#MissioneCorpoPositivo: 5 regole per chi non ha più 20 anni

cereali nestlè

Il meteo ci ha aiutato: la prova costume è rimandata ma prima o poi arriverà.
A 20 anni è tutto più semplice e indolore: torni alle 6 della mattina, dormi solo 2 ore e sei fresca come una rosa, puoi fare colazione alle 3 della notte senza che quel cornetto vada a finire sui fianchi, non fai palestra ma – che problema c’è? – quando la bilancia segna sempre gli stessi chili? E mangi pure cioccolata quando e come ti va. Insomma, ti senti immortale. E alla prova costume ci arrivi, il più delle volte, senza fare nulla di nulla. Un sogno.

Dopo i 30 anni: torni alle 3 della mattina e ti servono 48 ore per recuperare, mangi la metà di quando ne avevi 20 ma la bilancia segna sempre un chilo in più, la palestra – e non è un vanto – è diventata una necessità come mangiare, bere e stalkerare lui su whatsapp. Palestra che, però, cerchi in tutti i modi di evitare cadendo nella tentazione di usare creme efficaci contro la cellulite. Che non funzionano. In caso, si chiamerebbe miracolo. Alla prova costume ci arrivi imperfetta, ma te ne freghi: che tra tutti i 3mila impegni al giorno quello che vuoi è solo startene sotto l’ombrellone a non fare nulla. Se non bere mojiti.

Ma c’è sempre l’eccezione e chi ci tiene, almeno tentando si arrivarci in forma.
Come prepararsi all’estate dopo aver raggiunto e superato i 30, quindi, con una dieta estate efficace?
Con 5 semplici regole e ricordate: prevenire è sempre meglio che curare.

1) Non saltare i pasti e fare colazione, sempre e comunque.
Non saltarla mai. I cereali fanno sempre al caso nostro, ne esistono un’infinità di gusti. Ad esempio, per iniziare al meglio la giornata Nestlé Fitness ha pensato al gusto classico, cioccolato latte, cioccolato fondente, cioccolato bianco e frutta esotica. Se non bevete latte come me, optate per lo yogurt bianco magro senza zuccheri. 

2) Bere, bere, bere. Acqua.
Niente bevande gassate, nulla di nulla. Unica eccezione? Lo champagne. Con le fragole.
Come si fa a dire di no? (Dimagrire sì ma senza perdere le gioie della vita).

detox-tumblr-690x453
3) Muoviti… per 30 minuti
Non basta ridurre il mangiare, non si può dimagrire senza esercizio fisico o la palestra. Per chi non ha tempo, Nestlé Fitness ha pensato a una guida pratica per le donne che vogliono rimettersi in forma ma che non hanno tempo (che trovate QUI). Sono esercizi facili e veloci da svolgere in qualsiasi luogo e momento della giornata, anche in ufficio o a casa. Ogni donna può seguirli e postare sui social la propria esperienza con l’hashtag #BenvenutaEstate. Imperativo? Minimo 30 minuti al giorno.

4) Riposo
Otto ore al giorno consigliano gli esperti.
E come Penelope Cruz non mangiare dopo le 21.30 di sera.

5) Obiettivi, no sogni
Non è una gara. Bisogna porsi obiettivi raggiungibili e soprattutto avere costanza nel realizzarli. Non serve esagerare o sognare. Un passo alla volta, con calma e senza fretta. Anche la #MissionCorpoPositivo può essere un divertimento, invece che una imposizione. 

Tutto questo, per dire: diffidate da chi dice che sia così per via di Madre Natura.
Ognuna di noi ha dei piccoli segreti di bellezza.

cereali nestlè (2)

L’articolo #MissioneCorpoPositivo: 5 regole per chi non ha più 20 anni sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Strobing, la tendenza in fatto di make-up che richiede 5 minuti ed un solo prodotto

gigi_hadid_strobing

La tendenza in fatto di make-up si chiama Strobing. La chiamano l’anti-contouring, ha un nome che lascia pensare ad un’ennesima complessa tecnica di make-up, una di quelle che esclude le migliaia di donne che nel beauty case hanno sì e no 10 prodotti, quattro dei quali non hanno capito ancora come utilizzare e che, che siano mattino o sera, si truccano sempre allo stesso modo, consapevoli di non essere dotate dell’arte del trucco e di non essere nate Clio Makeup.

Ma lo strobing ha tutta l’intenzione di sdoganare l’idea secondo lui le tendenze beauty sono riservate alle esperte e che richiedono due ore di preparazione per entrare in bagno come Ugly Betty ed uscirne Kim Kardashian. Lo strobing si realizza in circa cinque minuti, non richiede particolari doti e basta un solo prodotto.

Cos’è lo strobing? Letteralmente si riferisce alla luce stroboscopica – quella tipica delle discoteche, per intenderci – ed ha lo scopo di illuminare il viso. In estate è stato la tendenza più dilagante, specialmente fra le celebrità (come Kendall Jenner, Beyoncè e l’icona di stile Gigi Hadid), con un effetto quasi bagnato che dona luce e freschezza al viso, ma c’è chi sta cercando di trasferirne i benefici anche al make-up dell’autunno, in una versione semplificata, ma con lo stesso scopo: illuminare.

strobing_tendenza_makeup

La differenza fra un make-up realizzato con la tecnica del contouring e con quella dello strobing

Una tendenza recente, ma una tecnica niente affatto nuova, lo strobing è stato introdotto per la prima volta nel 1930 da Max Factor e da allora la tecnica di illuminare il viso non è mai scomparsa, è solo stata accantonata da chi ha preferito tecniche più complesse, mirate a sagomare, scolpire e mistificare i naturali lineamenti del viso. Qui sotto trovate una guida semplice e rapida per la tecnica dello strobing che vi indica i punti su cui applicare l’illuminante per aprire lo sguardo, accentuare le guance o il mento assottigliare il naso…

tecnica semplice strobing Continue reading

Mondiale SBK Misano 2015: il ritorno del Corsaro

BE!_SBK_MISANO-2Anche quest’anno BE!Magazine ha avuto l’onore di poter partecipare come “inviato speciale” alla tappa di Misano Adriatico del Mondiale SBK per documentare l’evento e potervi offrire immagini esclusive, come al solito, di motociclismo e di tutto quello che gira intorno al mondo delle due ruote!

Come era nelle previsioni, quello che piu’ ha colpito la fantasia ed entusiasmato i migliaia di appassionati accorsi a Misano, è stato il ritorno del Corsaro Max Biaggi dopo una lunga assenza dalle gare.
E Max non ha tradito le attese, nelle prove del venerdi è stato un fulmine, imprendibile per tutti gli altri piloti, ha chiuso la giornata in testa alla classifica provvisoria!
Max BiaggiTutti consapevoli che le prove libere sono, ovviamente, solo prove libere, e che dal giorno dopo si sarebbe cominciato a “fare sul serio”, la folla era comunque in adorazione del “vecchio” campione:
ad ogni passaggio sotto le tribune grandi ovazioni, e infinite richieste di autografi ad ogni passaggio (ovviamente sempre in sella al suo scooter!) nella zona paddock.
Zona Paddock presidiata, oltre dagli addetti ai lavori, da un vero esercito di Ombrelline, gli spettatori non sapevano letteralmente dove girare la testa…. ma si sa, anche questo è parte integrante del mondo dei motori, e quest’anno come detto la scelta era davvero vasta!
Tornando alle due ruote, già dalle prove cronometrate del sabato si è capito che ora le cose si facevano serie: Sykes, Rea, Giugliano, Davies, Torres e gli altri piloti hanno cominciato a macinare giri veloci e a deliziare gli appassionati di due ruote con la loro guida sempre al limite, in cerca del “tempone” per avere il miglior piazzamento possibile nelle due gare della domenica, vero giorno clou della SBK a Misano.
Nel frattempo la vita nel paddock proseguiva tranquilla, tra ospiti Vip (l’ormai onnipresente DJ Ringo, una splendida Martina Colombari, la compagna di Biaggi Eleonora Pedron per citarne solo alcuni) ombrelline, musica e divertimento per tutti i gusti.

Martina Colombari

Arriva finalmente il giorno delle gare, e dopo una lunga battaglia Gara 1 si conclude con la vittoria di Tom Sykes, seguito da Jonathan Rea e Chaz Davies.
La Ducati aveva brillato all’inizio con Davide Giugliano, secondo fino a tre giri dalla fine, poi la moto del 25enne romano ha cominciato a perdere aderenza chiudendo al 4° posto: Giugliano che, caduto nelle prove di venerdi, è partito con coscia e inguine pieni di lividi.
Biaggi comunque è riuscito a portare a casa un ottimo sesto posto.
In Gara 2 invece si è tornati alla normalità, nel senso che Jonathan Rea si è aggiudicato la gara (undicesima vittoria su sedici gare fin qui disputate), superando a pochi giri dalla fine il dolorante Giugliano. Al terzo posto un esausto Leon Haslam, che è riuscito a restare sul podio dopo un lungo duello con Chaz Davies.
Per il Corsaro ancora un buon sesto posto, a conti fatti per lui due gare generose e in generale una ottima esperienza qui a Misano, sempre nel cuore del pubblico che non ha mai smesso di incitarlo e di sostenerlo.

Questa ottava tappa del mondiale è stato un bellissimo weekend di sport e di spettacolo, e ringraziamo l’organizzazione per averci permesso di seguirlo in prima linea.

P.S: Notizia di questi giorni è che, vista la buona prova di Misano, Biaggi verrà invitato a partecipare al mondiale SBK anche per la tappa di Sepang!
Siamo ansiosi di vederlo all’opera, sperando magari in una sua vittoria.
Impresa difficile, ma per lui, certamente non impossibile!

 

Continue reading

Fiori e manie

bayern garden linea top I fiori li metterei ovunque. In camera per svegliarmi con il profumo di ortensie fin dall’alba o nell’armadio tra abiti lunghi e mini, in salotto con rose rosse e bianche, mai blu (utili solo se abbiamo finito il glitter per gli occhi). In cucina con erbe e piante varie. L’odore di salvia, rosmarino, timo, origano. In bagno tra creme, shampoo, balsamo, bigodini. Ecco mettere i fiori tra i capelli. E poi i colori, non solo i profumi. Verde, rosa, giallo, fucsia. Intingere le mani nella terra come se fosse farina e sentire ogni granello svanire come sabbia. Farei della mia casa un giardino, in ogni stanza un’anima diversa. Tutte le mie mille anime. E ho cominciato. Con la tenacia di chi sa che è un’impresa quasi impossibile, ma c’è una percentuale, seppur piccola, nella riuscita. Non lo sto facendo da sola ma con una mini-guida, “Il pollice nero”, e la nuova linea di attivatori naturali Top di ‪#‎BayerGarden‬. Le cose sono due: o diventerò una fioraia molto presto. O la mia prossima missione sarà quella di convincere ogni uomo a regalarci fiori con cadenza non dico settimanale ma mensile. (Uomini, ricordate: regalare fiori è sempre cosa buona e giusta. Per poi non ritrovare una provetta fioraia in giro per casa) – In collaborazione con Bayer Garden – bayern garden linea top

L’articolo Fiori e manie sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

L’amore è…

L’amore è … quando tu e lui in macchina, finestrini aperti e vento che scompiglia i capelli. Lui guida e con una mano tiene la tua. Tu che canti a squarciagola manco fossi Mina, ma in versione stonata. E lui che, invece di farti scendere, non ti interrompe, ti ascolta. Poi ride. (E ricordatevelo, uomini, questa è soluzione ad ogni male).

L’articolo L’amore è… sembra essere il primo su Glamour Marmalade.