Buon Natale, sì. Ma Buon Natale a chi? – Riflessioni di Dicembre

Buon Natale, sì.
Ma Buon Natale a chi?

Ho scartato il mio primo regalo: niente libri quest’anno, nessun braccialetto, neppure abbigliamento.
Era il tuo ritorno a casa, quello che da sempre m’aspetto e che no, non arriva mai.

Hai passato l’uscio con disinvoltura, poi hai percorso frettolosamente il corridoio, m’hai guardata come mi guardavi, la tua bambina è cresciuta.
Ho chiuso gli occhi e mi sono lasciata riscaldare da un tuo abbraccio, di quelli che avevo dimenticato, di quelli che vorrei poter tenere sempre con me e se non fisicamente, almeno nella memoria.

Dove sei quando ho bisogno di te?
Dove posso raggiungerti?
Hai lasciato qui la tua camicia blu, le tue calze, quelle scarpe tutte rovinate che a guardarle mi verrebbe voglia di buttarle, però le tengo.

Vorrei domandarti dove abiti, a che numero, con chi vivi se vivi con qualcuno, come ti trattano lì dove sei.
Vorrei sapere se mai ti rivedrò ancora.
Vorrei mi dedicassi una di quelle canzoni d’amore che cantavamo assieme in macchina, tutte stonate ma ci piacevano tanto.
Vorrei mi dessi delle risposte che merito, vorrei smetterla di sentirmi sempre così sola e indifesa.
Vorrei finirla di cercarti negli occhi, nell’affetto degli altri, nella paura di non farcela.

Ma quante domande ancora non avranno risposta?
Quante notti ancora dovrò restare sveglia ad aspettare un cenno, qualcosa?
Ci sono vite destinate alla perdita, forse.
Voglio pensarla così.
Ci sono vite che si separano inevitabilmente, per sempre.
Prima te la regalano la vita e poi te la tolgono.
Ci sono vite destinate all’assenza, all’abbandono, alla solitudine, alla distanza, alla mancanza.

Anche quest’anno mi manchi.
Ho scartato il mio primo regalo: era solo un sogno.
Un bellissimo sogno e per un attimo eri qua.

Questo articolo Buon Natale, sì. Ma Buon Natale a chi? – Riflessioni di Dicembre è stato pubblicato per la prima volta da adminmoda su Blog di Moda.

Continue reading

5 punti del corpo su cui non hai mai spruzzato il profumo (ma dovresti provare a farlo)

zone-spruzzare-profumo

Sul collo, sui polsi, qualche volta spruzzandone una nuvoletta in aria e passandoci dentro… ne abbiamo sperimentati modi per applicare il profumo tentando di farlo durare di più, percepire di più agli altri (senza esagerare), ma ce ne sono alcuni “inediti” che vale la pena sperimentare.

1 All’interno del gomito. Se avete mai letto un libro sul profumo, saprete che sono le zone in cui si concentra maggiormente il flusso sanguigno i migliori su cui applicare il profumo, così i polsi, la clavicola ed il collo sono i preferiti, ma pochi si ricordano dell’interno del gomito. Prendete nota!

Leggi anche: 10 regole per scegliere il profumo giusto.

2 Dietro le ginocchia. Stesso principio di cui sopra, anche il retro delle ginocchia è un punto consigliatissimo su cui vaporizzare il profumo, naturalmente questo suggerimento è consigliato in estate, quando le gambe sono nude, per evitare che la fragranza venga assorbita immediatamente dai vestiti o li macchi.

3 Sui polpacci. Strano posto su cui applicare il profumo, ma a quanto pare se vaporizzate la vostra fragranza preferita sulla zona interna dei polpacci, questi durante il movimento, sfregandosi l’uno contro l’altro, scalderanno il profumo così da diffonderlo tutt’intorno. Anche le caviglie sono un punto consigliato!

A Parigi una donna non si sognerebbe mai di spruzzare il profumo su se stessa. Lei lo spruzzerebbe nell’aria… e lo attraverserebbe. The danish girl

4 Sulle orecchie. Nella zona alta in particolare, in questo modo sarà piacevole per voi percepire maggiormente il profumo e più facile che chi vi saluta, abbraccia e sta vicino, lo senta. È consigliato idratare bene questa zona prima di applicare il profumo, perché essendo qui la pelle molto sottile potrebbe seccarsi a causa del profumo.

5 L’ombelico. Altro punto strategico ma al tempo stesso impensabile per molti, consigliato soprattutto se indossate crop top.
Continue reading

Natale, idee di regalo per lei

regali di natale

L’anno scorso vi avevo consigliato una card di Zara. Veloce, senza tanti impicci e giri per ricercare il regalo giusto e di sicuro apprezzato da lei in vista del Capodanno e soprattutto dei saldi. Quest’anno, però, voglio darvi un altro ventaglio di idee, tutte legate alla bellezza. Ricordatevi una cosa: per una donna i capelli sono santi. Perciò, prima di tutto vi ricordo: sempre notare il nuovo colore o taglio di lei e ricordarle di dirle ogni giorno che è bellissima. Poi farle trovare sotto l’albero un regalo per farvi vedere che ascoltate le sue paturnie sulla messa in piega, etc. etc.

In che modo? Una piastra per capelli potrebbe fare al caso vostro. L’ultima new entry per me è quella di BRAUN, Hair satin 7. L’ho provata e il risultato è impeccabile. La tecnologia IONTEC è stata progettata appositamente per restituire luminosità e benessere ai capelli durante lo styling. Garantisce morbidezza e lucentezza per un liscio perfetto. Insomma, la renderete felice. Potete giurarci.

Per le fissate, invece, per la pulizia della pelle, BRAUN FACE, la prima combinazione al mondo fra un epilatore e una spazzola di pulizia per il viso. Ho provato anche questo e permetterete a lei di sentirsi bella, più serena e di risparmiare qualcosina dall’estetista.

Il biglietto? Siccome sono buona vi suggerisco anche questo: “Per vederti sempre più bella”.
(Provate e i ringraziamenti dopo il 25 dicembre)

braun pelle

braun piastra satin hair 7

Il risultato usando la piastra di Braun:outfit inverno fashion blogger 1 Continue reading

Regali di Natale last minute, le idee beauty

colori-di-rossetti-770x470

Ci sono le luci, gli addobbi, l’aria che è come se stesse per nevicare da un momento all’altro o meglio così ci piace pensare. Le persone che sembrano più buone (ma solo sembrano). I film e le canzoni di Natale alla radio che canticchiamo con la solita allegria di ogni anno. “All I want for christmas is you…”. E tra tutte le certezze che troveremo un regalo beauty sotto l’albero tutto da scartare.

Siete ancora indecisi su cosa regalare?
Ecco qualche idea di regali di Natale last minute (ovviamente beauty):

  • Il regalo glam economico

La collezione limited edition di Kiko make up.
C’è proprio di tutto. Non manca nulla: dalla terra al fard, dagli ombretti fino al profumo. Poi i rossetti e i pennelli. C’è solo l’imbarazzo della scelta, in più il packaging originale e curato nei minimi dettagli è prezioso e d’effetto. E poi è un regalo unico: la collezione è limitata e creata solo per questo Natale. Che aspettare?
Il consiglio: lo scrub per le labbra alla ciliegia abbinato al gloss. Tutto da mangiare.

  • Grandi stilisti… beauty

Da Sephora la linea di Marc Jacobs è un perfetto regalo di Natale per le beauty addicted che non possono fare a meno delle grandi marche.
Il consiglio: la pallette di ombretti.

  • Il profumo: si o no?

E’ un regalo rischioso quanto mai soggettivo e personale. Se non conoscete bene la persona non rischiate e pensate a un altro pensiero. Quello che posso dire è che tra le fragranze che meglio rappresentano me, L’absolu di Narciso Rodriguez di cui già vi avevo pensato.
Il consiglio: solo se conoscete bene quella persona. Se no un buono in profumeria è cosa buona e giusta.

  • Le creme

Non si sbaglia mai o quasi. Perchè le creme sono davvero uno dei prodotti più amati dalle donne. Poco importa che siano per il corpo o il viso. Basta che siano profumate e dal flacone curioso e particolare da tenere anche come oggetto d’arredo per il bagno.
Il consiglio: prevenire è meglio che curare? Che ne dite di una crema anti age come quella di Olaz?

mac jacobs

L'ABSOLU NARCISO RODRIGUEZ

kiko natale 2015crema Continue reading

La classica scarpa Superga si reinventa per Natale

Il periodo invernale si contraddistingue sempre per il lancio di nuove collezioni, che diventano subito i nuovi punti sulla lista dei regali di Natale.
Questa volta è Superga che annuncia la collaborazione con la stilista Marta Ferri, che ha realizzato per il brand una capsule collection disponibile da fine novembre on-line e negli store selezionati.

La classica scarpa Superga si reinventa dunque per Natale. La stilista ha rivisitato il classico modello 2750 decidendo di realizzarlo con il tessuto d’arredamento Alpino-Tirolese.
Le scarpe hanno una fantasia ricamata a telaio con sciatori, camosci, chalet tipici dell’ambiente di montagna e sono disponibili in due colori, verde o rosso. I modelli sono caratterizzati da Foxing e battistrada marrone con back patch Marta Ferri, lacci in cotone e occhielli dorati. Fodera in micropile, sottopiede personalizzato e suola in gomma naturale vulcanizzata.

La tipica tappezzeria delle baite evoca subito l’atmosfera natalizia che è sicuramente il tema centrale della collezione. Marta Ferri ha mosso i primi passi nel mondo della moda proprio grazie all’utilizzo di tessuti d’arredo che ancora oggi contraddistinguono i suoi capi a livello globale. Da sempre la stilista serve un pubblico di nicchia e ogni abito che realizza è unico.
La novità del co-branding tra Superga e Marta Ferri è l’unicità di ogni scarpa. La fantasia creata, infatti, è data dalla disposizione del tessuto. La stilista ha realizzato accostamenti sempre diversi in modo che non vi siano due modelli uguali.

La classica scarpa Superga si reinventa per NataleLa classica scarpa Superga si reinventa per Natale

Questo articolo La classica scarpa Superga si reinventa per Natale (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Simona Dodero su Blog di Moda.

Continue reading