Chiara Ferragni, è nata una Barbie a sua immagine e somiglianza

Credit: profilo Instagram Barbie Style

Chi da piccola non ha mai fantasticato sul mondo incantato di Barbie? Un’esperienza comune a quasi tutte le bambine, che sognano a occhi aperti di vestire almeno per un giorno i panni della bambolina bionda e sorridente. Sembra però che per qualcuno i sogni siano diventati realtà. Da pochi giorni infatti la cremonese 29enne Chiara Ferragni ha annunciato sul proprio profilo Instagram la nascita di una Barbie creata a sua immagine e somiglianza. Capelli biondi ramati, jeans strappati, giacca di pelle, t-shirt bianca e borsa vintage di Chanel: un look che ricalca il suo stile. Barbie Style è un omaggio alla passione della Ferragni, che in pochi anni grazie a un’idea vincente accompagnata da una strategia altrettanto efficiente, l’ha resa la fashion blogger numero uno al mondo, arrivando alle porte di Forbes che l’ha inserita nella lista dei giovani under 30 più influenti del mondo. Tutto quello che è venuto dopo è solo imitazione o evoluzione di un’idea nata con The Blonde Salad, che intorno al binomio moda-web ha costruito un impero e continua ancora oggi in questa direzione.

My girl @chiaraferragni is such a doll! Excited to reunite with this true original at #nyfw. 💙 #barbie #barbiestyle

A photo posted by Barbie® (@barbiestyle) on

La scelta della Mattel poi non è stata una casuale e nemmeno unica nel suo genere. Sono molti i personaggi famosi, tra attori e attrici, cantanti o stelle del cinema che hanno ricevuto lo stesso omaggio. La Ferragni condivide quindi da oggi lo stesso scaffale di Audrey Hepburn o Marilyn Monroe e questo la dice lunga su come i metri di giudizio siano cambiati con l’avvento del blogging. Ora le bambine non desiderano più la classica Barbie, ma quella che rispecchia le tendenze di oggi, in fatto di moda e di lifestyle. “È favolosa e una fonte di ispirazione – si legge infatti sul profilo Instagram di ‘The Barbie Collection’ – lei è unica nel suo genere.” È da sempre sulla bocca di tutti nel bene e nel male e per chi non la conoscesse ancora, basta un click su un qualsiasi canale di socializzazione per entrare in un mondo fatto di viaggi, pane e moda. Oggi New York, domani Los Angeles e la vita racchiusa in un blog. Uno di quelli che fatturano milioni, decine di milioni.

Proprio in questi giorni il sito The Blonde Salad ha lanciato una nuova piattaforma e-commerce, in italiano e in inglese, che rivoluziona l’idea del semplice blog. Chiara Ferragni guarda oltre e mette in vendita i prodotti firmati sia dal proprio brand, che vanta una linea di scarpe, borse e accessori, sia quelli di ben 40 marchi di moda come Giuseppe Zanotti, MGSG o Erika Cavallini. Si tratta quindi di un blog 3.0, in cui lo scambio tra blogger e griffe non si limita più alla formula di testimonial, diventando un portale vedi e compra. Un’evoluzione naturale di uno dei primi siti che hanno dato il via al fenomeno del fashion blogging come lo conosciamo e che oggi è diventato un vero e proprio business.

Continue reading

4 nuove acconciature per Barbie secondo l’hairstylist delle celebrità

Jen Atkin è un guru dei capelli per Kim Kardashian (e tutte le sorelle), Gigi Hadid, Emma Watson, Katy Perry e di recente anche per Barbie, per la quale ha realizzato quattro differenti look seguendo i trend più in voga del momento e cercando di dare un nuovo stile alla bionda più famosa del mondo.

Un’half-up ponytail, un lob, una coda alta ed un mosso lungo color rosso fuoco, ecco le acconciature che Jen Atkin ha scelto di ricreare per Barbie. Le trovate tutte anche sul suo account ufficiale @jenatkinhair oltre che su @barbiestyle, naturalmente.

Barbie hairstyle by Jen Atkin 3

Barbie diventa così sempre più un’icona, avvicinandosi al mondo degli adulti, trasformandosi in punto di riferimento. In fondo in un’epoca in cui le icone di stile sono perlopiù digitali, c’è posto anche per una bambola di plastica.

Barbie hairstyle by Jen Atkin 2 Continue reading

La Barbie hipster che ironizza sulle fashion blogger (FOTO)

Al fascino della moda hipster, tanto in voga negli ultimi tempi, non ha resistito neanche la bambola più famosa al mondo. Così Barbie cambia look, abbandona i tacchi e le minigonne a favore di un abbigliamento radical-chic in pieno stile hipster. Un cambiamento radicale penseremo, sì, ma solo per pura ironia.

Si tratta di Socality Barbie, la bambola hipster che tramite le sue foto ironizza sulla vita delle fashion blogger più influenti di Instagram. Un vero e proprio profilo parodia che, a meno di cinque mesi dall’apertura del suo account, vanta la bellezza di ben 860 mila follower.
Tramite il suo profilo è possibile notare tutti gli elementi che caratterizzano le Instagramer, ma soprattutto le pose, gli hashtag e le foto tanto in voga tra le fashion blogger. Non manca proprio nulla, dalla foto del cono gelato verso una parete a quella con le gambe in vista durante un rilassante bagno caldo, agli scatti del cappuccino per iniziare la giornata, all’outfit del giorno, fino alla nuova romantica moda di tenere il partner per mano mentre si visitano luoghi incantevoli nel mondo.
Gli hashtag sono il vero pezzo forte. Tra i preferiti di Socality Barbie figurano #VSCOCAM, #neverstopexploring, #instagood e #liveauthentic, preceduti da didascalie come una vera fashion blogger è solita fare.

Dietro al profilo di Socality Barbie si nasconde una fotografa di Portland, che al momento non ha voluto rivelare la sua identità. In un’intervista per Wired.com ha dichiarato che l’idea di creare un profilo parodia è nata per «punzecchiare gli stereotipi più basici su Instagram attraverso la bambola più basica di sempre». Ha poi aggiunto che «le persone si fotografano tutte negli stessi posti e scrivono come didascalia tutti le stesse cose. Non riuscivo a comprenderne il senso, così ho pensato: quale miglior modo per comunicare il mio punto di vista se non con la bambola più popolare di tutte?». Una trovata geniale che in poco tempo ha avuto un riscontro positivo sugli utenti Instagram.

 

Continue reading

Pois, boots e clutch

1 E’ vero faccio foto solo su sfondo bianco. Per la precisione un muro. Ma a me piace. Questa volta scegliendo un abito rosa, come quella delle Barbie, a pois nero e un paio di stivali al ginocchio. Cuissard per la precisione. Pochi accessori se non un paio di occhiali da sole e una clutch. Manco a dirlo che mi sento a mio agio. Il mio stile. E si vede. Stivali: Jessica Buurman jessica-buurman3 2 jessica-buurman-boots-1jessica-buurman-boots jessica-buurman-boots

L’articolo Pois, boots e clutch sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Donne in cucina

donne in cucinaUna ci prova a farsele piacere certe cose. E non dico certi uomini che quelli veramente è impossibile ma cose del tipo quella musica un po’ troppo malinconica che tutti osannano, un giacchino vintage, un film fantascientifico della serie “salviamo il mondo” e speriamo che finisca presto se no “salvate me”, il pranzo della domenica con i parenti dopo aver fatto le sei della mattina. E pure la cucina. Diamine solo a pensare agli ingredienti a me viene la disperazione, per non parlare del peso – preciso – della farina o del burro che sono gli unici numeri della bilancia che resistiamo a vedere aumentando i gr senza una lacrima. E’ contro la nostra natura: si sa che noi donne andiamo a sensazioni amando persone semplicemente perché c’è nell’aria uno strano profumo (e non di bruciato). Per non parlare poi dell’aspettare che il forno si scaldi. Che, voglio dire, non accettiamo un uomo che arrivi in ritardo al primo appuntamento, ma lo concepiamo con Ariston. Ci vuole precisione, attenzione, pazienza, manualità. E non fa per me la cucina. Considerato pure che la cosa più manuale che ho fatto in vita mia è aver ritagliato un tovagliolo e averci scritto il mio numero con chiamami. O quello del take away più vicino.

Roma – Bayern ieri sera.
E io che provo a sfornare cupcakes manco se a lì a poco dovessero suonarmi alla porta Cracco Bastianich e Barbieri. Carini a vedersi ma provateci voi a mangiarli.
La prossima volta ci provo con i biscotti va’.
Si accettano consigli, ricette e segreti per diventare la donna perfetta – part I.
(E scrivete QUI tutto quello che vi viene in mente, pubblicherò su Glamour Marmalade i vostri consigli tra i fornelli. Anche la preparazione per un’insalata particolare può andare. Meglio se con l’avocado, come piace a me. Diamoci una mano, amiche).

disastri-in-cucina toast bruciati
cucina-forno-donne

L’articolo Donne in cucina sembra essere il primo su Glamour Marmalade.