Le 8 cose da seguire durante la fashion week (FOTO)

weekendpremium.it

Poco più di un mese e Milano sarà il centro della moda nello scenario mondiale. Verrà invasa dai più facoltosi compratori da tutto il mondo e dalle modelle più ambite dello scenario modaiolo. Non tralasciando il fatto che è possibile incontrare donne potentissime come Anna Wintour in una delle tante auto con vetri oscurati tra le strade della città più glamour d’Italia.
La fashion week inizia a New York, per poi spostarsi nella sopracitata Milano, volando subito dopo a Parigi, concludendo il giro a Londra. Insomma un mese intenso di passerelle, party esclusivi nei locali più in delle città e, ovviamente, la presentazione delle sfilate che poi segnano la storia della moda per le generazioni future. Un concentrato di emozioni e glamour nell’aria da lasciare senza fiato anche a chi non concepisce la grandezza di questo business serissimo.

A settembre dal 23 al 29 sarà il turno di Milano, che ospiterà i grandi del fashion system. È bene allora, in vista della fashion week imminente, sapere alcune top cose da seguire se si vuole affrontare una settimana ricca di impegni in giro per la città.

Scaricare sul proprio smarthphone il calendario delle sfilate

Con i rispetti orari, location e nome del brand che sfila, in modo tale da decidere a quale fashion show si è interessati particolarmente e a quale è possibile arrivare più facilmente.

Avere delle scarpe di ricambio

Per potersi muovere facilmente da una location all’altra, visto che tra una sfilata e l’altra vi è un margine di tempo di mezz’ora con circa quindici minuti di ritardo per ognuna.

Avere un mezzo a disposizione per gli spostamenti

Sarebbe comodo avere un mezzo di trasporto che possa aiutare il raggiungimento della prossima sfilata, in vista della frenesia cui sarà vittima la città intera.

Avere il giusto cambio con il capo firmato dallo stilista cui si partecipa

È bene indossare abiti che rispecchino lo stile e la marca del brand cui si è invitati a partecipare, per dare piacere allo stilista stesso e per mostrare anche come lo stilista si sia evoluto rispetto alle collezioni precedenti.

Avere l’invito per poter entrare alle sfilate

É possibile ricevere l’invito alle sfilate milanesi tramite conoscenze all’interno di redazioni importanti di moda, a meno che tu non sia Franca Sozzani, che di certo non ha bisogno dell’invito per poter entrare ad un fashion show.

Avere dei look appariscenti per essere fotografati per strada

Prima dell’inizio della sfilata lo street style ormai detta legge, per questo i fotografi immortalano tutti i look più improbabili che si trovano in giro per le strade modaiole.

Cercare di farsi delle foto con dei personaggi ‘big’ della moda e postarli nel momento stesso sui social

Tramite una foto un po’ particolare si può entrare in contatto con un mondo a cui si è sempre aspirato e sperare di avere tanto seguito anche dopo la fashion week.

Farsi conoscere e presentarsi a gente importante del mondo della moda

Può offrire tante opportunità per farsi notare e perché no, avere anche qualche aggancio per uno stage in una redazione di moda.

Per concludere una chicca per chi è solo curioso e per chi, per una sola giornata, vuole partecipare al mondo frenetico della moda, può benissimo assistere a dei piccoli red carpet davanti l’ingresso dei palazzi in cui avvengono le sfilate, soprattutto dei marchi più grandi e famosi, immedesimandosi nel famigerato e tanto ambito mondo dell’alta moda.

the guardian.com
weekendpremium.it
chaos-mag.com
weekendpremium.it

Questo articolo Le 8 cose da seguire durante la fashion week (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Giusy Chirico su Blog di Moda.

Continue reading

Le 5 regole di stile di Anna Dello Russo (FOTO)

Le 5 rgole di stile di Anna dello Russo (FOTO)

Se c’è una donna in grado di stupire sempre con i propri outfit senza mai risultare banale questa è Anna Dello Russo. Il suo stile fuori dal comune, stravagante, colorato ed eccentrico per eccellenza è conosciuto in tutto il mondo grazie ai numerosi scatti che la vedono protagonista e ogni sua apparizione nello street style, alle sfilate o agli eventi più esclusivi è una nuova sorpresa. La consulente creativa di Vogue Japan è una visionaria in fatto di moda, anticipando le tendenze o creandone di nuove, personalizzando qualsiasi capo d’abbigliamento che addosso a lei diventa un must have, impossibile però da copiare. Sì perché il suo stile è davvero unico e nessuno sarebbe in grado di indossare con la sua stessa non chalance capi ed accessori tra i più particolari. I suoi abbinamenti eccentrici pensati proprio per stupire e catturare sguardi e macchine fotografiche mostrano una disinvoltura estrema e una forza carismatica che dimostra quanto la Dello Russo non si voglia mai piegare alle mode, ma creare le proprie. Da un’analisi del suo stile abbiamo individuato le 5 regole principali che definiscono gli outfit di una delle trendsetter più seguite.

Sì ai cappelli stravaganti

I cappelli eccentrici sono i suoi accessori preferiti. Che siano maxi, mini, a forma di ciliegia, Topolino, fette di cocomero tempestate di strass o qualsiasi altra forma possibile o immaginabile, tutti i copricapi hanno fatto tappa sulla testa di Anna Dello Russo. Un elemento basilare del suo stile, di cui la fashion victim non può fare a meno e che abbina sempre in maniera impeccabile agli abiti che indossa. Regola numero uno in fatto di cappelli? Mai toglierli al chiuso, in quanto questi fanno parte del suo outfit.

veletta-kika2594740_anna-dello-russo_jpg_485x0_crop_upscale_q85
anna-dello-russo-ciliegie-dmoda

Sì ai mini dress

Anna ama mostrare il suo fisico asciutto e le sue lunghe gambe, sfoggiando mini dress colorati e super chic, abbinati a mini bags, tacchi 12 o scarpe da ginnastica, giacche super large in cui i mix di colori non mancano. Nel suo guardaroba non mancano nemmeno i long dress, ma i vestitini corti sembrano essere i preferiti della giornalista.



Sì alle scarpe da ginnastica super colorate

Cosa c’è di più stravagante che indossare un abito elegante e raffinato con un paio di scarpe da ginnastica colorate e decorate da gingilli, piume o strass? Anna Dello Russo non si è fatta mancare nemmeno questo abbinamento, sfoggiato con estrema disinvoltura. Le sue scarpe preferite rimangono però quelle con il tacco vertiginoso.

anna
ellecanada.com
vogue.com

No al total black

Lei stessa aveva dichiarato in un’intervista che “l’oro è il nuovo nero”. Niente black block per la Dello Russo che ama i colori e i mix di numerose nuance nello stesso outfit più di chiunque altro. Osare è la parola d’ordine nel suo stile e per il nero c’è davvero poco spazio.

Le 5 regole di stile di Anna Dello Russo (FOTO)

No alle maxi bags

Niente maxi bags per la regina dello stile eccentrico, che sfoggia in ogni occasione mini bags tra le più particolari, dai colori e dalle forme più strane. Dalle clutch gioiello, con diamanti e brillantini incastonati alle mini bags a tracolla.


ellecanada.com
anna-dello-main_2209685a
1307301053405172811423098

Questo articolo Le 5 regole di stile di Anna Dello Russo (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Roxana Ionita su Blog di Moda.

Continue reading

Le 5 regole di stile di Anna Wintour (FOTO)

Ognuno ha alcuni capisaldi che segue con costanza durante la sua vita o carriera. Ce ne sono alcuni che con il passare del tempo diventano delle vere e proprie regole (fashion). Stiamo parlando di quei capi o accessori a cui alcuni dei personaggi più celebri della moda non riescono a fare a meno. E questa volta è il turno di Anna Wintour, la direttrice di Vogue America nonché regina del mondo glamour.

Le Callasli: le scarpe firmate Manolo Blahnik, di mille colori, migliaia di paia, addirittura omaggiate come la scarpa perfetta. Questo modello di una delle maison di calzature più famose al mondo è il più amato da Mrs. Wintour che non manca mai dall’indossarlo. Elegante, chic e raffinata, è un vero e proprio passepartout.

Uno degli accessori che contraddistingue lo stile di madame Wintour (oltre al perenne occhiale da sole) è il collier di pietre preziose. Spesso colorate, la nostra amata direttrice ha dato vita a un vero e proprio revival del doppio giro di pietre: très chic!

lady-gaga

Ultima caduta di stile: la pelliccia. Da ambientalisti e amanti degli animali quali che siamo, noi di Blog di Moda non approviamo (ahimé!) questo capo d’abbigliamento. Ma si sa, a ognuno il suo!

mickey-mouse

 

Chiudiamo con il sorriso e con l’ultimo punto del vademecum personale di Anna Wintour: il tubino. Con il fisico che si ritrova, di certo non ha problemi a indossare uno dei capi più raffinati della storia della moda. Asciutto, lineare e semplice sono le caratteristiche che lo rendono uno degli abiti più eleganti in assoluto, ma diciamoci la verità, indosso alla direttrice di Vogue America ha tutto un altro charme.

aguilera

I segreti di stile di Anna Wintour non sono più un mistero. Ricordate però che per anche solo lontanamente imitarla serve solo una cosa: il suo eccezionale buon gusto.

Elle Fanning

Questo articolo Le 5 regole di stile di Anna Wintour (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Beatrice Bassani su Blog di Moda.

Continue reading

Dieci artisti internazionali interpretano lo stile Pepsi in occasione del 50esimo anniversario di Vogue Italia

Dieci artisti internazionali interpretano lo stile Pepsi in occasione del 50esimo anniversario di Vogue Italia

Sono stati esposti in una serata a Palazzo Morando, i prototipi della speciale capsule collection The Pulse of New Talent: dieci designer internazionali – Mirko Fontana e Diego Marquez di Au Jour Le Jour, Little Shipa di Shilpa Chavan, Lulwa Al Amin, Madiyah Al Sharqi, Masha Reva, Nikita e Tina Sutradhar con il brand Miuniku, Zhang Xi di Plore, Darlene e Lizzy Okpo con William Okpo – sono stati chiamati a rileggere con il loro stile il mondo e la cultura di Pepsi in occasione del 50° anniversario di Vogue Italia. Uno speciale moodboard e un video hanno illustrato il progetto di collaborazione con cui Pepsi ha valorizzato la creatività dei brand emergenti. L’intera collezione sarà presentata a Dubai, a fine ottobre, durante l’evento organizzato da Vogue Italia e Franca Sozzani. “L’obiettivo di questa collaborazione con Vogue – ha commentato Mauro Porcini, Chief Design Officer PepsiCo – è stato di connettere creatività e design, visione di business e innovazione, tutto in un ecosistema armonioso. I designer internazionali che siamo riusciti a coinvolgere grazie a Vogue hanno colto perfettamente lo spirito di Pepsi, reinterpretandolo in una chiave nuova e originale”

Penso che si debba provare

penso che si debba provarePenso che si debba provare. E sperare. Chiudere gli occhi e immaginare come si vuole la propria vita. Con la voglia di cambiamento. Di frappè al cioccolato con panna. E di conversazioni fiume su whatsapp con lui che ha il fascino di un acquazzone estivo. Capace di stravolgere i piani, le certezze, i programmi quando poi non hai neanche l’ombrello, dopo essere uscita da 5 minuti dal parrucchiere, con la piega perfetta, imboccando una strada alla ricerca di un riparo. Qualunque esso sia.

Dovremmo farlo davvero: chiudere gli occhi e provare a disegnare la nostra vita come quando eravamo bambini. Quando i sogni avevano il sapore di biscotti e il colore dell’arcobaleno. Non che sia poi così tanto diverso ora. Con i sogni che hanno il sapore del Moscato e il colore di un abito di Missoni. Cambiano solo le prospettive. Tipo che da bambini il bicchiere si vede sempre mezzo pieno. Da grandi sempre mezzo vuoto. E con un gran mal di testa la mattina dopo.

Più passa il tempo e più mi accorgo che quello di cui abbiamo bisogno è l’amore. In qualsiasi forma e maniera, profumo e sfumatura.  Capace di regalarci fiori e non diamanti, di coprirci di coraggio, di toglierci il rossetto e di prenderci per mano. E accompagnarci in qualsiasi destinazione abbiamo deciso di arrivare. Pure fosse in capo al mondo. Dopo averci spostato i capelli dietro l’orecchio e averci sussurrato “Sono qui con te”.

penso-che-si-debba-provare

L’articolo Penso che si debba provare sembra essere il primo su Glamour Marmalade.