Le 5 regole di stile di Anna Wintour (FOTO)

Ognuno ha alcuni capisaldi che segue con costanza durante la sua vita o carriera. Ce ne sono alcuni che con il passare del tempo diventano delle vere e proprie regole (fashion). Stiamo parlando di quei capi o accessori a cui alcuni dei personaggi più celebri della moda non riescono a fare a meno. E questa volta è il turno di Anna Wintour, la direttrice di Vogue America nonché regina del mondo glamour.

Le Callasli: le scarpe firmate Manolo Blahnik, di mille colori, migliaia di paia, addirittura omaggiate come la scarpa perfetta. Questo modello di una delle maison di calzature più famose al mondo è il più amato da Mrs. Wintour che non manca mai dall’indossarlo. Elegante, chic e raffinata, è un vero e proprio passepartout.

Uno degli accessori che contraddistingue lo stile di madame Wintour (oltre al perenne occhiale da sole) è il collier di pietre preziose. Spesso colorate, la nostra amata direttrice ha dato vita a un vero e proprio revival del doppio giro di pietre: très chic!

lady-gaga

Ultima caduta di stile: la pelliccia. Da ambientalisti e amanti degli animali quali che siamo, noi di Blog di Moda non approviamo (ahimé!) questo capo d’abbigliamento. Ma si sa, a ognuno il suo!

mickey-mouse

 

Chiudiamo con il sorriso e con l’ultimo punto del vademecum personale di Anna Wintour: il tubino. Con il fisico che si ritrova, di certo non ha problemi a indossare uno dei capi più raffinati della storia della moda. Asciutto, lineare e semplice sono le caratteristiche che lo rendono uno degli abiti più eleganti in assoluto, ma diciamoci la verità, indosso alla direttrice di Vogue America ha tutto un altro charme.

aguilera

I segreti di stile di Anna Wintour non sono più un mistero. Ricordate però che per anche solo lontanamente imitarla serve solo una cosa: il suo eccezionale buon gusto.

Elle Fanning

Questo articolo Le 5 regole di stile di Anna Wintour (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Beatrice Bassani su Blog di Moda.

Continue reading

Fashion blogger e it-girl al mare (FOTO)

Dopo un lungo anno trascorso tra le fashion week del mondo, i party e le sfilate più esclusive dell’alta moda, ecco che le fashion blogger e le it-girl del mondo della moda si spostano al mare, in alcune delle mete più paradisiache del mondo. L’essere in vacanza non vuol dire rinunciare allo stile, bensì sfoggiare al massimo alcune tendenze della moda mare, tanto da diventare dei must indiscussi.

E proprio in questo scenario vacanziero le it-girl mettono in mostra i loro fisici perfettamente allenati e scolpiti, continuando il loro lavoro di ‘icone’ anche in acqua. L’indossare costumi da bagno di un determinato brand permette l’incremento di introiti da parte dell’azienda stessa e, ovviamente, l’incremento della visibilità del personaggio che li sta indossando. Infatti la sorellina della potente Chiara Ferragni, Valentina Ferragni, quest’anno per la sua prima volta ha lanciato la sua linea di bikini nata dall’unione della filosofia italiana del beachwear di ‘BIKINI milanomarittima’ e l’espressione delle idee di stile della influencer stessa Valentina Ferragni. Lo stile boho chic e lo stile etnico incontrano il panorama del beachwear in una capsule collection moderna per l’estate 2015. Entrambe le sorelle Ferragni per i loro look da spiaggia non rinunciano alla continua pubblicità di se stesse indossando questi bikini dalla mutandina a brasiliana e dal regiseno a fascia o triangolino.

Altra icona socialmente attiva, postando in media dieci foto al giorno sui social delle sue fantastiche mete vacanziere, è Belen Rodriguez, che dà sfoggio al suo fisico scolpito indossando dei bikini striminziti. Così, quest’estate, ha creato la sua prima linea di costumi da bagno assieme alla sua, altrettanto famosa, sorellina Cecilia Rodriguez.
‘Me Fui’(che tradotto significa “me ne sono andata”) è il nome della collezione bikini Belen Rodriguez, composta da una serie di modelli con stampe e colori etnici di diverse fantasie da abbinare e combinare tra loro. Per ogni fantasia troviamo diversi modelli sia di slip che di reggiseni, dalla semplice fascia, alla spallina più sostenuta per i seni abbondanti, fino al classico bikini; mentre tra gli slip troviamo quelli con il classico laccetto regolabile, con una fascia laterale più larga e con la doppia stringa.

E non poteva mancare una delle prime fashion blogger italiane che ha introdotto una sua intera linea di costumi, Chiara Biasi, che grazie alla sua inventiva e al grande stile è riuscita a sfondare con ‘Bikini Lovers‘, una linea creata con la collaborazione della Biasi, non solo come designer, ma anche come testimonial. Bikini Lovers è un marchio giovane italiano che realizza solo costumi due pezzi con reggiseno a fascia, fascia balconcino, triangolo e triangolo ad incrocio da abbinare a slip classici e a slip brasiliana, veramente molto ridotti in fatto di misure. Anche stavolta, costumi adatti solo per i fisici più palestrati e ben definiti.

 

Continue reading

Camminare sui tacchi in 5 mosse (FOTO)

Non c’è legge che imponga alle donne di indossarli. Eppure i tacchi sono la forma geometrica della sensualità e dell’essere femminili: “I tacchi alti fanno diventare una donna il 25% più dominante, il 50% più sicura di se stessa e il 100% più sexy”, diceva Marilyn Monroe. Ma siamo davvero sicure di saperci camminare? Perché il tacco è un’arma a doppio taglio. Vero è che fa sembrare la gamba di ogni donna più slanciata e più affusolata. Ma è vero anche che se la scarpa è scomoda, che se i piedi supplicano pietà e che se sembra che si faccia fatica a stare in equilibrio, allora il tacco può peggiorare solo la situazione facendo sembrare anche le donne più belle dei pesci fuor d’acqua: a quel punto meglio indossare tacchi più bassi o sandali flat. Ecco, però, qualche consiglio utile per indossare sui tacchi in moda da non apparire come se si camminasse sulle uova.
danieletucci.com

danieletucci.com

Scegliere i tacchi giusti è fondamentale. Tutti sono splendidi, ma non tutti sono uguali come abbiamo visto poche righe fa e risultano scomodi sin da quando li indossiamo. La scarpa non dovrebbe essere stretta né dare fastidio mentre si cammina. Se le dita assumono una posizione scomoda sin da quando si calzano le scarpe, la sensazione peggiorerà dopo diverse ore di pressione.

starbene.it

starbene.it

Se si ha un po’ di tempo prima di uscire fare stretching prima di calzare le scarpe con il tacco a spillo può aiutare. Ciò dà alle gambe la possibilità di allungarsi e di riscaldarsi prima che le calzature mettano alla prova i muscoli del piede.

wikihow.com

wikihow.com

Fare piccoli passi, come da bambine quando indossavamo per diletto le scarpe di nostra madre o di nostra nonna, è estremamente importante per un andatura naturale e fluida. Calibrare la camminata ci farà acquisire molta più sicurezza. Se non si ha alcuna familiarità con questo tipo di scarpa, conviene provare con i tacchi più bassi prima di arrivare a quelli a spillo. Continue reading

I look più tenebrosi lanciati in passerella (FOTO)

La moda non è tutta rose e fiori, anzi, molti stilisti racchiudono un’anima gotica e la sprigionano ogni qual volta disegnano un capo. Sin dagli anni 1980 le passerelle, grazie alla musica incalzante e ai passi incandescenti delle modelle che indossavano abiti paurosi e lugubri, emettevano un’atmosfera cupa e misteriosa. Da qui ecco tutti i look più tenebrosi della storia creati da Yohji Yamamoto fino a Givenchy.

Yohji Yamamoto

credit photo: yoji yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto

Negli anni 1980 il gotico ha trovato il suo focus nel post-punk e Yohji Yamamoto, stilista giapponese, con le sue creazioni asimmetriche dalle sfumature nipponiche ha inondato il Den-En Colosseum di Tokyo con 180 look. Abiti drappeggiati dai colori accesi e non segnano il ponte tra Oriente e Occidente, donando alle giapponesi d’altri tempi un tocco punk grazie agli anfibi total black.

Riccardo Tisci ha fatto centro con la sua ultima collezione autunno/inverno 2015. Modelle dallo stile vittoriano hanno attraversato il set con disinvoltura e sicurezza, il dettaglio? Il septum piercing e i bijoux che hanno reso i volti delle giovani donne unici e un po’ macabri. Corsetti in lattice dalle forme di ragnatela, stiletti in velluto color cammello, bordeaux e nero, abiti merlettati da charleston moderna e tanto altro hanno segnato nel vero senso della parola la settimana della moda parigina.

Questo articolo I look più tenebrosi lanciati in passerella (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Marica Bartoli su Blog di Moda.

Continue reading

Estate 2015, voglia di libertà

cappelli di paglia street style

Tutto è concesso. E’ questione di istinto, geometrie, di conoscenza. Perché sì, saper abbinare i colori, ma anche le stoffe e trovare il giusto equilibrio è anche questione di cultura e di sincerità. Quella sincerità di fronte a uno specchio, il migliore amico di ogni donna che non mente mai, che ti porta a scegliere di scartare quella longuette anni ’70 per una in stile Woodstock.Se vi state chiedendo come vestirvi nell’estate 2015 e cosa acquistare obbligatoriamente per i saldi, la regola è solo una: essere se stesse. Perché l’eleganza in questa stagione si traduce in una parola, libertà.

1) Hippy ma chic
Come Talitha Getty, icona dello stile bohemien-chic. E’ lei la vera espressione dell’anima hippy ricercata ed elegante. Abiti lunghi, floreali e dalle tonalità pastello come quelli visti alle sfilate SS 2015 come il vestito rosa cipria di Alberta Ferretti o quello variopinto dai motivi geometrici di Etro.

2) Elegante… con una tuta
Avete capito bene: la tuta. Negli ultimi anni l’indumento per eccellenza del lavoro, del mondo industriale, è protagonista delle passerelle. Tutti gli stilisti cedono alla tentazione di stravolgere i canoni di bellezza, esaltando la femminilità della donna con una tuta. Come Pucci, Dior e Ralph Lauren che, in maniera molto diversa, riescono nell’intento.

3) Patchwork denim
Ritorno sulle passerelle del jeans. Anticonformista e contro tutte le convenzioni, il denim stravolge ancora una volta le regole. Patchwork e più tessuti in jeans compongono vestiti, una sorta di nuova era. Le brave ragazze indossano il denim come vogliono Gucci, Burberry e Tommy Hilfiger.

4) Uno stile “sulle punte”
Chi non ha mai sognato almeno una volta di essere una ballerina o meglio di indossare uno degli abiti di scena delicati e ricercati? E gli stilisti accontentano i nostri desideri. Siete pronte a vestire i tutù come vogliono Darren Aronofsky, Giorgio Armani e Valentino?
5) Piume
Dive nella notte con le piume che diventano il dettaglio irrinunciabile per le notti d’estate. Ispirati alle collezioni di Fendi, Balenciaga e Proenza.
6) Pois
Dalla Cecoslovacchia, poi in Europa per raggiunge l’America. Il polka dot pattern torna dopo anni a rendere più frizzanti e glam le nostre giornate. Neanche a dirlo: tessuto bianco e pois neri. Copia gli abiti di Marc by Marc, Dolce&Gabbana e Junya Watanabe.
7) Pop Art da indossare
Combinazioni di colore, motive circolari, righe che ricordano le opere dei grandi artisti della pop art, Piet Mondrian e Sonia Delaunay. Ci si trasforma in opere d’arte con le collezioni di Dries Van Noten, Loewe e Watanabe.

8) Romantica con il pizzo
Una eroina bon-ton è la donna di questa estate. Eterea e candida con il pizzo bianco e i giochi di trasparenze proposti in passerella da Valentino, Louis Vuitton e Chloé.
N.B. Se volete essere davvero glam, per questa estate, osate con voi stesse, date sfogo alla vostra personalità, senza seguire le tendenze che non vi convincono ma dando retta solo l’istinto. E ricordatevi: a volte, per essere alla moda, è necessario essere assolutamente fuori moda.

coffee-791438_1280 work-791218_1280

L’articolo Estate 2015, voglia di libertà sembra essere il primo su Glamour Marmalade.