Trattamenti anti-age Vichy: Normaderm nuit detox

Credits: GoogleImage
Appena l’ho preso tra le mani, Normaderm nuit detox, dico la verità, ero un po’ confusa. Leggo notte “anzi nuit”, e poi anti-age, e poi ancora detox, termine che di solito usiamo per metterci in forma in vista della prova costume (e questo è il periodo in cui donne si cibano di insalata/frullati/addiocioccolata quando sono in pubblico, per poi a casa prepararsi lasagne/bistecca/pane&Nutella seguendo la filosofia “Tutto il giorno un’insalata e ora? Non ci vedo più dalla fame” e lamentandosi a giugno di non avere perso un Kg).
Perciò ero un attimo frastornata, ma poi ho capito una volta provata questa crema che tutto è strettamente legato come un racconto con un inizio e una fine. Certo è che la confezione, verde smeraldo, mi ha subito conquistata (e sapete tutti come scelgo i prodotti beauty, se non vi ricordate: QUI è spiegato tutto).
TRATTAMENTI ANTIAGE VICHY NORMADERM – Sono 6 gli inestetismi del tempo. E ce lo dice Vichy: imperfezioni, rossori, pori, lucidità, colorito irregolare, segni. Un po’ dei segnali che possiamo però prevenire con i trattamenti antiage. La linea Normaderm di Vichy rientra in questa categoria qui: 12 prodotti pensati per noi donne, per qualsiasi pelle.

NORMADERM DETOX, LA MIA ESPERIENZA – L’ho testato per un mese. Ogni notte prima di andare a letto la routine: ho applicato la crema sulla pelle perfettamente asciutta dopo averla rinfrescata con l’acqua, evitando il contorno occhi. Il risultato? Ovviamente non sono sparite le zampe da gallina intorno agli occhi perché ancora – ancora – non ci sono, ma la sensazione è stata quella di una pelle più pulita, purificata , con il sebo riequilibrato e con le tossine, prodotte durante la notte, eliminate. Da qui, appunto il temine “detox”. E la sensazione è quella di una pelle rigenerata.

 

"A cosa stai pensando?"

Che se potessi, io abolirei tre domande dalla vita di ogni persona:
1. “A cosa stai pensando?” 2. “Sei dimagrita?” 3. “Cos’hai?”.
Ripetuto – alla risposta “Nulla” – all’incirca 1000 volte
con un intermezzo di 1 secondo di pausa.
La noia.
If I could do, I’d like to delete three questions in the life:
1) “What are you thinking?” 2) “Have you lost weight?” 3) “What happens?”.
They are very boring.

Shirt: Persunmall
Top: Romwe
Clutch/borsa: Roccobarocco
Pappagallo: simbolo di eloquenza, di docilità e di esotismo.
The parrot is a symbol of the eloquence, the meekness and the exoticism.
Earrings/orecchini: Persunmall
Facebook//Bloglovin’//Twitter//Instagram
Pics by A. O. – Weheartit

Saldi estivi: come uscirne vittoriosi senza spendere un patrimonio

Finalmente sono arrivati i tanto sospirati saldi e la maggior parte delle donne e ragazze impazzisce e si lascia prendere da acquisti compulsivi; chissà perché non riusciamo a pensare di perdere un occasione, e preferiamo acquistare di solito anche quello che non è indispensabile.

Quest’anno ho deciso di non buttarmi su tutto e di acquistare solo cose che potrò sfruttare successivamente. Il mio proposito, seppur mantenuto, è andato un po’ scemando già dopo la prima settimana, ma devo resistere per il mio bene e per il bene del mio portafoglio.
La prima cosa che ho comprato è stata una borsa Pieces colore verde smeraldo che ho acquistato in un negozio della mia città per la modica cifra di 20 euro. Ebbene sì, la borsa era una di quelle cose che non mi serviva, anche perché mi ero ripromessa di non comprarne più fino alla vecchiaia, ma non ho saputo resistere… giuro che è l’ultima! E’ un colore che adoro e molto di moda quest’anno; la borsa poi è molto capiente e comoda, proprio come piace a me.

Altre cose che ho acquistato fino ad ora sono due canotte semplicissime in tinta unita di Calliope, al prezzo di 2,99 euro. Mi piace indossarle con gonne corte a ruota o leggermente svasate. Peccato non avere una foto, ma sono delle semplici canotte tinta unita beige e cipria.

Ultima tappa, Tezenis, dove ho fatto rifornimento di slip e brasiliani, tutti coloratissimi e pagati appena 2 euro l’uno. Per ora mi sono stoppata, anche se è stata proprio dura non poter comprare altro. Non posso continuare a riempire l’armadio per puro piacere di acquistare cose nuove; il problema è che poi dimentico anche di averle acquistate certe cose, e molto spesso rimangono nell’armadio senza averle mai indossate. Quest’anno sono proprio felice di aver risparmiato… anche se un paio di scarpe, forse due, devo ancora comprarle. Per sentirmi meno in colpa lo farò alla fine dei saldi, quando nei miei negozi preferiti le mettono a cinque euro il paio. Ah ah! E voi cosa avete acquistato di bello con i saldi?

Make up effetto smeraldo, attention please

Mi hanno sempre poco convinte le proposte delle make up artist/blogger sul web.
Troppo pesanti a volte, troppo complicate, troppo eccessive.
Che con un numero non ben definito di prodotti legati al beauty, con le conoscenze, con le tecniche proposte, sembra che dicano una sola cosa: “Come caspita avete fatto a truccarvi senza di noi fino adesso?”. A disposizione presentano una gamma di pennelli, pennellini, piegaciglia, colori di mascara, che neanche dopo 10 acquisti da Kiko, potremmo, noi comuni mortali, ambire a tanto con al massimo una matita nera, un mascara e un burro cacao nella nostra borsa.
Così ci rivelano i segreti del make up e lo fanno senza indugi, senza mai piangere una sola volta per il trucco che pizzica. Che sa, come dire?, di miracolo. Per questa estate, dicono, che torni alla moda il verde smeraldo che insomma non è che sia un colore adatto a tutte ed a tutti i giorni. Non è una tonalità semplice. Per riproporlo ci vogliono circa 4 minuti di tutorial di una mano esperta che almeno sa cosa significa linea fine e leggera di eyelinear, uguale in entrambi gli occhi.
Invece, quando lo riproponete su di voi, ce ne vogliono minimo il quadruplo. Minimo 30 minuti che sfido chiunque ad averli la mattina quando suona la sveglia e voi la spegnete circa 20 volte. Ed incastrare il momento trucco nel ciclo diventato una routine del fare la doccia, lavarsi poi i denti, vestirsi con le prime cose trovate nell’armadio, mangiare una fetta biscottata al volo, diventa impossibile.
E se vi fate prendere dalla fretta, se non avete abbastanza tempo, per potervi truccare con le proposte di make up artist/blogger e non siete per giunta neanche esperte, il risultato può essere solo uno.
Con quello color smeraldo, l’effetto “Hulk” è assicurato.

(Credo, così, che rimarrò fedele ad una semplice passata di mascara e un po’ di gloss).
 
Facebook//Bloglovin’//Twitter//Instagram
Pics by Pinterest – Weheartit