WRANGLER by Peter Max: nuova capsule collection

Wrangler presenta, per l’inverno 2017, la penultima release della sua premium collection in partnership con il famoso artista Peter Max, maestro delle stampe psichedeliche.

Wrangler ha già collaborato con Max nel 1970 e questa nuova linea, sia per uomo che per donna, ha lo stesso tocco audace e ottimista di quegli anni. I pezzi di archivio sono stati rivisitati con un fit moderno, mentre tutta la parte della collezione unisex ripresenta lo stile originale degli anni settanta.

Wrangler by Peter Max

La linea di Wrangler in collaborazione con Peter Max presenta jeans, shorts, camicie dallo stile western, felpe e t-shirt stampate.

LEGGI ANCHE: Wrangler lancia Blue & Yellow

Nero, bianco e grigio dalle combinazioni monocromatiche caratterizzano i capi invernali. La collezione è stata disegnata per creare un nuovo capitolo della collaborazione tra Wrangler e Peter Max.

Wrangler by Peter Max

I contrasti tra il nero e il grigio si uniscono per assicurare un mix di denim unico, mentre il bianco e il nero vengono presentati su una giacca reversibile, con interno di pelliccia, sia per lui che per lei.

Wrangler by Peter Max

Si presentano spruzzi di giallo uniti al logo, che animano le t-shirt e le felpe. Il ricamo del sistema solare segue una precisa direzione grafica grazie alla combo perfetta tra nero e bianco.

Continue reading

Le donne preferiscono le perle. Il più classico dei gioielli torna di tendenza

Era il 1953 quando una sensualissima Marilyn Monroe cantava Diamonds Are a Girl’s Best Friend nel musical Gli uomini preferiscono le bionde. Oggi, al luccichio sfarzoso dei diamanti le donne preferiscono l’eleganza delle perle.

La tendenza della prossima stagione vede infatti come protagoniste le perle, non solo da indossare come gioiello e accessorio ma anche applicata su maglie, pantaloni, scarpe e ogni sorta di capi di abbigliamento. Grandi stilisti e marchi di abbigliamento low cost hanno cavalcato il trend, già anticipato nella precedente stagione, eleggendo le perle a must have dell’inverno 2018.

slita chanel

Conosciute fin dall’antichità, le perle hanno dato origine a una diversità di miti e leggende sulla loro origine. Considerate simbolo di purezza, amore e perfezione ed associata al concetto di un’eleganza senza tempo, la perla oggi viene sdrammatizzata, accompagnando look casual e capi tipici dello sportswear.


Felpa Stradivarius, € 19.95
felpa con perle color nero
Felpa Bershka, € 19.99

Le collezioni del prossimo autunno-inverno propongono felpe con applicazione di perle, come quelle proposte da Stradivarius, con decorazioni sulla manica, e Bershka. Si arricchisce con le perle anche il denim, con jeans e camicie decorate, magari anche alternando perline a piccoli strass.

camicia denim stradivarius perle
Camicia Stradivarius, € 29.95

short perle
Short Zara, € 25.95

pantalone perle Franchi
Cinque Tasche Elisabetta Franchi, € 252.00

Sulle passerelle gli stilisti hanno decretato il ritorno della pietra preferita da Mademoiselle Coco, eleggendola a must have dell’inverno 2018.

Applicazioni di perle anche sugli accessori, come borse, scarpe e ovviamente gioielli. Un classico marchiato Chanel è la maxi collana, rivisitata anche in versione colorata o total black.

ciabattine perle
Ciabattina Zara, € 39.95


Decolleté Miu Miu, € 750.00

tracolla perle zara
Borsa tracolla Zara, € 29.95

collana chanel
Collana lunga Chanel, € 950.00

Che siano vere o finte poco importa. Certo è che capi e accessori con decorazioni in perle ci accompagneranno per molto tempo.

Continue reading

La storia della giacca di jeans (FOTO)

Com’è possibile pensare che un capo d’abbigliamento creato circa 135 anni fa sia ritornato di moda con un’ampia richiesta dai consumatori? Nel mondo della moda tutto è possibile e oggi il capo più usato tra le tendenze 2015 è la storia della giacca di jeans. Fondatore dell’azienda ‘Levi Strauss & Co’, il signor Strauss creò la prima giacca di jeans nel lontano 1880 in tessuto denim, facendo di essa una vera leggenda.

Inizialmente, nell’ultimo ventennio del 1800 le giacche di jeans erano pensate ed ideate per gli operai, per i lavoratori delle miniere e per i lavori più pesanti, perchè le cuciture orizzontali che tengono le pieghe possono essere rimosse per dare, a chi lo indossa, maggiore elasticità e comodità. Ma con il passare degli anni il tessuto denim diventò il simbolo di tutti i ragazzi che si aggregarono ai movimenti controcorrente, come la ‘beat generation’ o gli hippie, credendo di poter cambiare il mondo con addosso un semplice paio di jeans.

È così fu: negli anni ’50 chi indossava il tessuto denim era considerato un “alternativo” perchè aveva un punto di vista diverso rispetto a quello comune, andando controcorrente alle culture sottostanti. I non conformisti era quelli che si distaccavano dalle regole della società e lo iniziavano a manifestare utilizzando proprio il proprio corpo e l’abbigliamento, indossando il primo tessuto che stava aderente alle proprie curve. Così il grande boom economico post bellico diede vita ad un’esplosione di novità, soprattutto nel mondo della moda, cambiando totalmente le visioni di stile che fino ad allora erano sempre rimaste fedeli al “non mostrare troppo le proprie forme”.

James Dean fu uno di quelli che dettò con il suo stile inconfondibile alcune regole della moda degli anni ’60,, ricordato nel tempo con il suo look sbarazzino e nella tipica giacca di jeans abbinata ad una t-shirt bianca: questo faceva di lui un’icona di stile e di bellezza maschile d’altri tempi.

huffingtonpost.com

huffingtonpost.com

I più grandi del panorama musicale e dello spettacolo hanno indossato l’intramontabile giacca di jeans: da Marylin Monroe a John Lennon, da Claudia Schiffer a Sara Jesssica Parker e Madonna. Oggi la giacca di jeans torna a fare moda e sembra essere indispensabile averla nel proprio armadio. Più vecchia è, migliore sarà l’effetto, perciò le ragazze di oggi vanno alla caccia nei vecchi armadi delle loro mamme/nonne per ricreare quello stile dal sapore vintage.

Oggi la giacca di jeans è indossata su qualsiasi cosa: sugli abiti lunghi, sui jeans stessi (come prevedeva la tipica moda degli anni ’70), sulle minigonne o addirittura sui vestiti più eleganti per dare un tocco più sportivo. Oggi i migliori brand del panorama modaiolo ripropongono nelle loro sfilate l’intramontabile giacca di jeans in tante varianti, con il pellicciotto all’interno, con stampe appariscenti, nei colori più scuri o nella sua classicità del colore azzurro del tessuto denim.

I capi irrinunciabili del prossimo inverno 2016 (FOTO)

Winter is coming: no, non stiamo per raccontarvi de Il Trono di Spade, ma dei capi irrinunciabili della prossima stagione. L’estate ormai è agli sgoccioli e l’inverno è sempre più pronto a darle il cambio. Tra sfilate e fashion show, la nostra mente è già impegnata a fare un riepilogo dei capi invernali a cui non potrete rinunciare in questo inverno 2016.

Primo fra tutti è l’ankle boot. Dalla versione haute couture di Dior a quella low cost di Zara, questa scarpa sta facendo il suo ritorno sia in passerella che nello street style. Tacco trasparente con degli schizzi di colore all’interno, alto circa 7 cm, in pelle lucida: super chic e raffinato, questo stivale è un ottimo compromesso fra comodità ed eleganza. Perfetto per l’ufficio, per un aperitivo con le amiche e per una cena romantica con il vostro lui.

In seconda posizione troviamo invece il cappotto lungo. In pieno stile anni Ottanta, questo capo sta vivendo il suo ritorno di fiamma e quest’inverno sarà uno dei capi must-have della stagione. Lungo fino al ginocchio o alla caviglia, di cachemire o lana tricot, monopetto da vera donna androgina: un capo davvero alternativo e interessante, abbinabile sia con un vestitino e una décolleté, sia con un paio di jeans strappati e un maxi pullover.

Credit photo: www.ireneccloset.com
Credit photo: www.ireneccloset.com

E per finire, la borsa: per il prossimo inverno preparatevi a un’esplosione di preziosità. Centro nevralgico di molte collezioni è infatti la borsa scrigno. A tracolla o a mano, mignon e ricca di dettagli preziosi: un vero e proprio scrigno di eleganza.

Credit photo: www.fashiontimes.it
Credit photo: www.fashiontimes.it

L’inverno ormai è alle porte e bisogna prepararsi: un veloce check-up del vostro guardaroba e una lista dei desideri pronta da soddisfare.

Questo articolo I capi irrinunciabili del prossimo inverno 2016 (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Beatrice Bassani su Blog di Moda.

Continue reading

Little black dress

little-black-dress
Il crop top solo se hai l’addominale di Bruce Lee e mai da indossare per cena. E la “vita alta” non significa che un pantalone a “vita bassa”, semplice peggio se in denim, deve essere tirato su con forza e con ogni mezzo sotto il seno. E le scarpe a carrarmato son brutte, non dico quanto la morte. Ma quasi. Perché, a confronto, anche la calza color carne e il sandalo gioiello di Valeria Marini hanno un loro “non so che”. (Regole di stile – part I)

E sarà per questo che io son fissata, ma proprio tanto, con il nero e con i mini abiti. “Little black dress” diventa più che uno stile una filosofia di vita. Che non è quella di Audrey Hepburn e di Colazione da Tiffany, con il tubino nero, ma del “less is more“. Del gusto minimal, della semplicità allo stesso tempo ricercata. Della consapevolezza che si indossa “perchè il nero sfina, dimagrisce insomma”, ma per quel fascino che lascia incantare, sempre. E poco importa che questo abito è davvero corto perchè di filosofia ne ho anche un’altra: Una mini non è mai troppo corta. Ecco lo so, non sono chic, di stile, “wow” o come diamine si dice. Sono semplicemente io, decisamente fuori moda.

Shoes: JessicaBuurman

little-black-dress-outfitborsa-zara-clutch

fiocco-nero

L’articolo Little black dress sembra essere il primo su Glamour Marmalade.