La maschera peel-off contro i punti neri che si strappa come un cerotto

maschera-nera-punti-neri-MISSHA Black Ghassoul Peel-Off

Punti neri. Chi ne ha di più, chi ne ha di meno, ma portatemi qui una donna che non ne ha e le conferisco immediatamente il premio “bellezza pura”. Assodato che tutti, in un modo o nell’altro, abbiamo a che fare con questa questione, adesso arriva la domanda “come rimuovere i punti neri?” non esiste un metodo definitivo ma, partendo dal presupposto che una buona e costante igiene del viso collabora a mantenere la pelle più pulita e che una pulizia del viso in un centro estetico ogni tot di tempo male non fa, veniamo alla soluzione o meglio al prodotto che risolve il problema dei punti neri.

Qualche mese fa una ragazza mi ha consigliato la maschera Missha Black Ghassoul, una maschera peel off (la trovate anche QUI su Amazon), ovvero che si strappa via come un cerotto (ma a differenza dei cerotti di cui ho scritto QUI, non ha una forma pre-definita e potete quindi applicarla dove volete, senza sprecarne né tralasciare nessuna zona).

Su Youtube si trovano assurdi video di gente che la ricrea miscelando colla vinilica o roba varia, con un mix chimico che ci credo che tira via i punti neri, insieme a chissà quanti strati essenziali di epidermide e film protettivo della pelle. 

maschera_MISSHA_Black_Ghassoul_Peel_Off

Come si usa?

Dopo aver lavato e asciugato per bene il viso, versate qualche goccia di tonico (qualunque abbiate in casa) su un dischetto di cotone e passatelo nelle zone in cui intendete applicare la maschera (io la applico sul naso e al centro delle sopracciglia, voi fatelo sulle zone che notate la presenza di punti neri). La consistenza è gommosa, applicate uno strato non troppo spesso ma sufficiente a coprire le zone interessate ed aspettate 15 minuti. La maschera deve essere completamente asciutta, se è così sollevate gli estremi inferiori (aiutate delicatamente con le unghie o una pinzetta) e strappate come un cerotto ma lentamente e delicatamente. Dal basso verso l’alto.

Consigli: Guardate il “cerotto” e noterete se, oltre alla peluria, avrà portato via con sé anche dei punti neri. Naturalmente se prima di applicare il cerotto farete un bagno di vapore (basta mettere acqua bollente in una pentola, inclinare la faccia verso di questa e coprire la testa con un asciugamano per concentrare il vapore per circa 30 minuti) i pori saranno più aperti ed i punti neri più facili da incollare alla maschera. Ma non è necessario farlo, sta a voi capire se la maschera riesce a raggiungere per bene i punti neri. Vi consiglio di fare gommage e scrub prima, perché in questo modo “mozzerete” la testa dei punti neri e sarà difficile per la maschera strapparli via.
Continue reading

Le donne di Rai Dire Europei

Volge ormai al termine l’edizione 2016 degli Europei di calcio, che ci ha regalato qualche bella partita in mezzo ad altre decisamente dominate dalla noia. Noi Italiani ricorderemo una Nazionale che ha fatto meglio delle previsioni ed è stata fermata solo da un tabellone sfortunato e dalla lotteria dei rigori.

Chi invece è un fan della Gialappa’s Band dai tempi del TeleBimBumBam (come me), avrà apprezzato la possibilità di seguire su Rai4 le partite con il commento dei tre eterni ragazzi e dei loro ospiti sul divanetto. Ospiti storici come la francese Florence, l’inglese Ted ed il tedesco Michael (date una birra a quell’uomo!), ma anche una nutrita pattuglia di belle ragazze da tutto il mondo. Ecco, in vista della finalissima, vogliamo regalarvi una carrellata di queste sexy tifose, ognuna col proprio profilo instagram.

Gracia de Torres 1 Gracia de Torres 3

Cominciamo dalla più nota del gruppo, la spagnola Gracia de Torres, reduce dall’esperienza all’Isola dei Famosi. Sul divanetto di Rai Dire Europei non era desnuda come sulla isla, ma la sua tutina rossa è stata comunque apprezzata.

Diamela Lorenzo 1 Diamela Lorenzo 2 Diamela Lorenzo 3

Continuiamo con due bellezze viste una sola volta… sufficiente per mettersi in evidenza.
Per la Spagna, Diamela Lorenzo, un volto da cinema, a metà tra Ines Sastre e Lorena Forteza. Nessuna parentela con il pilota Jorge: nonostante il tifo per le furie rosse, è infatti cubana.

Diletta Puecher 1 Diletta Puecher 2 Diletta Puecher 3

Per l’Ungheria, al fianco dell’icona Eva Henger, abbiamo ammirato la modella italo-ungherese Diletta Puecher, bellezza emergente che appare anche nell’ultimo spot TIM.

Kara Kropac 1 Kara Kropac 2 Kara Kropac 3

Difficile identificare Kara Kropac con una sola squadra… vero esempio di cosmopolita, le sue origini le hanno permesso di tifare per Repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera, Germania… e credo di non averne dimenticata nessuna. La sua bellezza “pura”, un po’ stile Karina Huff, ha spinto Carlo, Marco, Giorgio e vari ospiti maschili a ricoprirla di complimenti e tanti italiani se ne sono un po’ innamorati.

Nathalie Ott 1 Nathalie Ott 2 Nathalie Ott 3

Concludiamo con le rappresentanti delle squadre finaliste. Per la Francia, nelle prime partite abbiamo visto Nathalie Ott, ballerina, insegnante di bootybarre e donna di gran grazia.

Paula Pasadas 1 Paula Pasadas 2 Paula Pasadas 3

Per il Portogallo ci sono invece due tifose. Paula Pasadas è una conferma: una bella donna che capisce di calcio… cosa potrebbe desiderare un uomo di più? Beh, forse che parli un po’ meno.

Fabiana Britto 1 Fabiana Britto 2 Fabiana Britto 3

Infine c’è Fabiana Britto De Melo, una delle rivelazioni del programma, con la sua simpatia ed allegria. Non è portoghese, è brasiliana, ma il suo legame con Matosinhos, paese di piscatores, è stato uno dei tormentoni più riusciti della trasmissione.

Buona finale a tutti!

Continue reading

#MissioneCorpoPositivo: 5 regole per chi non ha più 20 anni

cereali nestlè

Il meteo ci ha aiutato: la prova costume è rimandata ma prima o poi arriverà.
A 20 anni è tutto più semplice e indolore: torni alle 6 della mattina, dormi solo 2 ore e sei fresca come una rosa, puoi fare colazione alle 3 della notte senza che quel cornetto vada a finire sui fianchi, non fai palestra ma – che problema c’è? – quando la bilancia segna sempre gli stessi chili? E mangi pure cioccolata quando e come ti va. Insomma, ti senti immortale. E alla prova costume ci arrivi, il più delle volte, senza fare nulla di nulla. Un sogno.

Dopo i 30 anni: torni alle 3 della mattina e ti servono 48 ore per recuperare, mangi la metà di quando ne avevi 20 ma la bilancia segna sempre un chilo in più, la palestra – e non è un vanto – è diventata una necessità come mangiare, bere e stalkerare lui su whatsapp. Palestra che, però, cerchi in tutti i modi di evitare cadendo nella tentazione di usare creme efficaci contro la cellulite. Che non funzionano. In caso, si chiamerebbe miracolo. Alla prova costume ci arrivi imperfetta, ma te ne freghi: che tra tutti i 3mila impegni al giorno quello che vuoi è solo startene sotto l’ombrellone a non fare nulla. Se non bere mojiti.

Ma c’è sempre l’eccezione e chi ci tiene, almeno tentando si arrivarci in forma.
Come prepararsi all’estate dopo aver raggiunto e superato i 30, quindi, con una dieta estate efficace?
Con 5 semplici regole e ricordate: prevenire è sempre meglio che curare.

1) Non saltare i pasti e fare colazione, sempre e comunque.
Non saltarla mai. I cereali fanno sempre al caso nostro, ne esistono un’infinità di gusti. Ad esempio, per iniziare al meglio la giornata Nestlé Fitness ha pensato al gusto classico, cioccolato latte, cioccolato fondente, cioccolato bianco e frutta esotica. Se non bevete latte come me, optate per lo yogurt bianco magro senza zuccheri. 

2) Bere, bere, bere. Acqua.
Niente bevande gassate, nulla di nulla. Unica eccezione? Lo champagne. Con le fragole.
Come si fa a dire di no? (Dimagrire sì ma senza perdere le gioie della vita).

detox-tumblr-690x453
3) Muoviti… per 30 minuti
Non basta ridurre il mangiare, non si può dimagrire senza esercizio fisico o la palestra. Per chi non ha tempo, Nestlé Fitness ha pensato a una guida pratica per le donne che vogliono rimettersi in forma ma che non hanno tempo (che trovate QUI). Sono esercizi facili e veloci da svolgere in qualsiasi luogo e momento della giornata, anche in ufficio o a casa. Ogni donna può seguirli e postare sui social la propria esperienza con l’hashtag #BenvenutaEstate. Imperativo? Minimo 30 minuti al giorno.

4) Riposo
Otto ore al giorno consigliano gli esperti.
E come Penelope Cruz non mangiare dopo le 21.30 di sera.

5) Obiettivi, no sogni
Non è una gara. Bisogna porsi obiettivi raggiungibili e soprattutto avere costanza nel realizzarli. Non serve esagerare o sognare. Un passo alla volta, con calma e senza fretta. Anche la #MissionCorpoPositivo può essere un divertimento, invece che una imposizione. 

Tutto questo, per dire: diffidate da chi dice che sia così per via di Madre Natura.
Ognuna di noi ha dei piccoli segreti di bellezza.

cereali nestlè (2)

L’articolo #MissioneCorpoPositivo: 5 regole per chi non ha più 20 anni sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Paola Di Benedetto, l’esplosiva Madre Natura di “Ciao Darwin”

228Si chiama Paola Di Benedetto, è di Vicenza e lo scorso venerdì sera è stata la “Madre Natura” della sesta puntata del fortunato programma “Ciao Darwin 7”: mora, curve mediterranee, e sguardo da cerbiatta, vanta già alcune esperienze nel mondo dello spettacolo, ambiente che frequenta da quando aveva 17 anni: ora fa la modella ma sogna un ruolo da protagonista nel mondo della televisione.

Fidanzata da due anni con Marco Gentili, giocatore del Vicenza, ha già condotto una trasmissione calcistica trasmessa da una rete locale: ora sogna il grande salto in programmi di punta come “Striscia la Notizia” o “Le Iene Show”. I presupposti per un carriera di successo ci sono tutti…
226
223
222
221
224
Paola Di Bendetto

Continue reading

Lichtena Sole, i solari per chi sceglie di abbronzarsi proteggendosi

<lichtena_5

Mangiamo in modo consapevole, abbiamo compreso l’importanza di fare un po’ di movimento, scegliamo accuratamente i prodotti da spalmarci addosso e leggiamo le etichette di ciò che acquistiamo. Ma quando ci esponiamo al sole, il più delle volte lo facciamo senza pensare alle conseguenze.

E’ un dato di fatto, siamo disposti a pagare cifre esorbitanti per un fondotinta o un rossetto ma trascuriamo l’importanza di mettere nella borsa-mare i prodotti giusti, quelli che ci proteggono dalle scottature, infiammazioni, eritemi e, peggio di tutti, il foto-invecchiamento.

Magari non sappiamo nemmeno di avere la pelle sensibile e, puntualmente, ogni estate conviviamo con i problemi tipici di una pelle reattiva e con tutti i disagi che ne conseguono. Per questo vi voglio parlare di una linea di prodotti che ho scoperto da poco grazie a MyBeautyBox e che non potevo testare se non sotto il caldo sole di Sicilia che già da qualche giorno regala picchi di 34 gradi, mettendo in difficoltà chi, come me, è più vulnerabile poiché ha una pelle più reattiva di una pelle normale, quindi più predisposta all’insorgenza di eritemi, macchie solari, arrossamenti, e altri simpatici amici.

lichtena_4 Continue reading