Body intimi da donna: il must have dell’estate 2017

Il body intimo da donna è un capo di abbigliamento altamente versatile per ogni gusto ed ogni esigenza. Attraverso le sue varianti si adatta alla vita di tutti i giorni, è comodo e ultra femminile, da indossare durante un’ampia gamma di occasioni.

Il body non è solamente appannaggi prettamente dell’abbigliamento intimo ma si abbina a meraviglia con altri outfit diurni, per la vita all’aria aperta. Ad esempio, si può abbinare il body ad un paio di pantaloni in lino fresco e dalla linea morbida, come se fosse un costume da bagno, per le passeggiate sul lungomare nelle notti d’estate, aggiungendo un paio di sandali e un cappello a tesa larga; uno stile glamour e raffinato dove il body a spalline sottili è protagonista di classe.

Quest’estate il mood generale ripropone lo stile esotico e tropicale, con stampe di fiori dai colori accesi come le classiche bouganville, alle quali si intrecciano ghirlande hawaiane; anche i brand di moda che disegnano body si adeguano a questo spirito selvaggio, con decorazioni floreali e palme lussureggianti.

Il body si combina perfettamente anche ad un look spiccatamente anni Ottanta, soprattutto se colorato e con stampe fluo ed esagerate; ricordiamo ad esempio gli outfit della cantante Madonna che usava il body abbinato a giacche in pelle con borchie e frange. Anche un’altra artista di questo periodo, Cindy Lauper, usava indossare il body abbinato a gonne di chiffon dai colori accesi, stivali da cow girl, giubbotti di jeans e pettinature cotonate con tanto di cappello con visiera. È chiaro come il body sia quindi un capo di abbigliamento molto voga negli anni Ottanta, dal gusto americano, che prende il suo nome dalla caratteristica di fasciare il corpo in maniera molto femminile, scoprendo le curve e le forme della donna. Si tratta quindi di un capo di abbigliamento dai mille usi e per tutte le stagioni; è molto utilizzato anche in inverno e nei periodi più freddi, da indossare sotto i maglioni, come una canotta sexy ed aggraziata.

body spalla stretta

Il body intimo per donna è proposto ogni anno da migliaia di brand fashion che trattano capi di abbigliamento di varia tipologia, dal casual all’alta moda, dagli articoli da notte, a quelli per lo sport ed il tempo libero. Uno dei marchi leader nel settore è Cotonella, l’azienda che sin dagli anni Settanta è attenta alle esigenze di tutta la famiglia, con collezioni per uomo, donna e bambino di gusto e di praticità.

body pizzo mezza manica

Cotonella propone l’estrema qualità Made in Italy in ogni suo articolo, garantendone le proprietà in tutti i passaggi, dalla scelta del cotone pregiato, alla produzione, alla distribuzione nei punti vendita. L’azienda è da sempre sensibile al problema dello sfruttamento minorile, ponendo particolare attenzione e sensibilità al rapporto con i suoi dipendenti e collaboratori. Cotonella presenta la sua collezione di body intimi da donna a spalla stretta, ultra femminile, e a spalla larga, più sportivo, due articoli estivi da abbinare a tantissimi outfit per l’attività sportiva di giorno o per le occasioni di festa la sera. Cotonella presenta anche il suo nuovissimo body intimo girocollo a mezza manica, in cotone elasticizzato e con inserti in morbido pizzo, molto seducente e femminile; la tinta è quella glamour del blu cobalto.

I modelli classici, più invernali, sono quelli dal gusto minimale, in cotone total black. Possono essere a lupetto con collo alto, dolcevita o girocollo, tutti a manica lunga, ideali da indossare con i jeans e sotto i maglioni caldi.

Continue reading

Le 5 regole di stile di Anna Dello Russo (FOTO)

Le 5 rgole di stile di Anna dello Russo (FOTO)

Se c’è una donna in grado di stupire sempre con i propri outfit senza mai risultare banale questa è Anna Dello Russo. Il suo stile fuori dal comune, stravagante, colorato ed eccentrico per eccellenza è conosciuto in tutto il mondo grazie ai numerosi scatti che la vedono protagonista e ogni sua apparizione nello street style, alle sfilate o agli eventi più esclusivi è una nuova sorpresa. La consulente creativa di Vogue Japan è una visionaria in fatto di moda, anticipando le tendenze o creandone di nuove, personalizzando qualsiasi capo d’abbigliamento che addosso a lei diventa un must have, impossibile però da copiare. Sì perché il suo stile è davvero unico e nessuno sarebbe in grado di indossare con la sua stessa non chalance capi ed accessori tra i più particolari. I suoi abbinamenti eccentrici pensati proprio per stupire e catturare sguardi e macchine fotografiche mostrano una disinvoltura estrema e una forza carismatica che dimostra quanto la Dello Russo non si voglia mai piegare alle mode, ma creare le proprie. Da un’analisi del suo stile abbiamo individuato le 5 regole principali che definiscono gli outfit di una delle trendsetter più seguite.

Sì ai cappelli stravaganti

I cappelli eccentrici sono i suoi accessori preferiti. Che siano maxi, mini, a forma di ciliegia, Topolino, fette di cocomero tempestate di strass o qualsiasi altra forma possibile o immaginabile, tutti i copricapi hanno fatto tappa sulla testa di Anna Dello Russo. Un elemento basilare del suo stile, di cui la fashion victim non può fare a meno e che abbina sempre in maniera impeccabile agli abiti che indossa. Regola numero uno in fatto di cappelli? Mai toglierli al chiuso, in quanto questi fanno parte del suo outfit.

veletta-kika2594740_anna-dello-russo_jpg_485x0_crop_upscale_q85
anna-dello-russo-ciliegie-dmoda

Sì ai mini dress

Anna ama mostrare il suo fisico asciutto e le sue lunghe gambe, sfoggiando mini dress colorati e super chic, abbinati a mini bags, tacchi 12 o scarpe da ginnastica, giacche super large in cui i mix di colori non mancano. Nel suo guardaroba non mancano nemmeno i long dress, ma i vestitini corti sembrano essere i preferiti della giornalista.



Sì alle scarpe da ginnastica super colorate

Cosa c’è di più stravagante che indossare un abito elegante e raffinato con un paio di scarpe da ginnastica colorate e decorate da gingilli, piume o strass? Anna Dello Russo non si è fatta mancare nemmeno questo abbinamento, sfoggiato con estrema disinvoltura. Le sue scarpe preferite rimangono però quelle con il tacco vertiginoso.

anna
ellecanada.com
vogue.com

No al total black

Lei stessa aveva dichiarato in un’intervista che “l’oro è il nuovo nero”. Niente black block per la Dello Russo che ama i colori e i mix di numerose nuance nello stesso outfit più di chiunque altro. Osare è la parola d’ordine nel suo stile e per il nero c’è davvero poco spazio.

Le 5 regole di stile di Anna Dello Russo (FOTO)

No alle maxi bags

Niente maxi bags per la regina dello stile eccentrico, che sfoggia in ogni occasione mini bags tra le più particolari, dai colori e dalle forme più strane. Dalle clutch gioiello, con diamanti e brillantini incastonati alle mini bags a tracolla.


ellecanada.com
anna-dello-main_2209685a
1307301053405172811423098

Questo articolo Le 5 regole di stile di Anna Dello Russo (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Roxana Ionita su Blog di Moda.

Continue reading

Siamo troppo esigenti

1

La sveglia sempre alla stessa ora. Che viene spenta e ritardata di 5 minuti, poi altri 5. E così riusciamo ad arrivare in ritardo anche quando nelle nostre intenzioni vorremmo essere puntuali con la scusa che è sempre quella del traffico o dell’auto che si è rotta, con la colazione che si fa sempre più minimal. Un po’ come quello che indossiamo. Un jeans e un maglione scelti a caso nell’armadio dopo una notte, lunga notte, passata a chiacchierare. Sempre se su whatsapp si possono chiamare così. L’attesa della neve e del thè che, a forza di stare a scrivere, ormai si è raffreddato. Quello che rimane è solo un profumo di limone. Passiamo ore, mesi, così in attesa di un invito e attaccate all’Iphone per poi arrivare a quel giorno e rimanere deluse. Sappiamo già tutto – il film preferito di lui, la canzone, il numero di relazioni avute, il nome dell’ex, la via in cui abita e il suo lavoro – ma nulla da dirsi di fronte a due spritz invece che a uno schermo. Per raccontare poi alle amiche che sembrava davvero interessante, metteva tutte le h al posto giusto e pure i congiuntivi, ma non ti ha colpita. Che sa tanto di “ha delle grandi potenzialità (su whatsapp) ma non si applica”. In questi casi meglio vedere il bicchiere mezzo pieno che mezzo vuoto. Sperando solo che sia pieno di Moscato. Ritrovarsi così a fine giornata a casa e leggere l’ennesima lista di Natale con i 10 must-have di sempre. Cèline, Balenciaga, Moschino e Louis Vuitton che con i tempi che corrono, un uomo che si presenta con impacchettato un regalo così puzza di anello, di matrimonio e di marcia nuziale. Accontentiamoci di un profumo e apprezziamo l’impegno se al posto di parlare di nozze e fiori d’arancio, preferiremmo stare ad ascoltare discorsi su calcio, Champion’s league, Olimpiadi e pure sull’estinzione dei dinosauri. Che l’unico “si, lo voglio” che concepiamo è per la formula di come mangiare cioccolata e McDonald’s senza ingrassare. Perché, nonostante vogliamo far credere che noi viviamo di aria, sushi e insalata, al secondo incontro saremmo in grado di ordinare carne, per la cronaca una fiorentina. E qui la spiegazione dell’estinzione dei dinosauri.

Siamo diventate esigenti. Vogliamo l’amore ma controlliamo che lui non indossi calzini in spugna bianchi.
E di questo passo ci innamoreremo a 70 anni.

siamo-troppo-esigenti

L’articolo Siamo troppo esigenti sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Lumberjack firma la sneaker must have dell’estate 2014

Lumberjack firma la sneaker must have dell’estate 2014

Eleganza blasé per l’uomo di Lumberjack che è pronto a vivere la stagione estiva con un autentico must have,  la sneaker alta dal gusto leggermente vintage e dal carattere dinamico.

Dal mood rilassato, la stringata sportiva firmata dal brand, perfetta per i momenti di raffinato relax, interpreta un’eleganza rilassata in cui  lo spirito outdoor e lo street style si fondono perfettamente dando vita a un modello versatile, adatto ad ogni occasione, con un carattere esclusivo e chic, dall’inconfondibile  fascino casual.

In pelle scamosciata di alta qualità, la colorazione di questa sneaker è naturale sui toni del sabbia; la suola di gomma e i lacci ton sur ton la rendono la calzatura perfetta per uomini grintosi e alla moda. Con il plus di un’ essenza di design italiano , la sneaker di Lumberjack interpreta il concetto di tempo libero con uno stile ricercato e curato in ogni dettaglio,  per accompagnare la stagione estiva con un mood easy e funny.

Uno, due, tre… Capodanno

La verità è che certe prassi legate all’universo femminile non l’ho mica mai capite. Come quelle del Capodanno. Del tipo perchè divertirsi a tutti i costi una sola notte quando un anno è fatto di 364 giorni molto più confusionali, intensi, inaspettati. Come perché decidere cosa indossare un anno prima: il 1 gennaio 2013 già molte donne hanno definito nei dettagli cosa mettere per il 31 dicembre 2013. Come pensare ai buoni propositi per i prossimi 12 mesi a venire a cominciare dalla dieta. “Quanto ho mangiato per queste festività uuuhhh, non sai quanto. Ma sai? Da domani comincio a correre, camminare, andare in palestra per smaltire i quattro panettoni, le 3 lasagne – no ma che? Tre teglie, no tre piatti – i due polli arrosto e le patate. E ci sono stata pure attenta sai? Ma tu? Dove li metti piuttosto?”. “Mangio di meno”. Come perché spendere, se va bene, 80 euro per la cena in qualche party “troppo esclusivo” se poi neanche terminato l’antipasto: “Uhm sono già piena”. E soprattutto perché comprare un abito per la notte di Capodanno a prezzo pieno quando quattro giorni dopo ci sono i saldi e lo acquisti alla metà? E non ditemi per far girare l’economia che qui non girano più manco le palle. Di Natale, intendo.
Un giorno al Capodanno e non so manco cosa mettere. Come finirà? Dopo due ore di ricerca nell’armadio,
Mamma dove l’hai messo l’abito con le piume? Dov’è quello con le frange invece?”.
Mamma: “Ma quella con le piume non è una t-shirt?”.
Capodanno 2014. Che è uguale al 2013 poi.

Pics by weheartit