San Valentino? Passalo con un’amica

friends

A guardarla così, rossa con i cuori ovunque, sembra che sia l’ennesima trovata per San Valentino in tema beauty. Il regalo last minute è sempre qualcosa legato al make up, un cofanetto o una trousse o un profumo, per lui che non ha tempo di pensare a qualcosa e così sceglie un pensiero semplice ma d’effetto, sicuramente utile. Quando così vado a leggere che in realtà Kiko Milano ha pensato con la collezione Best friend forever a celebrare l’amore tra migliori amiche, ho pensato che fosse incredibilmente geniale. Perchè a San Valentino si pensa sempre al rapporto con lui, si attende che qualcuno ci sorprenda magari con un messaggio o un invito a cena (non sperate troppo: si chiama miracolo che l’uomo prenda iniziativa, neanche il 14 febbraio che è un assist assurdo), al regalo da fare a quello che si riceverà, ma non si pensa mai che l’amore in realtà ha più sfumature. L’amore può essere anche per un’amica, anzi forse non c’è nulla di più vero che il legame con la migliore amica. E così mi sono innamorata di questo cofanetto prezioso che, oltre a contenere prodotti di bellezza che sono cosa sempre buona e giusta, fa sentire meno soli anche i single.

Smalti, rossetti, matite e due profumi che mi hanno rapita, Sweet Love e Deep Love: la prima alla mela e ribes con note d fresa e gelsomino con cuore di vaniglia e patchouli, la seconda ala ciliegia e al bergamotto, con note di gelsomino e frangipani, cuore di fava tonka e muschio. Tanto una è romantica quanto l’altra esuberante. Due diverse anime: una per lei e l’altra per me.
Per me è stato inevitabile avere Best friend forever.
Perchè a San Valentino ci sono vari tipi di amore,
anche (anzi soprattutto) quello per la migliore amica.

san valentino make up

kiko 1

L’articolo San Valentino? Passalo con un’amica sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

TIM: due smartphone, un amore e qualche magia

modern magic tim rompere il ghiaccio

«Hai da accedere?» per i più timidi.
«Giulia? Ah scusa, mi sono confuso. Comunque piacere…» per i più smemorati.
«Sai dove posso fare un aperitivo come si deve, dove ti piacerebbe venire con me?» per i più sfrontati.
«Vieni a ballare?» per chi in discoteca non può avere altro approccio.
«Mi piaci, usciamo» per quelli più diretti, che il tempo non hanno mai avuto voglia di perderlo.

Rompere il ghiaccio non è poi così complicato e difficile. Basta rischiare, come si faceva una volta quando tutto era più semplice, quando le conversazioni su whatsapp non erano così scontate con le parole a prendere il posto delle icone e faccine varie. Quando la conseguenza più ovvia del «mi piace» era «ci  provo», me la gioco. Quando si aveva l’inventiva e una buona dose di sfrontatezza, mista a coraggio nel rischiare di ricevere un «no, grazie» che non faceva così paura, nonostante ci si guardasse negli occhi. Prima di temere di più, osservando uno schermo, la scritta online o il visualizzato senza nessuna risposta all’ultimo messaggio inviato.

Rompere il ghiaccio ma per far sì che non si sciolga troppo velocemente, c’è solo un modo. Sorprendere, sempre con l’equilibrio tra romanticismo e spregiudicatezza di chi non ha nulla da perdere. Se non chi ti piace. Ma se di tecnologia si parla, avete mai pensato a quante cose si possono fare con una connessione? Cercare il suo profilo su facebook, trovare un ristorante per la cena o un locale cool per fare l’aperitivo, organizzare una festa a sorpresa e animare una serata tra amici (per accendere l’atmosfera – e non solo con la musica – qualche idea QUI), controllare che sia online, informazioni sulla sua vita, amicizie, interessi e studiare la strategia di conquista. O molto più semplicemente rompere il ghiaccio e poi lasciare fare il destino. E se queste sono le cose che si possono fare con una connessione, pensate a quante se ne possono fare in amore con due. Insieme.

Tipo provare Modern magic TIM.
Quello che serve? Lo smarphone di lei, lo smartphone di lui. E seguire QUI tutte le istruzioni. Poi alla fine, vedrete che tutto sarà più semplice e veloce, dimenticando pure le conversazioni fiume su whatsapp. E se non è magia questa, poco ci manca.

L’articolo TIM: due smartphone, un amore e qualche magia sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Un libro racconta il layering, il segreto di bellezza delle giapponesi per avere pelle di porcellana e capelli di seta

<

layering

Avete notato che le donne giapponesi, di solito, dimostrano almeno dieci anni in meno della loro età effettiva? Hanno le pelle radiosa e capelli lucidi e non è solo merito dei loro geni se rispetto a noi occidentali hanno quei visi di porcellana e l’incarnato che fa invidia.

La famosa blogger e illustratrice parigina, Elodie-Joy Jaubert, affascinata dal Giappone e dalla sua tradizione e attenzione per la bellezza come gesto d’amore verso se stesse, è andata a scoprire il segreto di quei visi dall’aspetto sano e dalla carnagione liscia e soda come il mochi, il cremoso dolce di riso la cui consistenza richiama una pelle levigata e in salute e lo ha raccontato in un libro “Sette riti di bellezza giapponese”.jaubertRITIcover_piccolo

Le giapponesi, pare abbiano elaborato un sistema di cure tradizionali, che si trasmette di generazione in generazione. Si tratta di un rituale quotidiano di trattamenti chiamato layering, un termine inglese che significa a strati, e consiste in un minuzioso ordine di gesti di bellezza e di cure specifiche, dalla pulizia alla tonificazione, dall’idratazione alla protezione e al nutrimento, da ripetere mattino e sera. in realtà non è per nulla complocato, non sono richieste ore davanti allo specchio né spese folli in profumeria.

Anzi, questo metodo è alla portata di tutti, e l’autrice lo illustra in sette semplici tappe, con tanto di illustrazioni, consigli su prodotti naturali, biologici ed etici (molti dei quali avrete già sicuramente nelle vostre dispense in cucina).

Elodie-Joy Jaubert si occupa da anni di salute, benessere e cosmetica bio. Il suo sito è: sirenebio.fr.

Sette riti di bellezza giapponese
in libreria dal 1 ottobre
Elodie-Joy Jaubert
Sonzogno Editori
pp. 128; € 13.00
Ebook € 7.99

Tweet


Continue reading

Elena Morali, relax sotto l’ombrellone aspettando Colorado

IMG_0566Milano Marittima, una domenica assolata e afosa di Agosto.
Capita spesso che passeggiando tra i vari stabilimenti “vip” della nota località romagnola si facciano incontri interessanti, visto che tantissimi personaggi del mondo dello spettacolo si danno appuntamento proprio in queste spiagge, nei vari Papeete, Paparazzi Beach e Bicio Papao
Stavolta invece in un bagno adiacente al più famoso Papetee, il bagno Flamingo,  abbiamo intravisto divertirsi tra le onde con un gruppo di amiche una bionda con un fisico mozzafiato, che ricordavamo di avere sicuramente già visto da qualche parte…
E così abbiamo incontrato per la nostra (e sicuramente anche la vostra) gioia, la bellissima e simpaticissima ELENA MORALI (una delle regine della nostra #HotSocial, una delle sole 3 vip ad aver vinto più di un sondaggio popolare), che ha acconsentito a farsi immortalare per il nostro Magazine!
IMG_0758Elena, una bellezza per l’occasione acqua e sapone senza un filo di trucco, è di una simpatia e di una semplicità disarmante:
ci racconta i suoi prossimi impegni, cioè la partecipazione alla nuova edizione di Colorado e di un nuovo progetto, sul quale però, per scaramanzia, mantiene il segreto…
Si trova a Milano Marittima per un po’ di sano relax insieme alla sorella Chiara e alcune amiche: qualche settimana fa era in Sardegna, e non poteva mancare il confronto con il mare della riviera: in Romagna molta vita mondana e feste vip, ma per quanto riguarda il mare, le spiagge sarde sono imbattibili!
Tra qualche foto, due chiacchiere e qualcosa di rinfrescante visto la calura, il tempo passa e ci salutiamo, non senza aver registrato un videosaluto per il Magazine!
Con la promessa che alla prossima visita in terra romagnola ci riincontreremo per qualche altro scatto in esclusiva, e magari ci racconterà di quel progetto che per ora è “off limits”

Foto di Dario Silvestri
Pagina Facebook – Sito Web

Si ringrazia il bagno Flamingo per l’ospitalità

IMG_0266
IMG_0267
IMG_0271
IMG_0282
IMG_0287
IMG_0288
IMG_0294
IMG_0300
IMG_0302
IMG_0316
IMG_0328
IMG_0336
IMG_0339
IMG_0344
IMG_0347
IMG_0357
IMG_0362
IMG_0373
IMG_0376
IMG_0377
IMG_0392
IMG_0406
IMG_0432
IMG_0536
IMG_0560
IMG_0566
IMG_0578
IMG_0598
IMG_0614
IMG_0652
IMG_0658
IMG_0672
IMG_0701
IMG_0702
IMG_0704
IMG_0710
IMG_0722
IMG_0725
IMG_0733
IMG_0751
IMG_0758
IMG_0760
Continue reading

COSEBELLE PER COSIPICCOLI: BUBBLE FAMILY

L’estate è la stagione del sole, dei gelati, del cielo limpido e della pelle scoperta. E’ il momento giusto per imparare qualcosa in più sui prodotti che utilizziamo per prenderci cura dei nostri cosipiccoli e di tutta la famiglia. E’ il momento giusto per raccontare una storia di impresa al femminile, di design e natura. Bubblefamily, una linea di prodotti di bellezza e per il bagno prodotta da Bubble & Co., pensata, studiata disegnata da Carlotta che qui ce la racconta. CB: Come prima cosa, facciamo un po’ di chiarezza: cosa significa ‘cosmetico bio’? Carlotta: Tutti sentiamo parlare di ingredienti naturali e prodotti biologici, ma non tutti sanno in realtà che esistono delle differenze e quali sono quest’ultime. Infatti, gli ingredienti di origine naturale, sono sostanze che, pur provenendo dal regno vegetale, minerale o animale, hanno subito una trasformazione mediante un procedimento chimico. I cosmetici biologici sono formulati con oltre il 90% di ingredienti naturali o di derivazione naturale rigorosamente biologici, ovvero provenienti da coltivazioni e allevamenti bio (no pestidici, concimi chimici, ecc) o da raccolta spontanea in aree protette certificate da tutela ambientale. In altre parole, un cosmetico naturale ha già di per sé un INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) ottimo: non contiene ingredienti di derivazione chimica, ma solo di pura derivazione vegetale. Quindi, scegliendolo, stai già volendo molto bene alla tua pelle e all’ambiente. Un cosmetico biologico contiene estratti vegetali che derivano da piante coltivate biologicamente, ovvero escludendo l’utilizzo di prodotti di sintesi e di OGM (organismi geneticamente modificati). CB: E come si riconosce un cosmetico bio? Carlotta: Oggi purtroppo non è in vigore nessuna legge o norma che regolamenti l’uso o l’abuso delle parole naturale o bio, pertanto l’unica cosa che ci può realmente aiutare è l’etichetta, ossia l’elenco degli ingredienti cosmetici espresso secondo una nomenclatura standard. Esiste un biodizionario, che è possibile consultare per informarsi meglio. Gli ingredienti sono classificati secondo i colori del semaforo (rossi, verdi e gialli). Più semafori verdi ci sono, più il cosmetico è naturale. Se ci sono ingredienti rossi, non lo è. CB: Con una linea di prodotti cosmetici e per il bagno naturali ed eco-bio, Bubblefamily è buona dentro. Ma è anche molto bella fuori. Da dove hai tratto l’ispirazione per la grafica? Carlotta: La grafica è nata per caso. A me è sempre piaciuto disegnare. Le linee morbide e ironiche di Bubblefamily, prendono spunto da l’indimenticabile Lucy show, uno show televisivo molto popolare negli Stati Uniti, ed il film Il circo a tre piste con Jerry Lewis. Immagini semplici, ma coloratissime. Un po’ retrò e nostalgiche, davanti alle è impossibile non strappare un sorriso. Prendersi cura della propria pelle è un dono importante che decidiamo di farci e fare ai nostri bambini. Così, ho voluto che ogni confezione sembrasse un piccolo regalo. CB: Bubblefamily è una storia di imprenditoria al femminile. Una storia di passione, tradizione, innovazione. Quali sono le difficoltà e quali le soddisfazioni di questa avventura?  Carlotta: Come accade per molte aziende, la storia di Bubble & Co.si intreccia con la storia di una famiglia, che si è sempre occupata e dedicata al mondo della medicina e della ricerca. Una passione che i nostri genitori ci hanno trasmesso, grazie alla loro continua e profonda dedizione. Ecco allora, che qualche anno fa è nato il nostro progetto e passione e  tradizione si sono colorate di nuove idee. Certamente la principale difficoltà incontrata è stata quella di riuscire a trasmettere l’idea che anche un prodotto con un packaging nuovo e divertente potesse essere sinonimo di sicurezza,  affidabilità e  fiducia. Che il bello si accompagnasse davvero al buono e l’utile. Le soddisfazioni sono quotidiane, legate ad ogni mail di interesse, ad ogni complimento. Perché prima dei prodotti, delle linee di produzione e delle strategie di management aziendale, ci sono le relazioni. Il calore che ogni giorno riceviamo da tutte le persone , ci riempie il cuore di gioia incoraggiandoci e stimolandoci a perseguire e migliorarci sempre più. La linea Bubble & Co. include detergenti per il bagnetto, cremalatte idratante, sapone liquido , doccia shampoo, detergente intimo, shampoo delicato, igienizzante e idratante mani. Alcuni prodotti della linea sono specifici per bambini 0-36 mesi. Altri prodotti sono destinati a tutta la famiglia. La linea Italy.na è tutta ecobio ed ispirata alla bellezza delle città italiane. Bubblefamily è anche su Facebook  e online su Il mondo di bubble Scopri altre Cosebelle per cosipiccoli qui e i prodotti ecobio da provare segnalati da Cosebelle Mag qui! – Articolo a cura di @mammadifilippo, cacciatrice di cose belle per pance molto grandi e bimbi molto piccoli. Seguitela anche sul blog Maternity Leave, su Facebook e su Pinterest.

More here: 

COSEBELLE PER COSIPICCOLI: BUBBLE FAMILY