Zara, la nuova collezione autunno/inverno 2015 (FOTO)

credit photo: zara

Il brand spagnolo low cost, Zara, lancia la nuova capsule collection autunno/inverno 2015 dal gusto urban e glamour. La prossima stagione si aprirà con un catalogo ricco e variegato, dedicato alle donne versatili e audaci che amano stare al passo con i tempi. Le appassionate del brand potranno trovare tantissime soluzioni per i loro outfit da giorno e da sera, con vestiti civettuoli, casacche dalle stampe vintage, parka caldi e avvolgenti, scarpe irresistibili e tanto altro da scoprire.

La collezione firmata Zara si compone di abiti lunghi in tinta unita con sensuali spacchi laterali, declinati in un’ampia gamma di colorazioni che spaziano dalle tinte più gotiche alle più romantiche e pastello. Questi sono realizzati sia a manica lunga che a giro, con scollatura rotonda e cintura in vita. Sfiziosi sono anche i mini dress a campana con scollo a V o all’americana e i modelli a tubino, molto chic, un esempio è quello blu e nero in velluto dai dettagli in pizzo, simil lingerie; non mancano le creazioni stampate e jacquard con taglio a trapezio. Alcuni di questi bellissimi vestitini, impreziositi da applicazioni gioiello, sono pensati per un look raffinato e da festa. Per un outfit casual e sportly è bene abbinare un bel blazer monocolor sull’abitino in modo da renderlo più sbarazzino. Riguardo i pantaloni, anche qui c’è l’imbarazzo della scelta: sulla stessa scia della scorsa collezione invernale, Zara ripropone il modello seafarer, molto ampio nelle svariate colorazioni e tappezzerie, quello skinny in ecopelle e le amate culotte con orlo che raggiungeno la metà del polpaccio. Consigli su come indossarli? T-shirt monocolor o a fantasia, camicie anche lunghe, magari con spacchi laterali e top asimmetrici. Per le intenditrici: quest’inverno sulle camicie va il nastrino legato al collo. Indimenticabili sono le jumpsuit, quest’inverno il marchio propone quelle a pantaloncino o a zampa, da indossare a seconda del proprio stile e le giacche: larghe dalle maniche a tre quarti per una donna più classica e composta, corte e scamosciate per una donna sportly che ama osare e mixare i capi.

I protagonisti indiscussi della collezione sono il suede, il denim e il velluto; oltre che gli stivaletti appuntiti alla texana e gli ankle boots nelle varie sfumature di colore. Fantastici gli overknee boots nero corvino dal tacco 12 sottile in camoscio e quelli flat: color marroncino con lacci sul retro e nero con le frange. Zara ha centrato decisamente il segno quest’inverno e sicuramente la collezione andrà a ruba prima del previsto.

Ecco un assaggio dei trend più glamour lanciati da Zara per la prossima stagione

photo-19-rrss-look19-copy.st Continue reading

Il primo giorno d’estate con Giada Rimmel per RELLECIGA Bikini

giada_rimmel_relleciga_bemagazine-9E’ il 21 giugno e sono le 7.00 del mattino, ed è il primo giorno d’estate;

Insieme a Giada Rimmel partiamo da Milano alla volta del litorale di levante della Liguria, precisamente a Zoagli.

Ad attenderci all’arrivo ci sarà la responsabile per l’Italia RELLECIGA, marchio di costumi da bagno lanciato nel 2010 da RIDI (RELLECIGA Industry Design Institute) .

giada_rimmel_relleciga_bemagazine-21Essendo l’obiettivo di RELLECIGA quello di progettare costumi da bagno accattivanti e unici come la donna che lo indossa, non potevamo che affidarci ad una modella come Giada.

Durante il viaggio cerchiamo di capire meglio chi sia Giada.

Ci racconta che la sua giornata ideale consiste nel fare una colazione abbondante e ricca di cose buone in terrazzo, poi prepararsi per andare in palestra o fare un po di esercizi all’aria aperta.

Il pranzo dovrebbe essere con un’ amica e poi uscire a fare shopping.

Il suo sogno è quello di lavorare nell’ organizzazione eventi o in ogni caso poter fare un lavoro creativo e soprattutto attivo, nel senso che non la faccia mai stare ferma.

Si carica nel trovare una sfida diversa ogni volta.

Guarda poca televisione, ma adora i film e ancor di più i libri, le piace mangiare e viaggiare, anche per lavoro.

Passa molte ore al telefono per pianificare il lavoro e anche per fare un po’ di pettegolezzi.giada_rimmel_relleciga_bemagazine-11

Le piace rilassarsi con il suo cane che si chiama Rimmel (proprio come lei) e con della buona musica, da cui il nome Rimmel; nome nato dall’omonima canzone di Francesco de Gregori.

La cena preferisce che sia di pesce magari con un buon vino.

Stare in compagnia è per lei fondamentale, come lo è conoscere persone nuove, dice, soprattutto quelle strane….magari normali solo in apparenza, non ha importanza l’età.

Ha un buon rapporto con il suo corpo: “mi piaccio cosi come sono, e di me non cambierei nulla“.giada_rimmel_relleciga_bemagazine-4

Le chiediamo a questo punto se crede nell’amore e ci risponde che l’amore porta avanti il mondo, le giornate , il tempo; non potrebbe non crederci, e chi dice di non crederci è solo perché lo desidera nel modo sbagliato.

Continua dicendo: “Magari poi ti innamori di uno a cui non piace la tua vita…che vorrebbe che cambiassi, ma io amo sempre piu me stessa per poter cambiare, sono fatta così, e se avessi voluto l’approvazione degli altri, avrei fatto sicuramente scelte diverse“.

Chi mi prende, prende tutto il pacchetto, dai tacchi alti alle 23,30 per andare al lavoro, alle mie amiche sopra le righe ed il mio parlare e ridere con tutti.

Io non penso mai di non farcela, probabilmente anche perché posso contare sul supporto di chi mi vuole bene, come la mia famiglia e le mie amiche, che sono come sorelle”.

Giunti a Zoagli, ci attende un bella camminata lungo tutta la passeggiata ricavata sulla roccia che costeggia il mare; con tutta l’attrezzatura sulle spalle arriviamo finalmente presso l’attività balneare Pietra di Luna dove ci attende Paola; il panorama è spettacolare, un piccolo bar quasi incastonato nella roccia, su due piani, con piscina e vista direttamente sul mar Ligure.

giada_rimmel_relleciga_bemagazine-19Dopo un primo briefing su dove iniziare a collocarci e quali costumi utilizzare, iniziamo a scattare;

Giada è una ragazza molto solare, è energia allo stato puro, e nonostante nella fotografia sia agli inizi, sa muoversi molto bene e ci auguriamo di vederla presto in altri servizi fotografici.

A cura di Gregory John Matteucci

https://www.facebook.com/GregoryJohnMatteucciPhotographer?ref=hl

giada_rimmel_relleciga_bemagazine-7
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-12
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-18
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-28
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-16
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-9
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-8
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-10
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-27
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-1
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-5
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-22
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-29
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-4
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-24
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-26
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-23
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-2
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-3
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-20
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-6
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-14
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-19
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-11
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-25
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-21
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-17
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-15
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-30
giada_rimmel_relleciga_bemagazine-13
Continue reading

Camminare sui tacchi in 5 mosse (FOTO)

Non c’è legge che imponga alle donne di indossarli. Eppure i tacchi sono la forma geometrica della sensualità e dell’essere femminili: “I tacchi alti fanno diventare una donna il 25% più dominante, il 50% più sicura di se stessa e il 100% più sexy”, diceva Marilyn Monroe. Ma siamo davvero sicure di saperci camminare? Perché il tacco è un’arma a doppio taglio. Vero è che fa sembrare la gamba di ogni donna più slanciata e più affusolata. Ma è vero anche che se la scarpa è scomoda, che se i piedi supplicano pietà e che se sembra che si faccia fatica a stare in equilibrio, allora il tacco può peggiorare solo la situazione facendo sembrare anche le donne più belle dei pesci fuor d’acqua: a quel punto meglio indossare tacchi più bassi o sandali flat. Ecco, però, qualche consiglio utile per indossare sui tacchi in moda da non apparire come se si camminasse sulle uova.
danieletucci.com

danieletucci.com

Scegliere i tacchi giusti è fondamentale. Tutti sono splendidi, ma non tutti sono uguali come abbiamo visto poche righe fa e risultano scomodi sin da quando li indossiamo. La scarpa non dovrebbe essere stretta né dare fastidio mentre si cammina. Se le dita assumono una posizione scomoda sin da quando si calzano le scarpe, la sensazione peggiorerà dopo diverse ore di pressione.

starbene.it

starbene.it

Se si ha un po’ di tempo prima di uscire fare stretching prima di calzare le scarpe con il tacco a spillo può aiutare. Ciò dà alle gambe la possibilità di allungarsi e di riscaldarsi prima che le calzature mettano alla prova i muscoli del piede.

wikihow.com

wikihow.com

Fare piccoli passi, come da bambine quando indossavamo per diletto le scarpe di nostra madre o di nostra nonna, è estremamente importante per un andatura naturale e fluida. Calibrare la camminata ci farà acquisire molta più sicurezza. Se non si ha alcuna familiarità con questo tipo di scarpa, conviene provare con i tacchi più bassi prima di arrivare a quelli a spillo. Continue reading

Estate 2015, voglia di libertà

cappelli di paglia street style

Tutto è concesso. E’ questione di istinto, geometrie, di conoscenza. Perché sì, saper abbinare i colori, ma anche le stoffe e trovare il giusto equilibrio è anche questione di cultura e di sincerità. Quella sincerità di fronte a uno specchio, il migliore amico di ogni donna che non mente mai, che ti porta a scegliere di scartare quella longuette anni ’70 per una in stile Woodstock.Se vi state chiedendo come vestirvi nell’estate 2015 e cosa acquistare obbligatoriamente per i saldi, la regola è solo una: essere se stesse. Perché l’eleganza in questa stagione si traduce in una parola, libertà.

1) Hippy ma chic
Come Talitha Getty, icona dello stile bohemien-chic. E’ lei la vera espressione dell’anima hippy ricercata ed elegante. Abiti lunghi, floreali e dalle tonalità pastello come quelli visti alle sfilate SS 2015 come il vestito rosa cipria di Alberta Ferretti o quello variopinto dai motivi geometrici di Etro.

2) Elegante… con una tuta
Avete capito bene: la tuta. Negli ultimi anni l’indumento per eccellenza del lavoro, del mondo industriale, è protagonista delle passerelle. Tutti gli stilisti cedono alla tentazione di stravolgere i canoni di bellezza, esaltando la femminilità della donna con una tuta. Come Pucci, Dior e Ralph Lauren che, in maniera molto diversa, riescono nell’intento.

3) Patchwork denim
Ritorno sulle passerelle del jeans. Anticonformista e contro tutte le convenzioni, il denim stravolge ancora una volta le regole. Patchwork e più tessuti in jeans compongono vestiti, una sorta di nuova era. Le brave ragazze indossano il denim come vogliono Gucci, Burberry e Tommy Hilfiger.

4) Uno stile “sulle punte”
Chi non ha mai sognato almeno una volta di essere una ballerina o meglio di indossare uno degli abiti di scena delicati e ricercati? E gli stilisti accontentano i nostri desideri. Siete pronte a vestire i tutù come vogliono Darren Aronofsky, Giorgio Armani e Valentino?
5) Piume
Dive nella notte con le piume che diventano il dettaglio irrinunciabile per le notti d’estate. Ispirati alle collezioni di Fendi, Balenciaga e Proenza.
6) Pois
Dalla Cecoslovacchia, poi in Europa per raggiunge l’America. Il polka dot pattern torna dopo anni a rendere più frizzanti e glam le nostre giornate. Neanche a dirlo: tessuto bianco e pois neri. Copia gli abiti di Marc by Marc, Dolce&Gabbana e Junya Watanabe.
7) Pop Art da indossare
Combinazioni di colore, motive circolari, righe che ricordano le opere dei grandi artisti della pop art, Piet Mondrian e Sonia Delaunay. Ci si trasforma in opere d’arte con le collezioni di Dries Van Noten, Loewe e Watanabe.

8) Romantica con il pizzo
Una eroina bon-ton è la donna di questa estate. Eterea e candida con il pizzo bianco e i giochi di trasparenze proposti in passerella da Valentino, Louis Vuitton e Chloé.
N.B. Se volete essere davvero glam, per questa estate, osate con voi stesse, date sfogo alla vostra personalità, senza seguire le tendenze che non vi convincono ma dando retta solo l’istinto. E ricordatevi: a volte, per essere alla moda, è necessario essere assolutamente fuori moda.

coffee-791438_1280 work-791218_1280

L’articolo Estate 2015, voglia di libertà sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Juventus Veste adidas, la maglia e le caratteristiche

maglia juventus

Design della prima maglia

Fedele alla tradizione, la nuova divisa Home presenta l’iconica maglia bianconera, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi.
La nuova maglia presenta le righe bianche e nere più strette rifacendosi allo stile classico della Juventus. Le righe non sono delineate ma si intersecano creando integrazione tra il bianco e il nero.

Sul fondo della maglia è stata applicata una banda nera su cui sono stati intagliati, tono su tono, una J, simbolo del club, e rettangoli che richiamano il particolare design esterno dello Juventus Stadium. Le tre strisce adidas nere sono posizionate su inserti bianchi sulle spalle per rimarcare il legame con il brand.
Lo scollo è a V bianco e il logo adidas nero con profilo bianco.

I pantalonicini sono bianchi con le tre strisce nere. Stemma Juventus sul fronte e logo adidas nero sul retro. I calzettoni sono bianchi con banda e tre strisce nere. Nomi e numeri saranno in nero.

magliajuve

Design della seconda maglia
La seconda divisa è un ritorno alle origini con un tocco di innovazione. Dal 1897, anno della fondazione, fino al 1903, i calciatori della Juventus indossarono maglia rosa e pantaloni neri creando un kit divenuto iconico e parte integrante della storia del club. I designer adidas hanno quindi reinterpretato la tradizione abbinando al rosa chiaro, colore della maglia storica del club, bande rosa scuro posizionate sulle maniche e sul petto tra righe bianche, creando un mix di autenticità e modernità.
Come per la maglia bianconera, sul bordo è stata applicato un inserto, in questo caso bianco, su cui sono stati intagliati, tono su tono, la J e richiami al design esterno dello Juventus Stadium.<br
Il girocollo è nero come il logo e le tre strisce adidas.
I pantaloncini sono neri con le tre strisce e il logo adidas sul retro rosa chiaro. Stemma della Juventus sul fronte.
Calzettoni rosa chiaro con inserti bianchi e rosa scuro che richiamano il blocco centrale di righe della maglia sul petto.
Nomi e numeri saranno in nero.

magliaseconda

NEWS DAL FRONTE PARMA CALCIO

Tecnologia adizero
Le nuove maglie Authentic consentiranno ai giocatori di essere più veloci e comodi in campo. Sono infatti realizzate con un tessuto ultraleggero che aumenta la traspirabilità e garantisce maggiore libertà di movimento e comfort senza rinunciare ad elasticità e resistenza.
Le maglie Replica, invece, presentano la tecnologia di ventilazione climacool realizzata per consentire di mantenere il corpo fresco e asciutto attraverso fori, materiali traspiranti, fibre e cuciture speciali.
“Per la prima volta la Juventus vestirà le 3 strisce. Siamo orgogliosi della partnership raggiunta con la squadra Campione d’Italia e al contempo lieti di svelare a tutti gli appassionati prima e seconda divisa per la stagione 2015/16.” ha dichiarato Andreas Gellner, Amministratore Delegato adidas South Europe. “Il modo migliore per iniziare questa nuova collaborazione è celebrare i successi ottenuti dai bianconeri negli ultimi anni. Lo abbiamo fatto inserendo le 3 stelle ricamate sullo stemma del club e ispirandoci al luogo simbolo di questi successi: lo Juventus Stadium.”

“È un grande motivo di orgoglio avere un partner come adidas al nostro fianco proprio in un momento così significativo della nostra storia” ha dichiarato Francesco Calvo, Chief Revenue Officer di Juventus. “Nel percorso di consolidamento della nostra posizione ai vertici del calcio mondiale da oggi possiamo contare su un forte alleato in più, che crede fermamente in noi ed allo stesso tempo condivide con noi valori cardine come tradizione, internazionalità, capacità di rinnovarsi, ricerca dell’eccellenza e leadership.
adidas rappresenterà per noi un elemento determinante della nostra crescita e allo stesso tempo metteremo loro a disposizione tutti i nostri asset per contribuire ad un’ulteriore espansione di adidas nel panorama calcistico globale.
Siamo convinti che i prossimi sei anni di accordo saranno l’inizio di una partnership ben più duratura, contraddistinta da nuove ed esaltanti sfide”.