Prendi un vestito arancione

moda-inverno-2017

Vesto sempre di nero, non amo particolarmente le sfumature calde e decise. Preferisco da sempre il black & white. Unica eccezione: il rosa cipria che trovo così delicato, come tutte le tonalità pastello. Mi piacciono, però, gli abiti che raccontano qualcosa di bello. Hai presente quando trovi un vestito che non è assolutamente nel tuo stile ma al primo sguardo noti un dettaglio che ti fa pensare «Ma sai? Lo indosserei»? Un po’ come gli uomini: sta pur certa che perderai la testa per quello opposto dalla tipologia che credi ti piaccia da sempre. Succede sempre così, è nella storia dei secoli. Sono le proiezioni e le aspettative che creiamo i più grandi ostacoli ma – paradossalmente -anche il confine che permette di sorprenderti. Tutto questo per dirvi che non amo l’arancione ma questo abito semplicemente lo adoro. E tutti i grandi amori cominciano così: per caso.

Qualche volta è bello anche andare al di là dei confini e giocare un po’ con noi stesse.
E perciò prendi un vestito arancione, divertiti e lasciati andare.

fashion-blogger-outfit

Abito: Jessica Buurman per la moda inverno 2017

marti marti-1

moda-inverno-2017-look moda-inverno-2017-look-1 outfit-invernali-moda-2017 outfit-invernali-moda-2017-1

L’articolo Prendi un vestito arancione sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

La lingerie 2016 ad Immagine Italia: foto e video

Si è svolta tra il 6 e l’8 Febbraio 2016, ancora presso l’area espositiva della Fortezza da Basso a Firenze, la nona edizione di Immagine Italia & Co., fiera italiana dell’intimo che è ormai un appuntamento irrinunciabile per gli operatori del settore.
Per il secondo anno consecutivo ero presente a rappresentare BE! Magazine e stavolta non da solo, ma accompagnato da ben due fotografi: il nostro collaboratore Davide Paltrinieri ed un nuovo amico, Marco Baraldi, reduce dal successo della sua mostra a Bologna. Noterete subito come le foto di quest’anno abbiano tutt’altra qualità rispetto al reportage della passata edizione…

Anche per quest’edizione gli operatori di settore sono affluiti a migliaia, non soltanto dall’Italia, ma anche da Paesi comunitari e non. Immagine Italia si conferma una fiera a 360°, che copre tutto ciò che le donne (e gli uomini) amano indossare, spaziando dall’assoluta sensualità a soluzioni di gran lunga più comode.

Al sabato, abbiamo assistito al saluto delle autorità: erano presenti il Presidente della Camera di Commercio di Pistoia (Ente organizzatore dell’evento) ed il Sindaco di Pistoia. Stefano Morandi e Samuele Bertinelli hanno aperto ufficialmente la manifestazione, esprimendo inoltre soddisfazione per la scelta di Pistoia come Capitale Italiana della Cultura nel 2017.
Al termine della prima sfilata, è stato organizzato un incontro con alcuni rappresentanti della Camera di Commercio, che hanno espresso la propria preoccupazione per la riforma di questo importante ente pubblico che sembra ormai imminente.

Sia nella giornata di sabato che in quella di domenica il programma prevedeva tre sfilate collettive, due delle quali denominate “Fashion Show” ed una “Glamour Show”. Tanti i marchi in passerella, troppi per ricordarli tutti, ma in un breve elenco citiamo: Creaciones Selene, Lisca, V.O.V.A. Lingerie, Skiny, Nottemania, Chiaramore, Madiva Artimaglia, Oscalito, Lise Charmel, Wacoal, Huit, Simone Pérèle, Item M6, Anemone Lingerie, Bona Dea, Antica Sartoria, Leoni al Sole, Roxi Beachwear, Daiquiri Lime, Blugirl, Marianna Marchesini, Rosy, Valery, Passionata e Ritratti Milano.

I capi sono stati indossati da due modelli e otto splendide modelle, tra le quali abbiamo riconosciuto Pasqualina Sanna (vista recentemente nell’ultimo video di Luca Carboni, “Luca Lo Stesso”) e Francesca Rossi, Miss Sardegna 2013.
Se l’anno scorso le sfilate si erano aperte con un omaggio a Pino Daniele, stavolta si sono chiuse nel ricordo di David Bowie, con tanto di trucco a tema per i modelli.

Oltre alle sfilate, anche questa edizione presenta diversi stand interessanti, alcuni dei quali sono resi ancora più belli dalla presenza di meravigliose modelle, che stavolta possono essere valorizzate dagli obiettivi di Marco e Davide.
Allo stand Madis ritroviamo Alena Mayuk, già presente lo scorso anno.
Altro volto noto è la modella dello stand Felina di cui avevo scritto dodici mesi fa: la ritroviamo allo stesso stand e stavolta riesco a scoprire anche il nome… Si chiama Lucie Prochazkova.
Con lei c’è la fashion blogger Laura Brioschi, in giro per gli stand in cerca dei nuovi trend. Il suo blog Love Curvy è un inno alle donne formose… A noi piacciono le donne che si piacciono, quindi ci associamo volentieri al suo messaggio: viva le donne di tutte le taglie!

Tra le modelle che ci hanno colpito segnalo infine le rappresentanti dello stand Rosy Paris. Sono la romana Marta Benincasa e la toscana Fulvia Sani e si dimostrano veramente cortesi, accettando di posare per noi durante una pausa.
Altre bellissime ammirate negli stand le troverete nella gallery completa in fondo all’articolo…

Prima però eccovi il mio video, estratto dalle sfilate dell’evento.

 

Natale, idee di regalo per lei

regali di natale

L’anno scorso vi avevo consigliato una card di Zara. Veloce, senza tanti impicci e giri per ricercare il regalo giusto e di sicuro apprezzato da lei in vista del Capodanno e soprattutto dei saldi. Quest’anno, però, voglio darvi un altro ventaglio di idee, tutte legate alla bellezza. Ricordatevi una cosa: per una donna i capelli sono santi. Perciò, prima di tutto vi ricordo: sempre notare il nuovo colore o taglio di lei e ricordarle di dirle ogni giorno che è bellissima. Poi farle trovare sotto l’albero un regalo per farvi vedere che ascoltate le sue paturnie sulla messa in piega, etc. etc.

In che modo? Una piastra per capelli potrebbe fare al caso vostro. L’ultima new entry per me è quella di BRAUN, Hair satin 7. L’ho provata e il risultato è impeccabile. La tecnologia IONTEC è stata progettata appositamente per restituire luminosità e benessere ai capelli durante lo styling. Garantisce morbidezza e lucentezza per un liscio perfetto. Insomma, la renderete felice. Potete giurarci.

Per le fissate, invece, per la pulizia della pelle, BRAUN FACE, la prima combinazione al mondo fra un epilatore e una spazzola di pulizia per il viso. Ho provato anche questo e permetterete a lei di sentirsi bella, più serena e di risparmiare qualcosina dall’estetista.

Il biglietto? Siccome sono buona vi suggerisco anche questo: “Per vederti sempre più bella”.
(Provate e i ringraziamenti dopo il 25 dicembre)

braun pelle

braun piastra satin hair 7

Il risultato usando la piastra di Braun:outfit inverno fashion blogger 1 Continue reading

Terapia d’urto

outfit inverno fashion blogger 6

Regole per far tornare il sorriso.
1. Fare una doccia lunga, calda ascoltando della buona musica.
2. Asciugare i capelli, metterli in ordine e truccarsi. Rossetto rosso, sempre e comunque.
3. Indossare quello che più ci piace.
4. Prendere un pellicciotto rosa che l’effetto è come quello di un abbraccio.
5. Prendere i tacchi più alti che avete (come quelli di Jessica Buurman).
6. Uscire e farsi sorprendere dagli eventi.

Ecco, è proprio quello che ho fatto.
Chiamatele se volete, terapia d’urto per (ri)trovare la felicità.

outfit inverno fashion blogger 2 Continue reading

VANIDAY MILANO

Prenotazione trattamenti estetici a Roma

Vaniday è il sito in cui trovare e prenotare servizi, saloni di bellezza e centri benessere 24 h su 24 nelle città di Milano, Roma, Parma e Modena. Per prenotare basta registrarsi nel sito web oppure scaricare la app ufficiale Vaniday per Apple o per Android. Noi abbiamo provato due servizi in due città diverse, questa l’esperienza di Regina e Teresa. Scegliete tra queste opzioni la città o il trattamento che preferite 1. Cerchi centri benessere per dimenticare lo stress? Continua a leggere l’avventura di Teresa. 2. Sei in zona Milano e non sai a chi affidarti? Qui sotto ti raccontiamo come usare il sito Vaniday. 3. Ti interessa cercare un parrucchiere nella tua nuova città o un servizio di manicure rapido? Leggi qui l’esperienza di Regina. 4.

Sei di Roma e cerchi un salone di bellezza?  Clicca qui per scoprire i servizi beauty della capitale. Sarò una vergine atipica, ma il mio rapporto con il beauty oscilla tra interesse e menefreghismo. Da una parte essere in ordine, come si dice, mi sembra una perdita di tempo, il classico accollo che non vedo l’ora di finire. Dall’altra poi penso che ci sono quei must che servono a sentirti bene anche tu, non soltanto ad apparire. Mi mangio le pellicine attorno le unghie e vedere un pelo spuntare dal mio corpo non mi fa indossare caftani lunghi fino ai piedi. Sono di quelle che prenota il parrucchiere quando i capelli hanno deciso di acconciarsi in maniera anarchica già da due settimane e ovviamente il giorno dell’appuntamento stanno da dio. Quella roba lì, insomma, la conoscete. Ma c’è un momento in cui tutte queste incertezze, queste sì tipicissime per una vergine, svaniscono. Ed è quando metto piede in un salone di bellezza o da un parrucchiere e dopo qualche ora ne esco fuori. La reazione è un mix tra “vedi quanto poco ci vuole” e “ma perché non lo faccio tutte le settimane?”.

App Vaniday

Conseguenza: passeggio leggiadra per il centro e mi sento figa come Gisele. Ok, non così tanto. Scoprire Vaniday è stata la dritta che mi mancava e che ha eliminato parecchie delle obiezioni alle due reazioni di prima. Ora ci vuole poco, davvero. Non come prima che dovevo sfogliare metà Pagine Gialle alla ricerca di un salone con un nome che mi ispirasse (spostarsi spesso per lavoro provoca queste rogne) o chiedere consigli nei social. E poi sì, sarebbe pur bello farlo tutte le settimane, ma poi il risultato potrebbe essere quello di poverissima ma bellissima e molto in ordine. Non esattamente il massimo. Vaniday è il sito che semplifica tutto. Scegli la città, il tipo di trattamento e ti si parano davanti tutte le alternative con recensioni, prezzi e consigli. Inoltre, ci sono un sacco di sconti e promozioni esclusive per il sito. Non pioveva da un mese a Milano e, indovinate, io ci dovevo andare esattamente in un giorno dove i protagonisti erano la moda e il nubifragio in tutto il Nord Italia. Poco male, avevo prenotato un trattamento “Hado Honey” in Hado spa attraverso Vaniday. Uno scrub al miele in hammam, massaggio con oli essenziali, percorso con sauna, bagno turco e piscina cromoterapica. Arrivo effetto gattino della Barilla perché ovviamente l’ombrello e il nubifragio non stanno bene insieme. Entro in quella che è una spa indipendente di un hotel in Buenos Aires, praticamente in centro.

Parrucchieri Malafemmina

Nadia mi accompagna e per un’ora e mezza si prende letteralmente cura di me, tra scrub e massaggio rilassante e defaticante. Finisce e mi dice “Grazie”. Io la guardo, appena ritornata nel mondo dei vivi, e strabuzzo gli occhi: “ma grazie a te, cara Nadia!” le dico. Concludo facendo spola tra sauna e bagno turco e zona relax dove sorseggio una tisana idratante. Esco che mi sento rinata. Fuori non piove più, i miei occhiali da sole coprono i miei occhi struccati e distesi. Accusano il colpo di un obiettivo di questi tempi quasi impossibile da raggiungere: non aver pensato a niente. Praticamente il nirvana. Non avrei mai conosciuto Hado spa senza Vaniday. Non vivo a Milano e avrei posticipato a chissà quando – forse a mai – una coccola di questo tipo. Per tutti quei motivi di prima mi sarei tenuta addosso le scarpe bagnate e il freddo da primo giorno d’autunno, invece sono uscita con quel classico sorriso da “ci vuole davvero poco, dovrei farlo tutte le settimane”. E con un’app così non sembra fantascienza da fashion blogger.

Staff Parrucchieri Malafemmina | Roma