It bag: le borse più belle di sempre (FOTO)

Ci sono borse che hanno fatto la storia e altre che sono nate da poco ma hanno sin da subito conquistato i cuori delle fashioniste. Ci sono borse che godono di un’assoluta popolarità per una stagione, mentre altre solo per un paio di anni, prima di essere messe da parte ed etichettate come “fuori moda”. Poi però ci sono loro: le it bag, quelle che possiedono tutte le carte in regola per essere considerate iconiche e per godere di vita eterna.

Una it bag non è una semplice borsa, ma è un mito, qualcosa che si trova a metà tra un sogno e un desiderio da realizzare. Amate da tutte le appassionate di moda, queste borse di lusso sono anche definite “del desiderio” a causa del loro prezzo non alla portata economica di tutti. Alcune di queste -in vera pelle, rigorosamente realizzate a mano e con una cura maniacale per i dettagli- arrivano a toccare i 40.000 euro. Si tratta dunque di veri e propri gioielli di alta pelletteria, acquistate soprattutto da celebrities e fashion icon.

Ma cosa determina il successo di una borsa tanto da farla rientrare nell’Olimpo delle it bag? Innanzitutto la lavorazione e la precisione dei dettagli, alcune di queste sono in edizione limitata e ciò le rende uniche nel loro genere, la loro storia e l’ispirazione che portò quel determinato stilista a realizzarla, l’averla vista indossata da una fashion icon e infine, per ultimo ma senza ombra di dubbio non meno importante, il nome della maison.

Dalle iconiche 2.55 di Chanel alla Convertible di Bottega Veneta, per poi passare dalle nuove arrivate Miss Sicily di Dolce & Gabbana e Peekaboo di Fendi, ecco le It bag più belle di sempre che ogni donna vorrebbe possedere.

Chanel 2.55

Lady Dior

Hermès Kelly

Bottega Veneta Convertible bag

Alexander McQueen Clutch Skull Box

Jackie di Gucci

Marcie di Chloè

Fendi Peekaboo bag

Birkin di Hermès

Chanel Boy bag

Falabella di Stella McCartney

Miss Sicily Dolce & Gabbana

Gucci Bamboo bag

The PS1 Proenza Schouler

Luggage di Cèline

Cabas Chyc di Yves Saint Laurent

Givenchy Antigona bag

Matthew Williamson clutch

Balenciaga Classic City

Baguette di Fendi

The Knot Bottega Veneta

Valentino Rock Lock

valentino-pink-glam-lock-medium-leather-shoulder-bag-product-1-22151702-0-183423946-normal_large_flex

Questo articolo It bag: le borse più belle di sempre (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Viviana Guglielmino su Blog di Moda.

Continue reading

Jaguar sfila per le strade di Parigi con il suo nuovo superhero: Stella McCartney #feelxe

Jaguar sfila per le strade di Parigi con il suo nuovo superhero: Stella McCartney #feelxe

 

Stella McCartney, per la nuova fase della campagna FEEL XE, ha vestito le vetture Jaguar con la stampa Superhero della sua collezione S/S 2015.

In vista della sfilata della stilista inglese durante la Fashion Week di Parigi, prevista il prossimo 29 settembre, saranno realizzate una serie di Exhilarating Experiences per celebrare l’arrivo di XE nella capitale francese, anticipando il reveal della gamma completa al Paris Motor Show il prossimo 2 ottobre.

Così la moda è alla frutta

moda-frutta-prada

Si respirano i profumi della Sicilia con l’arancia e i mandarini e anche un po’ dei Caraibi con l’ananas, dell’Africa con l’anguria. E poi ci sono i limoni che hanno fatto il loro debutto sulle passerelle in punta di piedi con Stella McCartney che, a Parigi nel 2010, introdusse la stampa portata agli estremi l’anno seguente da Dolce& Gabbana. La frutta diventa così non solo motivo ispiratore di ricette, diete e bellezza, ma anche di eleganza, sensualità e un pizzico di ironia nella vita di una donna.  Quella stessa ironia che serve ora per osare e indossare una macedonia di frutta in un’esplosione di giallo, verde, rosso e arancio. La moda è così alla frutta.

MACEDONIA GLAMOUR, ECCO LA RICETTA – Ingredienti: limoni, arance, ananas, ciliegie, anguria, mandarini. Guarnizione: foglie. Preparazione: tagliare e mescolare. Come hanno fatto Shirt à Porter e Banana Republic con i loro abiti e Dolce & Gabbana con le zeppe della collezione SS 2014. N.B. Se vi piace un unico frutto, basta semplicemente non mischiare gli ingredienti. Così come propone Topshop o Rinascimento, entrambi amanti dell’ananas. Una parentesi a sé meritano i costumi  ispirati alla frutta, vedi Liu Jo o River Island. Per gli accessori, le borse, meglio se clutch, prendono la forma del vostro frutto preferito, vedi l’anguria di Nastygal o l’ananas di Zara e di Asos (che ribadisco: è il male)

moda-frutta-2014

moda-scarpe-frutta

frutta-moda-estate

moda-frutta

L’articolo Così la moda è alla frutta sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

E se facessimo un pigiama party?

“Ma te ne esci in pigiama?”. Già mi sembra di sentirvi mentre guardate queste foto qui. E direi di si. So che non sarà la moda di questa estate ma quando ho visto questo completo qua, non ho potuto fare a meno di acquistarlo. Mi piaceva così. E in barba a chi dice che la tendenza del pigiama sia superata, che ormai è “vecchia”, che manco Sofia Coppola si ricorda più di averlo nell’armadio, lei che con una specie di pigiama blu a righe ha fatto il giro del mondo per buongusto e stile. E neanche Stella McCartney, Chloe e Celine quando nel 2012 lo portarono sulle passerelle di tutto il mondo per la SS 2012. Per la fashion week di Milano, poi, ci aveva pensato Viviana Volpicella a imporlo come un passepartout per ogni occasione. Con quella grazia lì, che davvero in poche hanno. Credo si chiami “innata”.
Detto questo: e se una di queste sere facessimo un pigiama party?
Completo/suit: BLACKFIVE
 
Con un completo semplice come è questo è importante giocare con gli accessori.
Quelli che ho scelto sono i gioielliSTROILI ORO
dell’ultima collezione primavera estate 2014 dal nomeEvanescence.
Invece che puntare sull’oro, ho preferito questa volta l’argento.
Sia gli orecchini che il bracciale sono caratterizzati da incroci di fili
che si intrecciano tra loro creando dei sottili e ricercati giochi di luce.
Luce capace di far brillare ogni donna.
 

 

Abito da sposa H&M ma davvero "Victor&Rolf" non vi dice nulla?

Non è la prima volta. Credo la seconda. Forse per sbaglio o per svista, in molti/e (fashionista, fashion blogger, fashion addicted, insomma tutte quelle “professionisti” o pseudo-tali che iniziano con fashion), l’hanno definito come il “primo abito da sposa H&M”. Non è proprio così. Era il 2006 quando dopo Karl Lagerfeld e Stella McCartney, cominciò l’era di Victor&Rolf (che adoro). Da questa esclusiva collezione cosa ne uscì? Un particolare vestito bianco con fiocco sul seno, che scende lungo i fianchi largo, senza stringere la vita e uno strascico. Perfetto per ogni donna e capace di unire l’essenziale o un delicato bon-ton moderno. Senza fronzoli, semplice, “ispirato al cuore” aveva dichiarato Margareta van den Bosch, responsabile creativo a quei tempi della catena svedese. Un video poi ironico, senza eccessi, ma con suggestioni barocche era stato girato per presentare la collezione “Victor&Rolf for H&M”. In questa mini pellicola (la trovate QUI) era stato mostrato l’abito indossato da una stupenda modella bionda nel giorno del suo matrimonio quando sta per dire il suo “”. Davanti all’altare, ad aspettarla, entrambi gli stilisti.
Otto anni dopo. H&M presenta un altro abito da sposa. Questa volta nessuno stilista celebre ma è una delle linee più conosciute: Conscious. Bianco, bustino decorato, drappeggi e una gonna che cade leggera sui fianchi. Senza eccessi anche questa volta. Un abito bianco, dicono in seta, fin troppo minimal però, senza neanche un misero tulle. Meglio di questo pure il Vera Wang nero, per dire. Certo che però è economico, avoja: meno di 80 euro (per la precisione 79,95 centesimi). Così continuiamo, in fondo, a voler bene a H&M che ha disegnato un abito da sposa non eccezionale, non da sogno ma davvero per chiunque. Per magre e grasse. O meglioper grasse e magre. Abito da sposa, per giunta, low cost. Poco meno di 80 euro non sono poi tante considerato che adesso da Zara (ladra) ci si prende forse una collana e una clutch (ma ho i miei dubbi). L’abito da sposa di H&M è pensato davvero per ogni donna che sogna di sposarsi. Due, tre, quattro, cento volte. Del resto, la vita è talmente lunga e perché dire si solo una volta.
I love you too…. Two”, video di Victor & Rolf for H&M



Abito da sposa H&M low cost
L’abito da sposa di Vickor&Rolf for H&M
Pics by GoogleImage