Miley Cyrus, scandalo agli MTV VMAs 2013 (video music awards)


Ha venduto l’anima al diavolo con il primo taglio di capelli. Miley Cyrus ha abbandonato gli abiti dell’innocente Hannah Montana, per vestire quelli provocatori sul palco degli Mtv VMAs 2013, gli oscar dei video musicali più belli dell’anno. La Cyrus si presenta in scena con pupazzi giganteschi e fino qui nulla di strano visto che ha poco più di 20 anni, con indosso un body argentato decorato con la faccia buffa di un orsetto ritratto mentre fa la linguaccia e l’occhiolino, ideato dall’artista newyorkese Todd “REAS” James. E nemmeno qui nulla in contrario se non fosse che lo spettacolo, in realtà, non abbia nulla di artistico ma sia una lezione di anatomia dell’artista al pubblico in sala. Imbarazzante. Per di più mimando scene erotiche con degli orsi giganteschi che magari sono meglio o meno pelosi di tanti uomini, non lo metto in dubbio, ma pur sempre peluche. E dopo la prima esibizione sulle note di “We can’t stop“, il suo ultimo singolo, mentre i presenti supplicavano il contrario – che lei e i pupazzi si fermassero – il passaggio ad una mise molto più audace: in lingerie di latex color carne che la fa sembrare nuda. Ed in quel momento tutte noi abbiamo rimpianto Anna dello Russo vestita di pelle nera per il suo “You need a fashion shower”. Inizia così un duetto con Robin Thicke che non lascia nulla all’immaginazione (e non mi riferisco all’aspetto canoro). Per una performance che ha fatto impallidire anche Lady Gaga e che entrerà di sicuro negli annali. Del trash.

Miley Cyrus, Lindsay Lohan, Britney Spears ed ancora Demi Lovato, gli idoli delle teen-agers di ora, è bene che siano per i tanti giovani degli esempi. Esempi sì, ma da non seguire.
E la cosa da notare che sono tutte provenienti da una scuola: Walt Disney.
Dopo anni così mi viene un dubbio sulla scritta iniziale di ogni cartone e film “Esigete sempre e solo videocassette originali Walt Disney home video”. Il rischio, vista la mancata autenticità del cartone, potrebbe essere quello di avere poi delle figlie che seppur giovani, non è che credono alle favole, ci rimangono incastrate, incatenate in quelle stesse fantasie, in quella stessa finzione? Come Cyrus, come Lohan, come Lovato?

Agli Mtv VMAs 2013 non sono però mancate delle conferme in fatto di stile. La più elegante è senza dubbio Selena Gomez in Atelier Versace a riprova che l’età conta poco quando c’è di mezzo il fascino e il buon gusto. Non si smentisce nemmeno Rita Ora in Alexander Vauthier che riesce ad indossare allo stesso tempo la complessità e la ricercatezza dell’abito ad un make up semplice per un risultato impeccabile. Crystal Reed magnifica nel lungo vestito di Zac Posen. Ed, infine, Joan Smalls in Viktor e Rolf. Poi dicono che le modelle non hanno problemi: pensate a quella che lo ha indossato per la scorsa sfilata della collezione A/I 2013-2014 quanti complessi si farà nel vederlo così perfetto alla Smalls.


Rita Ora
Selena Gomez
Joan Smalls
Facebook//Bloglovin’//Twitter//Instagram
Pics by Mtv – Google Image
.