I migliori mascara che abbiamo provato (e ricomprato)

<migliori-mascara-2017

Un po’ cavie umane, un po’ volontarie come Katniss nella versione beauty di Hunger Games, proviamo periodicamente decine di mascara: per infoltire, allungare, curvare. Effetto farfalla, panda, ragno, fenicottero (fenicottero?)… ogni giorno vediamo uno spot, un’inserzione Facebook, un post, un articolo di giornale che ci svela il miglior mascara del mondo.

Ma alla fine quale mascara decidere di comprare? Tenendo conto del costo medio di un mascara (25€?), non possiamo certo acquistarne decine, fosse anche solo per non invadere il beuaty case. Io e Valentina in questi ultimi due anni ne abbiamo provati moltissimi e qui vi sveliamo i nostri preferiti.

Pupa Vamp! Mascara: nero intenso, assicura volume e lunghezza. Lo scovolino aiuta a raccogliere la giusta quantità di prodotto e a distribuirla bene su tutte le ciglia. Lo usiamo entrambe da anni. Della stessa linea Vamp! ne esistono altre varianti interessanti, per noi il classico resta sempre il migliore. Prezzo ottimo (13,50€).

Benefit Cosmetics They’re real! Mascara: Super curvate, super allungate, probabilmente avrete già letto e sentito pareri entusiasti su questo mascara e qui trovate conferma. Esiste sia nel formato classico (27,50€), sia in quello mini per ritocchi rapidi e da tenere sempre in borsa o nella trousse da viaggio (13,50€).

mascara-smashbox-bianco-primer

Smashbox X-Rated Mascara: curva e colora le ciglia dando profondità all’occhio, può essere applicato più volte senza appiccicare, basta dosarne bene la quantità. Si conserva bene e non secca le ciglia, soprattutto non sbava (25€). Ottima anche la base bianca Photofinish Lash Primer, da applicare prima del make-up per aumentare la durata del mascara ed enfatizzandone l’effetto (23€).

Marc Jacobs Beauty Velvet Noir: ciglia super scure per un effetto “bold” assicurato. La formula è molto cremosa, quasi vellutata, suggeriamo di dargli qualche secondo per l’asciugatura, il risultato finale è eccezionale. Lo trovate in vendita da Sephora (27,50€).

Conclusione: lo saprete già, ma ricordarlo male non fa, le promesse di un mascara e l’opinione dopo l’esperienza di chi lo ha provato, possono variare da soggetto a soggetto, ma in linea di massima questi sono i mascara che in assoluto ci hanno dato le migliori prestazioni e rese e che abbiamo ri-comprato soddisfatte
Continue reading

Un fumetto da indossare


Prima era un romanzo, poi si è trasformato in una graphic novel e ora è una t-shirt. Un’evoluzione all’insegna del glam, dove Lola Forbest, protagonista di “Gloss” scritto da Francesca Scognamiglio, prende forma con le illustrazioni di Rosa e Carlotta Crepax, nipoti del celebre Guido, papà dell’icona erotica Valentina. Ora le vicende di Gloss, sottoforma di fumetto, vengono raccontate anche con le tshirt della limited edition “LORENZA BLANCH“. Non un nome casuale visto che, all’interno del romanzo, indica l’agency che cura la comunicazione per grandi brand del fashion world, pura invenzione di Lola. Insomma una linea tutta da scoprire con riferimenti al noir, alla moda, al mistero, alla creatività di donne che si mettono in gioco, unendo le forze come Francesca, Rosa e Carlotta.
(Manco a dirlo che a me l’idea di #unfumettodaindossare fa impazzire)



L’articolo Un fumetto da indossare sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Nuovo brand Dolly Noire: il sogno di quattro amici che diventa realtà

Nuovo brand Dolly Noire: il sogno di quattro amici che diventa realtà


Dolly Noire
non è semplicemente un nuovo brand del panorama streetwear, ma soprattutto la realizzazione del sogno di quattro amici e della loro storia fatta di coraggio, divertimento e passione.

Un sogno iniziato all’età di 15 anni e che ha visto la prima trasformazione in realtà nel 2008: all’epoca i quattro amici avevano 19 anni e iniziavano a muovere i primi passi per la creazione del brand che vede la luce definitivamente nel 2013. Da settembre i quattro amici, ormai ventiquattrenni, lavorano giorno e notte insieme, ottenendo già un buon riscontro da parte del pubblico a cui sono interessati, tra i 15 e i 30 anni.

Un’idea geniale quella di affidare la distribuzione del brand a ragazzi della stessa età delle persone a cui il brand si rivolge: i vari “testimonial” promuovono Dolly Noire grazie all’uso dei social network o semplicemente grazie alla loro stessa cerchia sociale.
I 4 amici tutti laureati in discipline diverse, hanno unito le loro conoscenze per dar vita un brand divertente e street, ma anche a una nuova forma di vendita e di promozione: Gioele Castelvetere, art director, Daniele Crepaldi, brand manager, Federico Ferrero, responsabile commerciale, Alessandro Malandra, responsabile amministrativo.

Guardate la GALLERY!