Il test di gravidanza adesso si fa con un’app e attivando il bluetooth

test di gravidanza app bluetooth

Quando negli anni Novanta si pensava al 2000 si ipotizzava che avremmo viaggiato su auto volanti e indossato vestiti simili a mute spaziali, nessuno però aveva parlato del fatto che nel 2016 il test di gravidanza si sarebbe fatto con un’app.

First Response Pregnancy PRO è il primo test di gravidanza che funziona con un’app e attivando il bluetooth dello smartphone. Sia chiaro: non vi viene chiesto di fare pipì sul vostro telefono, il test avviene attraverso quello che sembra essere un classico bastoncino di quelli già in vendita in farmacia, ma che ha la capacità di inviare sullo smartphone il risultato e dati necessari per il responso. Ma non finisce qui, First Response accompagna le donne durante il count down dei 3 fatidici minuti che bisogna attendere per scoprire se si è incinte e per alleviare l’ansia di questo momento offre tre opzioni.

  • Calm Me: fa partire una serie di immagini che rilassano e calmano i nervi e diminuiscono l’ansia;
  • Educate Me: Fornisce informazioni riguardanti gravidanza e fertilità;
  • Entertain Me: Avvia una serie di video per distrarre l’attenzione in attesa del risultato del test di gravidanza.

first response Pregnancy Pro app

Allo scadere dei 3 minuti sullo stick apparirà il risultato che comparirà anche sull’app, ma solo dopo aver inserito un codice di sicurezza impostato dall’utente. In caso di esito positivo fornisce informazioni sulla presunta data del parto, sulla settimana di gravidanza in corso e altre info elaborate sulla base delle informazioni inserite dall’utente. In caso di esito negativo l’app fornisce utili consigli a chi vuole restare incinta. Insomma è una nuova era anche per i test di gravidanza. Su Amazon First Response Pregnancy PRO è in vendita a circa 21 dollari.
Continue reading

TIM: due smartphone, un amore e qualche magia

modern magic tim rompere il ghiaccio

«Hai da accedere?» per i più timidi.
«Giulia? Ah scusa, mi sono confuso. Comunque piacere…» per i più smemorati.
«Sai dove posso fare un aperitivo come si deve, dove ti piacerebbe venire con me?» per i più sfrontati.
«Vieni a ballare?» per chi in discoteca non può avere altro approccio.
«Mi piaci, usciamo» per quelli più diretti, che il tempo non hanno mai avuto voglia di perderlo.

Rompere il ghiaccio non è poi così complicato e difficile. Basta rischiare, come si faceva una volta quando tutto era più semplice, quando le conversazioni su whatsapp non erano così scontate con le parole a prendere il posto delle icone e faccine varie. Quando la conseguenza più ovvia del «mi piace» era «ci  provo», me la gioco. Quando si aveva l’inventiva e una buona dose di sfrontatezza, mista a coraggio nel rischiare di ricevere un «no, grazie» che non faceva così paura, nonostante ci si guardasse negli occhi. Prima di temere di più, osservando uno schermo, la scritta online o il visualizzato senza nessuna risposta all’ultimo messaggio inviato.

Rompere il ghiaccio ma per far sì che non si sciolga troppo velocemente, c’è solo un modo. Sorprendere, sempre con l’equilibrio tra romanticismo e spregiudicatezza di chi non ha nulla da perdere. Se non chi ti piace. Ma se di tecnologia si parla, avete mai pensato a quante cose si possono fare con una connessione? Cercare il suo profilo su facebook, trovare un ristorante per la cena o un locale cool per fare l’aperitivo, organizzare una festa a sorpresa e animare una serata tra amici (per accendere l’atmosfera – e non solo con la musica – qualche idea QUI), controllare che sia online, informazioni sulla sua vita, amicizie, interessi e studiare la strategia di conquista. O molto più semplicemente rompere il ghiaccio e poi lasciare fare il destino. E se queste sono le cose che si possono fare con una connessione, pensate a quante se ne possono fare in amore con due. Insieme.

Tipo provare Modern magic TIM.
Quello che serve? Lo smarphone di lei, lo smartphone di lui. E seguire QUI tutte le istruzioni. Poi alla fine, vedrete che tutto sarà più semplice e veloce, dimenticando pure le conversazioni fiume su whatsapp. E se non è magia questa, poco ci manca.

L’articolo TIM: due smartphone, un amore e qualche magia sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Moschino Fresh, la fragranza che sembra un prodotto per le pulizie domestiche

<

linda_evangelista_fresh

Lo avete visto in versione cover per smartphone e vi siete domandate “perché Moschino, perché?”, ma sapevate che “Fresh” è anche un profumo, con la sua forma inequivocabile da lucida specchi o sgrassatore per le faccende di casa?

È la seconda fragranza sotto la direzione creativa di Jeremy Scott (la prima è stata Toy, l’orsacchiotto peluche), il suo bouquet si apre con bergamotto e mandarino, con l’aggiunta del tocco esotico dell’ylang ylang, Peonia bianca e osmanthus e si chiude con i legni chiari.

La protagonista della campagna pubblicitaria è Linda Evangelista, che posando davanti all’obiettivo di Steven Meisel ci riporta a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta.

moschino_fresh_profumo

Tweet


Continue reading

Tennis, perfeziona la tua tecnica di gioco con il sensore Smart Tennis di Sony


Gli amanti del tennis possono sfruttare da oggi le recenti innovazioni delle tecnologie mobili per raggiungere i propri traguardi sportivi. Il Sensore SSE-TN1W Smart Tennis di Sony ti permette di effettuare la connessione a un dispositivo smart con la massima facilità, per registrare il tuo rendimento con precisione. Analizza, rivedi, condividi e confronta i tuoi progressi rispetto a obiettivi concreti e accresci la tua motivazione alla vittoria.

L’”ace” nella manica

Sony ha stretto una collaborazione con aziende del calibro di Wilson, HEAD, Prince e YONEX per garantire l’interazione perfetta del sensore Smart Tennis con le racchette leggere, ma orientate alle prestazioni, utilizzate da generazioni di giocatori. Grazie alle tecnologie di rilevazione e alla meccanica per l’analisi delle vibrazioni di nuova concezione di questo sensore, analizzare le proprie performance tennistiche non è mai stato così facile. Dopo aver caricato il sensore, basterà rimuovere il tappo con il logo dall’impugnatura della racchetta , applicare l’anello di fissaggio sulla parte terminale e posizionare il sensore sull’anello.

Dopo di che, non resterà che accendere il sensore e iniziare a giocare: il dispositivo registrerà una vasta gamma di parametri, tra cui numero di colpi, punto di impatto della pallina, tipo di tiro, velocità di tiro, velocità e rotazione della pallina.

Con una carica completa, il sensore SSE-TN1W offre un’autonomia di 180 minuti[1] e ti permette di analizzare tutta la partita senza dover ricaricare il dispositivo. Puoi rivedere le informazioni sui tiri in tempo reale oppure al termine della partita. Ti basterà collegare il sensore al tuo smartphone o tablet[2] in modalità wireless per trasferire e registrare i dati tramite l’app Smart Tennis Sensor,scaricabile gratuitamente dallo store Google Play / App. L’app è in grado di registrare gli scambi di gioco e riprodurre simultaneamente il video registrato e i parametri di tiro, consentendoti di associare le informazioni a una parte specifica della partita o della sessione di allenamento. Assieme al tuo allenatore, potrai inoltre vedere le informazioni sul tuo gioco in tempo reale su uno smart watch[3], oltre che sul tuo smartphone e tablet, senza dover abbandonare il campo da gioco, e farti dare i giusti consigli tecnici.

Analizza, rivedi e condividi il tuo gioco

L’app Smart Tennis ti permette di rivedere i dati registrati i molti modi: puoi passare in rassegna i riepiloghi, analizzare i dati aggiornati e storici e definire i traguardi per tenere traccia dei tuoi progressi in un arco di tempo molto ampio. Visualizzando i dati registrati potrai capire ancora meglio i tuoi punti di forza e i margini di miglioramento. Potrai, inoltre, condividere i tuoi successi con i tuoi amici, pubblicandoli sui social media, e dimostrare quanto sei stato abile e veloce nel migliorare la tua tecnica!

Utilizzando la funzione di riproduzione slow-motion e creando immagini di sequenze di colpi[4], potrai “sezionare” i tuoi movimenti in ogni minima parte per individuare nel dettaglio le aree in cui è possibile migliorare il tuo gioco.

Il sensore Smart Tennis di Sony è facilissimo da configurare e non implica l’utilizzo di attrezzature scomode o che possano distogliere l’attenzione dal gioco, per non farti perdere di vista la cosa più importante: la partita. Terminata la gara, puoi utilizzare i dati e le funzioni di analisi per migliorare la tua tecnica per l’incontro successivo.

Il regalo di Natale perfetto per nonni e genitori? Doro Liberto 820, lo smartphone che ti capisce

Il regalo di Natale perfetto per nonni e genitori? Doro Liberto 820, lo smartphone che ti capisce

 

Doro, leader mondiale nel mercato della telefonia semplificata per utenti senior, presenta l’innovativo smartphone Doro Liberto ® 820, pensato per gli utenti senior che desiderano sfruttare tutte le funzionalità di uno smartphone, senza rinunciare alla semplicità e al supporto necessario per il suo utilizzo.

Intuitivo e intelligente, Liberto ® 820 offre una vera e propria guida che affianca passo per passo gli utenti per un rapido apprendimento delle sue funzionalità, affinché prendano confidenza con il device e si lascino coinvolgere da tutte le applicazioni presenti.

Jérôme Arnaud, Presidente e CEO di Doro, commenta così l’ampliamento del portfolio prodotti: “Il nuovo smartphone Doro é indicato per tutti gli utenti senior che desiderano addentrarsi nel mondo della tecnologia mobile, senza dover pesare e dipendere dall’aiuto e dal consiglio dei propri familiari. L’introduzione della funzione “training” consente agli utenti che scelgono Doro per la prima volta di imparare in maniera autonoma ad utilizzare il proprio smartphone, assicurando la presenza di una guida completa che li aiuti a trarre beneficio di tutte le funzionalità offerte dal proprio device. Liberto ® 820 è realizzato seguendo la filosofia propria di tutti i prodotti Doro, con l’obiettivo di rispondere alle esigenze degli utenti alla ricerca di un telefono facile da utilizzare e allo stesso tempo piacevole nel design e coinvolgente nelle sue funzionalità.”

Doro Liberto ® 820 include My Doro Manager, una tecnologia che consente la gestione remota del device, garantendo così una facile configurazione e gestione del dispositivo all’utente che si accinge ad utilizzarlo. My Doro Manager é costituito da due elementi: un tutorial incluso nel device e un applicazione esterna gestita da terzi, parenti e amici che, dopo aver ricevuto l’invito dell’utente, possono intervenire da remoto per offrirgli un’assistenza completa.

Gli utenti autorizzati potranno così configurare anche a distanza numerose impostazioni, come il livello del volume e la luminosità dello schermo, oltre che consigliare alcune app e supportare il senior durante l’utilizzo. Lo stato del dispositivo e il relativo uso sono altresì elementi utili a determinare se l’utente ha bisogno di un maggior sostegno su determinate funzionalità.

Doro Liberto® 820 è compatibile con Google e offre agli utenti un accesso illimitato a oltre 1.2 milioni di app del suo market Google Play, aprendoli ad un universo digitale di divertimenti. Doro comprende inoltre una selezione di app consigliate che possono essere facilmente utilizzate e che consentono agli utenti di vivere tutte le funzionalità offerte dallo smartphone sin dal primo utilizzo.

Il design sottile ed ergonomico di Doro é realizzato per rispondere alle molteplici esigenze e gusti degli utenti. Liberto® 820 è il primo smart device che integra il pulsante di assistenza dedicato sul retro, una caratteristica propria dell’azienda svedese che per prima l’ha introdotta nei suoi easy phones. I recenti studi condotti da Doro mostrano che gli utenti senior non desiderano rinunciare alla presenza di questa caratteristica anche sui loro smartphone che, insieme ai contatti di emergenza e a My Doro Manager, rappresenta una vera e propria garanzia di sicurezza per l’utente.

Il semplice funzionamento dei tasti facilita il corretto utilizzo delle seguenti funzioni: accensione e spegnimento del telefono, regolazione del volume, utilizzo della fotocamera, navigazione del menù, ripristino della pagina iniziale. Grazie alla retro illuminazione dei tasti le operazioni sullo smartphone risultano più semplici e chiare.

Il device offre inoltre la possibilità di ampliare la dimensione del carattere di numeri e lettere per tutti coloro che soffrono di problematiche legate alla vista. La cornice in rilievo presente sullo schermo lo protegge quando viene appoggiato verso il basso, evitando così che si graffi il display e rendendolo più resistente in caso di urti. Il retro é dotato di un rivestimento morbido al tatto per una maggior maneggevolezza del dispositivo, che renda più comodo all’utente il suo utilizzo. Dotato del sistema operativo Android 4.4 KitKat, il nuovo smartphone Doro Liberto® 820 è caratterizzato dalla presenza di un ampio e luminoso schermo touchscreen, di fotocamera da 8MP, GPS, connessione Bluetooth, di un menù semplificato, del sistema HD voice e del vivavoce, oltre che di una radio e di una torcia led, utile in caso di scarsa illuminazione.

“Oggi i produttori di smartphone tendono a concentrare la loro attenzione verso un bacino di utenti che spazia dagli adolescenti agli under 50<em
style=”line-height: 1.5em;”><em
style=”line-height: 1.5em;”>”<span
style=”line-height: 1.5em;”> continua Jérôme Arnaud. “La differenziazione tra i device é spesso dettata dalle funzioni presenti al loro interno, tra cui ad esempio le applicazioni, le dimensioni del display o la sua impermeabilità. Questo significa che le esigenze degli utenti senior vengono completamente trascurate. L’obiettivo di Doro é continuare, grazie alla sua esperienza quarantennale, a colmare questo divario digitale introducendo sul mercato dispositivi progettati appositamente per questo importante segmento di utenti. Diventare il brand di riferimento di questo target offrendo prodotti e servizi che arricchiscano la loro vita di tutti i giorni, è la mission di Doro. La mia – conclude Jérôme Arnaud – é quella di fare sì che i membri della nostra famiglia di senior inizino ad appassionarsi alla tecnologia e a sorprenderci con la loro voglia di scoprire e di fare sempre di più.”