4 nuove acconciature per Barbie secondo l’hairstylist delle celebrità

Jen Atkin è un guru dei capelli per Kim Kardashian (e tutte le sorelle), Gigi Hadid, Emma Watson, Katy Perry e di recente anche per Barbie, per la quale ha realizzato quattro differenti look seguendo i trend più in voga del momento e cercando di dare un nuovo stile alla bionda più famosa del mondo.

Un’half-up ponytail, un lob, una coda alta ed un mosso lungo color rosso fuoco, ecco le acconciature che Jen Atkin ha scelto di ricreare per Barbie. Le trovate tutte anche sul suo account ufficiale @jenatkinhair oltre che su @barbiestyle, naturalmente.

Barbie hairstyle by Jen Atkin 3

Barbie diventa così sempre più un’icona, avvicinandosi al mondo degli adulti, trasformandosi in punto di riferimento. In fondo in un’epoca in cui le icone di stile sono perlopiù digitali, c’è posto anche per una bambola di plastica.

Barbie hairstyle by Jen Atkin 2 Continue reading

Broux, il nuovo trend in fatto di capelli è un mix tra rosso e castano

broux_1

Dopo essere impazzite per riuscire a far capire al parrucchiere cosa intendessimo per Bronde, ecco che arriva un altro trend in fatto di capelli e colorazione: si chiama Broux e non è altro che un mix tra rosso e castano.

Facile a dirsi ma meno facile realizzarlo se non si è esperte coloriste, sì perchè non si tratta di mescolare semplicemente i due colori ma di equilibrarne le sfumature per un risultato caldo che fa risaltare i lineamenti e l’ incarnato.

broux3

broux_2Ideale per chi parte da una base castana o comunque scura perchè bastano dei riflessi realizzati ad hoc a partire da metà lunghezze, un po’ come si fa con la tecnica del celebre shatush, ottenendo così varie sfumature che illuminano la chioma per un risultato finale estremamente naturale.
Continue reading

5 acconciature degli anni 90 che vorremmo dimenticare (ma che amavamo)

<

Le acconciature degli anni 90 che vorremmo dimenticare

Gli anni Novanta, gli anni di Friends, delle Spice Girls, del Tamagotchi e di Leonardo Di Caprio in Poeti dall’inferno, era il decennio di Beverly Hills, di Sailor Moon e di George Clooney in E.R., ma era anche il periodo delle acconciature improbabili, dei fermaglietti, delle treccine e delle tendenze in fatto di capelli che vorremmo dimenticare, ma che ai tempi amavamo. Abbiamo stilato la top 5 degli hairstyle più diffusi negli anni Novanta, diteci che non eravamo le uniche ad amarli!

1. I capelli di Rachel. A milioni si sono recate dal parrucchiere chiedendo “fammi i cappelli come Rachel”, riferendosi al taglio che ha fatto di Jennifer Aniston l’icona femminile degli anni Novanta. Era il tempo in cui una tendenza faceva in tempo ad essere definita tale prima di venire rimpiazzata dalla successiva. In realtà questa è l’unica tendenza che non rinneghiamo con vergogna, se non fosse che in qualche caso, quelle ciocche più chiare, facevano somigliare certe donne a dei leopardi.

rachel_jennifer_aniston_capelli_anni_novanta

tendenze_capelli_anni_90

2. Mini-bun. Dividere i capelli in sezioni e arrotolarli in piccole crocchie, come Gwen Stefani al tempo dei No Dubt, uno stile che di recente Miley Cyrus ha ripescato dagli anni Novanta.

3. I ciuffetti. Che i capelli fossero raccolti o slegati poco importa, l’elemento immancabile dovevano essere quei due ciuffetti perfettamente stirati davanti al viso, preferibilmente leggermente unti da una dose di gel o cera per capelli.

4. Spiky Hair. Anche detti “capelli a punta”, nel decennio in cui mollettine, elastici e fermaglietti l’hanno fatta da padrone, non riuscivamo a lasciare i capelli completamente liberi, così con piccoli torchon li arrotolavamo dalla fronte verso la nuca, per poi lasciare dritte e “sparate” le punte. C’era la voglia di farsi notare e di non lasciare niente al caso.

spiky_hair_anni_90

5. Le codine. Un po’ Emma Bunton, un po’ Britney Spears (nella variante con le trecce), bastava traccia una riga al centro e raccogliere i capelli in due ciocche distinte, da annodare con fermacapelli ed elastici colorati, qualche volta in versione peluche.

emma_bunton_90s_hair

butterfly_clips_fermaglietti_farfalla_anni_90

Fermaglietti a farfalla, più colorati erano, più ne volevamo in testa.

Tweet


Continue reading

Tendenze capelli: va di moda il gringe, la frangia (allungata) aperta

<

frangia-gringe_tendenza capelli

E’ nella natura umana dare nomi alle cose. E lo spopolare di una certa tendenza è anche merito di quello che viene definito dai copywriter “naming“. Dire che va di moda il ciuffo-frangia-da-portare -separato-ai lati, non ha lo stesso appeal di dire semplicemente che: spopola il “gringe“.

Attenzione a non farvi ingannare dall’inevitabile assonanza con il movimento musicale e culturale nato alla fine degli anni ’80, il grunge, perchè qui si parla “solo” di capelli: il termine nasce infatti dalla crasi tra “fringe” (frangia) e “grown out” (andare oltre, crescere), nome coniato dal fantasioso George Northwood, hairstylist delle celebrities.

gringe_capelli_style

Chissà se Alexa Chung, prima di farla diventare la sua cifra stilistica poi copiata da attrici, cantanti, modelle e personaggi noti, si è informata circa l’etimologia del termine, resta il fatto che è diventata un vero e proprio tormentone in materia di hairstyle, croce e delizia dei parrucchieri che, finalmente, sono stati autorizzati ad utilizzare le forbici, ma con parsimonia. Si può portare con riga al centro, oppure laterale, super-liscia o spettinata, facendola somigliare ad un ciuffo o a quello che in fondo è, una frangia allungata.

fringe tendenza capelli

Certo, è buffo pensare che quello che oggi è una novità che spopola e conquista celebrities e comuni mortali, in realtà la sfoggiava con disinvolutura un’ affascinante e giovanissima Brigitte Bardot, già negli anni ’50.

Ed è in questi casi che ti viene da pensare: e poi saremmo noi quelli “avanti”?

brigitte bardot gringe_frangia lunga aperta

Tweet


Continue reading

Tutto quello che devi sapere sull’Henné: fortifica i capelli, va bene in gravidanza…

henne_tintura_naturale_gravidanza

Henné, tanti ne parlano ma quanti sanno davvero perché usarlo e qual è la differenza con le tradizionali colorazioni? Lo abbiamo chiesto a Federico Faragalli, l’hairstylist romano ha chiarito alcuni dei dubbi più frequenti che le donne nutrono su questo argomento.

L’henné è, prima di tutto, un riflessante naturale con proprietà coloranti, realizzato polverizzando una potente radice colorante insieme a spezie e pigmenti vegetali per ottenere diverse nuance, in base al colore sul quale deve essere applicato: Non è una tinta e non è chimico e per questo può essere utilizzato anche sulle donne in gravidanza o nel periodo di allattamento.

È curativo e ristrutturante, grazie alla sua origine naturale ha quindi un impatto delicato e addirittura fortificante per i capelli; più viene utilizzato, più il capello diventa forte e sano. Ha un effetto normalizzante sulla cute, perché agisce come uno scrub. Al contrario delle colorazioni tradizionali (chimiche), non aggredisce il capello ma lo avvolge, rendendolo lucido e voluminoso. Per questo è adatto ad ogni periodo dell’anno, ma soprattutto dopo le vacanze estive, per rimediare ai danni del sole.

Non è solo rosso. Molti credono che l’hennè sia adatto unicamente a chi ha capelli rossi e che regala solo riflessi di questo colore, ma non è così. La pianta originale – la Lawsonia Inermis – è una radice che rilascia riflessi rossi se lasciata pura, ma se mixata al mallo di noce, ottiene sfumature del beige e miele adatte a capelli castani. Se siete biondissime, invece, potete scegliere l’hennè neutro, che lucida i capelli, senza interferire sul colore.

henne_tutto_quello_che_devi_sapere

Infatti, se si vogliono ottenere delle proprietà ristrutturanti dell’henné, senza riflessare i capelli, è possibile optare per l’henné neutro, che fortifica i capelli rendendoli lucidi esaltando il loro colore naturale, mentre li cura. Come un impacco ristrutturante, ma completamente naturale.

Secondo la tecnica della Schiaritura a Quattro mani ideata da Federico Faragalli, è possibile mixare la componente naturale ad una decolorazione classica (chimica). La sua si chiama Filosofia Natutal Glam ed è frutto della mescolanza di tecniche naturali e antiche a tecnologie moderne sviluppare nel settore dell’hairstyle. Adesso sapete che esiste un modo naturale per ottenere riflessi luminosi per i vostri capelli, un metodo sicuro per avere capelli impeccabili in gravidanza e durante l’allattamento e soprattutto una hair routine che vi permette di rispettare i vostri capelli e l’ambiente. Continue reading