Più cioccolata per tutte

12746007_10205854524346875_393390130_n

Siamo complicate, dobbiamo essere multitasking sempre pronte a dividerci tra impegni e pensieri, tra il dire e il fare, tra l’essere e l’apparire. Tra il bisogno di dare e ricevere amore. E l’amore spesso, è un po’ di cioccolato a fine giornata, seduta a gambe incrociate a guardare un film romantico in tv. E poi con i sensi di colpa per qualche chilo di troppo e soprattutto per quelle imperfezioni della pelle, la mattina dopo e guardarsi allo specchio e non piacersi, è il miglior modo per rovinare una giornata.
Piuttosto, però, di fare a meno delle piccole gioie quotidiane, meglio prevenire. E vi svelo un piccolo segreto riconoscersi, nell’immagine di sé riflessa in uno specchio.

Tra le mie ultime scoperte? PURE DEEPSEA HYDRATING MASK di Skin Inc.
Una maschera gel trasparente che purifica, idrata e illumina. Da cosa è composta? Da sostanze nutritive come acqua dell’altura Okinawa, estratti di soia beans e acido Ialuronico. Da quanto la uso? Circa due settimane, non tutti i giorni anche se potrebbe benissimo essere un trattamento quotidiano. I benefici: pelle idratata (che d’inverno è fondamentale), pelle più illuminata e la sensazione di freschezza, a prova di imperfezione sembra che la pelle respiri migliorando la texture della pelle.

Da provare. E insomma, più cioccolata per tutti senza sensi di colpa.

DSCN9601999

Corri

scarpe-nude-heels

E’ che dovremmo capire, fermare a rifletterci, vedere le cose da più prospettive quando ci sentiamo persi. Analizzarle con un pizzico di ragione. Q.b. – quanto basta – si direbbe se parlassimo di ricette in cucina. Senza bisogno di interpretare però. Guardare la realtà esattamente così come è. E poi decidere  per correre nella direzione che abbiamo scelto non con la ragione però. Che alla fine l’ultima parola c’è l’hanno sempre le ragioni del cuore. Correre, pure con i tacchi, tra gli sguardi dei passanti che si chiederanno dove staremo andando e il perché. Con quegli occhi addosso che sono quelli della curiosità. E neanche ci accorgeremo di loro, continuando a correre esattamente dove abbiamo deciso di andare. Che il destino è lì dietro l’angolo ma spetta a noi afferrarlo,  prenderlo per mano e decidere di portarlo esattamente dove noi abbiamo deciso che sia la destinazione. Senza mai paura di cadere.

E che tutti i nostri perchè, tutti i nostri discorsi, le lunghe telefonate, le conversazioni, i chiarimenti e le perplessità, le storie e gli affari di cuore. Ma anche quella minigonna in vetrina che potrebbe stare bene solo a Kate Moss, tutti gli istanti passati a scrivere su whatsapp e le ore trascorse per aspettare una risposta, tutte le indecisioni che abbiamo sullo smalto, su quello che mangiare per cena, sul taglio di capelli, la conclusione è sempre la stessa. “Se vuoi una cosa, va e prendila”. E che in fondo, c’è una Kate Moss in ognuna di noi.

(Compratela quella minigonna)

L’articolo Corri sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

RIFLE: tendenza Parka per la collezione uomo autunno/inverno 2014/2015

RIFLE: tendenza Parka per la collezione uomo autunno/inverno 2014/2015

 

Rifle presenta per la sua collezione uomo a/w 14 il pezzo chiave della stagione: il parka di ispirazione militare rivisitato in versione urban casual, perfetto per molte occasioni diventa un evergreen del guardaroba maschile.

Realizzato in cotone imbottito all’interno, con cappuccio e fodera staccabile, doppia chiusura zip e comode tasche.

E’ il pezzo easy dello streetwear di tendenza.

Rifle ricomincia da tre, perché tre sono le anime che contraddistinguono la collezione uomo autunno inverno 2014-15: Heritage, Downtown e Wild Blue.

L’Heritage racconta la tradizione, attingendo dal cuore del prodotto Rifle, il jeans con le vestibilità e i lavaggi che hanno fatto la storia del marchio: 5 tasche in fit regular, comfort fino al classico relaxed e toni che vanno dallo scuro – adatto anche alle occasioni più formali – ai medi contrastati, fino a nuance più chiare dallo stile western.<br
/> Il tema si completa con i capi spalla, le camicie e le felpe iconiche del brand contraddistinti da forme classiche ma arricchite da dettagli moderni.

I tessuti sono gabardine smerigliate con mano fustagno e cotoni elasticizzati con vestibilità estremamente confortevoli e morbidi.

Uno stile essenziale caratterizza tutto il tema, compresa la maglieria. Nell’offerta della cartella colori si impongono toni ever green come moro, fango, blu navy, beige e antracite.

Una linea che piacerà a una clientela colta ed esigente amante di un guardaroba basic fatto di modelli classici ma rinnovati anno dopo anno nei dettagli e nella scelta dei tessuti.

Downtown abbraccia il mondo urban giovane e metropolitano. I jeans hanno un aspetto city, con vestibilità classiche o più slim, fino allo skinny, declinate in lavaggi scuri, come il blu indigo più intenso – che assume la profondità del blu notte e del blu black – e si arricchiscono di trattamenti resinati, sofisticati e raffinati.

Il total look offre nuove vestibilità sia per i bottom che per i top con un’ampia gamma di tessuti a tinta unita e fantasia, focalizzandosi sui dettagli.

Per i pantaloni la proposta prevede due nuovi fit slim arricchiti da tagli e giochi di impunture: un modello con cavallo leggermente sceso e un chino rivisitato.

I tessuti scelti per vestire questo tema sono un raso mano pesca in cotone elasticizzato – molto strutturato per adattarsi alle nuove vestibilità – e soprattutto le micro fantasie in versione tinto filo e stampato, arricchite da effetti smerigliati.

La camiceria è slim, con colli moderni e dettagli soft a contrasto o micro stampe eleganti

Le felpe si appesantiscono trasformandosi in veri e propri capi spalla con materiali smerigliati e garzati all’interno, o lavorazioni a coste importanti.

La palette cromatica sfodera tutte le sfumature del grigio tipicamente urban e street.

Anche la maglieria si aggiorna: cardigan tecnici in mix lana/nylon, soprabiti e sottogiacca leggeri e avvolgenti.

Nel tema Wild Blue il denim si fa più selvaggio ed aggressivo: i lavaggi vintage si arricchiscono di rotture, rammendi e toppe realizzate con pattern a contrasto con tessuti di grande attualità, dal pied de poule, al herringbone, al check e al tartan per arrivare alla vera pelle nera. Le vestibilità passano progressivamente dallo skinny tapered al loose allo straight: un nuovo fit comodo ma molto di tendenza per l’autunno 2014.

La collezione si completa con una parte in jeans eco-friendly, con lavaggi e trattamenti ecologici nel rispetto dell’ambiente, le immancabili camicie in denim, versatili , aggressive e innovative grazie a lavaggi laser mixati con materiali pied de poule, herringbone, check e tartan.

Il capo spalla da portare sul jeans cinque tasche è in nylon bicolor (con interno ed esterno a contrasto) o in jersey di lana.

Le felpe e la maglieria puntano su grafiche che riflettono il dna denim di Rifle e sono decorate con stampe flock e ricami effetto lana, assumendo un mood vintage grazie anche ai grossi intrecci e i mix di lavorazioni che attingono al passato per proiettarsi nella nuova era del brand.