Guida semi-seria alle tendenze estate 2018

tendenze estate 2018

Vestiremo di sogni, delle emozioni più vere e primordiali che si scontrano con una realtà prossima, a tratti futuristica. Mai senza dimenticare, però, il passato, con la pop art che torna con i colori più decisi come vuole Donatella Versace. O con i fumetti che diventano stampe sui completi di Miuccia Prada. Mai così tanto giallo si è visto sulle passerelle: da Trussardi a Tom Ford fino a Msgm, si vede sfilare alla Milano fashion week il colore della risata del folle. Come a dire: per osare con il giallo, ci vuole un pizzico di pazzia. Come per indossare trasparenze che regalano sussulti sensuali come insegnano Francesco Scognamiglio e N. 21, rese regali da brillanti come vuole Gucci che si ispira alle favole dell’infanzia di tutte noi. E invece che riceverne, i fiori li indosseremo per far sbocciare la bellezza a suon di rugiada come vuole Marni. E saremo pronte anche a volare con le piume rosa di Moschino e di Alberta Ferretti che fasceranno la nostra vita come le corone delle regine. Anzi per essere delle regine senza regno ma capaci di governare i cuori come vogliono Dolce & Gabbana che ci ricordano come l’amore sia bellezza. Quella senza tempo, che supera le correnti gravitazionali, fine a se stessa, senza limiti. Come quella di Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Carla Bruni, Cindy CrawfordHelena Christensen. E, forse, il vero femminismo attuale è senza dubbio questo: più delle parole che si perdono tra mode del momento, è solo lei, la bellezza pura, candida e semplice. Che ha il colore bianco della collezione di Laura Biagiotti e del suo ricordo.

Vestiremo esattamente così.
Con i sogni di donne rimaste un po’ bambine.

tendenze-primavera-estate-2018

Trecentosessantacinque giorni prima del sole, del mare e della sabbia che scivola tra le dita. Alla Milano fashion week i best of delle tendenze estate 2018 parlano chiaro: saremo libere di sognare ancora una volta di vivere una favola. E per ora non resta che sognare che questo anno trascorra più veloce che mai per indossare tutto questoLes Copains - Backstage - Milan Fashion Week Spring/Summer 2018

L’articolo Guida semi-seria alle tendenze estate 2018 sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Milano fashion week 2017: occhi puntati sulla settimana della moda

Ufficialmente iniziata mercoledì 20 settembre, la settimana della moda milanese ha in programma più di sessanta passerelle, 94 presentazioni e una ventina di eventi.

Se ieri gli occhi erano tutti puntati sulla sfilata di Alberta Ferretti, alla quale non è mancata la partecipazione di numerose VIP che si sono divertite ad immortalare i diversi look tramite le loro storie instagram. Tra queste la presentatrice e showgirl Melissa Satta e la fashion blogger Candela Novembre.

A sfilare per la maison un cast di modelle d’eccezione, tra cui Elsa Hosk, Alessandra Ambrosio, Bella e Gigi Hadidi, Izabel Goulart, Hailey Baldwin.

La collezione PE 2018 di Alberta Ferretti vede sfilare abiti che ricordano le divinità greche, minidress total black e, durante la seconda parte della sfilata, tessuti laminati e tonalità argentate.

In passerella nella giornata di mercoledì anche Gucci. Il direttore creativo Alessandro Michele porta avanti il suo stile, estroso e creativo, con successo. Un stile che porta sul filo del rasoio il delicato equilibrio tra raffinatezza ed estro. Abiti che non vogliono omologare al mondo modo della moda chi li indossa, ma che diventano strumenti per esprimere la propria personalità. Tendenze del XX secolo, trame Principe di Galles, pailletes e abiti anni ’80 si mescolano creando equilibri unici.

A cavalcare le passerelle di oggi in questa Milano Fashion Week 2017 troviamo tra le tante Prada, moschino, Fendi, Max Mara.

La giornata di domani, venerdì 22 settembre, ad animare la settimana della moda di Milano vedrà invece, a partire dalle ore 09.30 fino alle ore 20.00, Tod’s, Giorgio Armani, Annakiki, Sportmax, Krizia, Etro, Roberto Cavalli, Brognano, Marco de Vincenzo, Versace, Aigner ed infine Vionnet.

Continue reading

Milano fashion week 2016: diario day I

Da sempre c’è qualcosa che mi affascina delle sfilate della Milano fashion week. La magia o forse la curiosità di sapere la moda che verrà, le sue tendenze e guardarle con occhi critico ma anche sognatore. Scoprire una collezione, le ispirazioni e l’idea della donna che cambia, mai statica a seconda delle stagioni, in continuo movimento che esprime la sua anima con ciò che indossa. E sulle passerelle che abbiamo di fronte agli occhi, agli scatti che raccontano uno show, c’è qualcosa anche di noi.

E questo è il resoconto del primo giorno di sfilate alla Milano fashion week 2016, per catturare alcune delle tendenze primavera estate 2017. Prendete nota e ricordatevi che il mood della prossima stagione sarà: free your soul.

milano-fashion-week-primavera-estate-2017-tendenze

Voglia di libertà: Roberto Cavalli

L’ispirazione per Peter Dundas, direttore creativo di Roberto Cavalli, è quella hippie ma gli anni ’70 vengono rivisitati in chiave moderna con il romanticismo e  il gipsy che si mescolano tra loro, per donne viaggiatrici che non sanno quale sia la destinazione ma sanno esattamente che l’unica cosa da fare è guardare avanti, sempre.

milano-fashion-week-primavera-estate-2017-tendenze-roberto-cavalli

Roberto Cavalli (Facebook)

Tra sacro e profano: Fausto Puglisi

Croci e cuori: i motivi religiosi sono chiari e limpidi per Fausto Puglisi che vede la donna in eterna contraddizione tra l’essere santa e peccaminosa, eterea e passionale. Non ci sono mezze misure ma solo la voglia di stravolgere gli schemi e passare da mini-dress a pantaloni a vita alta con estrema nonchalance.

Sensualità a corte: Alberta Ferretti

Alberta Ferretti: non poteva che essere lei a ristabilire equilibrio nella donna che si trova in perfetta armonia con la natura e con ciò che la circonda. Ancora una volta gli abiti lunghi richiamano un mondo favolistico, quello delle favole, e trasportano in una dimensione onirica. Questa volta, però, si aggiunge altro: maxi skirt cortigiane magenta prendono una linfa del tutto nuova all’insegna della sensualità più pura e fine con crop top.

Opening the beautiful @AlbertaFerretti show today! Thank you Alberta, Patrizia And of course the amazing @carineroitfeld ❤️ #MILAN !

Una foto pubblicata da Bella Hadid (@bellahadid) in data:

L’articolo Milano fashion week 2016: diario day I sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Sfilano i modelli con l’acne sul viso. La perfezione non è più di moda?

<Designer-Sends-Models-Acne-Down-Runway-3

Il trucco si sa, serve anche a camuffare inestetimi e difetti. Farne a meno, mostrandosi al naturale può essere un gesto di ribellione al conformismo, di auto-accettazione. O può essre una forma di provocazione, frequente in passerella.

Lo stilista malesiano Moto Guo ha presentato la nuova collezione, “Picnic in the society”, sulle passerelle  della Milano Fashion Week dedicata alla moda maschile.Designer-Sends-Models-Acne-Down-Runway
e ha fatto sfilare da modelli e modelle che mostravano sul viso vistosi puntini rossi e macchie, tipici segni dell’acne. Non si sa se abbia scelto di far sfilare modelli realmente con acne, volutamente non coperti dal make up o se il trucco sia servito invece a creare quegli insestetismi.
Gesto di denuncia o furbata per far parlare di sé?

Designer-Sends-Models-Acne-Down-Runway-2
Continue reading

Daks Uomo sfila alla Milano Fashion week, mens sana in corpore sano

Daks Uomo sfila alla Milano Fashion week, mens sana in corpore sano

Daks Uomo. “MENS SANA IN CORPORE SANO” – è ispirata ad una delle più celebri locuzioni latine la collezione DAKS Primavera Estate 2016.
Una collezione di assoluta e raffinata eleganza le cui linee sono dettate – così come nella ginnastica, da rigore e disciplina, all’interno della quale due diverse anime – proprio come nel motto di Giovenale, convivono in modo sinergico e assolutamente complementare.

Una prima parte – “Mens” – dal carattere decisamente più formale, dove gli abiti – le cui giacche sono proposte con un solo spacco, con rever estremamente ridotti, vengono proposti con camicia e cravatta. Una seconda, invece – “Corpus” – caratterizzata da pantaloni più avvitati, in cotone spesso e compatto, cinture alte e camicie in viscosa, scivolate e morbide.

E’ proprio il sottile ed elegante equilibrio che esiste tra corpo e mente a tratteggiare armoniosamente la Collezione DAKS Primavera Estate 2016, le cui cromie si sviluppano seguendo tonalità fredde e polverose – bianco, in primis, seguito dal grigio in due differenti toni, l’avorio in una variante che si avvicina al beige e un antico blu avio. Rigore formale, ispirato agli anni ’30, che rivive nei pantaloni ampi, a vita alta e con il ritorno delle pinces, e in una stampa – l’unica volutamente presente in Collezione, d’ispirazione fortemente deco’, che viene proposta anche sulla maglieria, proposta in tre sole nobili fibre: cashmere, cotone e seta, a volte in mischia tra loro. Le lane, secche e ruvide, si rivelano estremamente leggere; il vero protagonista materico è il crepe di seta, che il direttore creativo Filippo Scuffi sceglie di usare in modo inaspettato – nelle camicie, nei trench, nei bermuda e nelle cinture in tessuto. Inaspettati e particolari, alcuni capi si chiudono senza bottoni.

Il cuoio naturale, un chiaro richiamo alle palestre d’epoca, è l’unico ingrediente per le proposte in pelle della collezione, dal quale nascono prestigiosi capispalla a taglio vivo, interamente lavorati a mano, insieme ad accessori– cinture e borse, che vedono il logo DAKS protagonista di due differenti versioni: embossed, in smalto bianco e con il cuoio liscio e con il nuovo logo “DD”, impresso. Raffinatezza ed eleganza che, nel corso della Sfilata, si trasformano in un linguaggio visivo ben definito: la passerella in parquet, il bianco assoluto, una sottofondo musicale lento, con incursioni techno e il look estremamente rigoroso, a tratti scultoreo, dei modelli.

L’articolo Daks Uomo sfila alla Milano Fashion week, mens sana in corpore sano sembra essere il primo su Moda uomo, lifestyle | Menchic.it.