September issue

settembre

Settembre è il ritorno a casa dopo mesi di pazzie, di serate passate a ballare a piedi nudi, di notti trascorse a contare le stelle aspettandone una cadente per esprimere un desiderio. Che di sogni qui ce ne sono tanti e a forza di rincorrerli ci si perde in mille strade, in mille luoghi lontani.

Settembre è la voglia di castagne, delle canzoni di Venditti, di tornare al cinema a guardare un film romantico, della fine di Saturno contro per i Gemelli, è la voglia di passare le serate su un divano a chiacchierare fino alle 5 della mattina con le amiche di una vita, di starsene sotto il piumone intrecciati senza parlare che le parole non servono quando dicono tutto le emozioni, da vivere in silenzio come se non ci fosse un domani. Che solo il presente vale la pena vivere in ogni istante, come se fosse la prima volta che respiri provando ad allentare la presa, a lasciare andare le difese che ci fanno rimanere immobili.

Ma poi mi dico che la tranquillità di settembre non fa per me, che l’estate is a state of mind. E ben vengano i bicchieri di vino rigorosamente bianco, i mutamenti del cuore e della mente, le canzoni stonate, gli sguardi che si incrociano, la voglia di vivere che non è mai abbastanza credendo che dopo tanta pioggia, c’è sempre l’arcobaleno. E che nemmeno settembre e l’arrivo dell’autunno, fanno cambiare chi nell’anima è folle, dannatamente folle.

Bentrovato così settembre.

settembre-vino

L’articolo September issue sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Più cioccolata per tutte

12746007_10205854524346875_393390130_n

Siamo complicate, dobbiamo essere multitasking sempre pronte a dividerci tra impegni e pensieri, tra il dire e il fare, tra l’essere e l’apparire. Tra il bisogno di dare e ricevere amore. E l’amore spesso, è un po’ di cioccolato a fine giornata, seduta a gambe incrociate a guardare un film romantico in tv. E poi con i sensi di colpa per qualche chilo di troppo e soprattutto per quelle imperfezioni della pelle, la mattina dopo e guardarsi allo specchio e non piacersi, è il miglior modo per rovinare una giornata.
Piuttosto, però, di fare a meno delle piccole gioie quotidiane, meglio prevenire. E vi svelo un piccolo segreto riconoscersi, nell’immagine di sé riflessa in uno specchio.

Tra le mie ultime scoperte? PURE DEEPSEA HYDRATING MASK di Skin Inc.
Una maschera gel trasparente che purifica, idrata e illumina. Da cosa è composta? Da sostanze nutritive come acqua dell’altura Okinawa, estratti di soia beans e acido Ialuronico. Da quanto la uso? Circa due settimane, non tutti i giorni anche se potrebbe benissimo essere un trattamento quotidiano. I benefici: pelle idratata (che d’inverno è fondamentale), pelle più illuminata e la sensazione di freschezza, a prova di imperfezione sembra che la pelle respiri migliorando la texture della pelle.

Da provare. E insomma, più cioccolata per tutti senza sensi di colpa.

DSCN9601999

Le prime volte

le prime volte Adoro le prime volte. Il primo caffè la mattina, le prime telefonate o i primi messaggi della giornata. Il primo libro letto che si conosce a memoria, il primo bacio, il primo abbraccio dopo una vita che lo aspetti o la prima volta al mare, i primi ostacoli del cuore. La prima decisione presa con carattere, la prima volta a Barcellona, il primo volo aereo, la prima uscita con la migliore amica, il primo incontro. La prima volta a Roma, che è sempre come sentirsi a casa. La prima volta nel dire «ti amo» e quella in cui hai urlato «basta è finita». La prima volta di sesso.La prima volta che si capisce la direzione da prendere e quella in cui ti accorgi che “quando sarò grande” non vale più, perchè già lo sei. La prima volta della maturità, che poi è solo sulla carta.  Il primo articolo scritto, cancellato e riscritto. Il primo giorno che ti metti a dieta, che non è mai oggi ma sempre domani. La prima volta che hai preso il tuo cuore in mano e l’hai consegnato a qualcun’altro. La prima volta che ti sei sentita bella, la prima volta che hai guardato negli occhi qualcuno scoprendone l’anima. La prima volta che hai dato fiducia agli altri  e ti sei sentita orgogliosa di te stessa. Le prime lacrime agli occhi per troppo amore. Il primo Moscow Mule e il primo Mojito a Formentera, che davvero non si scorda mai. La prima volta…

 Ci sarà pure un primo tempo per tutto.
Ma, fosse per me, questa vita sarebbe sempre un’infinità di prime volte.
Ma chissà come mai, di tutto e soprattutto degli amori, si ricorda sempre l’ultima.

gm

L’articolo Le prime volte sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Dagli anni Novanta torna la matita nera sulla rima inferiore degli occhi

tendenza_matita_rima_inferiore_occhi

Il mascara colorato, il contouring, lo strobing… le tendenze makeup sono infinite e mentre ogni giorno ne leggiamo di nuove, continuiamo ad essere donne semplici, che dedicano 10 minuti al massimo a capelli e trucco davanti allo specchio la mattina e vorremmo che le tendenze beauty pensassero anche a noi.

Per questo quando sulle passerelle di Chloè, Emilio Pucci e Rochas hanno sfilato modelle dal make-up ultra semplice, con una linea di matita lungo la rima dell’occhio inferiore, come andava di moda negli anni Novanta, una standing ovation interiore è stata la reazione di milioni di donne.

Niente tecniche elaborate da tentare di riprodurre seguendo tutorial di youtuber che fanno sembrare tutto semplice, niente prodotti introvabili o super costosi: basta una matita nera dal colore più o meno intenso, in base all’effetto che si vuole ottenere.

matita_occhi_neraNars Larger Than Life €25,50 – Sephora Eyeliner retrattile waterproof €9,90 – Make Up For Ever Aqua Eyes €19,50 – Marc Jacobs Highliner €22
Continue reading

Le migliori amiche

bbf1Le amiche, quelle che ti ascoltano in ogni occasione, che passano la loro pausa pranzo al telefono con te, che escono mentre fanno la doccia mentre con una mano prendono un asciugamano e con l’altra l’iPhone stando immobili a sentire freddo. Le amiche, quelle che chiami alle 6 della mattina o alle 2 della notte e loro stanno là a tranquillizzarti, a convincerti che lui non la lascerà ma che comunque ci sono qua loro, quelle che ti rassicurano quando tu vorresti solo morire. Quelle che le interrompi quando sono a cena a lume di candela con lui con messaggi e chiamate fiume che durano dall’antipasto fino al dolce, e litigano se lui si lamenta definendoti “una rompiballe clamorosa”. Le amiche sono quelle che ti fermano “contro ogni tua volontà” per impedirti di fare azioni e cose di cui ti pentirai, e quelle che non ti giudicano mai. Nemmeno quando una è puritana, di una rigidità morale impeccabile e l’altra, di rigido, ha giusto la clutch gioiello da abbinare il sabato sera a un minidress nero. Quelle che, in ogni caso, sono le prime a difenderti, anche quando davanti ti ritrovi un peso massimo che fa paura. E, infatti, tu te la svigni di soppiatto per poi chiedere “come è andata?”, e lei neanche si incazza ma ti racconta dicendoti che è tutto risolto. Quelle che ti ripetono che sbagli, te lo ricordano ma poi ti dicono di fare quello che cavolo vuoi, quello che senti. E non se la prendono se gli rispondi male. Capiscono, ti capiscono.

E tutto questo, molto probabilmente, a causa di un tizio che manco conoscono.

friends 2

friends 3

L’articolo Le migliori amiche sembra essere il primo su Glamour Marmalade.