Fine di un amore

large (1)

Quando vengono lasciate, le donne diventano ostinate. Talmente ostinate a recuperare il rapporto, l’amore o l’idea di una relazione, che dimenticano l’essenziale: se stesse, convinte che “per amore” si sia autorizzate a fare di tutto, compreso lottare. Così vivono giorni, settimane e mesi a rincorrere lui perdendo forze ed energie, studiando strategie e controllando ogni suo movimento, con whatsapp che diventa un’ossessione come se l’essere online di lui cambiasse qualcosa. “Devo lottare per amore“, si ripetono quando lottare per amore é giá un controsenso di per sè. Si dovrebbe lottare per un ideale, un principio, per un lavoro, per le idee. Ma non per amore o quanto meno non per un amore per giunta finito. Non raccontiamocela, smettiamo, vi prego. Di torturarci e torturare, di toglierci la dignità nell’aspettare qualcosa che molto probabilmente non ci sarà, di aver paura di mancarsi. Poco importa che crediate sia l’uomo della vostra vita, che siate innamorate, che non crediate alle sue giustificazioni, convinte che sia ancora innamorato di voi. La veritá è che se lo fosse, non vi lascerebbe andare. E, nonostante tutte le varie motivazioni, quello che conta davvero è semplicemente il risultato. E il risultato è che lui non vuole stare con voi. Perció la cosa migliore che potete fare è ringraziare, prendere le vostre cose, mettere tutto in valigia e chiudere la porta lasciando lui e le vostre convinzioni alle spalle con orgoglio e rispetto di quello che è stato. E (ri)cominciare. Nessuno dice che sia semplice e indolore, anzi. Starete male, a pezzi. Ma almeno avrete la vita nelle vostre mani. E in quelle del destino: se sarà scritto, le vostre strade si incroceranno ancora o molto probabilmente incontrerete un altro che aspetta solo che voi siate pronte a un’altra possibilità, a vivere un’altra favola.

A proposito, nelle favole, a lottare per amore è sempre l’uomo. Mai la donna.

heart-broken-girl-tumblr-i12

L’articolo Fine di un amore sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Errori imperdonabili

large (1)

Che poi tra tutti i vorrei, non vorrei ma se vuoi, tutti i “ti amo” trascinati, svuotati, rubati, e i messaggi fiume su whatsapp, tutte le promesse e i sei bellissima”, dimenticati poco dopo che le lenzuola sono state disfatte, tra tutti i giochi di forza e di testa, di motivazioni senza senso, quello che vogliamo è solo un uomo che ci guardi negli occhi e dica poche semplici parole quando ci sentiamo sole, quando viviamo nella confusione, quando rispondiamo male per il semplice gusto di farlo, quando mettiamo i muri per paura, quando ci dimentichiamo di tutto e tutti, quando gli impegni in agenda superano le 24 ore, quando commettiamo errori a volte imperdonabili. Ecco quando succede questo, vogliamo solo un uomo che ci dica “non importa, io resto qui”.

E tra errori imperdonabili è compreso anche l’aver dimenticato la ceretta, per dire.

large (2)

L’articolo Errori imperdonabili sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Le migliori amiche

bbf1Le amiche, quelle che ti ascoltano in ogni occasione, che passano la loro pausa pranzo al telefono con te, che escono mentre fanno la doccia mentre con una mano prendono un asciugamano e con l’altra l’iPhone stando immobili a sentire freddo. Le amiche, quelle che chiami alle 6 della mattina o alle 2 della notte e loro stanno là a tranquillizzarti, a convincerti che lui non la lascerà ma che comunque ci sono qua loro, quelle che ti rassicurano quando tu vorresti solo morire. Quelle che le interrompi quando sono a cena a lume di candela con lui con messaggi e chiamate fiume che durano dall’antipasto fino al dolce, e litigano se lui si lamenta definendoti “una rompiballe clamorosa”. Le amiche sono quelle che ti fermano “contro ogni tua volontà” per impedirti di fare azioni e cose di cui ti pentirai, e quelle che non ti giudicano mai. Nemmeno quando una è puritana, di una rigidità morale impeccabile e l’altra, di rigido, ha giusto la clutch gioiello da abbinare il sabato sera a un minidress nero. Quelle che, in ogni caso, sono le prime a difenderti, anche quando davanti ti ritrovi un peso massimo che fa paura. E, infatti, tu te la svigni di soppiatto per poi chiedere “come è andata?”, e lei neanche si incazza ma ti racconta dicendoti che è tutto risolto. Quelle che ti ripetono che sbagli, te lo ricordano ma poi ti dicono di fare quello che cavolo vuoi, quello che senti. E non se la prendono se gli rispondi male. Capiscono, ti capiscono.

E tutto questo, molto probabilmente, a causa di un tizio che manco conoscono.

friends 2

friends 3

L’articolo Le migliori amiche sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Comincia a correre

PicMonkey CollageSuccede a volte di essere così stanchi, annoiati, che ci si accorge di non avere più bisogno di nulla, se non ritrovare se stessi. E succede sempre in una mattina d’estate, sarà che le giornate di sole danno coraggio, mettono in pace i pensieri e assecondano i desideri dell’anima. E si manda all’aria tutto: ci si disfa delle cose inutili e delle persone che non danno più emozioni, come se fossero abiti lasciati cadere ai piedi e dimenticati lì per terra, alle spalle. Con coraggio, dedizione, guardando avanti, senza capire quale direzione prendere ma sapere che è quella giusta. Lasciando da parte i buoni propositi, che servono solo a ricordarci come dovremmo essere e le nostre imperfezioni che, però, ci rendono noi stesse. Esaurite, sempre sull’orlo di una crisi di nervi, isteriche a tratti, ma meravigliosamente insicure, eternamente in cerca d’amore. E sarà per quelle imperfezioni che qualcuno si innamorerà di voi.

Tu credici e poi i sogni i realizzano.
E ricomincia a crederci che troverai il tuo posto nel mondo.
Sta tutto là il segreto di questa vita.
Andarsi a prendere ciò che si vuole, ciò che si ama.

large (9)

L’articolo Comincia a correre sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Disadattate in cerca d’ amore

disadattate in cerca d'amore

Corriamo, ci sbattiamo, studiamo, pensiamo. Ci confrontiamo, facciamo serate e disastri in notti che hanno il sapore di menta, il rumore di parole che si ripetono e il più delle volte hanno il gusto della paura. Paura di quello che sarà, di come dovrebbe essere, di un salto nel vuoto. E poco importa che sia nelle relazioni, in amicizia o nel lavoro o in qualsiasi situazione che rientri nella sfera della quotidianità, in quella vita fatta di abitudini. Ti svegli la mattina, spegni la sveglia, controlli il cellulare ancor prima di alzarti. Ti lavi i denti, la faccia, metti una crema idratante, ti levi la t-shirt bianca per dormire che indossi d’estate, prendi le prime cose che trovi dall’armadio. Controlli le email, scrivi, lavori, pensi, tremila chiamate tranne quella che aspetti, messaggi su whatsapp. Pranzi, ti rimetti al lavoro, a fine passeggiata le lunghe passeggiate che tu non sei tipo da palestra, da quattro mura in cui ti senti rinchiusa, mancare l’aria. La musica e l’aperitivo con le amiche. Le abitudini spaventano. Ma la verità è che, nonostante tutto sia una ripetizione costante di eventi e di situazioni, di dejavù continui, la vita è meravigliosa se c’è qualcuno con cui condividere ogni singolo giorno. Siamo disadattate in cerca d’amore.

01

L’articolo Disadattate in cerca d’ amore sembra essere il primo su Glamour Marmalade.