Givenchy rilancia la Nightingale bag, la prima borsa iconica della maison

 

Givenchy introduce una novità all’interno del brand, con la realizzazione di una it bag a metà strada tra innovazione e tradizione. Sì, perché la nuova borsa realizzata dal direttore creativo Riccardo Tisci ricalca il modello della prima borsa iconica della maison, la Nightingale bag con un makeover dal carattere minimalista. Per l’autunno inverno 2015 lo stilista la reinterpreta, rivisitandone la struttura originale alla ricerca di una forma più essenziale.

La nuova versione è infatti caratterizzata da una forma più pulita e simmetrica, con un cambio anche a livello dei materiali utilizzati. La pelle lucida è stata infatti sostituita dalla pelle cerata, ma la borsa può essere acquistata anche in altre versioni e in tre diverse dimensioni: piccola, media o grande, in pelo di capra, velluto devorè, pelle oleata e cuciture a contrasto, coccodrillo o mischie di pellami esotici. In fatto di dettagli invece, la New Nightingale vanta la presenza delle 4 G sugli accessori metallici della borsa e non più sulla pelle dei manici, mentre la cucitura a T è stata completamente rimossa. Da notare anche la variazione di prezzo rispetto alla versione precedente. La nuova bag risulta essere infatti più costoso, con un prezzo che parte dai 2.000 euro.

Un cambiamento che rispecchia il carattere attuale della maison, molto più minimal e strutturalista rispetto all’epoca in cui la prima Nightingale prese vita.

“Nel corso degli anni, la Nightingale bag si è affermata come accessorio iconico, conquistando un pubblico eterogeneo che include giovani ragazze e donne più mature. È normale affezionarsi alla propria borsa, la si porta ogni giorno e diventa quasi un’estensione di sé. Ho voluto fare qualcosa davvero speciale per le fan della ‘Nightingale’” ha detto Tisci.

 

Continue reading

Team Rossetto rosso o team labbra nude? Tu da che parte stai?

<

rossetto-rosso-vs-rossetto-nude

Ci sono quelle che “sempre e solo rosso” e quelle che preferiscono “nude tutta la vita” e poi c’è chi riesce ad alternare labbra scarlatte al fascino di un gloss che esalti il naturale colore della labbra. L’applicazione del rossetto richiede una tecnica meticolosa per evitare errori e sbavature, il colore va ben scelto in base al proprio fototipo e più scuro è il rossetto più accurata dovrà essere l’applicazione (e QUI abbiamo chiesto ad una makeup artist di raccontarci qualche segreto sull’applicazione perfetta).

E voi a che team appartenete? Team rossetto rosso o team labbra nude? Dove per nude si intendono sia le labbra al naturale sia i rossetti nei toni naturali.

Nell’immagine in alto: rossetto Rouge Eclat Clarins colore 09 – Juicy clementine, Givenchy Le Rouge à Porter colore N°301 Vermillon Création, rossetto Marc Jacobs Beauty New Nudes colore Strange Magic e Dior Rouge Dior colore 310 – Paname.

Tweet


Continue reading

Sopracciglia protagoniste: pronte a giocare con lo sguardo e a puntare su colore ed eccentricità?

spring_summer_2015_makeup_trends_expressive_eyebrows_colorfully_dyed_eyebrows11

Se le sopracciglie folte di Cara Delevingne vi hanno destabilizzato, che direte degli esperimenti con in materia di eyebrow che si prevedono per le prossime stagioni? Stilisti del calibro di CBG Max Azria, Givenchy, Giambattista Valli già per la primavera/estate 2015 hanno proposto in passerella modelle dalle sopracciglia dai toni pastello, decorate, con applicazioni, linee astratte, non sono da meno Prada, Yohji Yamamoto e Vivienne Westwood che fanno di tutto per attirare l’attenzione sullo sguardo, anzi appena un po’ più su.

Non sappiamo se si tratta unicamente di eccentricità da passerella o se qualcuna avrà il coraggio di sfoggiarle, ma lo avreste detto che prima o poi le sopracciglia sarebbero diventate così protagoniste?

spring_summer_2015_makeup_trends_expressive_eyebrows31

spring_summer_2015_makeup_trends_expressive_eyebrows21

Continue reading

It bag: le borse più belle di sempre (FOTO)

Ci sono borse che hanno fatto la storia e altre che sono nate da poco ma hanno sin da subito conquistato i cuori delle fashioniste. Ci sono borse che godono di un’assoluta popolarità per una stagione, mentre altre solo per un paio di anni, prima di essere messe da parte ed etichettate come “fuori moda”. Poi però ci sono loro: le it bag, quelle che possiedono tutte le carte in regola per essere considerate iconiche e per godere di vita eterna.

Una it bag non è una semplice borsa, ma è un mito, qualcosa che si trova a metà tra un sogno e un desiderio da realizzare. Amate da tutte le appassionate di moda, queste borse di lusso sono anche definite “del desiderio” a causa del loro prezzo non alla portata economica di tutti. Alcune di queste -in vera pelle, rigorosamente realizzate a mano e con una cura maniacale per i dettagli- arrivano a toccare i 40.000 euro. Si tratta dunque di veri e propri gioielli di alta pelletteria, acquistate soprattutto da celebrities e fashion icon.

Ma cosa determina il successo di una borsa tanto da farla rientrare nell’Olimpo delle it bag? Innanzitutto la lavorazione e la precisione dei dettagli, alcune di queste sono in edizione limitata e ciò le rende uniche nel loro genere, la loro storia e l’ispirazione che portò quel determinato stilista a realizzarla, l’averla vista indossata da una fashion icon e infine, per ultimo ma senza ombra di dubbio non meno importante, il nome della maison.

Dalle iconiche 2.55 di Chanel alla Convertible di Bottega Veneta, per poi passare dalle nuove arrivate Miss Sicily di Dolce & Gabbana e Peekaboo di Fendi, ecco le It bag più belle di sempre che ogni donna vorrebbe possedere.

Chanel 2.55

Lady Dior

Hermès Kelly

Bottega Veneta Convertible bag

Alexander McQueen Clutch Skull Box

Jackie di Gucci

Marcie di Chloè

Fendi Peekaboo bag

Birkin di Hermès

Chanel Boy bag

Falabella di Stella McCartney

Miss Sicily Dolce & Gabbana

Gucci Bamboo bag

The PS1 Proenza Schouler

Luggage di Cèline

Cabas Chyc di Yves Saint Laurent

Givenchy Antigona bag

Matthew Williamson clutch

Balenciaga Classic City

Baguette di Fendi

The Knot Bottega Veneta

Valentino Rock Lock

valentino-pink-glam-lock-medium-leather-shoulder-bag-product-1-22151702-0-183423946-normal_large_flex

Questo articolo It bag: le borse più belle di sempre (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Viviana Guglielmino su Blog di Moda.

Continue reading

I look più tenebrosi lanciati in passerella (FOTO)

La moda non è tutta rose e fiori, anzi, molti stilisti racchiudono un’anima gotica e la sprigionano ogni qual volta disegnano un capo. Sin dagli anni 1980 le passerelle, grazie alla musica incalzante e ai passi incandescenti delle modelle che indossavano abiti paurosi e lugubri, emettevano un’atmosfera cupa e misteriosa. Da qui ecco tutti i look più tenebrosi della storia creati da Yohji Yamamoto fino a Givenchy.

Yohji Yamamoto

credit photo: yoji yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto
credit photo: Yohji Yamamoto

Negli anni 1980 il gotico ha trovato il suo focus nel post-punk e Yohji Yamamoto, stilista giapponese, con le sue creazioni asimmetriche dalle sfumature nipponiche ha inondato il Den-En Colosseum di Tokyo con 180 look. Abiti drappeggiati dai colori accesi e non segnano il ponte tra Oriente e Occidente, donando alle giapponesi d’altri tempi un tocco punk grazie agli anfibi total black.

Riccardo Tisci ha fatto centro con la sua ultima collezione autunno/inverno 2015. Modelle dallo stile vittoriano hanno attraversato il set con disinvoltura e sicurezza, il dettaglio? Il septum piercing e i bijoux che hanno reso i volti delle giovani donne unici e un po’ macabri. Corsetti in lattice dalle forme di ragnatela, stiletti in velluto color cammello, bordeaux e nero, abiti merlettati da charleston moderna e tanto altro hanno segnato nel vero senso della parola la settimana della moda parigina.

Questo articolo I look più tenebrosi lanciati in passerella (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Marica Bartoli su Blog di Moda.

Continue reading