Ricordi e madeleine

PicMonkey Collage

Notti che sono pomeriggi e mattine che sembrano notte fonda. Vivo capovolta. Spettinata e con poche ore di sonno. Non ho una canzone preferita in questo momento ed è un peccato. Solo chi sa cosa significhi non avere una melodia, può capire come sia triste: è come se mancasse un qualcosa che racconti un momento. Vi è mai capitato di ascoltare la radio, magari mentre state guidando, e mandano in onda una canzone della tua paylist di vita? Non siete colti da una insolita malinconia, nostalgia o da una risata improvvisa? Quella canzone racconta qualcosa di voi, una parte del passato che in quell’istante avevate dimenticato, cogliendone addirittura i profumi. Effetto Madeleine, direbbe Proust. E ogni volta che succede, mi emoziono davvero, è come se rivivessi tutto. Con il senno del poi, tutto sembra così semplice e ci scappa sempre da ridere. Perché? Perché ho vissuto. E il bicchiere, a me, piace vederlo sempre mezzo pieno, traboccante. Meglio se di mojito.

Non avere una canzone significa che manca qualcosa.
Mi mancano non le emozioni, ma le sorprese, anche solo fossero fiori.
(A proposito, il consiglio per San Valentino è uno: non diamanti ma fiori come se piovesse.
Ed evitate la cioccolata che siamo a dieta).

Ho fatto il punto della situazione attuale.
Ormai esco così: direttamente in sottoveste.
Ma con il velluto ai piedi.

Stivali: Jessica Buurman

DSCN0064

La maschera peel-off contro i punti neri che si strappa come un cerotto

maschera-nera-punti-neri-MISSHA Black Ghassoul Peel-Off

Punti neri. Chi ne ha di più, chi ne ha di meno, ma portatemi qui una donna che non ne ha e le conferisco immediatamente il premio “bellezza pura”. Assodato che tutti, in un modo o nell’altro, abbiamo a che fare con questa questione, adesso arriva la domanda “come rimuovere i punti neri?” non esiste un metodo definitivo ma, partendo dal presupposto che una buona e costante igiene del viso collabora a mantenere la pelle più pulita e che una pulizia del viso in un centro estetico ogni tot di tempo male non fa, veniamo alla soluzione o meglio al prodotto che risolve il problema dei punti neri.

Qualche mese fa una ragazza mi ha consigliato la maschera Missha Black Ghassoul, una maschera peel off (la trovate anche QUI su Amazon), ovvero che si strappa via come un cerotto (ma a differenza dei cerotti di cui ho scritto QUI, non ha una forma pre-definita e potete quindi applicarla dove volete, senza sprecarne né tralasciare nessuna zona).

Su Youtube si trovano assurdi video di gente che la ricrea miscelando colla vinilica o roba varia, con un mix chimico che ci credo che tira via i punti neri, insieme a chissà quanti strati essenziali di epidermide e film protettivo della pelle. 

maschera_MISSHA_Black_Ghassoul_Peel_Off

Come si usa?

Dopo aver lavato e asciugato per bene il viso, versate qualche goccia di tonico (qualunque abbiate in casa) su un dischetto di cotone e passatelo nelle zone in cui intendete applicare la maschera (io la applico sul naso e al centro delle sopracciglia, voi fatelo sulle zone che notate la presenza di punti neri). La consistenza è gommosa, applicate uno strato non troppo spesso ma sufficiente a coprire le zone interessate ed aspettate 15 minuti. La maschera deve essere completamente asciutta, se è così sollevate gli estremi inferiori (aiutate delicatamente con le unghie o una pinzetta) e strappate come un cerotto ma lentamente e delicatamente. Dal basso verso l’alto.

Consigli: Guardate il “cerotto” e noterete se, oltre alla peluria, avrà portato via con sé anche dei punti neri. Naturalmente se prima di applicare il cerotto farete un bagno di vapore (basta mettere acqua bollente in una pentola, inclinare la faccia verso di questa e coprire la testa con un asciugamano per concentrare il vapore per circa 30 minuti) i pori saranno più aperti ed i punti neri più facili da incollare alla maschera. Ma non è necessario farlo, sta a voi capire se la maschera riesce a raggiungere per bene i punti neri. Vi consiglio di fare gommage e scrub prima, perché in questo modo “mozzerete” la testa dei punti neri e sarà difficile per la maschera strapparli via.
Continue reading

Nose Patch/ Pore Strip: cerotti e rimedi per rimuovere i punti neri dal naso

< Pore Strip cerotti punti neri

Maschere purificanti, spremiture deleterie, pasticci a casa con miele e latte… i punti neri nella famosa quanto ostica “Zona T” e in particolare sul naso sono un annoso problema per il quale ancora non si è trovata una soluzione definitiva. Esistono però una serie di prodotti che aiutano a rimuoverli periodicamente, senza tormentare la zona: i cerotti per rimuovere i punti neri dal naso.

Durante la mia ricerca, per la quale ho chiesto consiglio a voi su Snapchat (dove mi trovate come sonia_grispo), ho scoperto una serie di prodotti, tutti dai prezzi abbordabili, per purificare il naso e non solo, e dato che mi avete chiesto di quali mi hanno parlato, qui sotto trovate quelli più suggeriti e più recensiti sul web.

Primark – Aloe Vera Nose Pore Strips: Ogni confezione contiene 4 cerotti e sono i più economici sul mercato al prezzo di 1,50€.

Assicuratevi di lavare e inumidire bene la pelle prima di usarli.

Essence – Pure skin cerotti per il naso: Lavate il viso, lasciate la pelle umida, applicate il cerotto con una leggera pressione e dopo la posa di circa 15 minuti, rimuoveteli. Prezzo 2,29€ per una confezione da 3 cerotti.

Nivea – Clear Up Strip Zona T: Ogni confezione contiene 6 cerotti di cui 4 per il naso e 2 per fronte e/o mento. Prima di utilizzarsi bagnare bene il viso, perché nel tessuto è contenuto un ingrediente che si attiva proprio grazie all’acqua. Prezzo circa 4,50€.

Per mantenere la zona T pulita e i chiudere i poli dilatati leggete il post sui prodotti TonyMoly.

Bioré – Free Your Pores Deep Cleasing Pore Strips: Purifica ed elimina il sebo in eccesso. La confezione contiene 6 strisce nasali. Prezzo 10€ circa su Amazon.

Benenfit – The POREfessional instant wipeout mascherine opacizzanti: queste mascherine hanno una doppia funzione, da un lato eliminano le impurità, dall’altro levigano la pelle rendendo i pori invisibili (contengono estratto di fungo, dalle proprietà purificanti). Prezzo € 34,50 per 8 mascherine opacizzanti per il viso.

[foto ragazza con cerotto per i punti neri via Shutterstock]


Continue reading

Pelle perfetta: un bicchiere d’acqua per il viso

pelle perfetta crema viso galenic aqua infini

Fleur de Rocher, il deserto e l’acqua. Dietro questi elementi, si cela una realtà miracolosa che permette una, due, cento rinascite come un’araba Fenice. Siamo in Messico, precisamente nella zona desertica dove qualche millimetro di pioggia cade durante l’anno e in cui le condizioni termiche sono estreme. In questo ambiente ostile vive il Fleur de Rocher che semplicemente dalla rugiada mattutina riesce a vivere anche dopo un lungo periodo di siccità e riesce a resuscitare anche più volte nei suoi 300 anni di vita. Un miracolo che le è valso anche il soprannome di “pianta della resurrezione”.

La formula di Galénic per la pelle perfetta

Fleur de Rocher, dicevamo. Il segreto di questa pianta viene rubato da  Galénic per una pelle perfetta. Sull’idea dell’assorbire come una spugna e trattenere l’acqua osservato in natura,  è stata creata una collezione idratante per il viso derivato dalla formula perfetta elaborando un mix di ingredienti e in cui l’estratto della pianta della resurrezione permette alle cellule di rimanere perfettamente intatte anche dopo un’ora a 37 gradi. La linea dal nome Aqua Infiniti è un vero e proprio rituale che disseta, protegge e nutre la pelle, composto da quattro trattamenti d’eccezione, dalle texture uniche e dalle note olfattive che esaltano la femminilità, la raffinatezza, l’eleganza.

My beauty experience per una pelle perfetta

Ho provato il sérum booster d’eau Aqua Infini dall’effetto idratante e rimpompante. Inutile dirvi – e chi segue Glamour Marmalade lo sa – che amo incondizionatamente i sieri, ma questo – dalle note olfattive floreali – è efficace immediatamente. Soprattutto in estate, quando la pelle del viso ha bisogno di essere idratata più frequentemente, vi consiglio di usare frequentemente un prodotto che riesca a farvi sempre sentire fresche e perfette come questo.

Prezzo: 45 euro

pelle-perfetta-crema-viso

Fiori: F. Rocher

pelle perfetta crema viso aqua infini galénic

L’articolo Pelle perfetta: un bicchiere d’acqua per il viso sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

5 punti del corpo su cui non hai mai spruzzato il profumo (ma dovresti provare a farlo)

zone-spruzzare-profumo

Sul collo, sui polsi, qualche volta spruzzandone una nuvoletta in aria e passandoci dentro… ne abbiamo sperimentati modi per applicare il profumo tentando di farlo durare di più, percepire di più agli altri (senza esagerare), ma ce ne sono alcuni “inediti” che vale la pena sperimentare.

1 All’interno del gomito. Se avete mai letto un libro sul profumo, saprete che sono le zone in cui si concentra maggiormente il flusso sanguigno i migliori su cui applicare il profumo, così i polsi, la clavicola ed il collo sono i preferiti, ma pochi si ricordano dell’interno del gomito. Prendete nota!

Leggi anche: 10 regole per scegliere il profumo giusto.

2 Dietro le ginocchia. Stesso principio di cui sopra, anche il retro delle ginocchia è un punto consigliatissimo su cui vaporizzare il profumo, naturalmente questo suggerimento è consigliato in estate, quando le gambe sono nude, per evitare che la fragranza venga assorbita immediatamente dai vestiti o li macchi.

3 Sui polpacci. Strano posto su cui applicare il profumo, ma a quanto pare se vaporizzate la vostra fragranza preferita sulla zona interna dei polpacci, questi durante il movimento, sfregandosi l’uno contro l’altro, scalderanno il profumo così da diffonderlo tutt’intorno. Anche le caviglie sono un punto consigliato!

A Parigi una donna non si sognerebbe mai di spruzzare il profumo su se stessa. Lei lo spruzzerebbe nell’aria… e lo attraverserebbe. The danish girl

4 Sulle orecchie. Nella zona alta in particolare, in questo modo sarà piacevole per voi percepire maggiormente il profumo e più facile che chi vi saluta, abbraccia e sta vicino, lo senta. È consigliato idratare bene questa zona prima di applicare il profumo, perché essendo qui la pelle molto sottile potrebbe seccarsi a causa del profumo.

5 L’ombelico. Altro punto strategico ma al tempo stesso impensabile per molti, consigliato soprattutto se indossate crop top.
Continue reading