Lo zainetto ladylike di Chanel

Chi ama l’approccio classico e chi preferisce un piglio più trendy non rimarrà comunque deluso dall’ultima proposta di casa Chanel, uno zainetto. Uno zainetto del tutto inaspettato perché di fatto trasforma le linee di una tracolla ladylike creando un modello completamente diverso.

Un modello tra i più trendy del panorama della moda attuale, che ha riscoperto e rispolverato gli zainetti ma con un approccio generalmente più casual. Qui invece le linee, la struttura rigida, la lavorazione e i dettagli sono quelle di una tracollina d’altri tempi. O delle linee classiche di casa Chanel, comunque.

La nuova borsa appartiene alla Pre-Collection 2017 e unisce un tono vintage ad un modello contemporaneo. Il risultato ci conquista subito e sulle prime, senza vedere gli spallacci, si sarebbe portati a credere che si tratta solo di un aggiornamento nelle forme della tracolla rettangolare.

Le sottili spalline consentono invece di portarla come uno zainetto, riprendendo stilemi anni Ottanta e Novanta che si sono riaffacciati con decisione sulle scene. La lavorazione è matelassé su morbidissima pelle nera con hardware oro. Proprio come una Flap bag tradizionale.

Continue reading

Secchiello plissé di Sara Battaglia

Un secchiello, l’arcobaleno e il plissé, gli ingredienti sono tutti vincenti, messi insieme diventano imbattitili: ecco la nuova borsa di Sara Battaglia. Appartiene all’ultima collezione della designer che ha iniziato ad appena 6 anni a creare le sue borse.

La sua prima creazione nacque dalle piccole manine di una Sara Battaglia bambina mettendo insieme pezzi di tessuto presi alla mamma. Quell’idea iniziale di unione di colori diversi torna anche sull’ultima creazione.

La nuova borsa è un piccolo secchiello dalla struttura classica composto da fasce di pelle multicolore a creare un arcobaleno vibrante con interni scamosciati nel più squillante dei verdi. È un colpo d’occhio magnifico.

Ce ne innamoriamo subito sia per la bellezza estetica di tanto colore che guizza sia per la manifattura accurata e rigorosamente made in Italy ma anche per il modello dinamico e pratico, capace di contenere tutto il necessario ed essere pratica di giorno ma anche di sera con le sue dimensioni compatte.

Continue reading

Zaino Gucci Soft GG Supreme

Uno zaino è un modello immancabile nel nostro parco borse, ormai il ritorno è compiuto e che si scelga una variante sportiva o una versione più ricercata, il diktat non si può ignorare. Anche Gucci si allinea al trend e propone il suo nuovo zainetto.

Ha spirito sporty e anima pop perché riprende un modello multitasche preso a prestito dalla montagna, lo declina in tela monogrammata con lussuose finiture in cuoio e poi lo ricopre quasi completamente di toppe ricamate e colorate che vanno da Paperino agli stickers da che un tempo si incollavano sui bauli da viaggio.

Lo zaino è grande, capiente, comodo ma anche lussuoso, ricercato e raffinatissimo nella scelta dei dettagli in cuoio per la chiusura con fibbie, i profili delle tasche, lo schienale e gli spallacci regolabili. Tutto è al tempo stesso lussuoso e pratico.

Sotto la patta superiore lo zaino si chiude con una stringa e gli interni sono in cotone con una ulteriore tasca per riporre al sicuro gli oggetti più piccoli. Il retro è leggermente imbottito, come gli spallacci, per garantire una vestibilità perfetta e comoda. Lo zaino ideale per i viaggiatori.

Continue reading

Givenchy rilancia la Nightingale bag, la prima borsa iconica della maison

 

Givenchy introduce una novità all’interno del brand, con la realizzazione di una it bag a metà strada tra innovazione e tradizione. Sì, perché la nuova borsa realizzata dal direttore creativo Riccardo Tisci ricalca il modello della prima borsa iconica della maison, la Nightingale bag con un makeover dal carattere minimalista. Per l’autunno inverno 2015 lo stilista la reinterpreta, rivisitandone la struttura originale alla ricerca di una forma più essenziale.

La nuova versione è infatti caratterizzata da una forma più pulita e simmetrica, con un cambio anche a livello dei materiali utilizzati. La pelle lucida è stata infatti sostituita dalla pelle cerata, ma la borsa può essere acquistata anche in altre versioni e in tre diverse dimensioni: piccola, media o grande, in pelo di capra, velluto devorè, pelle oleata e cuciture a contrasto, coccodrillo o mischie di pellami esotici. In fatto di dettagli invece, la New Nightingale vanta la presenza delle 4 G sugli accessori metallici della borsa e non più sulla pelle dei manici, mentre la cucitura a T è stata completamente rimossa. Da notare anche la variazione di prezzo rispetto alla versione precedente. La nuova bag risulta essere infatti più costoso, con un prezzo che parte dai 2.000 euro.

Un cambiamento che rispecchia il carattere attuale della maison, molto più minimal e strutturalista rispetto all’epoca in cui la prima Nightingale prese vita.

“Nel corso degli anni, la Nightingale bag si è affermata come accessorio iconico, conquistando un pubblico eterogeneo che include giovani ragazze e donne più mature. È normale affezionarsi alla propria borsa, la si porta ogni giorno e diventa quasi un’estensione di sé. Ho voluto fare qualcosa davvero speciale per le fan della ‘Nightingale’” ha detto Tisci.

 

Continue reading