Milano fashion week 2016: diario day I

Da sempre c’è qualcosa che mi affascina delle sfilate della Milano fashion week. La magia o forse la curiosità di sapere la moda che verrà, le sue tendenze e guardarle con occhi critico ma anche sognatore. Scoprire una collezione, le ispirazioni e l’idea della donna che cambia, mai statica a seconda delle stagioni, in continuo movimento che esprime la sua anima con ciò che indossa. E sulle passerelle che abbiamo di fronte agli occhi, agli scatti che raccontano uno show, c’è qualcosa anche di noi.

E questo è il resoconto del primo giorno di sfilate alla Milano fashion week 2016, per catturare alcune delle tendenze primavera estate 2017. Prendete nota e ricordatevi che il mood della prossima stagione sarà: free your soul.

milano-fashion-week-primavera-estate-2017-tendenze

Voglia di libertà: Roberto Cavalli

L’ispirazione per Peter Dundas, direttore creativo di Roberto Cavalli, è quella hippie ma gli anni ’70 vengono rivisitati in chiave moderna con il romanticismo e  il gipsy che si mescolano tra loro, per donne viaggiatrici che non sanno quale sia la destinazione ma sanno esattamente che l’unica cosa da fare è guardare avanti, sempre.

milano-fashion-week-primavera-estate-2017-tendenze-roberto-cavalli

Roberto Cavalli (Facebook)

Tra sacro e profano: Fausto Puglisi

Croci e cuori: i motivi religiosi sono chiari e limpidi per Fausto Puglisi che vede la donna in eterna contraddizione tra l’essere santa e peccaminosa, eterea e passionale. Non ci sono mezze misure ma solo la voglia di stravolgere gli schemi e passare da mini-dress a pantaloni a vita alta con estrema nonchalance.

Sensualità a corte: Alberta Ferretti

Alberta Ferretti: non poteva che essere lei a ristabilire equilibrio nella donna che si trova in perfetta armonia con la natura e con ciò che la circonda. Ancora una volta gli abiti lunghi richiamano un mondo favolistico, quello delle favole, e trasportano in una dimensione onirica. Questa volta, però, si aggiunge altro: maxi skirt cortigiane magenta prendono una linfa del tutto nuova all’insegna della sensualità più pura e fine con crop top.

Opening the beautiful @AlbertaFerretti show today! Thank you Alberta, Patrizia And of course the amazing @carineroitfeld ❤️ #MILAN !

Una foto pubblicata da Bella Hadid (@bellahadid) in data:

L’articolo Milano fashion week 2016: diario day I sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Black is always a good idea

tendenze moda estate 2016 2

Fosse per me mi vestirei sempre di nero e chi mi conosce già sa che lo faccio spesso, fin troppo. Anche d’estate, per me ogni occasione è buona. La verità? Che il nero fa moda, is always a good idea, come direbbero le fashioniste. Ma non per forza, il passepartout per ogni occasione, è sempre un tubino nero alla Audrey Hepburn, troppo minimal e elegante a volte.

Così prendete le tendenze moda primavera estate 2016, giocateci e mixate gli stili a seconda della vostra personalità. E date spazio alla fantasia. Per me? Spalle scoperte in stile B.B. con top a maniche lunghe con scollo a balze, pantaloni a zampa a vita alta che ricordano gli anni ’70. (Con un pantalone così ricordate: tacchi sempre e comunque per slanciare la silhouette, un piccolo segreto di stile che aiuta, non poco).  Date poi luminosità al tutto con i gioielli o accessori, come maxi orecchini e clutch con pietre preziose. Et voilà,  le jeux sont fait.

In poche parole: se non sapete come vestirvi, fidatevi del nero.

tendenze moda estate 2016 1

tendenze moda estate 2016 6 tendenze moda estate 2016

tendenze moda estate 2016 3 Continue reading

Cornrow Hair Trend: le treccine afro che proveremo tutte questa primavera

Cornrow Hair Trend

I Cornrow Hair, le treccine ispirate alla cultura afro e tribale, hanno fatto la loro ri-comparsa sulla passerella Valentino della primavera-estate 2016, non senza polemiche di chi ha ritenuto che prendere in prestito un simbolo della cultura afro e portarla in una sfilata dove il 98% delle modelle non ero di colore fosse una scelta inappropriata e, nonostante ciò, già dalle prime immagini circolate sul web era chiaro che l’avremmo rivista.

A confermarne la presenza fra gli hair trend del 2016 sono Kendal Jenner, Hailey Baldwin ed il fidanzato Justin Bieber… prima di loro già Cara Delevingne e Carmen Electra avevano sperimentato lo styling dando prova del suo allure chic, se ben abbinato. Pensando ad abiti svolazzanti, tessuti leggeri (ed il caldo, non dimentichiamo il caldo), l’idea di qualche treccina laterale o il look più wild che raccoglie i capelli in più torchon o micro trecce stuzzica non poco e c’è da aspettarsi che tutte proveremo almeno una volta questa acconciatura. Continue reading

Rosa quarzo, per Pantone il colore 2016

rosa quarzo pantone tendenza

Il nostro guardaroba si tinge di rosa quarzo nel 2016. A dirlo Pantone, l’istituto americano specializzato in classificazione e catalogazione del colore. «Il 22.5 per cento dei designer ha usato il quarzo rosa nelle collezioni primavera estate 2016 – ha spiegato Leatrice Eiseman, executive director di Pantone – È un rosa bellissimo, che illuminerà la pelle sia delle donne sia degli uomini». Al quarzo rosa, associato a tutto ciò che è legato al cuore, si attribuisce il potere di attrarre l’anima gemella. Un motivo in più per indossarlo. Che altro dire? “Io credo nel rosa”, come Audrey Hepburn. E perciò lo indosso così.

Il rosa quarzo mi piace, tanto. Ma il rischio è di cadere troppo alla tentazione dell’effetto bambola, che invece odio. Ho deciso di sdrammatizzarlo così: con un evergreen della moda, il jeans. Meglio se strappato, largo, modello boyfriend. I contrasti mi piacciono, come l’effetto maxi dei maglioni. Un sandalo animalier – visto che le temperature ancora lo permettono, e una borsa comoda per mettere dentro tutto il necessario per la giornata. Effetto urban glam garantito.

Se volete sapere di più come indossare il quarzo rosa, non perdetevi l’articolo su Gioia (QUI).

Bag: Jessica Buurman

rosa quarzo pantone tendenza 7

rosa quarzo pantone tendenza 0

rosa-quarzo-pantone-tendenza-8-1024x701

2 Continue reading

Daks Uomo sfila alla Milano Fashion week, mens sana in corpore sano

Daks Uomo sfila alla Milano Fashion week, mens sana in corpore sano

Daks Uomo. “MENS SANA IN CORPORE SANO” – è ispirata ad una delle più celebri locuzioni latine la collezione DAKS Primavera Estate 2016.
Una collezione di assoluta e raffinata eleganza le cui linee sono dettate – così come nella ginnastica, da rigore e disciplina, all’interno della quale due diverse anime – proprio come nel motto di Giovenale, convivono in modo sinergico e assolutamente complementare.

Una prima parte – “Mens” – dal carattere decisamente più formale, dove gli abiti – le cui giacche sono proposte con un solo spacco, con rever estremamente ridotti, vengono proposti con camicia e cravatta. Una seconda, invece – “Corpus” – caratterizzata da pantaloni più avvitati, in cotone spesso e compatto, cinture alte e camicie in viscosa, scivolate e morbide.

E’ proprio il sottile ed elegante equilibrio che esiste tra corpo e mente a tratteggiare armoniosamente la Collezione DAKS Primavera Estate 2016, le cui cromie si sviluppano seguendo tonalità fredde e polverose – bianco, in primis, seguito dal grigio in due differenti toni, l’avorio in una variante che si avvicina al beige e un antico blu avio. Rigore formale, ispirato agli anni ’30, che rivive nei pantaloni ampi, a vita alta e con il ritorno delle pinces, e in una stampa – l’unica volutamente presente in Collezione, d’ispirazione fortemente deco’, che viene proposta anche sulla maglieria, proposta in tre sole nobili fibre: cashmere, cotone e seta, a volte in mischia tra loro. Le lane, secche e ruvide, si rivelano estremamente leggere; il vero protagonista materico è il crepe di seta, che il direttore creativo Filippo Scuffi sceglie di usare in modo inaspettato – nelle camicie, nei trench, nei bermuda e nelle cinture in tessuto. Inaspettati e particolari, alcuni capi si chiudono senza bottoni.

Il cuoio naturale, un chiaro richiamo alle palestre d’epoca, è l’unico ingrediente per le proposte in pelle della collezione, dal quale nascono prestigiosi capispalla a taglio vivo, interamente lavorati a mano, insieme ad accessori– cinture e borse, che vedono il logo DAKS protagonista di due differenti versioni: embossed, in smalto bianco e con il cuoio liscio e con il nuovo logo “DD”, impresso. Raffinatezza ed eleganza che, nel corso della Sfilata, si trasformano in un linguaggio visivo ben definito: la passerella in parquet, il bianco assoluto, una sottofondo musicale lento, con incursioni techno e il look estremamente rigoroso, a tratti scultoreo, dei modelli.

L’articolo Daks Uomo sfila alla Milano Fashion week, mens sana in corpore sano sembra essere il primo su Moda uomo, lifestyle | Menchic.it.