Inaugurato in Svizzera il primo monomarca del brand “Capobianco Natural Lifestyle”

Inaugurato in Svizzera il primo monomarca del brand “Capobianco Natural Lifestyle”

Il marchio di abbigliamento uomo-donna “Capobianco Natural Life Style” apre la prima boutique monomarca nella prestigiosa località Ascona – perla del Canton Ticino che si affaccia sul Lago Maggiore – al numero 18 di Via Borgo, nel frequentatissimo centro storico della cittadina.

La location, che si sviluppa su di una superficie di 85 mq., è arredata in modo essenziale e pulito, in linea con il mood del brand che mira a proporre uno stile semplice ma raffinato, da adottare in ogni occasione e circostanza. Anche la scelta di Ascona non è casuale; il comune, infatti, è una ricercatissima meta turistica frequentata non solo da europei ma anche da turisti orientali, attratti dal “JazzAscona” – il più grande festival di hot jazz d’Europa che ospita artisti di fama internazionale – e dal famosissimo campo da Golf, uno dei più belli e prestigiosi d’Europa.

L’apertura della boutique di Ascona è un passo importante per la nostra azienda.” hanno dichiarato Marco Lorenzi e Erica Bettinelli Store ManagerQuesta è la nostra sfida: esportare un ideale di eleganza e confort che rivivono in capi prodotti con materiali naturali e di alta qualità, anche al di fuori della cerchia occidentale. La cittadina di Ascona, proprio per il suo turismo internazionale di alto standing sempre sobrio e ricercato, rispecchia perfettamente lo stile di Capobianco.”

La prima collezione disegnata da Nick Wooster per Lardini

unnamed

 

Il Gruppo Lardini ha avviato un rapporto di collaborazione con Nick Wooster che sarà ambasciatore delle collezioni Lardini in America (esposte nello showroom M5 a New York) e disegnerà per loro una capsule collection destinata, oltre all’Europa, ai mercati Usa e asiatici, come il Giappone e la Corea.

La collezione Wooster + Lardini verrà presentata in anteprima alla stampa in occasione di Pitti Immagine Uomo mercoledì 18 giugno ore 8:30 (Breakfast Terrazza Pitti Immagine via Faenza, 111).

Nick Wooster, vive a New York ed è stato fashion director di Bergdorf Goodman e di Neiman Marcus, colossi del lusso. Per il suo stile unico ed elegante, contraddistinto da un tratto sartoriale-rock metropolitano, è diventato un’icona di tendenza seguita in tutto il Mondo. Oggi ha un blog ed è star di Instagram con oltre 210mila follower.

A Pitti Uomo 86 il rilancio del brand Mauna Kea

A Pitti Uomo 86 il rilancio del brand Mauna Kea

Parte da Firenze il rilancio di uno storico marchio italiano, Mauna Kea, fondato nel 1988 da un giovane surfista Italiano e diventato subito una vera febbre commerciale per tutti gli anni ’90.

Dopo un periodo di assenza, Mauna Kea torna sul mercato in occasione di Pitti Uomo 86 con un Alternative Set, mercoledì 18 alle 11.30 nella piazzetta di fronte al Padiglione Centrale e con uno Stand nell’Area Touch. Sarà presentata la collezione P.E. 2015 uno stile che potremmo definire hi-tech surf, fatto di tessuti tecnici accoppiati con fibre naturali, stampe in 3D e colori vitaminici. Una nuova visione dello sportswear, da giorno e sera, formata da 90 capi, 50 donna e 40 uomo (capispalla, t-shirts, felpe, abitini, bermuda e costumi da bagno). Veri e propri esercizi di stile, i capispalla ricordano le silhouette delle cosiddette ‘’impact vest’’, i corpetti protettivi usati dai surfisti.

Su alcuni di questi modelli sono state inserite delle protezioni morbide realizzate con una schiuma speciale, anti urto e leggerissima, utilizzata anche dall’esercito americano per le suole delle scarpe antimina. Brillanti e vitaminici i colori della collezione, le stampe reinterpretano in 3D i motivi iconici del mondo Hawaii, storie legate al surf e ai paradisi marini, hibiscus, onde marine e farfalle. Tutta la collezione è realizzata in Italia, da due aziende leader in Toscana per felpe, T-shirts e capospalla e una in Emilia Romagna (per il beachwear). Innovazione e ricerca, ma anche storia, questa l’ambivalenza del progetto, in cui il brand Mauna Kea viene attualizzato.

Mauna Kea prende il nome da una montagna delle isole Hawaii, un vulcano inattivo con la neve perenne sulla cima e il mare hawaiano a valle, un luogo in cui per tutto l’anno e nella stessa giornata si può sciare e surfare al tramonto. Questo spirito no seasons appare unico e  ideale per le richieste che oggi pone il mercato, stile, identità e performance. Il progetto di rilancio della Cool Farm, laboratorio di giovani creativi ed esperti di branding che fa capo al giovane imprenditore  Felix Vannucci.

Franklin & Marshall e Hellas Verona insieme per i mondiali

Franklin & Marshall e Hellas Verona insieme per i mondiali

Franklin & Marshall presenta una capsule collection di t-shirt dedicata alla XX edizione della FIFA World Cup il cui fischio d’inizio è previsto per il prossimo 12 giugno a San Paolo in Brasile.

20 t-shirt, ispirate alle bandiere delle principali nazioni protagoniste della FIFA World Cup – Argentina, Belgio, Brasile, Regno Unito, Francia, Germania,  Grecia, Italia, Giappone, Olanda, Portogallo, Spagna, Stati Uniti, Svezia – sono pronte a scendere in campo per un mondiale targato Franklin & Marshall; i colori delle diverse bandiere sono i protagonisti delle diverse stampe grafiche – 2 per nazione, che caratterizzano le t-shirt 100% Made in Italy (Prezzo 37.50 €)

T-shirt da collezionare che rafforzano il legame del brand veronese con il mondo del calcio; da questa stagione infatti Franklin & Marshall è main sponsor dell’Hellas Verona FC, nell’anno in cui la squadra fa il suo grande ritorno nel campionato serie A TIM. Proprio i giocatori hanno interpretato in uno shooting fotografico le t-shirt della Capsule Collection firmata Franklin & Marshall. Protagonisti delle foto sono: Rafael, I-turbe, Donati, Sala, Romulo (convocato dall<a nazionale Italia), Moras (giocatore della nazionale Greca)

Diadora Time presenta la collezione History di orologi per i Mondiali

Diadora Time presenta la collezione History di orologi per i Mondiali

Diadora Time dedica la collezione di orologi History ai colori delle squadre più titolate nella storia dei mondiali di calcio: Italia, Germania e le sudamericane Brasile e Argentina.

Orologi dinamici dall’anima retrò che celebrano il più grande evento calcistico internazionale, una competizione che per tutti è sinonimo di emozioni e ricordi indelebili. “All in one rhythm”: il tempo scorre al ritmo dello slogan della manifestazione, un rituale che ogni 4 anni scandisce la nostra vita riportando le lancette della storia comune all’inizio di un nuovo giro. Il Brasile, padrone di casa e vincitore per ben cinque volte della competizione, sfida le rivali di sempre.

Gli orologi della collezione History rappresentano l’espressione più autentica dello spirito sportivo Diadora attraverso colori e materiali che esaltano lo stile e si adattano perfettamente alla performance. Ogni dettaglio dei segnatempo celebrativi dei prossimi mondiali richiama elementi dell’abbigliamento sportivo degli atleti che scenderanno in campo.

La cassa, rotonda e di 40 mm di diametro, è di leggero alluminio, con una finitura colorata che produce un effetto leggermente metallizzato. La cassa scorre attraverso le asole create dalle anse su un cinturino di tessuto che sfoggia i colori delle nazionali: verde e “oro” per il Brasile, bianco e nero come tributo alla storica divisa della Germania, azzurro come la maglia della nostra Nazionale, colore che in abbinamento al bianco ricorda anche le bande orizzontali della bandiera dell’Argentina. La fibbia è ad ardiglione, d’acciaio. Sul quadrante le ore sono segnate da grandi numeri romani che ricordano quelli sulle maglie dei calciatori: numeri gialli su fondo verde, numeri azzurri sul fondo bianco, numeri neri tono su tono profilati di bianco.

Il colore trova spazio anche sulla lancetta dei secondi che nei modelli si abbina alternativamente al giallo e al blu. In evidenza il logo Diadora e la stampa “since 1948” per ricordare la tradizione del marchio italiano. Gli orologi History di Diadora Time sono animati da un movimento al quarzo e sono impermeabili fino a 30 metri (o 3 atmosfere).