Gli occhiali da sole sono per sempre

occhiali da sole specchiati 000

Non so voi ma io gli occhiali da sole ho imparato ad apprezzarli con il tempo e li indosso solo quando le ore di sonno sono inferiori al tempo che impiego per la doccia. E poco contano le stagioni, sono dei salvavita, salva volto, salva tutto (soprattutto la domenica mattina).

Ma qual è la ricetta degli occhiali da sole perfetti per l’estate 2017? Prendi i cat eye + un modello specchiato over+ stelle e pentagrammi = St!ng Eyewear, il brand che ha pensato a capsule collection, ST!NG LOVES MUSIC, ispirata alla musica. E per celebrare il lancio della limited edition, al fianco di Sony Music ha organizzato un concorso per partecipare al backstage del video di Roshelle, una delle cantanti più amate e seguite dell’ultima edizione di X-Factor!

Come fare per partecipare al concorso? Fino al 30 aprile chi acquisterà un paio di occhiali da sole St!ng riceveranno una cartolina per tentare la fortuna. Grattando la superficie argentata, scopriranno un codice univoco da inserire all’interno di un’apposita landing page, insieme ai dati personali e alla prova d’acquisto. Questo il link alla landing page per partecipare al concorso: www.playsting.com. E, manco a dirlo, io ho partecipato!

occhiali da sole specchiati (4) occhiali da sole specchiati (5) occhiali da sole specchiati (2)occhiali da sole specchiati (1)

L’articolo Gli occhiali da sole sono per sempre sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

La maschera peel-off contro i punti neri che si strappa come un cerotto

maschera-nera-punti-neri-MISSHA Black Ghassoul Peel-Off

Punti neri. Chi ne ha di più, chi ne ha di meno, ma portatemi qui una donna che non ne ha e le conferisco immediatamente il premio “bellezza pura”. Assodato che tutti, in un modo o nell’altro, abbiamo a che fare con questa questione, adesso arriva la domanda “come rimuovere i punti neri?” non esiste un metodo definitivo ma, partendo dal presupposto che una buona e costante igiene del viso collabora a mantenere la pelle più pulita e che una pulizia del viso in un centro estetico ogni tot di tempo male non fa, veniamo alla soluzione o meglio al prodotto che risolve il problema dei punti neri.

Qualche mese fa una ragazza mi ha consigliato la maschera Missha Black Ghassoul, una maschera peel off (la trovate anche QUI su Amazon), ovvero che si strappa via come un cerotto (ma a differenza dei cerotti di cui ho scritto QUI, non ha una forma pre-definita e potete quindi applicarla dove volete, senza sprecarne né tralasciare nessuna zona).

Su Youtube si trovano assurdi video di gente che la ricrea miscelando colla vinilica o roba varia, con un mix chimico che ci credo che tira via i punti neri, insieme a chissà quanti strati essenziali di epidermide e film protettivo della pelle. 

maschera_MISSHA_Black_Ghassoul_Peel_Off

Come si usa?

Dopo aver lavato e asciugato per bene il viso, versate qualche goccia di tonico (qualunque abbiate in casa) su un dischetto di cotone e passatelo nelle zone in cui intendete applicare la maschera (io la applico sul naso e al centro delle sopracciglia, voi fatelo sulle zone che notate la presenza di punti neri). La consistenza è gommosa, applicate uno strato non troppo spesso ma sufficiente a coprire le zone interessate ed aspettate 15 minuti. La maschera deve essere completamente asciutta, se è così sollevate gli estremi inferiori (aiutate delicatamente con le unghie o una pinzetta) e strappate come un cerotto ma lentamente e delicatamente. Dal basso verso l’alto.

Consigli: Guardate il “cerotto” e noterete se, oltre alla peluria, avrà portato via con sé anche dei punti neri. Naturalmente se prima di applicare il cerotto farete un bagno di vapore (basta mettere acqua bollente in una pentola, inclinare la faccia verso di questa e coprire la testa con un asciugamano per concentrare il vapore per circa 30 minuti) i pori saranno più aperti ed i punti neri più facili da incollare alla maschera. Ma non è necessario farlo, sta a voi capire se la maschera riesce a raggiungere per bene i punti neri. Vi consiglio di fare gommage e scrub prima, perché in questo modo “mozzerete” la testa dei punti neri e sarà difficile per la maschera strapparli via.
Continue reading

Jeremy Scott Fashion

sfondo
Scott è nato nel 1975 a Kansas City, Missouri.He frequentato l’Istituto Pratt di Brooklyn, New York, per il fashion design. Ha iniziato la sua carriera alla fine del 1990 che lavorano con Björk e mostrando a Parigi Fashion Week. Vogue ha chiamato la sua primavera del 2000 ready-to-wear spettacolo “una risposta arguta a tutti i suoi detrattori, che lo aveva accusato in passato di produzione di abbigliamento stravagante che nessuno avrebbe indossato.”

collezione Adidas
Nel giugno 2008, Adidas ha lanciato una collezione collaborazione di calzature e abbigliamento da Scott. L’ala alte cime e scarpe teddy-bear sono popolari con le stelle hip-hop, così come con la moda pubblico. La prima collaborazione tra Scott e Adidas è stato nel 2002 per il progetto “! Firmato”, per la quale Scott ha creato un jacquard di seta con un motivo di soldi sparsi in giro con sua somiglianza sostituzione di quello di George Washington. Il disegno era sul classico alto modello di punta Adidas, il Forum, che ha un cinturino in velcro intorno alla caviglia. La scarpa è stata realizzata a mano in fabbrica Adidas a Scheinfeld, Germania. C’erano solo 100 coppie fatte: 50 sono andati a Scott e 50 sono andati a Adidas, seguito da Adicolor Collab con Adidas + Keith Haring [chiarificazione necessaria] Jeremy Scott, Nicki Minaj, Sky Ferreira e 2NE1 recitato nella campagna Adidas;. il gruppo eterogeneo è etichettato “Tastemakers”. ballerini di Madonna nel 2012 Super Bowl Half Time Visualizza indossavano Jeremy Scott per Adidas tute Originals.Jeremy Scott ha debuttato il suo primo profumo per Adidas il 1 febbraio, 2015, in una replica bicchiere di iconiche scarpe da ginnastica Adidas alati di Scott. Creato da Coty Inc., è confezionato in una piccola scatola di scarpe Adidas Originals.

Moschino
Ottobre 2013 Scott è diventato direttore creativo di Moschino, mostrando la sua prima collezione Moschino in autunno prima fragranza Moschino del 2014. Jeremy Scott chiamato Moschino giocattolo, è un profumo unisex che assomiglia a un orsacchiotto.

Jeremy Scott Collezioni
“Jeremy Scott dimostrato ancora una volta che egli ha la capacità di risultare chic, clothers vendibili e mantenere uno spirito indipendente.” Rihanna indossa Jeremy Scott denim pista sguardo nel “We Found Love” musica video.The retro-futuristica hostess abito indossato di Britney Spears nel suo video “tossici” è da Jeremy Scott.

Controversia
Nel giugno 2012, Adidas ha deciso che un paio di scarpe da ginnastica disegnati da Scott chiamato JS Roundhouse Mids non sarebbe stato venduto dopo le scarpe sono stati criticati per la loro apparente somiglianza con manette e allusione alla schiavitù. Scott ha negato che le scarpe hanno nulla a che fare con la schiavitù, affermando che era un riferimento ai giocattoli dei bambini My Monster Pet.

Nel febbraio 2013, Scott è stato accusato di plagio disegni da Santa Cruz Skateboards. Santa Cruz e Scott hanno raggiunto un accordo per cui Scott ha cessato la produzione della sua collezione.

Nel mese di agosto 2015, Scott è stato citato in giudizio con capogruppo Moschino per violazione del copyright in relazione alla / Inverno 2015 linea di abbigliamento Moschino autunno. I capi in questione sono “copie letterali” di lavoro del ricorrente, secondo la denuncia originale presentata. La tuta da allora è stato un accordo stragiudiziale.

Super Bowl XLIX
Nel gennaio del 2015, Scott ha collaborato con la pop star Katy Perry per creare i costumi per il suo show prestazioni Super Bowl XLIX Primo Tempo.

Jeremy Scott: Designer Popolare
Articolo principale: Jeremy Scott: Designer Popolare
Jeremy Scott: Designer Popolare è un film 2015 documentario diretto da Vlad Yudin in dettaglio la vita di Scott e la sua ascesa nel settore della moda. E ‘stato rilasciato il 18 settembre 2015. È dotato di apparizioni di CL da 2NE1, Jared Leto, Miley Cyrus, Rihanna, Lady Gaga, Katy Perry, Rita Ora, Paris Hilton e Nicky Hilton.