My Hair Routine: vi racconto i prodotti e le abitudini indispensabili per i miei capelli

My-Hair-Routine copia

A ciascuno la sua routine. In base al tipo di capello, di sensibilità del cuoio capelluto, di styling, ma anche di stile di vita. Perché c’è chi fa shampoo frequenti perché pratica sport o va spesso in scooter ed i capelli si impregnano di sudore, nel primo caso, di smog nel secondo ed avrà bisogno di una shampoo delicato per non stressarli troppo; chi sebbene lavori in ufficio e non vada in palestra ha un capello tendenzialmente grasso, che si unge, e allora è fedele amica dello shampoo secco, per alternarlo a quello normale… Insomma consigli generici e generali, che vadano bene per tutti non ne esistono, ma se chiedete a me (e sui social ricevo molto spesso queste domande), posso dire che ci sono consigli e prodotti che possono andare bene per molti, qualcuno per tutti e certi solo per alcuni, qui sotto riassumo i principali (cliccando sulle parole in rosa potete vedere i link per acquistarli o maggiori informazioni).

La frequenza

Il mio non è un capello che si sporca molto spesso, tendenzialmente faccio lo shampoo 2 volte a settima, ma naturalmente se durante la settimana pratico sport, trascorro molte ore in giro fra macchine e smog o il clima non è dei migliori ed i capelli devono fronteggiare umidità e pioggia, posso avere bisogno di uno shampoo in più. Ma tre shampoo secondo me sono già troppi per qualsiasi tipo di capello.

Lo shampoo secco

Se da adolescente per shampoo secco intendevo il borotalco, crescendo ho scoperto prodotti spray molto più efficaci e rapidi da utilizzare. Garnier Fructis Fresh Shampoo Senz’Acqua e Redken Pillow Proof Blow Dry sono quelli che ho utilizzato maggiormente e con cui mi trovo meglio.

SHAMPOO-SECCO-GARNIER-REDKEN

La spazzola

Quando ho iniziato a notare capelli spezzati nel lavandino e sulle spalle ho capito che qualcosa non andava, il parrucchiere mi diceva che erano più fragili del solito. Poi un giorno ho scoperto le spazzole TEK, a distanza di qualche da quando ho iniziato ad usarle ho avuto l’occasione di fare un salto in azienda e vedere la produzione (italiana, a mano e così meticolosa… neanche quando mi metto lo smalto io riesco ad essere tanto precisa) ed ho imparato che il problema era che in quel periodo stavo usando una spazzola di plastica. Le spazzole TEK non sono solo realizzate con materiali naturali, ma svolgono anche funzioni aggiuntive (massaggiano il cuoio capelluto ed eliminano il sebo in eccesso durante lo spazzolamento prolungandone l’aspetto pulito, danno volume e rispettano i capelli. Ne esistono di diverse forme e grandezze, per i diversi tipi di capelli. Io ho anche il set da viaggio, con spazzole di dimensioni ridotte, pratiche da mettere in valigia. QUI ne ho scritto nel dettaglio.

Phon e piastra

Da alcuni anni ho cambiato phon, ne ho provati alcuni delle principali e più note marche, fino a scoprire il Parlux (lo trovate scontato su Amazon), che è stata la mia scelta finale. Leggero, riduce i tempi di asciugatura, ha le giuste opzioni di temperatura per non bruciare i capelli e rispetta l’ambiente. Chi usa Parlux è un po’ come quelli che usano i Bimbi in cucina, non possono che consigliarlo a tutti e convincerli a comprarli (hehehe). La piastra che utilizzo, dopo un lungo periodo in di ferro conico, è stata un’altra svolta, è la piastra Braun Satin Hair 7 Sensocare; inizialmente ero scettica sulla questione “imposta il tuo profilo personalizzato”, ma vedo a distanza di un anno la salute dei miei capelli e mi rendo conto che effettivamente la piastra è più delicata sui capelli, è efficace nella piega, ma non stressa troppo i capelli, dosa il calore adeguatamente e si possono impostare più profili (nel caso in cui la condivideste con qualcuno). È con questa che faccio le onde ai miei capelli, ed è perfetta anche per un liscio impeccabile. È super leggera e la porto sempre con me in viaggio, l’unica pecca è che non ha una custodia, ma ho ovviato usando quella di una vecchia piastra (hehehe).

piastra-braun-satin-7

I trattamenti fatti-in-casa e naturali

Prima di passare alle marche di prodotti che mi hanno dato maggiori soddisfazioni, voglio dedicare qualche riga ai rimedi casalinghi, quelli naturali, che non richiedono troppo tempo. Non vi suggerirò di rompere due uova e inzupparci i capelli, niente di disgustoso, ma qualcosa di rapido e semplice, con ingredienti che tutti abbiamo in casa.

Io faccio principalmente due trattamenti casalinghi, non con una cadenza precisa, ma solo quando i miei capelli ne hanno bisogno: l’impacco con olio extravergine di oliva (QUI al punto 5 spiego come fare, è semplicissimo), a cosa serve? Ha molta più efficacia di certe maschere costosissime piene di schifezze chimiche, rende i capelli morbidi e luminosi (evitate se avete i capelli molto grassi, per voi meglio il secondo consiglio). Il secondo è il risciacquo con aceto di mele dopo lo shampoo. Basta riempire mezzo bicchiere da tavola di aceto di mele, metterlo pronto in doccia o sul bordo del lavandino (in base a dove vi lavate i capelli) e dopo aver fatto il normale shampoo, aver usato il balsamo e risciacquato con acqua, aggiungere al bicchiere metà acqua calda e versare su tutti i capelli e la cute l’aceto di mele. Risciacquare . A cosa serve? Agisce come un balsamo naturale (molti infatti usano solo questo), elimina i residui dei prodotti chimici “sgrassandoli” dai capelli, equilibra il PH dei capelli, agisce come anti-caduta e anti-forfora e chiude le squame del capello. E se avete i capelli grassi, aiuta ad eliminare l’eccesso di grasso e a rendere i capelli più soffici.

Qualcuno mi ha suggerito anche di versare il mix di acqua e aceto di mele in uno spruzzino e di vaporizzarlo sui capelli prima, è un’idea utile se se ne vuole usare pochissimo. E l’odore? l’aceto di mele ha un odore delicato rispetto a quello di vino e scompare a capello asciutto. (Ps: dopo le prime volte fate caso al risultato sui vostri capelli e valutate se diminuire la quantità di aceto, meglio non abusare).

Prodotti e marche

Come dicevo all’inizio, marche e prodotti possono essere molto soggettivi in base a tipo di capello e sensibilità del cuoio capelluto. Fra le marche che mi danno e hanno dato i migliori risultati io suggerisco: Wella, Davines e head & shoulders (se avete problemi di cute che si squama – a me succede nei periodi di stress o quando mangio schifezze per lunghi periodi – o di forfora). Dopo lo styling mi piace usare, specialmente in estate, Wella Oil Reflections, perfetto a capello asciutto ma anche bagnato, ne ho scritto QUI. In questo post non posso che inserire anche Olaplex n.3, un prodotto ideale per chi colora i capelli (anche solo effetti luce), ha problemi di capelli rovinati e doppie punte. Ne ho scritto approfonditamente QUI.

Non dovrei aver tralasciato niente. Ho raccontato come li lavo, come li asciugo, come li spazzolo e che trattamenti e prodotti uso. Se avete altre domande
Continue reading

A Parma apre il primo Bed & Beauty firmato Aveda

<palazzo-gozzi_bedbeauty_02

Immaginate di alloggiare in un hotel, per piacere o per lavoro, di svegliarvi nel classico mood bad hair day e avere a disposizione uno staff di esperti hair stylist pronti a rimettervi a nuovo la testa. Nel centro storico di Parma può succedere se alloggiate a Palazzo Gozzi, dove ospitalità e bellezza si fondono per dare vita ad un nuovo concetto di hotel, il Bed & Beauty; si tratta di un albergo in cui si alloggia e si può usufruire di tutte le cocccole tipiche di un salone di bellezza che offre servizi dedicati alla cura dei capelli.

Un progetto unico nel suo genere voluto fortemente da Roberto Gozzi, affermato parrucchiere di Parma e ideatore di Bed & Beauty, in collaborazione con il brand AVEDA, nello storico quartiere “oltretorrente” di Parma, a pochi passi dal Parco Ducale. palazzo-gozzi_bedbeauty_04

palazzo-gozzi_bedbeauty_01ll Bed & Beauty consta di 5 suite su due livelli, diverse l’una dall’altra. I materiali sono ricercati, le luci soffuse e i colori decisi: un progetto architettonico concepito con la volontà di offrire agli ospiti un contesto di comfort e intimità e soparttutto un soggiorno “in bellezza”.palazzo-gozzi_bedbeauty_00 Continue reading

Layage, il trend capelli per schiariture naturali perfetto per bionde e more

< layage_su capelli biondi

In principio fu lo shatush, poi fu la volta dell’ombrè hair, del balayage, dello skyline e di tutte quelle tecniche apparentemente simili ma assai diverse in realtà, per dare movimento alla chioma e ottenere sui capelli quelle tanto amate sfumature naturali. Se pensavate di averle sentite ( e provate) ormai tutte, dalla California è arrivata una nuova tecnica che oltreoceano ha già conquistato la testa di moltissime celebrità e modelle (da Gigi Hadid a Rihanna, passando per Miranda Kerr e Lily Aldridge), al punto da diventare tendenza e diffondersi a macchia d’olio arrivando fino a noi.layage_1

rihanna-Layage-hair

Si chiama layage, il termine dall’ inglese “to lay” che significa “stendere”, proprio perchè la tecnica consiste nello stendere i capelli su una superficie orizzontale applicando il prodotto schiarente/decolorante spazzolandoli; nenache  adirlo la radice non si tocca ma si lavora esclusivamente sulle lunghezze. layage come si realizza colorazione capelliL’effetto finale è quello dei capelli schiariti dal sole dopo le vacanze trascorse al mare, ovvero quello che abbiamos empre sognato, ma senza i danni della combo salsedine/raggi solari. Il Layage è adatto sia alle teste bionde che ai capelli castani e a differenza del balayage permette un maggiore “controllo” sul numero di ciocche da schiarire, quindi sull’effetto finale.


Continue reading

Cura dei capelli: 5 ossessioni dell’estate

capelli-lunghi-estate-101

I capelli. In estate la nostra ossessione. Li vogliamo belli, lucenti e perchè no? Naturali in stile Gisele Bündchen, tanto per dirne una. 

Le mie 5 ossessioni?
1. Naturalezza
2. Stile Californiano
3. Effetto wild
4. Sani
5. Luminosi

La mia ultima scoperta per realizzare le mie hair obsessions? Elvive olio trattamento.
E ve ne parlo su Glamour Italia.

cura-dei-capelli-estate-12

cura dei capelli estatecura dei capelli estate

L’articolo Cura dei capelli: 5 ossessioni dell’estate sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Olaplex n°. 3: il prodotto definitivo per ricostruire i capelli. Li rende più luminosi, morbidi, sani e chiude le doppie punte

<olaplex-trattamento-ricostruire-i-capelli

Olaplex n.3 l’ho scoperto per caso un giorno, quando il mio parrucchiere di fiducia, è venuto a Milano da Roma per aiutarmi a passare dalla fase “inverno” alla fase “estate”, ovvero dare un tocco di luce ai miei capelli. Capelli che ha trovato secchi, stressati, con le punte parecchio rovinate e che, anche sforbiciando un po’, restavano malconci (a meno che non volessi tagliare metà lunghezza, cosa che non volevo assolutamente).

Così in fase di shampoo mi ha detto “ti lascio in posa sui capelli un prodotto che li ricostruisce”. Ho aspettato circa 45 minuti e quando l’ha sciacquato via i miei capelli erano giù visibilmente più morbidi. Dopo l’asciugatura avevano riacquistato quella brillantezza che da mesi non trovavo più e al tatto erano soffici. Mi ha suggerito di acquistare il prodotto on-line e di usarlo a casa una volta a settimana o ogni 10 giorni. Olaplex n°.3 è un prodotto che ricostruisce i capelli, li rende più sani ed è pensato soprattutto per le donne che decolorano i capelli, li schiariscono, li tingono dal parrucchiere o a casa.

olaplex-trattamento-ricostruire-i-capelli-come-si-usa

Una decina di giorni, impiegati a cercare informazioni e pareri on-line, ricevo un’e-mail da parte di Olaplex, che mi chiede se voglio provare Olaplex n.3, mi invia alcune informazioni sul prodotto e qualche suggerimento su come utilizzarlo et voilà, da oltre un mese lo sto usando ed i risultati sui miei capelli sono stati immediati ma anche graduali, perché ogni volta il capello migliora, ma non devi aspettare troppo tempo per notare gli effetti. Insomma il prodotto perfetto per me che ho poca pazienza. Chi mi segue su Snapchat avrà visto decine di volte video in cui uso il prodotto o ne parlo in queste settimane, pensate che l’ho portato con me anche alle Bahamas, perché temevo il classico effetto capelli-secchi-come-stoppa per il troppo caldo/sole e invece ho capelli morbidissimi e sani!

Come si usa Olaplex n.3?

Si applica sui capelli umidi e si tiene in posa per 2 ore, poi si lavano i capelli con qualunque shampoo e balsamo. Altra tecnica è quella di tenere in posa tutta la notte e fare lo shampoo il mattino seguente. Io uso il secondo metodo, perché lo trovo più efficace (maggiore posa, migliore risultato?) e quando lo faccio, prima di andare a dormire metto in testa una cuffia da doccia, così non sporco il cuscino, ma soprattutto il prodotto non viene assorbito dai tessuti e resta sui capelli, senza sprecarne una goccia. Quando applicate il prodotto con le mani, massaggiando i capelli, poi usate un pettine – ma senza forzare se trovate dei nodi – per stenderlo più uniformemente.

Dove si compra Olaplex?

Sul sito ufficiale opcosmetics.com, dove spesso trovate promozioni e sconti su acquisti multipli. Io per esempio ho acquistato il pacchetto da 2 due confezioni e l’ho diviso con mia sorella. Sul sito leggete che il flacone da 100ml dura per 5 trattamenti, a me sinceramente dura da più tempo.
Continue reading