Pelle perfetta: un bicchiere d’acqua per il viso

pelle perfetta crema viso galenic aqua infini

Fleur de Rocher, il deserto e l’acqua. Dietro questi elementi, si cela una realtà miracolosa che permette una, due, cento rinascite come un’araba Fenice. Siamo in Messico, precisamente nella zona desertica dove qualche millimetro di pioggia cade durante l’anno e in cui le condizioni termiche sono estreme. In questo ambiente ostile vive il Fleur de Rocher che semplicemente dalla rugiada mattutina riesce a vivere anche dopo un lungo periodo di siccità e riesce a resuscitare anche più volte nei suoi 300 anni di vita. Un miracolo che le è valso anche il soprannome di “pianta della resurrezione”.

La formula di Galénic per la pelle perfetta

Fleur de Rocher, dicevamo. Il segreto di questa pianta viene rubato da  Galénic per una pelle perfetta. Sull’idea dell’assorbire come una spugna e trattenere l’acqua osservato in natura,  è stata creata una collezione idratante per il viso derivato dalla formula perfetta elaborando un mix di ingredienti e in cui l’estratto della pianta della resurrezione permette alle cellule di rimanere perfettamente intatte anche dopo un’ora a 37 gradi. La linea dal nome Aqua Infiniti è un vero e proprio rituale che disseta, protegge e nutre la pelle, composto da quattro trattamenti d’eccezione, dalle texture uniche e dalle note olfattive che esaltano la femminilità, la raffinatezza, l’eleganza.

My beauty experience per una pelle perfetta

Ho provato il sérum booster d’eau Aqua Infini dall’effetto idratante e rimpompante. Inutile dirvi – e chi segue Glamour Marmalade lo sa – che amo incondizionatamente i sieri, ma questo – dalle note olfattive floreali – è efficace immediatamente. Soprattutto in estate, quando la pelle del viso ha bisogno di essere idratata più frequentemente, vi consiglio di usare frequentemente un prodotto che riesca a farvi sempre sentire fresche e perfette come questo.

Prezzo: 45 euro

pelle-perfetta-crema-viso

Fiori: F. Rocher

pelle perfetta crema viso aqua infini galénic

L’articolo Pelle perfetta: un bicchiere d’acqua per il viso sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Millefiori Milano: qualcosa è nell’aria

millefiori

C’è qualcosa nell’aria di diverso.
Qualcosa che sa di fiori, di spezie e di cannella.
Una luce soffusa, della musica lenta, un po’ romantica e magari in francese.
Sfogliando un libro e un calice di vino bianco, fermo. Come l’anima in questo istante.
Nessun cellulare o messaggio di whatsapp che servono solo a rovinare l’atmosfera.
Lasciare la mente libera, senza pensieri.
Chiamateli, se volete, momenti tutti per sè.
E se c’è un uomo che vi tiene tra le sue braccia, meglio ancora.
Ma solo se è quello giusto.

Se avete un momento no, provateci.
E poi fatemi sapere.
Che dirvi?
Per me ho scelto Millefiori Milano,
la fragranza “Floreal romance”
e candele “Spicy delice”.

DSCN9707

L’articolo Millefiori Milano: qualcosa è nell’aria sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Kate Winslet testimonial di L’Oreal esige nel contratto la clausola “no photoshopping” e spiega perchè…

kate-winslet_L'OREAL_ NO PHOTOSHOP

Capita sempre più frequentemente di vedere copertine di riviste e campagne pubblicitarie con testimonial totalmente trasformate dal fotoritocco, al punto da chiedersi perchè scegliere una modella, una cantante, un’attrice famosa, pagarla fior di quattrini, per poi renderla irriconoscibile attraverso l’uso selvaggio di Photoshop. C’è chi con questo meccanismo non ci sta e ha deciso di dirlo a gran voce.

Kate Winslet, ingaggiata per la nuova campagna pubblicitaria L’Oreal ha espressamente richiesto all’azienda che nel contratto venisse inserita la “no photoshopping clause” ovvero una clausola che vieta al brand di manipolare gli scatti della campagna che la vedranno protagonista con Photoshop. Interpellata dai giornalisti sulla singolare richiesta (ci sono colleghe che chiedono l’esatto contrario, pur di apparire perfette), l’attrice quarantenne ha candidamente risposto così:

“Abbiamo una responsabilità importante nei confronti delle nuove generazioni, specie delle giovani donne. Vorrei che venisse sempre raccontata la verità su di me e su chi sono veramente in modo che esse possano avere dei modelli forti da seguire. Tocca a noi crescere le giovani donne come persone forti. Questo per me è davvero importante”.

Non sappiamo se questa importante presa di posizione contribuirà a cambiare le cose, se l’industria della moda e della bellezza, le riviste, le agenzie di modelle, smetteranno di proporre ideali di bellezza irraggiungibili, ma quello di Kate Winslet, che per prima è stata vittima di fotoritocco selvaggio per rientrare in certi standard del “gusto” generale, è stato un gesto ammirevole che fa onore ad una donna eccezionale e, oggi più che mai, vera. Continue reading

Estate 2015, voglia di libertà

cappelli di paglia street style

Tutto è concesso. E’ questione di istinto, geometrie, di conoscenza. Perché sì, saper abbinare i colori, ma anche le stoffe e trovare il giusto equilibrio è anche questione di cultura e di sincerità. Quella sincerità di fronte a uno specchio, il migliore amico di ogni donna che non mente mai, che ti porta a scegliere di scartare quella longuette anni ’70 per una in stile Woodstock.Se vi state chiedendo come vestirvi nell’estate 2015 e cosa acquistare obbligatoriamente per i saldi, la regola è solo una: essere se stesse. Perché l’eleganza in questa stagione si traduce in una parola, libertà.

1) Hippy ma chic
Come Talitha Getty, icona dello stile bohemien-chic. E’ lei la vera espressione dell’anima hippy ricercata ed elegante. Abiti lunghi, floreali e dalle tonalità pastello come quelli visti alle sfilate SS 2015 come il vestito rosa cipria di Alberta Ferretti o quello variopinto dai motivi geometrici di Etro.

2) Elegante… con una tuta
Avete capito bene: la tuta. Negli ultimi anni l’indumento per eccellenza del lavoro, del mondo industriale, è protagonista delle passerelle. Tutti gli stilisti cedono alla tentazione di stravolgere i canoni di bellezza, esaltando la femminilità della donna con una tuta. Come Pucci, Dior e Ralph Lauren che, in maniera molto diversa, riescono nell’intento.

3) Patchwork denim
Ritorno sulle passerelle del jeans. Anticonformista e contro tutte le convenzioni, il denim stravolge ancora una volta le regole. Patchwork e più tessuti in jeans compongono vestiti, una sorta di nuova era. Le brave ragazze indossano il denim come vogliono Gucci, Burberry e Tommy Hilfiger.

4) Uno stile “sulle punte”
Chi non ha mai sognato almeno una volta di essere una ballerina o meglio di indossare uno degli abiti di scena delicati e ricercati? E gli stilisti accontentano i nostri desideri. Siete pronte a vestire i tutù come vogliono Darren Aronofsky, Giorgio Armani e Valentino?
5) Piume
Dive nella notte con le piume che diventano il dettaglio irrinunciabile per le notti d’estate. Ispirati alle collezioni di Fendi, Balenciaga e Proenza.
6) Pois
Dalla Cecoslovacchia, poi in Europa per raggiunge l’America. Il polka dot pattern torna dopo anni a rendere più frizzanti e glam le nostre giornate. Neanche a dirlo: tessuto bianco e pois neri. Copia gli abiti di Marc by Marc, Dolce&Gabbana e Junya Watanabe.
7) Pop Art da indossare
Combinazioni di colore, motive circolari, righe che ricordano le opere dei grandi artisti della pop art, Piet Mondrian e Sonia Delaunay. Ci si trasforma in opere d’arte con le collezioni di Dries Van Noten, Loewe e Watanabe.

8) Romantica con il pizzo
Una eroina bon-ton è la donna di questa estate. Eterea e candida con il pizzo bianco e i giochi di trasparenze proposti in passerella da Valentino, Louis Vuitton e Chloé.
N.B. Se volete essere davvero glam, per questa estate, osate con voi stesse, date sfogo alla vostra personalità, senza seguire le tendenze che non vi convincono ma dando retta solo l’istinto. E ricordatevi: a volte, per essere alla moda, è necessario essere assolutamente fuori moda.

coffee-791438_1280 work-791218_1280

L’articolo Estate 2015, voglia di libertà sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Spring Clean Your Handbag

mywalit-bags

Tu chiamale pulizie di primavera. E puoi trovare di tutto in una borsa di una donna perché il caos regna sovrano. In questi giorni ho fatto il cambio, messo via maglioni e cappotti per riprendere abiti e giacchini in jeans leggeri e floreali, sandali e via gli stivali (ricordatevi: mai gli stivali in estate). Ho cambiato anche la borsa e ho messo in ordine. Un ordine che mi ha sorpreso.

mywalit bags Spring 2015, Spring Clean Your Handbag – Per rendere la giornata più semplice e a portata di borsa, mywalit pensa a tutto: borsa, portafoglio, portadocumenti, trousse e portachiave colorati, alla moda, primaverili. Per rendere così in ordine molto di più di una borsa, la nostra vita. Perchè l’ordine in una borsa è importante? Il tempo di tornare a casa, dopo una serata trascorsa tra amiche, intorno ad un tavolo per raccontarsi del più e del meno, di discorsi sull’amore e sul futuro e sui dubbi. E dopo tre ore, ritrovarsi a cercare le chiavi di casa. Pensare di metterci mezz’ora per poi appoggiare la borsa per terra e… invece basta un attimo. Una questione di un secondo, basta cercare nella tasca laterale della maxi bag. Oppure, siete uscite di casa per due – dico due – minuti per comprare qualcosa al volo in un supermercato vicino casa. Mettete la prima cosa che capita dall’armadio e uscite. “Tanto chi vuoi che incontro?”. Bene, tra a corsia delle marmellate e quella dei biscotti e cereali, in fondo, lui. Quello che doveva chiamarvi e non lo ha fatto, quello che è sparito nel nulla dalla vita reale ma non da whatsapp, quello che “maledetto il giorno che l’ho incontrato”. Se avete due secondi di tempo prima di ritrovarvelo davanti, potete prendere al volo gli occhiali da sole e la trousse con il rossetto rosso e l’elastico per uno chignon spettinato. Per farlo pentire amaramente della sua non chiamata… e chissà che lo faccia ora dopo avervi viste!

(Avete capito perchè l’ordine in una borsa è importante?)

mywalit-borse-spring-2015mywalit-borse-spring-2015

1

L’articolo Spring Clean Your Handbag sembra essere il primo su Glamour Marmalade.