Urban Decay Nocturnal Collection

È un’edizione limitatissima e già questo procura immediata acquolina in bocca a tutte le amanti delle palette di Urban Decay. Si chiama Nocturnal Collection e comprende una Shadow Box di ombretti e una serie di rossetti della serie Vice in nuovi colori speciali.

La palette è composta da 12 cialde di ombretto compatto, 8 delle quali appartengono alle collezioni continuative mentre le altre 4 sono tonalità esclusive disponibili solo in altre palette del passato. Il range di colori va dai classici e versatili neutri fino alle tonalità più eleganti del grigio, del nero, del burgundy.

Le finiture sono varie, da quelle opache a quelle shimmer passando anche per qualche accento apertamente glitter e alcuni duotone dall’effetto molto interessante e sfaccettato. Nella confezione c’è anche un doppio pennello per applicare e sfumare il trucco sugli occhi.

Con o senza il rossetto abbinato, il look potrebbe dirsi già completo con la sola palette, studiata per offrire la possibilità di creare sia trucchi da giorno che make-up serali, anzi notturni visto il nome della collezione.

Ma il rossetto c’è: appartiene alla fortunata serie Vice con formula cremosa e viene proposto in nuovi colori, due neutri e due scuri. Si chiamano Fireball, un pesca metallico; Lawbreaker, un marrone medio con finish sheer; Nonsense, un rosa opaco; Backstab, un porpora intenso.

Continue reading

Non solo musica ma anche moda sotto i riflettori di Sanremo 2017

Si chiama Sanremo Fashion Award, il primo Premio Moda che, ideato e organizzato dalla pugliese Carmen Martorana Eventi, con il patrocinio della Camera della Moda Italia e in collaborazione con FestivalNews – il quotidiano ufficiale del Festival di Sanremo fondato e diretto da Ilio Masprone -, si è svolto in occasione del 67° Festival della Canzone Italiana.


L’iniziativa, che si è tenuta durante i giorni della kermesse canora, ha visto come protagonisti principali l’eleganza e lo charme che, sullo sfondo dei lussuosi yacht di Porto Sole, sono stati ospiti della trasmissione CiaoSanremo in onda su CANALE Italia/Sky condotta dal giornalista Ilio Masprone.

L’evento è continuato con shooting e defilè estemporanei nei luoghi più suggestivi della città dei fiori – tra cui la scalinata del Casinò di Sanremo, il più antico d’Italia – che hanno catalizzato l’attenzione di tutti i presenti che hanno applaudito e fotografato le bellezze mediterranee. Le giovani modelle e la vincitrice Top Fashion Model 2016, Ilaria Petruccelli, hanno indossato gli abiti della nuova collezione Capsule Red – dai tratti passionali e sensuali con un finale dorato – firmati da Maria Pia Eramo, i capi romantici della talentuosa stilista Arianna Laterza – entrambe le stiliste sono iscritte alla Camera della Moda Italia -, e gli abiti eleganti di alta moda del testimonial Roberto Guarducci, stilista che ha lavorato per oltre un ventennio nella maison Fendi. I servizi fotografici e video sono stati curati da Max Arcano, Vito Donadei e Antonio Conte.

A chiudere con successo la tre-giorni, è stata la partecipazione delle modelle della Carmen Martorana Eventi al programma Uno Mattina in Famiglia – Speciale Sanremo di Gianni Ippoliti in diretta dal red carpet del Teatro Ariston su Rai Uno.

Il trucco è stato curato da Marina De Iudicibus – che fa del make-up una professione creativa e artistica -, e l’hair style da Gaetano Tomeo che, mescolando artigianalità e arte, riesce a donare classe e personalità a ogni sua acconciatura.

A breve sarà annunciato il nome dello stilista vincitore del Premio Moda Città di Sanremo a cui sarà consegnata una Crociera Costa e l’invito a partecipare come ospite alla seconda edizione del format Moda Top Fashion Cruise 2017, ideato dalla Carmen Martorana Eventi. Inoltre, sarà nominata la modella Sanremo Top Fashion Model che potrà accedere di diritto alla finale di Top Fashion Model consentendole inserimenti in manifestazioni nazionali di moda.

«Sono orgogliosa e soddisfatta – commenta Carmen Martorana, ideatrice e organizzatrice di Sanremo Fashion Award, titolare della Carmen Martorana Eventi e Presidente della Camera della Moda Italia – di aver portato in passerella a Sanremo un evento ideato e organizzato interamente dalla mia agenzia. È stata un’importante opportunità che ha consentito di mettere in vetrina e valorizzare a livello nazionale l’eleganza, il fascino e la moda durante la gara canora più importante d’Italia. Arrivederci al prossimo anno!»


La Carmen Martorana Eventi ringrazia Profumeria Antica Crabtree Evelyn di Bari.

Questo articolo Non solo musica ma anche moda sotto i riflettori di Sanremo 2017 è stato pubblicato per la prima volta da adminmoda su Blog di Moda.

Continue reading

Magliette personalizzate: dove stampare t-shirt

Hai bisogno di creare magliette personalizzate? Magari inserendo il tuo logo? Nessun problema! Abbiamo la soluzione  a ciò che stai cercando: la risposta per magliette e polo personalizzate è Sili, azienda leader nel settore nella personalizzazione di articoli pubblicitari.

Dove personalizzare magliette a Milano

T-shirt classiche 100% cotone di (140gr.) le T-shirt Europe in 100% cotone (160gr.) o le famose Fruit of the Loom o B&C. A voi la scelta anche per quanto riguarda il collo, il peso e la forma. Creare magliette personalizzate a Milano sarà più semplice di quanto si possa pensare. E’ possibile stampare magliette anche a maniche lunghe e t-shirt sia per uomo che per donna.

magliette personalizzate milano

Centinaia di combinazioni colore per le tue magliette personalizzate

T-shirt personalizzate: una strategia vincente per la tua azienda

Le t-shirt personalizzate sono la soluzione migliore per aziende e privati che vogliono offrire al proprio brand una visibilità strategica. SILI offre stampe di massima qualità su magliette customizzate, grazie ad una esperienza di oltre 30 anni nel settore pubblicitario, con un contatto immediato con il cliente, per fornire un riscontro veloce a qualsiasi richiesta. SILI è la soluzione ideale per stampare magliette personalizzate in serie. Per stampare magliette personalizzate a Milano, il cliente potrà toccare con mano e ritirare direttamente in sede l’ordine richiesto

Come stampare magliette personalizzate

Per il design e l’idea creativa delle tue magliette personalizzate, SILI offre assistenza e consulenza, tutti i più piccoli dettagli del progetto, dal formato dell’immagine più consigliato per avere magliette con scritte, slogan e loghi aziendali di ottima fattura.

Magliette personalizzate per feste, addio al celibato o feste di nubilato

Magliette personalizzate anche in piccole quantità per l’addio al nubilato o al celibato. T-shirt divertenti per dare un tocco speciale a qualsiasi festa, dai compleanni alle feste tra amici. SILI ha la soluzione migliore, garantendo anche la possibilità di consegnare il vostro ordine direttamente a domicilio, nell’area di Milano a titolo gratuito in base al quantitativo.

Continue reading

Make Up For Ever prodotti Artist per labbra rosse e sensuali

Un solo colore per diversi finish. Make Up For Ever ha scelto il rosso, il colore sensuale per eccellenza per la sua linea di prodotti labbra Artist composta da una tinta laccata, un balsamo colorato e un matitone opaco.

A seconda del risultato e dall’intensità del colore che volete ottenere, potrete scegliere il rossetto che fa per voi.

Artist Acrylip è un rossetto liquido e lucido: contenuto in un flacone che ricorda i tubetti di colore dei pittori, si stende con l’applicatore tipico dei gloss o delle tinte.

artist

La nuance n. 942 Deadly Raspberry è un rosso cremisi che riflette la luce facendo sembrare le labbra quasi “scolpite”. La texture è molto liquida, per questo si fissa con difficoltà e tende sin da subito ad insinuarsi nelle pieghette del contorno labbra.

artist

Prezzo al pubblico: €24,60

LEGGI ANCHE: I 10 comandamenti del rossetto

Artist Lip Balm racchiude in un solo prodotto il comfort di un balsamo labbra e la lucentezza di un gloss. L’applicazione, data la texture morbida e scorrevole e il formato matitone, è estremamente facile e veloce.

artist

Il colore non è immediatamente coprente ma si possono stratificare diverse passate senza provocare sbavature, non è un rossetto a lunghissima tenuta ma il colore – il n. 940 Vibrating Crimson, un rosso fragola – resiste abbastanza bene se non lo si sottopone alla “prova” dei pasti.

artist

Prezzo al pubblico: €23,49

Infine, Artist Lip Blush ha lo stesso formato matitone del Lip Balm ma il prodotto al suo interno è completamente diverso: si tratta di  un rossetto opaco che lascia le labbra vellutate vestendole di un colore puro e omogeneo.

artist

In questo caso, dato il finish, la stesura risulta meno scorrevole e il prodotto non così confortevole, tuttavia la pigmentazione è molto elevata e la durata molto alta. La nuance . 941 Dangerous carmine è un rosso che dà sull’aranciato, senza dubbio il più caldo tra i tre.

artist

Prezzo al pubblico: €23,49

 

Continue reading

Sanremo 2017 la pagella dei look

La 67esima edizione del Festival della canzone italiana è cominciata con i primi undici big e dunque undici canzoni, ma soprattutto undici look (esclusi ospiti e i padroni di casa Maria De Filippi e la valletta di colore che parla bene l’italiano Carlo Conti) che adesso passerò ai voti.

MARIA DE FILIPPI: Vestire Queen Mary non è una cosa facile, lei è indiscutibilmente brava, poichè penso sia la Miuccia Prada della della televisione italiana, ma al contrario della Signora, cammina come uno scaricatore di porto e quasi sempre è impalata. Riccardo Tisci con i suoi abiti disegnati per Givenchy  è riuscito però, almeno per la prima serata a regalarle grazia ed eleganza sia con il lungo nero che con il corto bianco che vista l’ora in cui l’ha indossato pareva la veste per andare a dormire. Voto 7

Carlo Conti: Per quanto mi riguarda è lui la valletta di questa edizione, ad un certo punto aveva in mano due microfoni che manco quando presentò Eva Herzigova si sono viste scene simili. Anyway il look, devo scoprire ancora la nuance del fondo tinta/terra indiana che usa e poi fare uno speciale, non era malvagissimo ma lo stylist dovrebbe sapere che in tv il velluto nero pareva viola, dunque stava bene ma non benissimo. Voto 6

Giusy Ferreri: La cantante di origini siciliane è la dimostrazione del fatto che se sai cantare non puoi anche avere buon gusto. Il semi-tuxedo, dicono le mie fonti, l’ha comprato lei da Philipp Plein e il fatto che dal press office del chiamiamolo stilista perchè altrimenti si offende non rivendichino la dice lunga su tutto. Voto 3

Fabrizio Moro: Lui ha sempre avuto l’aria da ragazzo di periferia un pò trasandato, ma stavolta ha forse esagerato: il completo semilucido andava prima ripreso sartorialmente (le arricciature sui pantaloni non mi hanno fatto ascoltare bene la canzone) e poi stirato. In più, Fabrizio caro pettinati. Voto 5

Raoul Bova: L’Italia è il paese dove se una volta eri sex symbol allora lo sarai per sempre. Raoul Bova si ok è un bel Dilf ma sono certo che c’erano degli abiti Giorgio Armani migliori. Voto 7 (Solo perchè ho fissa nella testa l’immagine di lui che esce dall’acqua nel film “piccolo grande amore”)

Raoul Bova veste Giorgio Armani

Raoul Bova veste Giorgio Armani (Photo by Venturelli/Getty Images)

Elodie: L’abito è di Etro e l’idea delle stampe per evitare il total black ad un certo punto ha pure funzionato, ma l’orecchino a cerchio con le borchie indossato da solo, mi ha ricordato alcune mie compagne del liceo di cui non ho grande piacere, per non parlare degli anelli troppo grossi. Voto 5+

Lodovica Comello: Stonata come la Lecciso o forse un po’ di più, a salvarla l’abito firmato Vivetta, forse uno dei più belli visti ieri sera. Voto 8

Lodovica Comello veste Vivetta

Lodovica Comello veste Vivetta

Fiorella Mannoia: in Antonio Grimaldi (chi è?) L’ho trovata essenziale, chic, pulita, femminile e assolutamente moderna, e giusto per citarla: “che sia benedetta” Voto 9

Alessio Bernabei: Errore n.1: perchè non ha messo i calzini? Errore n.2: Perchè ha messo quelle scarpe così lucide? Errore n.3: la giacca sembra nata dalla collaborazione di qualche stilista con l’Amsa. (si quelli dell’immondizia). Voto N.C.

Tiziano Ferro: In classico Dolce&Gabbana per andare sul sicuro. Voto 7

Carmen Consoli: L’abito di Philosophy by Lorenzo Serafini non l’ho capito molto bene, troppe citazioni per un pezzo solo però le stava d’incanto, un po’ meno il trucco. Voto 7++

Al Bano: Lui piuttosto cambia moglie ma mai il vestito. Voto 3-

Samuel: I revers bianchi fanno tanto cameriere di lusso russo, il jeans probabilmente comprato da Piazza Italia puoi indossarlo ovunque ma non a Sanremo. Anonimo più della canzone Voto 3

Paola Cortellesi: Mi è piaciuto tantissimo il rossetto, credo il 404 Marzo di Armani, più che il vestito. Ma a Paola sta bene un po’ tutto. Super chic. Voto 8+

Paola Cortellesi veste Giorgio Armani

Paola Cortellesi veste Giorgio Armani

Ron: I capelli della Mannoia e gli occhiali di Malgioglio fanno pensare al peggio, ma invece il verde petrolio non è sbagliato. Voto 5+

Clementino: Marcelo Burlon è insignificante un po’come le canzoni di quelli che veste, ma per Clementino il look è giusto, anche se un pelino didascalico. Voto 5

Ricky Martin: Non lo so, è vestito così dal 1996 e nonostante basta che muove il bacino e tutti collassiamo, io non dimentico che vorrei vederlo con abiti nuovi. Voto 5+

Ermal Meta: Tra gli uomini in gara ieri è stato il migliore vestito bene, o meno peggio, Look chiaro, semplice ma con stile. Ho adorato le maniche tirate su e le spille sul revers e la canzone. Voto 8

Diletta Leotta: Penso che Alberta Ferretti ultimamente stia avendo una crisi stilistica, l’abito che ha indossato la “giornalista” ieri sera è discutibilissimo, per non dire orrendo, peggio di quelli che sta facendo indossare alla Marcuzzi all’Isola dei famosi. Ok, l’ho detto. Voto 5

Rocio Munoz Morales: L’abito superbo di Francesco Scognamiglio ha oscurato un po’ tutti quelli visti ieri sera, peccato per le “antenne”. Lei bellissima. Voto 7++

Continue reading