Stivali Sorel, come indossarli?


stivali-sorel-inverno-1

Sono indietro con il blog, con gli amici, con tutto. Insomma con la vita in generale ma promesso che tra i buoni propositi del 2017 ci sarà anche quello di essere più costante, anche se non lo sono mai stata in nemmeno una delle cose che abbia mai fatto. Posso solo dire che in queste settimane ho avuto di meglio da fare, con una partenza per Parigi organizzata in tempi stretti (anche strettissimi), con la voglia di divertirmi, con le amiche di sempre pronte a farti tornare il sorriso anche solo con un messaggio. Che dire? Nonostante tutto, io mi sento fortunata.

Comunque, tornando a noi: come vestirsi in questo dicembre che sa di primavera? Per il giorno, divertitevi a essere più spensierate possibile. Prendete una minigonna svolazzante e un top con balze, poi abbinateci uno stivaletto. Questo che vedete in foto è di Sorel. Comodi ma anche glam, io li indosserei tutti i giorni a qualsiasi ora. Amo particolarmente l’abbinamento ankle boots e “mostrare le gambe”, perciò perché farlo solo d’estate quando il tempo aiuta anche nella stagione fredda? Ah sì, per completare il look io consiglio non un cappotto o una giacca, ma un parka o un maglione di quelli extralarge, magari rubatelo dall’armadio di lui!

Stivali: Sorel

stivali-sorel-inverno

stivali-sorel-inverno-2 stivali-sorel-inverno-3

PULL & BEAR, LA COLLEZIONE DI ABBIGLIAMENTO AUTUNNO INVERNO 2016-2017

Tutti i capi cult di stagione sono reinterpretati da Pull & Bear nella nuova collezione di abbigliamento autunno inverno 2016-2017, una linea che ci accompagna con uno stile giovane e sbarazzino in ogni momento della giornata. I capi più belli li trovate nella nostra gallery!

La collezione autunno inverno 2016-2017 di Pull & Bear è giovane e sbarazzina, ma soprattutto alla moda: sono tutti capi dal mood teen che si adattano alle esigenze di qualsiasi donna e che ci accompagnano da mattina a sera, dall’ufficio all’happy hour. Dunque scopriamo i capi cult della nuova linea brand, quelli che meritano di finire nel guardaroba e che sfoggeremo durante tutta la stagione fredda.

Quella di Pull & Bear è una collezione invernale a cui non manca proprio nulla e che ci veste da capo a piedi con capi dallo stile anche molto diverso che reinterpretano alla perfezione le tendenze moda più gettonate dell’autunno inverno 2016-2017. La linea di capispalla di Pull & Bear è versatile ma anche sbarazzina: si va dal tradizionale cappotto lungo color cammello al parka autunnale, dal piumino pesante al bomber in raso. Insomma, non c’è che l’imbarazzo della scelta e anche la palette cromatica non è poi troppo classica perché a fianco delle tipiche tonalità neutre ci sono pennellate di colore pastello.

Per l’ufficio la donna Pull & Bear preferisce indossare un pantalone nero alla caviglia da abbinare a una camicia, mentre per il tempo libero ripiega su un jeans skinny da abbinare a pullover o felpa. La sera, invece, via libera agli abiti oversize in lana da indossare in abbinamento a un paio di leggings effetto pelle, minidress e jumpsuit cut out da sfoggiare nelle grandi occasioni. Gli elementi chiave di questa collezione? Senza dubbio il pizzo, che seduce con le sue trame, il velluto che ritroviamo sia tra gli abiti che i pantaloni, e i capi plissettati effetto metal. Insomma, Pull & Bear ha reinterpretato le tendenze più cool di stagione in versione low cost per consentire a tutte noi di poter sfoggiare capi alla moda senza spendere un capitale.

La collezione è disponibile presso tutti i punti vendita dei brand e online sull’e-store ufficiale. Intanto non perdetevi la nostra fotogallery con una piccola anteprima della nuova collezione autunno inverno 2016-2017 di Pull & Bear!

Unghie Autunno/Inverno 2016-2017

Bracelet nails Autunno Inverno 2016-2017

Le unghie Autunno/Inverno 2016-2017 più glam si ispirano ai bracciali dell’amicizia e si chiamano bracelet nails. Questo nuovo trend in arrivo dall’Oriente sta già spopolando su Instagram e, siamo certi, approderà anche da noi complice la sua raffinatezza e semplicità. Naturalmente, sono tante le idee a cui ispirarsi per riprodurre sulle unghie questo trend, in base alla propria manualità con gli strumenti da nail art e in base al proprio gusto: sfoglia la gallery per scoprire tutti gli spunti più chic per la tua manicure all’insegna dell’amicizia e dello stile.

 Bracelet nails con borchiette

Il mondo della nail art continua a riservarci una sorpresa dietro l’altra. Sono tante, infatti, le tendenze per unghie dell’Autunno/Inverno 2016-2017avvistate in passerella e altrettanti i trend che arrivano a ritmi frenetici direttamente dal web, in particolar modo dal mondo dei social e da Instagram.

Tra questi, si distinguono in particolare le bracelet nails, destinate a diventare un must have beauty di questi mesi. Come accade sempre più di frequente, questa tendenza arriva dall’Oriente, nello specifico dalla Corea e dall’estro creativo della celebre manicurist Eun Kyung Park (@nail_unistella su Instagram), già nota per la cuticle nail art che dilaga da qualche mese tra le beauty addicted. Il tratto caratterizzante delle bracelet nails è la loro particolare ispirazione: esse si rifanno, infatti, ai braccialetti dell’amicizia dai fili colorati e metallici che erano molto diffusi negli States a partire dagli anni ’70 e che si era soliti scambiarsi tra amici.

 

Come si realizza questa nail art?

Il trend vuole la riproduzione dei fili metallici o colorati tipici dei braccialetti subase nude o pastello, ma non mancano interessanti varianti sul tema che si avvalgono di colori più scuri. E’ possibile, una volta realizzata la base, procedere con il disegno di piccole linee simili a fili con gli smalti colorati o con l’applicazione di stickers nei toni dell’oro e dell’argento se non si ha particolare dimestichezza con il mondo della nail art. E’ fondamentale, infine, sigillare il risultato finale con un buon top coat, preferibilmente ad effetto glossato e quindi molto lucido per garantire un’ottima performance nel tempo e resa impeccabile alla manicure.

Review: āēr cosmetics e la mia nuova beauty routine di primavera

Con la primavera alle porte, ancor prima di pensare al cambio di stagione è la nostra pelle che sente l’esigenza di un cambiamento, così la beauty routine che ci ha accompagnato per tutto l’inverno si prepara a far posto a nuovi rituali e nuovi prodotti, più adatti alle nuove esigenze di viso e corpo.

Io quest’anno ho voluto giocare d’anticipo e già da qualche settimana ho iniziato ad utilizzare tre prodotti di un brand appena conosciuto, ma che ha attirato da subito la mia attenzione per via della sua filosofia: i principi attivi ottenuti da piante officinali, in particolare di origine alpina, sono il futuro della cosmesi. āēr cosmetics è un marchio europeo che propone una linea di prodotti interamente certificata BIO, prodotti di nicchia d’alta gamma che promettono risultati fin dalle prime applicazioni. Perchè proprio piante provenienti dall’ambiente Alpino, direte voi. Semplice, cosa c’è di più puro di ciò che si trova ad alta quota?aer_3

Dopo questa breve panoramica del brand, andiamo al fulcro della review, ossia ai prodotti che sto utilizzando sulla mia pelle; si tratta di tre prodotti, due per il viso e uno per il corpo, caratterizzati dal packaging raffinato, in vetro, e da un’etichetta ben fatta e “trasparente” perchè indica chiaramente tutte le piante officinali e gli oli che contiene, il che già gli fa guadagnare punti: con una confezione così è un piacere esporli sulla mensola in bagno!

Trattamento viso eudermico  è un latte cosmetico detergente effetto anti-sebo, un’emulsione che normalizza, idrata e deterge pelli normali e miste svolgendo un’azione delicata. In questo periodo la mia pelle è piuttosto impura (tipico dei periodi di passaggio, come quello tra una stagione e l’altra) e grazie all’estratto di Epilobio di Fleischer, pianta alpina con caratteristiche sebo regolatrici, l’effetto che sento sulla pelle dopo l’utilizzo è quello di una pelle immediatamente pulita. Utile anche per rimuovere il trucco e pratica perchè provvista di un comodo beccuccio dosatore, così da evitare sprechi di prodotto. Contiene Lino dalle proprietà lenitive e estratto di Marrubio, burro di Karité e olio di Zucca, un mix altamente emolliente. L’idratazione infine è garantita da Betaina e Arginina. Un trattamento davvero completo che mi ha lasciato soddisfatta.aer_2

Trattamento viso anti-age è quello che ha sostituito la mia solita crema viso, ha una consistenza ricca e morbida che agisce su tre fronti: rigenera, illumina e protegge. E’ piacevolissima da massaggiare fino a completo assorbimento, e grazie alla sua formulazione ricca a base di erbe officinali, ne basta davvero pochissima. La presenza del burro di Karité e degli oli di Jojoba, di Mandorle e Olive assicurano l’azione antiossidante lasciando sulla pelle una sensazione di idratazione e nutrimento, senza appesantirla. Personalmente non ho amato troppo la profumazione che avrei preferito meno intensa, ma naturalmente si tratta di un parere soggettivo.aer_1jpg

Trattamento corpo rigenerante Sono sempre stata restìa ad utilizzare oli corpo, perchè il mio timore è sempre quello che non si assorbano facilmente lasciando la pelle unta, sensazione che indossando successivamente i vestiti non amo particolarmente. In questo caso mi sono dovuta ricredere perchè questo olio corpo di si assorbe molto rapidamente sulla pelle e grazie alla combinazione degli oli di Mandorle, Girasole, Nocciolo di Albicocca e Carota, nutre la pelle e la idrata. Contiene anche oli di Mirtillo, Cardo Mariano e Olivello Spinoso, notoriamente ricchi di acidi polinsaturi e vitamine, che proteggono la pelle dagli agenti esterni, rinforzando il naturale film idrolipidico cutaneo e combattendo lo stress ossidativo. L’ho applicato al mattino dopo la doccia e la sensazione di pelle morbida al tatto mi ha accompagnato fino alla sera.aer_4

Dopo appena due settimane, la mia nuova beauty routine incentrata su questi prodotti āēr cosmetics con un alta concentrazione di principi attivi vegetali, sta dando alla mia pelle, provata da questo lungo inverno, ciò di cui aveva bisogno: idratazione, in primo luogo, ma anche nutrimento, partendo dalla detersione profonda che aiuta la pelle ad essere più ricettiva e a liberarsi dalle impurità.

 

Physiogel Detergente e Crema Lenitiva Flacone Viso, un sollievo calmante per la pelle secca che prude e si arrossa

La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo, ma non tutta la pelle è uguale. E non varia soltanto da soggetto a soggetto, ma anche da zona a zona su ogni persona. Prendete il viso, vi capita mai di notare secchezza, zone circoscritte, particolarmente sensibili e arrossate?

È così che la nostra pelle comunica con noi e lancia un SOS. Così, urge sostituire alla solita crema idratante una crema capace dare sollievo, idratare e soprattutto lenire, rispettando la barriera idrolipidica.Quando recentemente ho prenotato la mia periodica pulizia del viso, mi sono sorpresa quando la mia estetista di fiducia mi ha fatto notare che oltre ad avere la pelle parecchio disidratata (questo succede puntuale, ogni inverno!) mi ha invitato a cambiare beauty routine perché detergente e crema idratante che utilizzavo, per la mia pelle sensibile e facilmente irritabile, risultavano troppo aggressivi. Non vi dico la sua faccia, quando ho detto che settimanalmente facevo maschere purificanti all’argilla, errore madornale su una pelle già “provata”!

physiogel_3
E’ stato così che dopo essermi documentata e fatta consigliare, sono approdata alla linea Physiogel Sollievo Calmante, in particolare ho dato il benvenuto nel mio beauty case al Detergente Crema Delicato e alla Crema Lenitiva Flacone Viso della stessa linea del marchio GSK.
Il primo è un’emulsione che rimuove facilmente trucco, sporco e impurità, detergendo la pelle delicatamente, lo applico con un dischetto di cotone e lo passo su tutto il viso e poi risciacquo. La sensazione immediata è di pelle fresca, morbida e pulita e grazie al complesso lenitivo di lipidi essenziali contenuti, la pelle ne trae da subito enorme beneficio. Cosa molto importante: non contiene profumi, né coloranti, né tantomeno conservanti, tanto che è adatta anche a pelli soggette a dermatite atopica. Continue reading