivali in stile texano.

Abito lungo

Freschi e leggeri, gli abiti fantasia sono il trend indiscusso di ogni estate. Indossati con sandali raso terra per tutti i giorni oppure con tacco alto nelle occasioni speciali.

Abito fantasia con scollo e manica asimettrici quello indossato da Veronica Ferraro di Otra Vez.

Custume intero

Tornato ad essere il must have del beachwear 2017, il costume intero è un capo versatile da indossare in spiaggia, per un pool party o di sera, abbinato a pantoloni o gonna a vita alta.

Nella foto, Anna Di Meglio indossa costume intero con rouches di Vicolo.

Total white

Quale miglior periodo dell’anno se non l’estate per scegliere um look total white? Silvia Raffa con abito lungo in pizzo bianco.

Pochette

Versatili e molto chic, le borse piatte (pouch bag) sono l’accessorio ideale per completare ogni look. Da indossare da mattina fino a sera, sono il pezzo forte dell’estate 2017.

In foto, clutch piatta firmata Twin Set.

Continue reading

Happy ends

large

Dicono che prima o poi la felicità arrivi. In punta di piedi, magari in ritardo o in anticipo rispetto alle previsioni. Non puntuale e quanto mai inaspettata. Come una volata di vento in una notte d’estate che libera i pensieri e fa sentire vivi, come se bastasse solo aprire le braccia per avere la sensazione che la felicità sia lì adesso, senza nessuna paura. Nemmeno di volare.

Dicono che prima o poi la felicità arrivi. E qualcuno ne è davvero certo, chiamando in causa il destino, quando la felicità – quella vera – non è poi tanto diversa dall’amare, dal respirare, dal camminare, dal parlare, dallo scopare. Bisogna essere capaci ad esserlo, tutto qua. E dicono che prima o poi si troverà nelle piccole cose come il primo sorso di un caffè bollente in una giornata di neve, un bacio rubato, un libro ben scritto. Dicono così che la ricerca della felicità sia una corsa e che alla fine, tagliato il traguardo, nemmeno ci si renda conto. Per stanchezza, per distrazione, per paura.

E succede così anche nella vita, magari siete felici e non ve ne rendete nemmeno conto. Fate spazio nella vostra mente e fatevi travolgere dalle emozioni, sognate ad occhi aperti, urlate un “ti amo” o un “vaffanculo” solo se con il cuore, solo se convinto. Andatevene, partite, ritornate, cambiate direzione e destinazione ma guardate avanti, proiettati al futuro e ben saldi al presente. E se quel futuro vi appare sbiadito, chiudete gli occhi e sognate. Anche questa, in fondo, si chiama felicità.

large (2) large (1) large

L’articolo Happy ends sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

#Maleficent

(Quando un film mi lascia quella sensazione di mistero, di favola incantata ma misteriosa, un po’ dark, già dal trailer, significa che c’è solo una cosa da fare: andare al cinema. Manco fosse il primo giorno di saldi, per dire. A cosa mi sto riferendo? A Maleficent, il film della Walt Disney, che racconta la storia di Malefica, la strega cattiva de La bella addormentata).
E’ la bellezza più pura, più delicata e armoniosa.
Senza trucchi, push up e segreti di bellezza.
Senza colori, ma fatto solo di bianco in quella dimensione luminosa,
che a volte rimane anonima ma così potente.
Così angelica, innocente, eterea da conquistare il cuore.
Fatta di silenzi, ingenuità, di poche parole – quelle non dette.
La bellezza di Aurora.
E’ il fascino, invece. La morbosità in uno sguardo,
di un rossetto sulle labbra scarlatto. E’ il nero di un abito lungo,
un passo sicuro anche se su un tacco 12 cm. A spillo.
Quel fascino di una risata, della padronanza delle parole,
dell’ “Io non ho paura, tu avrai paura”, che sa già cosa succederà poi.
L’assenza di ogni timore, la passione illogica.
Qualcosa in cui perdersi per non tornare più indietro,
che fa perdere le certezze e ruba i pensieri.
Che il fascino cos’è se non un fatto di mente?
E così un’unica certezza: il male a volte può essere così seducente.
(Non è il caso che Malefica prenda il volto di Angelina Jolie).
 
Maleficent, esce il 28 maggio.
Intanto #MaleficentLook racchiude un piccolo mondo legato al film,
dove scegliere se essere Aurora o Malefica.
Come mi sento io? Indovinatelo voi.
(Sotto sotto, nonostante lo sguardo angelico, però sono Malefica)
Aurora, ecco il mio #Maleficentlook – ma sotto sotto sono Malefica

Il mio #Maleficentlook preferito su www.maleficentlook.it
Credits: A. O. – Disney.it

Tendenze moda primavera estate 2014, 10 must-have da comprare

Ora lo so che i saldi sono ancora lontani, che Zara non è più Zara ma somiglia più all’Agenzia delle entrate, che spesso lo shopping online è più sòla dell’ultimo con cui sei uscita, relazione naufragata a distanza di due settimane. Tanto è bastato non per voltare la pagina, quanto letteralmente strapparla e gettarla alle spalle. Una perdita di tempo, per dire, che non ci possiamo mica permettere noi donne. E prima di lanciarvi in sessioni di shopping compulsive, senza mèta, sperperando soldi per poi pentirvene quando il conto diventerà rosso, per consolarvi con kg di Nutella e gelato, accorgendovi troppo tardi che la prova costume è vicina, vi vengo in soccorso io.
(E poi non dite che non sono un’amica).
10 MUST HAVE – Andiamo con ordine. E vi anticipo che non tutte le tendenze moda di questa estate mi convincono, ma è un mio giudizio del tutto personale (cioè è legge).
Per prima cosa SI ai 1) CROP TOP, come l’estate scorsa. Nulla è cambiato e anche la regola: non raccontiamocela che tutte lo possono indossare. Cioè lo potete pure fare ma a meno che non abbiate un fisico perfetto con tanto di addominale scolpito, l’effetto non è bello, neppure sexy. Chiedete consiglio non alla migliore amica, nè alla commessa: allo specchio. Da abbinare con un pantalone o una gonna a vita alta, MAI con i leggins (si chiama buongusto).
2) BACK TO THE ’90S. Ve l’ho nominata sopra: vita alta. Non sapete come indossarla? Prendete spunto dalla serie Beverly Hills 90210.
3) MINIMAL. Non è l’estate di tanti colpi di testa. Ricordatevi, per non sbagliare, black and white sempre.
4) PALME, ISOLE, ANANAS. Tropici. E sarà anche merito di Fausto Puglisi ma a me viene solo da cantare Vamos a la playa, a mi me gusta bailar el ritmo de la noche, sounds of fiesta.
5) FIORI, FIORI, FIORI. Visto che gli uomini non ce li regalano manco a lasciargli post-it attaccati sul frigorifero con qualche suggerimento e disegnini vari, noi che facciamo? Li indossiamo.
6) SPORTY. Questa estate mi dà ragione: le tute, i leggins e le felpe non sono solo per la palestra. Nike docet. E pure Adidas.
7) BELIEVE IN DENIM. Sempre. Tra le poche cose in cui credo fermamente. Camicia, shorts o jeans completamente strappato. Ed è subito amore.
8) ESPADRILLAS. Vanno sì di moda, ma insomma l’effetto è quello delle ballerine. Consigliato: per chi vuole riflettere sulla propria esistenza e trascorrere un’estate da single. Per tutte le altre, tacco meglio se decorato.
9) BOMBER. Per le serate
10) COSTUMI DA BAGNO: in una parola sbizzarritevi. Bikini classici, intero, con frange, flare top (quei modelli con sopra una sorta di crop top), a fascia, wrap-around, monospalla, navy, animalier… Quali sceglierò io? I fifties, quelli a vita alta ispirati appunto agli anni ’50.