Cosa comprare per i saldi estivi?

Che ve lo dico a fare: i saldi estivi sono iniziati, come la nostra voglia di spendere senza sensi di colpa. Del resto, se non comprare con gli sconti, quando farlo? Caparbie, determinate e decise che se lo fossimo anche nella vita di tutti i giorni, a quest’ora, saremmo le nuove Kendall Jenner di turno. Ma poco ci importa del successo, quello che vogliamo ora è solo prendere il vestito che ci piace prima della nostra nemica. In caso contrario, strapparglielo dalle mani è un’ottima alternativa. Un consiglio: lui lasciatelo a casa. Ma cosa acquistare per i saldi d’estate? Tutto quello che vi fa sognare.

La wish list dei saldi estivi

1. Un paio di jeans è sempre cosa buona e giusta.
2. Le mules per sentirsi sempre alla moda.
3. L’abito check (con i quadretti), maniche larghe e cintura in vita, quello che fa tanto picnic in campagna con cappello di paglia e cesta con i fiori.
4. Le t-shirt che con un jeans possono salvarti la vita.
5. Due paia di orecchini, perchè due? Perché si indossano spaiati, datemi retta.

saldi-estivi-2017-cosa-comprare
6. La lingerie soprattutto se siete single come me (l’occasione giusta è sempre dietro l’angolo).
7. Le perle come dettaglio, poco importa che sia su jeans o su una camicia jeans.
8. Il chiodo in pelle per sentirsi come Sandy in Grease.
9. Una camicia bianca che non passa mai di moda, mai. Nemmeno tra cinquant’anni.
10. Un abito lungo giallo (sì, avete letto bene).

Avvertenza: il pizzo lasciatelo dov’è, ormai ha stufato come l’insalata che abbiamo mangiato per mesi per essere perfette per la prova costume (e tanto non ci siamo arrivato).

L’articolo Cosa comprare per i saldi estivi? sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

La primavera in 5 motivi glam

look sportivo glam

La primavera eccola. Con i fiori di ciliegio sbocciati, i profumi dei fiori e dell’erba tagliata, l’odore del bucato steso dai balconi e della voglia di andare a correre, liberarsi dei pensieri e di serate a base di calici di vino e parole, chiacchiere, a volte baci.

Ma la primavera è anche moda, rivoluzione di stile abbandonando maglioni di lana e sciarpe, con la voglia di scoprire e di scoprirsi. Perchè io l’adoro? Ve lo spiego in 5 motivi glam:

1. Ciao Ciao cappotti.
2. Datemi una t-shirt e cambierò il mondo.
3. Si è più leggere: nei tessuti. Avete presente quelle gonne svolazzanti a ruota leggiadre? Ecco.
4. Bentrovati sandali, rigorosamente con tacco o zeppa (come vedete dalle foto)
5. Abbinamento jeans strappato + t-shirt o maglie svasate, comode. Continue reading

Il web si scatena contro Zara, la t-shirt “Are you gluten free?” suscita polemiche (FOTO)

Il negozio più amato dalle donne, il punto di riferimento dello shopping femminile, questa volta commette un passo falso.

Zara ha presentato la nuova collezione e tra le tante proposte una in particolare ha attirato l’attenzione, la t-shirt con la scritta “Are you gluten free?”.

“Segui una dieta senza glutine?” sono queste le parole che hanno sancito l’inizio di una vera e propria guerra.
La scritta riportata sulla maglietta lascia un po’ dubbiosi, la celiachia è un’allergia seria, che veicola la vita di chi ne è affetto.
Sfogliando il catalogo di Zara una ragazza giovane, fresca e veramente molto magra indossa fieramente la t-shirt, il significato che ne trapela però diventa ambiguo.
Il colosso dei brand low cost sembra quasi dire che per essere belle e in forma come la modella da loro selezionata si abbia bisogno di una dieta priva di glutine.

t-shirt-zara1
La maglietta "Gluten Free" della nuova collezione di Zara è stata vista come un invito a diete malesane ed estreme. Gli utenti del web hanno espresso il loro disappunto per la t-shirt dal significato ambiguo

Tra fashion week, servizi fotografici e sfilate i canoni estetici che sembrano essere imposti sono sempre più allarmanti. Il mondo della moda, in fatto di diete, è il centro di numerose critiche e anche questa t-shirt è una conferma del rapporto malsano che si sta creando tra fashion e alimentazione.

Lo stile è il riflesso della propria personalità, che si parli di gusto nell’abbinare una gonna ad una camicetta o nel preparare mozzarella e pomodori bisogna agire sempre pensando a se stessi, l’importante è stare bene, senza guardare i parametri esterni.
Stile fashion e stile alimentare sono due cose ben diverse, la moda si occupa del lusso e del glamour per le diete ci sono già abbastanza specialisti, non occorre che ci si metta pure Zara.

Continue reading

5 errori che commetti quando usi il phon o la piastra

Li usiamo più volte alla settimana eppure non sappiamo proprio tutto di piastra, phon e arricciacapelli. Pensiamo di fare tutto ciò che serve per prendercene cura e quando si guastano diamo la colpa al tempo o alla marca e invece ci sono 5 errori che commettiamo quasi tutte quando usimo il phon o la piastra.

1. Attorcigliare il filo attorno al phon.

Non attorcigliarlo ma raccoglilo con un elastico o un nastro. A lungo andare il cavo se non è ben tenuto può rovinarsi ed usurarsi fino a compromettere l’utilizzo del phon (lo stesso vale per la piastra) e guastarlo prima del tempo. Per conservarlo nel mobile del bagno, sotto il lavandino o ovunque avete l’abitudine di riporlo, basta raccogliere il filo e poi chiudere il gruppo con un elastico o un nastro. È anche un utile modo per fare ordine!

2. Non pulire mai i residui dei prodotti.

Olii, spray, lacca e  prodotti per lo styling di vario tipo creano una patina che si accumula nel tempo sulla piastra. Periodicamente, a piastra fredda, utilizzando un panno di cotone leggermente imbevuto di alcool, pulisci la piastra per rimuovere da entrambi i lati le vecchie tracce di prodotto. Noterai che la piastra funzionerà meglio e i capelli dopo saranno più luminosi e persino più puliti (i residui invece con il calore si sciolgono e si attaccano ai capelli).

3. Non usare mai il beccuccio.

Moltissime donne tendono ad utilizzare il phon senza il beccuccio, ma se si vogliono avere capelli come dal parrucchiere, il beccuccio è un accessorio fondamentale, che concentra il calore senza disperderlo, aiutandoci ad impiegare meno tempo e rivolgendo l’aria nel giusto verso.

usa il beccuccio del phon

4. Usa la mano sbagliata.

Generalmente impugniamo il phon con la mano più esterna e la spazzola con quella opposta, ma la mano giusta per impugnare la spazzola è sempre quella dominante. È più forte e riesce ad eseguire i movimenti giusti nel minor tempo, così tu non ti stanchi mentre reggi il phon.

5. Aspettare che si freddi.

A tutte è successo di partire, andare in vacanza, passare la piastra o il ferro conico poco prima di uscire e dover aspettare che questo si freddasse per poterlo rimettere in valigia. Aspettare non è davvero un errore, semplicemente non si pensa ad una soluzione più rapida: per evitare inutili perdite di tempo avvolgi la piastra o l’arricciacapelli in una t-shirt di cotone o nel pantalone del pigiama, così puoi subito riporlo in valigia e non si brucia niente.
Continue reading

Zara, la nuova collezione autunno/inverno 2015 (FOTO)

credit photo: zara

Il brand spagnolo low cost, Zara, lancia la nuova capsule collection autunno/inverno 2015 dal gusto urban e glamour. La prossima stagione si aprirà con un catalogo ricco e variegato, dedicato alle donne versatili e audaci che amano stare al passo con i tempi. Le appassionate del brand potranno trovare tantissime soluzioni per i loro outfit da giorno e da sera, con vestiti civettuoli, casacche dalle stampe vintage, parka caldi e avvolgenti, scarpe irresistibili e tanto altro da scoprire.

La collezione firmata Zara si compone di abiti lunghi in tinta unita con sensuali spacchi laterali, declinati in un’ampia gamma di colorazioni che spaziano dalle tinte più gotiche alle più romantiche e pastello. Questi sono realizzati sia a manica lunga che a giro, con scollatura rotonda e cintura in vita. Sfiziosi sono anche i mini dress a campana con scollo a V o all’americana e i modelli a tubino, molto chic, un esempio è quello blu e nero in velluto dai dettagli in pizzo, simil lingerie; non mancano le creazioni stampate e jacquard con taglio a trapezio. Alcuni di questi bellissimi vestitini, impreziositi da applicazioni gioiello, sono pensati per un look raffinato e da festa. Per un outfit casual e sportly è bene abbinare un bel blazer monocolor sull’abitino in modo da renderlo più sbarazzino. Riguardo i pantaloni, anche qui c’è l’imbarazzo della scelta: sulla stessa scia della scorsa collezione invernale, Zara ripropone il modello seafarer, molto ampio nelle svariate colorazioni e tappezzerie, quello skinny in ecopelle e le amate culotte con orlo che raggiungeno la metà del polpaccio. Consigli su come indossarli? T-shirt monocolor o a fantasia, camicie anche lunghe, magari con spacchi laterali e top asimmetrici. Per le intenditrici: quest’inverno sulle camicie va il nastrino legato al collo. Indimenticabili sono le jumpsuit, quest’inverno il marchio propone quelle a pantaloncino o a zampa, da indossare a seconda del proprio stile e le giacche: larghe dalle maniche a tre quarti per una donna più classica e composta, corte e scamosciate per una donna sportly che ama osare e mixare i capi.

I protagonisti indiscussi della collezione sono il suede, il denim e il velluto; oltre che gli stivaletti appuntiti alla texana e gli ankle boots nelle varie sfumature di colore. Fantastici gli overknee boots nero corvino dal tacco 12 sottile in camoscio e quelli flat: color marroncino con lacci sul retro e nero con le frange. Zara ha centrato decisamente il segno quest’inverno e sicuramente la collezione andrà a ruba prima del previsto.

Ecco un assaggio dei trend più glamour lanciati da Zara per la prossima stagione

photo-19-rrss-look19-copy.st Continue reading