Speciale Matrimonio: l’abito dello sposo

Il giorno più bello prevede, generalmente, che tutti gli occhi siano puntati specialmente sull’abito bianco indossato dalla sposa. Molto spesso infatti, invitati, parenti, amici, conoscenti sono pronti a commentare le scelte effettuate dalla protagonista indiscussa della giornata; tendono però quasi a dimenticare che anche lo sposo, prima di indossare il suo abito, è passato attraverso un angosciante percorso intriso di scelte e indecisioni che talvolta sembrano dover riguardare solo la sua dolce metà, invece non è proprio così.

Come scegliere l’abito per un uomo che deve sposarsi

Qual è l’abito più adatto ad accompagnare il futuro marito all’affermazione del fatidico si?
La scelta dell’abito del futuro sposo molto spesso dipende direttamente dallo stile adottato dalla sposa nell’accurata selezione del suo outfit, nonché dall’atmosfera che si vuol far respirare il giorno delle nozze. Molto spesso, infatti, non saranno coordinati solo gli abiti dei futuri coniugi ma anche le decorazioni, gli addobbi floreali; particolari che saranno curati con dovizia e precisione.
Per non andare contro le più comuni regole previste dal galateo e non incappare in scelte di dubbia estetica, è sempre preferibile iniziare a raccogliere informazioni e a chiedere aiuto e consigli a esperti del settore, sicuramente molto più preparati in materia rispetto al futuro sposo.

La scelta del giusto abito da sposo è importante quanto quella dell’abito della sposa, anche se, apparentemente, può sembrare più semplice.

In realtà vi sono molti fattori che concorrono alla selezione dell’abito perfetto a seconda delle diverse circostanze, stagioni e location.

Spesso vengono celebrate nozze assolutamente formali in cui, abiti da sposo eccessivamente lucidi o stravaganti, possono rischiare di rivelarsi un pugno in un occhio e di non integrarsi con lo stile scelto e rispettato dalla sposa. Ma il rischio di indossare un abito fuori luogo vi è anche in senso opposto, presentandosi esageratamente classici in un contesto decisamente più allegro e scanzonato, con uno stile molto più giovane e fresco.
Ma vediamo subito quali sono gli abiti da sposo più adatti per ciascuna stagione, che accontentino le diverse tendenze proposte e dettate dalla moda.

Per rasentare la perfezione durante le nozze, lo sposo dovrà disarmare invitati e futura sposa con un outfit impeccabile adeguato al fatidico giorno.

Le tipologie di abiti da poter scegliere…

Se il matrimonio è al mattino, il tight sarà perfetto per una cerimonia decisamente formale, che si concluderà al massimo alle ore 18. Il galateo prevede che se lo sposo si presenta in tight, il padre dello sposo, il padre della sposa, i testimoni e i fratelli degli sposi indosseranno a loro volta il tight.
Nella sua versione classica, il tight è dotato di giacca in fresco di lana a code larghe di colore nero o grigio scuro, da indossare rigorosamente abbottonata, su pantaloni a righe nere e grigie e con camicia dai polsini doppi e dal collo molto rigido. La cravatta va abbinata rigorosamente grigia e va fermata con uno spillo impreziosito da una perla. Inoltre vanno abbinate delle scarpe nere stringate, cappello a forma cilindrica e guanti scamosciati grigi. Nella versione corta, il tight, il tight è composto anche da un gilet di colore grigio chiaro di tessuto leggero.

Se il clima della cerimonia è informale ma non troppo, si può indossare il mezzo tight, la cui giacca è senza coda e con possibilità di scelta tra plastron o cravatta semplice, ideale anch’esso per cerimonie che si concludono entro le ore 18, ma dal tono più rilassato rispetto alla formale pura.

Pur non essendo un abito prettamente da sposo, oggi va molto di moda indossare lo Smoking il giorno delle proprie nozze, specialmente nelle cerimonie celebrate di sera e, soprattutto, che prevedono soltanto il rito civile.

Il frac, invece, è l’abito elegante per eccellenza, adatto principalmente a matrimoni veramente di alto rango, come, ad esempio, i matrimoni regali. Il colore di questo abito è assolutamente nero e la giacca, elemento distintivo del Frac, rimane piuttosto corta nella parte anteriore ed è dotata di due code nella parte posteriore, che richiamano la coda delle rondini. I pantaloni non presentano risvolti e sono di colore nero, mentre la camicia è sempre bianca e deve essere sempre indossata con il panciotto e il papillon coordinati, anch’essi bianchi e le scarpe di vernice.

Se questi abiti risultano essere per molti sposi eccessivamente particolari, una scelta corretta è quella di indossare gli abiti classici da uomo, che consentono di essere sfruttati anche dopo le nozze, in altre occasioni o cerimonie. Tra questi, sicuramente l’ideale per l’inverno è nella colorazione grigia, possibilmente Fumo di Londra, indossato con una camicia bianca con gemelli ai polsini, con cravatta sobria e fazzoletto al taschino della giacca, e scarpe stringate. Questo outfit incarna perfettamente l’importanza dell’evento, unendo al taglio classico ed elegante, un aspetto più soft, non eccessivamente rigoroso e formale.
Se il matrimonio si celebra nei mesi primaverili o estivi, la scelta migliore cade sull’abito classico blu in tessuto classico, come il gabardine, o in tessuto meno consueto, come ad esempio il raso di seta, lo shantung o il lino pettinato.

L’abito bianco è perfetto se le nozze si celebrano in spiaggia, e sarà simbolo di un look informale, adatto alla circostanza. In questo caso sono assolutamente da evitare le scarpe sia per lo sposo che per la sposa.
I matrimoni celebrati all’aperto lasciano ampio spazio di scelta anche per gli abiti pastello, perfetti in parchi, giardini fioriti, boschi o piscine immerse nel verde. I colori più gettonati vanno dal rosa all’acquamarina.

I giovanissimi tendono a scegliere sempre più frequentemente lo spezzato, che consente un’ampia possibilità di combinazioni tra giacca, pantalone, camicia e accessori. Ad ogni modo, qualunque sia la scelta dello sposo circa l’abito da indossare il giorno delle sue nozze, l’essenziale è che lo faccia sentire a suo agio e rappresenti il suo modo di essere.

Continue reading

Emily Ratajkowski in Italia, vacanze in Liguria tra sole, mare e selfie

Terminato l’impegno lavorativo con le riprese sul set di Welcome home, Emily Ratajkowski (26 anni compiuti lo scorso sei giugno) non perde occasione per rilassarsi e godersi il mare italiano, mostrandosi in tutta la sua bellezza tra un selfie e l’altro.

Vacanze in Liguria nelle Cinqueterre per la bella top model, avvistata a passaggio tra le vie di Manarola e Vernazza. Dopo la fine delle riprese in Toscana, Emily coglie l’occasione per godersi un po’ di relax nel mare della Liguria. Non mancano ovviamente scatti sul suo profilo Instagram a testimoniare la presenza della modella nel Bel Paese: a passeggio tra i vicoli di Vernazza, in bikini sulla barca oppure in lingerie mentre stende i panni ad asciugare. Corpo mozzafiato e una buona dose di sensualità fanno di Emily una vera hit girl.

Buongiorno 👋🏽

A post shared by Emily Ratajkowski (@emrata) on

Attrice modella e femminista convinta, con oltre 13,6 milioni di followers su Instagram e circa 6 milioni di seguaci su Facebook, la modella, nata a Londra ma cresciuta in California, ama trascorrere le vacanze in Italia, come aveva dichiarato già un paio di anni fa alla rivista Vogue. Quest’anno lo fa in compagnia del fidanzato Jeff Magid, produttore discografico e musicista, con la quale fa coppia dal 2014.

Ed è proprio grazie ai social che la modella si è fatta conoscere in Italia. Come dimenticare il fenomeno virale legato all’hashtag #escile? Una pioggia di commenti sulla pagina Facebook della Ratajkowsky la invitavano a mostrare il seno e lei non ha voluto deludere i suoi fans. Fenomeno mediatico tutto italiano, nato per gioco, si dice che il primo a coniare il neologismo sia stato un certo Alex, ragazzo milanese che nell’ottobre 2014 invitava la bella Emily ad uscire con lui.

Morning 💪🏼

A post shared by Emily Ratajkowski (@emrata) on

Al di là del fenomeno virale, Emrata (questo è il nome utente del suo account Instagram) si è fatta notare nella clip musicale del singolo Blurred Lines del cantante Robin Thincke. E anche se la modella si è mostrata, in seguito, non felice di quella sua partecipazione vi da dire che quello è stato il suo trampolino di lancio per il successo internazionale.

Emily Ratajkowski ha saputo sfruttare il successo mediatico a suo favore, mostrando e condividendo con i suoi fan moltissimi momenti della sua vita: dai scatti quotidiani alle foto rubate durante gli impegni lavorativi. E se all’inizio non sono mancate le critiche per essersi mostrata come mamma l’ha fatta, Emily ha saputo esporre il suo pensiero riguardo la nudità e la percezione del corpo femminile, dimostrando di possedere non soltanto una bellezza mozzafiato ma anche una spiccata intelligenza.

Continue reading

Borse Valentino Resort 2018

Sulla passerella della linea Resort 2018 di Valentino si sono fatte notare come sempre le borse, tra gli accessori della maison che preferiamo e che ormai sono immediatamente riconoscibili per via delle onnipresenti borchie.

Non potevano mancare neanche dalla linea Cruise della maison italiana e infatti ce n’è una vera profusione. Sono state però spesso rivisitate in chiave mini e smaltate di bianco, usate su tutto il corpo della borsa, oppure in versione maxi e dorata ma solo su piccoli dettagli come la chiusura e le tracolle.

I modelli sono molto vari, vanno dalle tradizionali tracolle medie ai bauletti passando per le tote bag e le clutch rigide, spesso a forma di cuore ingabbiato in un reticolo di stringhe in pelle ricoperte di borchie, un po’ bondage.

L’insieme è strong ma anche molto femminile perché ai colori tenerissimi non si rinuncia mai e c’è un larghissimo uso di rosa e di bianco ma compaiono anche l’immancabile rosso Valentino, una spruzzata di verde vivo e il classico nero.

























Continue reading

Rem Escale a St Barth di Reminiscence

L’arrivo dell’estate, ormai da moltissimi anni, per me coincide con l’uso di un profumo diventato iconico, che ha il sapore dell’estate e che anno dopo anno si riconferma come il mio favorito. È Rem di Reminiscence.

Quest’anno però comincia a vacillare la mia granitica convinzione che sia Rem e solo Rem il profumo delle mie estati. Pur senza allontanarsi troppo dalla piacevole abitudine di profumare di mare e d’estate, s’intende. Sì, perché Reminiscence ha deciso di stuzzicare la mia curiosità con una variante nuova del celebre profumo.

Si chiama Rem Escale à St Barth e rinnova la fragranza diventata ormai storica lanciata nel lontano 1996. Rem non aveva avuto mai bisogno di rivisitazioni perché il suo successo era sempre stato costante e solo nel 2016 era stata proposta la variante Rem L’Acqua. Fino ad oggi.

Nasce con note acquatiche e un tocco floreale il nuovo profumo che intende conquistarci con gli accordi tipici di Rem e un’aggiunta più femminile e delicata. Tra le note olfattive della nuova fragranza ci sono gli immancabili sentori di mare che si sposano a bergamotto, mandarino, fiori d’arancio, ylang ylang, ambra, vaniglia, muschio. Unica la variante, da 100 ml in eau de toilette.

Continue reading

Guns N’ Roses concerto in Italia

Si svolgerà a Imola il 10 giugno l’atteso concerto dei Guns N’ Roses, organizzato nei dettagli anche per quanto riguarda la sicurezza.

La tappa di Imola dei Guns N’ Rosesè ormai confermata: la celebre rock band si esibirà all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari con il “Not In This Lifetime Tour”.

Il Tour europeo dei Guns N’ Roses è partito lo scorso 27 maggio da Dublino ed ha già riscosso un grande successo tra i fan della band.

Imola è dunque pronta ad ospitare oltre 90mila spettatori e la paura per quanto riguarda la sicurezza è tanta: “C’è un piano complessivo di presidio che riguarda uomini impegnati in autodromo e uomini impegnati in altri servizi, come quelli in ambito autostradale, che si interfacciano con Bologna dal momento che l’evento musicale si svolge in concomitanza con altri eventi” afferma Matteo Piantedosi, prefetto di Bologna.

Crediti: Facebook Guns N’ Roses official

Continue reading