Milano fashion week 2016: diario day I

Da sempre c’è qualcosa che mi affascina delle sfilate della Milano fashion week. La magia o forse la curiosità di sapere la moda che verrà, le sue tendenze e guardarle con occhi critico ma anche sognatore. Scoprire una collezione, le ispirazioni e l’idea della donna che cambia, mai statica a seconda delle stagioni, in continuo movimento che esprime la sua anima con ciò che indossa. E sulle passerelle che abbiamo di fronte agli occhi, agli scatti che raccontano uno show, c’è qualcosa anche di noi.

E questo è il resoconto del primo giorno di sfilate alla Milano fashion week 2016, per catturare alcune delle tendenze primavera estate 2017. Prendete nota e ricordatevi che il mood della prossima stagione sarà: free your soul.

milano-fashion-week-primavera-estate-2017-tendenze

Voglia di libertà: Roberto Cavalli

L’ispirazione per Peter Dundas, direttore creativo di Roberto Cavalli, è quella hippie ma gli anni ’70 vengono rivisitati in chiave moderna con il romanticismo e  il gipsy che si mescolano tra loro, per donne viaggiatrici che non sanno quale sia la destinazione ma sanno esattamente che l’unica cosa da fare è guardare avanti, sempre.

milano-fashion-week-primavera-estate-2017-tendenze-roberto-cavalli

Roberto Cavalli (Facebook)

Tra sacro e profano: Fausto Puglisi

Croci e cuori: i motivi religiosi sono chiari e limpidi per Fausto Puglisi che vede la donna in eterna contraddizione tra l’essere santa e peccaminosa, eterea e passionale. Non ci sono mezze misure ma solo la voglia di stravolgere gli schemi e passare da mini-dress a pantaloni a vita alta con estrema nonchalance.

Sensualità a corte: Alberta Ferretti

Alberta Ferretti: non poteva che essere lei a ristabilire equilibrio nella donna che si trova in perfetta armonia con la natura e con ciò che la circonda. Ancora una volta gli abiti lunghi richiamano un mondo favolistico, quello delle favole, e trasportano in una dimensione onirica. Questa volta, però, si aggiunge altro: maxi skirt cortigiane magenta prendono una linfa del tutto nuova all’insegna della sensualità più pura e fine con crop top.

Opening the beautiful @AlbertaFerretti show today! Thank you Alberta, Patrizia And of course the amazing @carineroitfeld ❤️ #MILAN !

Una foto pubblicata da Bella Hadid (@bellahadid) in data:

L’articolo Milano fashion week 2016: diario day I sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Reef presenta la sua filosofia “one bag” per la primavera 2014

La collezione d’abbigliamento maschile Reef per la primavera/estate 2014 è stata disegnata con la filosofia ‘one bag’, aggiungendo nuovi stili e storie, ma mantenendo le sue radici e le sue origini legate al surf. La nuova gamma di boardshorts, pantaloncini, top, maglioni, giacche, calze e borse è stata progettata ad hoc per semplificare il viaggio.

La collezione di quest’anno pone quindi l’accento sulla filosofia di viaggiare con una borsa sola, mantenendo il focus globale sul surfer e le sue missioni di surf in tutto il mondo. Con tutte le restrizioni sul bagaglio che esistono oggi, ogni pezzo dell’equipaggiamento deve essere ben pensato e avere molteplici funzioni.

La linea primavera/estate 2014 viene valorizzata da una sub-collection denominata Supply Shelter. Questa collezione è elegante ma ad ogni modo adatta per la vita on the road: borse resistenti all’acqua, walkshorts adatti per surfare, giacche anti-pioggia regolabili e portafogli,  realizzati tutti nello spirito e nella mentalità ‘one-bag’ di Reef.

Reef Duffle è però il pezzo chiave di questa collezione: si tratta di un bagaglio a mano multi-funzionale fatto in poliestere resistente all’acqua. E’ dotato sul fondo di uno scomparto destinato a tenere i vestiti puliti e asciutti lontano da mute o costumi umidi. Di colore verde militare, con l’interno arancione e indaco, il suo prezzo è di 85$ (circa € 61,00). Altri pezzi chiave sono i boardshort Aqua e Full Tide, il pantaloncino cargo Modern Gypsy e la giacca Squall II, perfetti per essere sistemati in piccoli spazi come il vano portabagagli.

L’ispirazione del marchio è il mare, come nella migliore tradizione dei surfisti: la collezione è da non perdere!

I regali di Natale di Lui. Che Dio ce ne guardi

La consapevolezza che anche quest’anno troveremo sotto l’albero un’oscenità: il regalo di lui, che manco dopo anni di relazione, soste di ore davanti alle vetrine, lista con le varie possibilità di scelta, messaggi neanche tanto subliminali su facebook, post it con vari indizi seminati nelle camere come fossero petali di fiori, con il nostro profilo di Asos lasciato attivo sul suo iPad con il carrello stracolmo, sarà quanto meno vicino alla decenza. Perché quando noi donne vi diciamo, cari uomini, “Il ragazzo di Anastansia (fatti e persone sono puramente causali) potrebbe fargli una borsa di Dolce&Gabbana o un paio di Louboutin”, dovete capire che quella Anastasia non esiste. Anastasia siamo noi e il ragazzo di Anastasia siete voi. Non bisogna essere Einstein per intuire che vi stiamo indicando due scelte, anzi SOLO ED ESCLUSIVAMENTE due possibilità. E’ una specie di out out che dovete essere bravi a cogliere al volo, una sorta di “Salve, voglio fare un gioco con te. Scegli. Vivere o Morire? Fai la tua scelta”, in cui noi siamo la reincarnazione di Saw – L’enigmista in una versione molto più cattiva però. E se per qualsiasi motivo del mondo, non potete o non volete regalarci quanto richiesto, la soluzione è una. Cari uomini, per Natale, non fasciatevi la testa con regali inutili, brutti, orridi. Non perdeteci neanche tempo. La shopping card da Zara è sempre cosa buona e giusta.
Della serie, “io pagare, tu comprare” come biglietto d’auguri.
Per un felice – e sereno – Natale per tutti.
(Consigli per Natale – part I)
Esistono però le eccezioni: stare con un mentalist o che la vostra migliore amica ci metta lo zampino.
Se siete parte della regola, l’amante può essere un’ottima possibilità da tenere in considerazione.
Pics by weheartit


Boho chic style – consigli di stile

Boho chic style. E’ così che voglio parlare oggi di uno stile particolare che combina più influenze tra bohemien e hippie, con un effetto più ricercato grazie a piccole accortezze.
Rappresentanti di questa tendenza Sienna Miller e le gemelle Olsen. Naturalezza ed attenzione ai dettagli sono le caratteristiche di uno stile che propone tonalità neutre e, soprattutto, quelle del marrone.
Consigli di stile: Gonne lunghe e maxi dress, meglio se colorate, sono i simboli di questa tendenza. Stampe floreali e per un effetto più ricercato anche il pizzo (vedi la gonna di Daniela Colombo). Molto amati dalle ragazze che preferiscono questo stile, gli hot pants in jeans. La maglia rimane un po’ larga. Per il boho chic style gioca con gli accessori come piume, bangle di legno ed orecchini che richiamano i motivi naturali, come quello delle conchiglie. Le perline o le pietre riescono a dare quell’effetto chic ad uno stile un po’ gipsy come quello boho. I sandali sono un must have. Continue reading

PSY torna con il singolo Gentleman dopo il successo di Gangnam Style [AUDIO]

PSY torna con il singolo Gentleman dopo il successo di Gangnam Style [AUDIO]

Torna Psy con un nuovo singolo dal titolo Gentleman, sicuramente perfetto per il nostro blog. Dopo il successo mondiale di Gangnam Style, con annesso balletto, Park Jae-Sang, in arte Psy, ha deciso di riproporsi. E secondo noi ha fatto centro per l’ennesima volta ! Gentlemen ha un ritmo sostenuto che non mancherà di fare breccia nelle vostre orecchie. Nuovi suoni, meno melodia ma molto più incisivo.

Il singolo è disponibile da subito, e noi ve lo facciamo ascoltare, mentre il video di accompagnamento è stato girato in varie località di Seul,  la capitale sudcoreana. E il video porterà con sè anche il nuovo balletto, la nuova danza che dovrebbe far ballare tutto il mondo durante la prossima estate 2013.  Secondo la YG Entertainment, che gestisce il fenomeno Psy, ”la nuova canzone ha un ritmo veloce che rende la gente davvero entusiasta grazie anche alla danza ”in gran parte in stile coreano”.

E c’è anche attesa per il primo concerto di Psy, rapper 35enne di ultra fama. Psy terrà un Happening venerdi’ sera in uno stadio di Seul di fronte a 50.000 spettatori, prima tappa del tour internazionale di promozione che toccherà  Stati Uniti a metà  aprile, Europa a maggio e Asia a giugno.

Psy ha dichiarato: ”Ho lavorato e rielaborato senza fermarmi e credo che l’ultima versione della danza di Gentlemen sia buona”.

Ecco il brano