Alvaro Morata e Alice Campello sposi: nozze romantiche a Venezia

L’attaccante del Real Madrid Alvaro Morata ha sposato sabato 17 giugno la sua fidanzata (ormai moglie) Alice Campello.

Entrambe giovanissimi (lui classe 1992, lei 1994), hanno pronunciato il loro sì nella Basilica palladiana del Redentore alla Giudecca a Venezia. Il ricevimento si è tenuto a L’isola delle Rose, nel lussuosissimo resort JW Marriott.

Quattrocento il numero degli invitati, tra i quali presenti molti Vip: l’ex compagno della Juventus Simone Zaza insieme alla fidanzata, la fashion blogger Chiara Biasi, Paulo Dybala, Alessandro Martorana, autore dell’abito dello sposo, e l’ex velina di Striscia Elena Barolo.

alice campello instagram

L’abito da sposa di Alice Campello è stato confezionato dall’Atelier Celebrity Sposa di Napoli. Scollo a cuore, per l’abito bianco della sposa decorato con Swarovsky e perline e accompagnato da un luongo velo. Cerimonia super blindata durante la quale, al momento delle promesse, i due sposi si sono scambiati fedi in oro rosa, realizzate dal designer Alfieri e St. John.

Matrimonio Social per Morata e Campello

Il loro può essere sicuramente definito uno dei matrimoni vip più attesi di questa estate e anche uno dei più social. Sono stati gli sposi stessi infatti a postare sui loro rispettivi account le foto dei preparativi e del matrimonio lanciando l’hashtag #theperfectbride. Inevitabile d’altronde per una web influncer che conta circa 500 mila followers su Instragram e quasi 100 mila su Facebbok.

Chi è Alice Campello?

Fisico mozzafiato, capelli biondi e occhi nocciola per la modella e fashion blogger originaria di Mestre. I due si sono conosciuti quando Morata militava nella rosa della Juve: è stato il calciatore, followers della bella Alice, a contattarla tramite un messaggio privato su Instagram. Una settimana dopo la prima uscita e la freccia di Cupido è arrivata.

La dedica del goal nella finale di Coppa Italia

Che la love story tra Alvaro e alice non fosse una storiella qualunque lo avevamo capito nel maggio 2016, quando l’attaccante dedicò il goal del quale fu autore alla sua fidanzata, mimando durante l’esultanza la lettera A con le mani.

Continue reading

Beauty trend per la sposa: qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato…ma soprattutto ciò che ti dona

< Wedding-makeup1

Siamo nel pieno della stagione dei matrimoni e, passando da una cerimonia all’altra da invitate, non si può fare a meno di immedesimarsi nella sposa e pensare a come potrebbe essere il nostro giorno speciale. Se questo tour de force da un banchetto all’altro, da una lista nozze all’altra, passando per una sapiente pianificazione dei look in modo da non apparire due volte nelle foto social dei matrimoni con lo stesso outfit ti sta mettedo alla prova ma, allo stesso tempo, ti sta facendo venire voglia di essere tu la protagonista della prossima stagione di nozze, ecco alcune idee per iniziare a pensare ad un matrimonio romantico, ma magari un po’ più “tuo” di quelli a cui siamo abituati a presenziare.

Perché, sì, il giorno del tuo matrimonio deve essere speciale, tu devi essere fantastica, ma non è detto che debba necessariamente conformarti alla canonica formula che prevede un vestito da cenerentola, i capelli raccolti in un rigido chignon e, magari, un make-up che non ti rappresenta.
wedding_trend beauty

Il trend c’è già: sempre più future spose decidono infatti di puntare su un look che le valorizzi, che le renda splendide, ma senza “impacchettarsi” in un outfit preconfezionato. L’obiettivo è trovare un abito, degli accessori, un make-up e un’acconciatura che esaltino le tue qualità e ti facciano sentire la più bella del reame, senza stravolgere il tuo stile.

Se non ami tanto il look da principessa, o se semplicemente non lo trovi adatto a te, le opzioni sono tante: un abito corto, o in stile boho o hippie chic, con fiori e pizzi, o country, magari abbinato a degli stivaletti, o anche vintage, in stile ’30, ’40, ’50. Che il bianco non sia un must ormai è cosa nota ma, oltre ad affidarti alle tinte pastello dell’avorio, dell’azzurro o del rosa antico, puoi osare con dettagli colorati che ti facciano sentire unica. Sempre di più sono anche le spose che decidono di non comprare un abito da sposa, ma di scegliere un abito non da cerimonia che però le faccia sentire belle e a loro agio, magari impreziosendolo con dei gioielli o con un velo sbarazzino.

3-Wedding-hair-and-beauty-2017

Trucco e make-up sono ovviamente un punto chiave. Se non sei un’amante del trucco molto vistoso e solitamente esci di casa con un velo di BB cream e un po’ di eyeliner, vederti di colpo truccata da diva potrebbe non farti sentire a tuo agio. Per questo un consiglio è quello di puntare su uno o due elementi del tuo viso che vuoi far risaltare. Se ad esempio decidi di sottolineare le labbra, magari con un colore scuro o particolarmente acceso, basterà un tocco di mascara per avere tutti gli occhi puntati su di te.

E i capelli? Anche qui la parola d’ordine è naturalezza. Che tu decida di lasciarli sciolti con soffici beach waves, ornati da un pettine gioiello o da un fermaglio floreale, magari comprato online su siti come Etsy, o scovato in qualche mercatino vintage, sia che tu li preferisca raccolti in morbide e romantiche trecce, l’importante è che l’acconciatura valorizzi il tuo volto e ti faccia sentire radiosa e bellissima, come negli esempi proposti da Zalando Privé nella sua guida alle acconciature da sposa.

Ma non dimentichiamoci delle mani. Dallo scambio degli anelli, al lancio del bouquet, al taglio della torta: le tue mani saranno in primo piano. Fai in modo che siano perfette, optando per smalti dalle tinte pastello o osando con una manicure sgargiante.

Insomma, ora più che mai non ci sono regole. Scegli il tuo look pensando a sentirti bella, raggiante e soprattutto a tuo agio!


Continue reading

“Alta infedeltà”, come capire il tradimento

00

Mentre tutto il mondo sta in fissa con “1992″, la serie tv su Tangentopoli, io sono invece ossessionata da “Alta infedeltà”, il programma in onda su Real Time che racconta di tradimenti. Neanche a dirlo si parla di amore, ma di un amore bugiardo, distratto, illuso ma anche disilluso con una coppia formata da un traditore e un tradito, e ovviamente l’amante. Qualche cosa, guardando tutte le oltre 20 puntate, l’ho però capita.

– Non si tradisce mai a metà ma sempre fino in fondo.
– Ci sono dei segnali e i più grandi non vengono quasi mai colti.
– Se lui si comporta stranamente dal solito con attenzioni e cene fuori, con mazzi di fiori e ricordandosi l’anniversario quando mai e poi mai lo ha fatto, non si chiama amore ma sensi di colpa.
– Troppe storie finiscono con lui e la migliore amica a letto.
– La domanda “perchè ci siamo sposati?” pensando al passato non dovrebbe mai essere fatta. Ci si può chiedere, però, “perchè sposarsi?” guardando al futuro (e magari prima delle nozze).
– Il tradimento è sempre una questione di equilibri e come in ogni equilibrio, tutto dipende da due e mai da uno. (Non che giustifichi il tradimento ma prendersela sempre con l’amante è una giustificazione per il tradito nel non vedere le proprie colpe o nel non ammettere che tuo marito o tua moglie è quello che è).
– Che prima o poi le corna ce le abbiamo tutti. Meglio non voler sapere perchè, inconsciamente, in fondo alla nostra anima, lo sappiamo.
– Nel caso in cui volete a tutti i costi sapere e le partite di calcetto tra amici sanno di “tête-à-tête” con l’amante, allacciate le scarpette di lui tra loro. Se non saranno snodate e lui vi dice che ha segnato 3 goal, haimè non è nella rete tra i pali.
– Se dovete scegliere un amante, meglio uno che poi non racconta le sue prestazione nel gruppo di amici. Le voci girano.

Ma una cosa hanno in comune l’amore e il tradimento.
Sono i dettagli, le piccole cose, gli attimi di distrazione che fottono. Sempre.

alta infedeltà real time

L’articolo “Alta infedeltà”, come capire il tradimento sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Le parole di Anna Munafò sul matrimonio di Aldo Palmeri e Alessia Cammarota

Le parole di Anna Munafò sul matrimonio di Aldo Palmeri e Alessia Cammarota

Aldo Palmeri e Alessia Cammarota pochi giorni fa sono finalmente diventati marito e moglie. Un matrimonio organizzato lontano dai riflettori e che li ha portati, dopo 10 mesi d’amore, a diventare marito e moglie. La notizia è stata annunciata a pochi giorni dall’evento e sono state molte le persone a rimanere felicemente stupite; tra questa anche Anna Munafò che, più di tutti, ha visto nascere l’amore tra questi due giovani nello studio di Uomini e Donne.

Proprio l’ex tronista, infatti, sulla sua pagina Facebook ha voluto dedicare delle dolci parole a questa bellissima coppia, augurandogli un grande in bocca al lupo per l’inizio di questa loro nuova vita insieme:

“Poi arriva quel giorno che qualcuno ti dice “ma lo sai che Aldo e Alessia si sposano ? E tu dici ma davveroooooo …tanti auguri ad entrambi , tanti auguri a qualcuno che nei camerini piangeva perché non sapeva come far comprendere all’altro i suoi grandi sentimenti …e tanti auguri ad una persona che ha creduto in ciò che provava in quel momento e ha deciso di seguire i suoi sentimenti …alla fine l’ha capito che lo amavi :))))))) . A dimostrazione che il cuore non sbaglia mai nel bene e nel male . tante tante tante felicitazioni da me le altre ragazze della pagina e tutte le persone che la seguono un da parte di tutti daiiiiiiiiii Anna :))))”

Questi sono, per Aldo e Alessia, i primi momenti da marito e moglie. Quando partiranno per il viaggio di nozze? Dove sono andati a vivere? Per tutti i dettagli della loro vita non ci resta altro che aspettare.

Congratulazioni!

Siamo troppo esigenti

1

La sveglia sempre alla stessa ora. Che viene spenta e ritardata di 5 minuti, poi altri 5. E così riusciamo ad arrivare in ritardo anche quando nelle nostre intenzioni vorremmo essere puntuali con la scusa che è sempre quella del traffico o dell’auto che si è rotta, con la colazione che si fa sempre più minimal. Un po’ come quello che indossiamo. Un jeans e un maglione scelti a caso nell’armadio dopo una notte, lunga notte, passata a chiacchierare. Sempre se su whatsapp si possono chiamare così. L’attesa della neve e del thè che, a forza di stare a scrivere, ormai si è raffreddato. Quello che rimane è solo un profumo di limone. Passiamo ore, mesi, così in attesa di un invito e attaccate all’Iphone per poi arrivare a quel giorno e rimanere deluse. Sappiamo già tutto – il film preferito di lui, la canzone, il numero di relazioni avute, il nome dell’ex, la via in cui abita e il suo lavoro – ma nulla da dirsi di fronte a due spritz invece che a uno schermo. Per raccontare poi alle amiche che sembrava davvero interessante, metteva tutte le h al posto giusto e pure i congiuntivi, ma non ti ha colpita. Che sa tanto di “ha delle grandi potenzialità (su whatsapp) ma non si applica”. In questi casi meglio vedere il bicchiere mezzo pieno che mezzo vuoto. Sperando solo che sia pieno di Moscato. Ritrovarsi così a fine giornata a casa e leggere l’ennesima lista di Natale con i 10 must-have di sempre. Cèline, Balenciaga, Moschino e Louis Vuitton che con i tempi che corrono, un uomo che si presenta con impacchettato un regalo così puzza di anello, di matrimonio e di marcia nuziale. Accontentiamoci di un profumo e apprezziamo l’impegno se al posto di parlare di nozze e fiori d’arancio, preferiremmo stare ad ascoltare discorsi su calcio, Champion’s league, Olimpiadi e pure sull’estinzione dei dinosauri. Che l’unico “si, lo voglio” che concepiamo è per la formula di come mangiare cioccolata e McDonald’s senza ingrassare. Perché, nonostante vogliamo far credere che noi viviamo di aria, sushi e insalata, al secondo incontro saremmo in grado di ordinare carne, per la cronaca una fiorentina. E qui la spiegazione dell’estinzione dei dinosauri.

Siamo diventate esigenti. Vogliamo l’amore ma controlliamo che lui non indossi calzini in spugna bianchi.
E di questo passo ci innamoreremo a 70 anni.

siamo-troppo-esigenti

L’articolo Siamo troppo esigenti sembra essere il primo su Glamour Marmalade.