Zaino Gucci Soft GG Supreme

Uno zaino è un modello immancabile nel nostro parco borse, ormai il ritorno è compiuto e che si scelga una variante sportiva o una versione più ricercata, il diktat non si può ignorare. Anche Gucci si allinea al trend e propone il suo nuovo zainetto.

Ha spirito sporty e anima pop perché riprende un modello multitasche preso a prestito dalla montagna, lo declina in tela monogrammata con lussuose finiture in cuoio e poi lo ricopre quasi completamente di toppe ricamate e colorate che vanno da Paperino agli stickers da che un tempo si incollavano sui bauli da viaggio.

Lo zaino è grande, capiente, comodo ma anche lussuoso, ricercato e raffinatissimo nella scelta dei dettagli in cuoio per la chiusura con fibbie, i profili delle tasche, lo schienale e gli spallacci regolabili. Tutto è al tempo stesso lussuoso e pratico.

Sotto la patta superiore lo zaino si chiude con una stringa e gli interni sono in cotone con una ulteriore tasca per riporre al sicuro gli oggetti più piccoli. Il retro è leggermente imbottito, come gli spallacci, per garantire una vestibilità perfetta e comoda. Lo zaino ideale per i viaggiatori.

Continue reading

Fendi Wave Baguette in rafia

Onde, rafia, crochet e colori accesi sono elementi che subito ci fanno pensare ad una vacanza e la nuova Baguette Wave di Fendi è perfetta per l’estate. È completamente in rafia lavorata a uncinetto, sui toni naturali con accenti di colore vivo.

Il trend hippie chic che continua a dominare anche la prossima estate qui diventa anche lussuosissimo perché l’aria un po’ boho della borsa non ci fa rinunciare al tocco deluxe di tutti i dettagli e della manifattura italiana.

All’interno la borsa contiene una pochette in pelle mentre gli esterni sono tutti rivestiti in rafia intrecciata. Anche la tracolla è in pelle nera con ricami sui profili che ricordano le stesse onde prodotte dalle balze applicate sulla borsa.

Continue reading

Yves Saint Laurent, per l’autunno/inverno 2017-2018 la donna arriva dal futuro

Martedì 28 febbraio Yves Saint Laurent ha aperto il primo giorno di sfilate della Paris Fashion Week portando in passerella la collezione donna autunno/inverno 2017-2018

Yves Saint Laurent ha sfilato in passerella a Parigi martedì 28 febbraio, primo giorno della Paris Fashion Week. Dopo la conclusione della settimana della moda milanese, il mondo fashion si è spostato nella Ville Lumière. La maison di moda francese propone per la collezione prêt-à-porter Autunno/Inverno 2017-2018, tanta pelle e tanti look di una donna che sembra essere arrivata da un futuro lontano per mostrarci come ci si vestirà. Una moda strong, per una donna determinata e sicura di sé. Presenti anche look dal mood più sensuale con abiti, top e dettagli importanti che lasciano poco all’immaginazione. Lintera sfilata è un chiaro omaggio agli anni ’80 di Yves Saint Laurent rivisitati in chiave futuristica.

Yves Saint Laurent, per l'autunno/inverno 2017-2018 la donna arriva dal futuro

Anthony Vaccarello, il nuovo direttore creativo della maison, che ha debuttato con la collezione Primavera/Estate 2017 dopo un anno di collaborazione con Versus, ha proposto ben 105 look che riprendono in maniera chiara i simboli iconici dell’eredità di Monsieur Saint Laurent. “Ho voluto che questa collezione fosse come una rilettura, una reinterpretazione radicale di questo patrimonio“, ha raccontato Vaccarello. Le modelle hanno sfilato nel suggestivo cantiere in ristrutturazione dell’abbazia cistercense di Penthemont, sulla Rive Gauche della Senna, dove la griffe installerà il suo head quarter nel 2018; un autentico cantiere open space, chiara metafora lanciata dal designer: la griffe è under construction, in rinnovamento dei propri codici.

Yves Saint Laurent, per l'autunno/inverno 2017-2018 la donna arriva dal futuro

La sfilata si divide in due momenti; i look pensati per il daywear e i look più eleganti per la sera con protagonista assoluta la pelle rivisitata in diverse varianti. I dettagli sono enfatizzati e ricchissimi: morbide ruches giganti e taglio monoshoulder. Le proposte per il giorno sono decisamente easy ma super chic; jeans skinny e maglioni in stile anni ’80, cuissard in suedes con tacco a cono e abiti da cocktail con scollature e tagli asimmetrici in pelle, vinile, velluto e chiffon. In front row ad ammirare la collezione di Vaccarello: Eva Herzigova, Kate Moss, Jane Birkin, Catherine Deneuve, Charlotte Gainsbourg, Amber Valletta e Pierre Bergé, per più di vent’anni compagno e guida del grande stilista francese, oggi a capo della Fondazione Yves Saint Laurent.

Yves Saint Laurent, per l'autunno/inverno 2017-2018 la donna arriva dal futuro

Continue reading

Kiko Smart Colour, gli ombretti e le matite economici

Protagonista della recensione di oggi è la linea Kiko Smart Colour, la gamma che comprende le Eye Pencil e gli Eyeshadow venduti al prezzo di soli 2,50€. Con questa linea di prodotti makeup, Kiko Cosmetics ritorna alle origini proponendo dei prodotti in tante nuance e prezzi contenuti per permettere a tutti di sperimentare con i colori.

LEGGI ANCHE: Kiko Brush Experts, la nuova linea di pennelli makeup 

Ecco gli swatch e la nostra recensione delle nuance che abbiamo testato.

La n. 06 Marrone Granato Metallico ha un’ anima molto calda e ne risulta una tonalità particolare affine al marrone con finish quasi opaco. La n. 12 Verde Acquamarina Metallico è invece un color acquamarina dal finish satinato e luminoso. Con entrambe abbiamo riscontrato qualche difficoltà di utilizzo, soprattutto con quella turchese che non risulta perfettamente scrivente e serve sempre calcare un po’ la mano affinché si noti il suo colore. Quella viola/marrone fatica a scrivere sulla palpebra già truccata con ombretti mentre sulla rima inferiore dell’occhio risulta più funzionale.

Anche sfumarle non è semplice perchè il tratto tende a svanire al passaggio del pennello. La durata è medio/bassa. Se non si hanno problemi di lacrimazione o di palpebra oleosa, la matita riesce a resistere alcune ore, seppur perdendo la sua intensità. In caso contrario, il tratto è destinato a svanire velocemente, così come in caso di palpebre oleose.

Le Matite occhi della linea Smart Colour sono realizzate in legno con tappo in plastica squadrato. La particolare forma evita che le matite – poggiate su di un piano – rotolino a terra, spezzando la mina all’interno.
provati da Valentina

La colorazione 06 è Marrone Wangé Metallico è un marrone intenso e abbastanza freddo con leggere perlescenze; il finish non risulta particolarmente intenso e la satinatura tende a svanire se il prodotto viene sfumato, diventando pressoché opaco. 12 Sabbia Rosato Metallico è invece un colore più vivido e tridimensionale, un rame rosato molto luminoso.

Entrambi i colori testati sono caratterizzati da una buonissima pigmentazione e da una bella resa sulla palpebra: mentre la colorazione più chiara risulta già brillante da sola, l’ombretto numero 06 deve essere applicato al di sopra di una base cremosa affiché vengano esaltati i suoi riflessi. In caso contrario, soprattutto durante la sfumatura, il colore si appiattisce e si opacizza. La durata, con l’utilizzo di un primer, è soddisfacente seppur non impeccabile.

LEGGI ANCHE: Kiko Smart Fast Dry, i nuovi smalti in formato mini 

Il packaging è semplice e completamente il plastica; la parte inferiore che racchiude la cialda è nera, la parte superiore è completamente trasparente. Il packaging minimal fa sì che gli ombretti occupino pochissimo spazio, una caratteristica da non sottovalutare quando si è fuori casa; l’apertura può risultare però scomoda.

Sia gli ombretti che le matite della linea Kiko Smart Colour hanno un prezzo molto contenuto, parliamo di soli 2,50€ e una gamma di colori piuttosto variegata (32 nuance di ombretti e 16 nuance per le matite). I prodotti possono essere acquistati nei punti vendita o tramite lo shop online ufficiale.

The post Kiko Smart Colour, gli ombretti e le matite economici appeared first on MakeUpWorld Italia.

Continue reading

Hava di Proenza Schouler in rettile

La borsa Hava di Proenza Schouler ha raccolto l’eredità della cartella PS1, che resta comunque un grande classico della maison. Si sono adattate le forme del precedente trend a quelle decise dalla tendenza più recente e così la schoolbag si è trasformata in una tracollina media e dalla struttura rigida.

Questa borsa rispetta tutti i dettami della tendenza attuale, sia nelle dimensioni che nella forma, ma come ogni maison che si rispetti Proenza Schouler aggiunge la creatività che tutti conosciamo ed è un attimo: la tracolla più semplice si trasforma e diventa una chicca.

Così Hava tralascia la solita pelle liscia o martellata e opta per un rivestimento a dir poco sontuoso. È in rettile dai colori accesi che vanno dal rosso aranciato più squillante a lampi di blu vivo con inserti in toni più naturali, dal beige al nero.

L’hardware è argento e pur aggungendo un tocco di luce rimane discreto. D’altronde al chiasso pensa già il colore squillante della borsa che non ha bisogno di aggiungere altro per dichiarare il proprio carattere.

Continue reading