Intervista esclusiva ad Elisabetta Galimi

Elisabetta Galimi 1 Un raggio di sole è entrato nelle televisioni di molti Italiani lo scorso gennaio, una nuova bellezza che tanti appassionati di sport, calcio e calciomercato hanno scoperto guardando Sportitalia. Lei li ha colpiti con il suo charme e la sua femminilità, negli studi da sempre impreziositi da donne altrettanto belle. I nostri lettori ci hanno dunque chiesto di sapere qualcosa di più di lei e noi li accontentiamo, pubblicando quest’intervista esclusiva ad Elisabetta Galimi.

Ciao Elisabetta, benvenuta sulle nostre pagine. Molti nostri lettori ti hanno scoperta grazie alla sessione invernale del calciomercato, negli studi di Sportitalia. Ma come ci sei arrivata? Cosa facevi prima?
Ho iniziato la mia carriera studiando dizione e recitazione al Teatro Nuovo di Torino.
Dopo aver lavorato in alcune fiction TV come
Vivere e Centovetrine, mi sono trasferita a Milano dove ho iniziato a lavorare anche nella moda fino ad approdare l’anno scorso a fare la conduttrice per alcuni programmi di calcio su Milan Inter TV e Telemilano. Ho poi partecipato a Quelli che il calcio su Raidue e al Gran Galà del Calcio insieme ad Enrico Varriale su Rai Sport.
Da lì ho iniziato ad appassionarmi sempre di più al calcio e poi ho saputo che cercavano una figura femminile su
Sportitalia per il calciomercato invernale, così ho fatto il casting e ho iniziato l’anno con la bella notizia di essere stata scelta.

Alla chiusura del calciomercato, sei mancata dalle trasmissioni per qualche settimana e poi hai fatto un grande rientro. Cos’è successo? Era stato una sorta di periodo di prova che hai superato a pieni voti? :)
Praticamente sì! :) Inizialmente ero stata presa per la trasmissione di calciomercato del mese di gennaio. Sono stata davvero felice di questa esperienza e mi sono trovata molto bene. La cosa è stata reciproca, tant’è che sono stata richiamata per continuare il mio percorso a Sportitalia e adesso mi occupo di redazione e affianco nella conduzione Michele Criscitiello tutti i giovedì e i venerdì dalle 23 a mezzanotte nella trasmissione “Calcio e mercato“.

Sportitalia è da sempre anche sinonimo di belle donne. Che rapporto c’è tra di voi? Più rivalità femminile o più solidarietà, visto che siete in minoranza rispetto agli uomini?
Elisabetta Galimi 3 C’è un ottimo rapporto con le mie colleghe, nessuna rivalità. Anzi, in camerino c’è un bell’ambiente. Si ride e si scherza.

Te la senti di lanciarti in un pronostico sull’attuale campionato di Serie A? Come credi che andrà a finire?
Penso che in questo campionato ci siano state tante sorprese. Sicuramente la più piacevole è stata quella della Juventus, che dagli ultimi posti è riuscita a scalare meritatamente tutta la classifica e a posizionarsi in testa. Credo abbia molte probabilità di vincerlo.
I complimenti vanno anche al Napoli di Sarri che sta continuando a fare molto bene e anche alla Roma, che con Spalletti ha ripreso a vincere.

A proposito di pronostici… Sei appassionata di calcio e di social networks, eppure non ti abbiamo mai vista esibirti in un sexy pronostico. Come mai? Non ti piace questa nuova moda?
Elisabetta Galimi calciomercato Se devo essere sincera… no, non mi piace proprio perché è una moda e io non seguo le mode che non sento mie. A parte gli scherzi, preferisco scattare uno shooting magari per un catalogo di costumi o intimo e parlare di pronostici nelle vesti più serie di conduttrice.

Lo sport in Italia è soprattutto calcio… A te piacciono anche altri sport? Quali segui (o pratichi)?
Ritengo che tutti gli sport siano un bello spettacolo da vedere, perché sono un esempio di impegno, costanza e volontà.
In particolar modo seguo il calcio sia per passione che per lavoro e personalmente ho praticato nuoto per tanti anni e poi mi sono appassionata di palestra. Amo tenermi in forma.

Abbiamo chiesto ai nostri lettori di suggerire qualche domanda e ce ne hanno fatta una sul tuo abbigliamento: come mai non metti quasi mai le calze? Alla chiusura del calciomercato eri bella da paura!
Elisabetta Galimi presentatrice Vuoi sapere la verità? Negli studi si muore di caldo! (ride) Questa è l’unica ragione.

Torniamo a noi. Oltre che presentatrice, sei anche attrice e modella. Pensi di portare avanti in parallelo le tre carriere o ormai il tuo destino è la conduzione?
In passato ho lavorato anche come attrice e modella e non escludo di fare ancora qualcosa in questi ambiti.
Ho un sogno nel cassetto che è quello di recitare in un film al cinema, ma il primo amore rimane sempre la conduzione e mi piacerebbe fare carriera in questo campo.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?
Sono una salutista. Nel tempo libero amo fare sport, andare in palestra e tenermi in forma. Amo il buon cibo e mi piace andare spesso fuori a cena.
Elisabetta Galimi Sportitalia Mi piace anche leggere, andare al cinema, fare shopping e… viaggiare, viaggiare, viaggiare. Amo il sole e il mare. Amo la vita!

Com’è il tuo uomo ideale? Ah… l’hai già trovato o lo stai cercando?
So per filo e per segno come deve essere il mio uomo ideale e elencarti tutte le caratteristiche sarebbe troppo lungo. 😉 Comunque no, non l’ho ancora trovato, proprio perché in amore pretendo tanto… ma l’amore non si cerca… l’amore arriva quando meno te lo aspetti e nel mio cuore spero arrivi presto.

Siamo in conclusione! Qual è il tuo social network preferito? Dove possiamo seguirti?
Amo i social network perché mi fanno sentire vicina alle persone che mi seguono e sono grata a tutti per l’affetto che ricevo quotidianamente.
Quello che preferisco è
Instagram, ma ho anche la pagina Facebook e da gennaio ho aperto anche Twitter… quindi vi invito a seguirmi su tutti e tre i social (Instagram e pagina Facebook Elisabetta Galimi e Twitter @eligalimi), anche perché non sempre posto le stesse foto. 😉

Ringraziamo Elisabetta per la gentilezza e vi invitiamo a seguirla e a lasciare un commento se vi va. A presto con nuove esclusive su BE! Magazine!

Continue reading

I segnali delle donne

i segnali delle donneRicerca su Google: “Cosa vogliono le donne a Natale”
Risultati (giuro e potete controllare): The Ultimate O, un vibratore ricaricabile, e Mini Rampant Rabbit, il doppio vibratore a forma di coniglietto rosa.

Se così la vostra donna come regalo vi ha chiesto o vi chiederà un “The ultimate O” al posto di una Chanel 2.55 non è quello che pensate, cari uomini. Non è un nuovo frullatore per sbattere le uova – anche se volendo potrebbe – ma il primo passo al piano B. L’amante. Se fossi in voi questo Natale lascerei da parte la tombola, il mercato di riparazione del fantacalcio e cenoni compresi. Che questi a casa nostra, delle donne, si chiamano segnali involontari, indiretti, di crisi a un passo dall’apocalisse. Poi non diteci che non vi avevamo avvertito.

cuscini-cuore

L’articolo I segnali delle donne sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Prima di amare abbiate fiducia

Mick and Bianca Jagger

Se volete dare una possibilità – e una soltanto – alla vostra relazione prima di amare abbiate fiducia. Quella stessa che ti porta a tifare Juve o Inter, a credere in Dio, al potere della lingerie in pizzo nera, della Nutella che non deluderà mai, della Gazzetta dello sport per il calciomercato. Di Rossi che il dottore incanta anche se arriva in ultima posizione, del potere di far ballare di Jovanotti con “Ti porto via con me“, di Federer capace di dettare legge in ogni campo da tennis del mondo, compreso Wimbledon. Di Renzi perché qualcosa in più ha fatto di Berlusconi (e non intendo ad Arcore) e Letta (e non intendo nello yoga) . Fiducia nel credere che l’arroganza di quelli che alla fine se ne escono con “il ti è piaciuto”, aspettandosi un si, è senza pari. Che il sushi è decisamente donna. Datemi un uomo che lo mangia a tonnellate e mi ricrederò di tutte le mie certezze, che sono due o tre non di più. Che gli aggiornamenti dell’iPhone o il messaggio della nuova promozione Tim arriveranno sempre anche se siete in vacanza a Honolulu. E a proposito di vacanze, ogni partenza deve avere “il ritorno che porta sempre addosso mal di testa e mal d’anima”.  Nel potere dei fiori, della seduzione dei profumi, di ogni alba che segue le notti.

Se volete dare una possibilità – e una soltanto – alla vostra relazione, prima di amare, abbiate fiducia. Più che la fiducia in lei, in voi stessi. Senza, continuate a vivere in tutti i vostri vorrei – non vorrei – ma se vuoi.

vorrei non vorrei ma se vuoi

L’articolo Prima di amare abbiate fiducia sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Il significato di "difficile" per l’uomo e la donna

Se per voi è così difficile tirare in rete la palla tanto da farci vedere tutte le partite dei Mondiali, che pure Martinica – Kenya non vi perdereste, direi che molto più complicato è fare le cose che fanno le donne. Quella della Coppa del mondo, o del calcio più in generale, è una fissazione per voi uomini. PrendeteLana Del Rey, la cantante che a tutti piace. A noi donne per le canzoni e lo stile, a voi uomini per tutto il resto. Vuoi che si fidanza con un italiano: Francesco , che pochi di voi conosceranno ma questo fotografo e regista è il figlio diFranca Sozzani, direttrice di Vogue Italia. Come si sono conosciuti i due?Velo spiego su GIOIA!ma loro si fanno vedere al mondo felici e contenti a Portofino. Gelato, passeggiata, sole, cuore, amore e… partita. Belgio-Usa per la precisione. Non importa che ti chiami Anna, Chiara, Francesca o sei Lana Del Rey in persona, se ti fidanzi con un italiano la partita ti tocca. E’ la dimostrazione di quanto ami il tuo lui. Il giorno che non reggerai più quei 90 minuti + pubblicità + il trucco diPaola Ferrari, significa che è il momento di mettere la parola fine alla relazione.

A proposito quando dico “cose che fanno le donne” non intendo cucinare, stirare, fare la spesa, lo shopping con attenzione minimale allo 0.99 da Zara che sta tutta lì la differenza psicologica tra i 44 e i 45 euro, neanche a eventuali figli o nipoti, mariti e amanti, NO. Mi riferisco a farehula hoop. Con due cerchi. Sui tacchi 12 cm. Ridendo.

Quando sarete capaci a fare questo ne parliamo sul significato di difficoltà.
Altro che palla in rete.
Gonna:Romwe

Mondiali di Calcio Brasile 2014, ecco le tendenze di viaggio per l’evento sportivo più atteso dell’anno

Mondiali di Calcio Brasile 2014, ecco le tendenze di viaggio per l’evento sportivo più atteso dell’anno

L’evento sportivo che tutti gli amanti del calcio, e non solo, stanno aspettando con palpitazione, è ormai arrivato. Infatti il prossimo 12 giugno, a San Paolo con l’incontro Brasile-Croazia, prenderà il via la manifestazione calcistica che tiene incollata allo schermo televisivo milioni di telespettatori in tutto il mondo: I Mondiali di Calcio Brasile 2014.

eDreams, agenzia di viaggi online leader in Europa, ha analizzato i propri dati (confrontando il numero di partenze per il mese di giugno e luglio dello scorso anno, con quelle del 2014) per delineare le tendenze di viaggio dei propri utenti, dall’Europa verso il Brasile, creando la classifica degli stati più “tifosi”. In prima posizione troviamo una new entry: la Croazia, che rispetto allo scorso anno ha quasi triplicato la prenotazione dei voli per il Brasile, complice soprattutto l’incontro Brasile–Croazia, che aprirà il campionato il 12 giugno.

In seconda posizione troviamo il Regno Unito, che ha incrementato il proprio flusso turistico verso il Brasile del 190%, mentre in terza posizione troviamo la Francia (incremento del 140%), seguita da Germania (113%) eBelgio (79%). In sesta posizione troviamo gli spagnoli (incremento del 64%), mentre gli italiani si classificano 7°, con un incremento delle prenotazioni del 53%.

Tutte le informazioni sono consultabili QUI

Di seguito la classifica completa:

1 Croazia (260%)
2 Regno Unito (190%)
3 Francia (140%)
4 Germania (113%)
5 Belgio (79%)
6 Spagna (65%)
7 Italia (53%)
8 Olanda (43%)
9 Portogallo (22%)
10 Svizzera (17%)

Focus Italia
Facendo riferimento ai propri utenti  in partenza dagli aeroporti italiani, verso le 12 città in cui si disputeranno le partite (Belo Horizonte, Brasilia, Cuiabá, Curitiba, Fortaleza, Manaus, Natal, Porto Alegre, Recife, Rio de Janeiro, Salvador e San Paolo), eDreams ha rilevato le 5 città che ospiteranno più clienti eDreams durante l’evento (attratti evidentemente non solo dai Mondiali, ma anche dalle spiagge e dalle bellezze turistiche che queste meravigliose città offrono).

Di seguito la classifica:
1 San Paolo
2 Rio de Janeiro
3 Fortaleza
4 Salvador
5 Recife

Mentre gli aeroporti da cui partono il maggior numero di turisti sono Milano e Roma.

I Prezzi
Per quanto riguarda invece il dato aggregato di tutti i paesi in cui è presente eDreams, si registra un aumento del6% dello scontrino medio, rispetto allo scorso anno, attestandosi su un costo di 1005 euro.“Nella classifica degli stati più tifosi, l’Italia si attesta soltanto settima” dichiara Angelo Ghigliano, Country Director eDreams Italia, “ma questo non significa che la nostra passione per il calcio sia inferiore a quella degli altri stati, ma soltanto che gli italiani hanno l’abitudine di prenotare i propri viaggi a ridosso della data di partenza. Prevediamo infatti un ulteriore aumento di prenotazioni nel prossimo mese. I nostri prezzi infatti non hanno ancora subito un incremento, mentre ad esempio, il prezzo dei biglietti con partenza dalla Germania è aumentato quasi del 40%, in seguito a una maggiore richiesta