Moda Uomo: il sicilian western di Dolce&Gabbana (FOTO)

Sulle passerelle della Milano Moda Uomo tocca a Dolce&Gabbana. Ad essere andata in scena non è solo una sfilata, ma un cero e proprio spettacolo: un mix tra cinema e moda, tutto made in Italy. E’ l’Italia del cinema a fare da cornice alla sfilata milanese di Dolce&Gabbana e a ispirare la collezione maschile per l’autunno-inverno 2016/2017. Il “western all’italiana” di Sergio Leone a farla da padrone, l’intramontabile film C’era una volta il West e la musica di Ennio Morricone. Tutti elementi che vengono reinterpretati magistralmente da Domenico e Stefano Gabbana.
styleandfashion.blogosfere.it

styleandfashion.blogosfere.it

Dal classico viene riletta la contemporaneità, anche estetica, che seduce con quel pizzico di ironia suscitato da un realismo estremo. In passerella sfilano ricami, poncho, giacche e abiti, ma anche cappotti over, stivali, le camicie da cowboy ricamati con ferri di cavallo e le camicie in denim con gli angeli. Per Dolce & Gabbana l’uomo è decisamente dai caratteri siciliani, decisamente moderno e travolgente. Un mix tra l’icona dell’uomo metropolitano dei nostri tempi e il fascino del vecchio west. Il tutto rigorosamente specchio del marchio di fabbrica e rigorosamente Made in Italy.

styleandfashion.blogosfere.it Continue reading

Beauty Voyage la palette Dolce & Gabbana Make Up con gli indispensabili per le feste

Dolce&Gabbana Make Up palette Beauty VoyagePerchè affollare la trousse di prodotti quando una palette può contenere tutto ciò che serve ad ogni donna per realizzare il make up perfetto per le feste? Tra le novità per il Natale 2015 c’è la palette Beauty Voyage di Dolce & Gabbana Make up che contiene quattro ombretti, un blush, un illuminante e due rossetti, il tutto racchiuso in un prezioso scrigno dorato con decori animalier.

Si tratta di un’edizione limitata pensata per le feste, declinata nelle tonalità passepartout come il cipria, il beige, tortora ed il nero (Dessert, Delicate e Femme Fatale). Basta un pizzico di manualità con i pennelli per mixare queste nuances in modo da ottenere make up da giorno e da sera con un gioco di intriganti chiaro scuri. Completano tutto un delicato blush color pesca (Peach) l’illuminate (Eva);  per le labbra si può scegliere tra i rossetti Devil, un rosso intenso e Honey, un nude.

LaBeauty Voyage Make Up Essential Palette Dolce&Gabbana costa 140,00 €.
Continue reading

Le coppie più glamour del momento (FOTO)

www.cpp-luxury.com

Ricchi, belli e con un senso dello stile innato, queste coppie dello star system fanno scintille sia nello street style che nei red carpet. Quasi sempre coordinati e impeccabili, li troviamo insieme agli eventi mondani e nel front row delle sfilate con look da capogiro, tanto da guadagnarsi l’elitaria etichetta di trendsetter.

Perché in amore bisogna essere complici anche in fatto di stile, a maggior ragione quando la partner è una fashion victim. Ed ecco che Olivia Palermo e Johannes Huebl sfoggiano il medesimo stile alla “Upper East Side”, Kim Kardashian e Kanye West agli eventi vanno vestiti coordinati per mostrare quanto la loro sia una coppia salda e perfetta, mentre Angelina Jolie e Brad Pitt ad ogni evento sono sempre i più attesi e i più glamour. Ma i più eleganti in assoluto, e soprattutto attenti ai minimi dettagli, sono i Beckham, impeccabili in qualsiasi occasione dall’aeroporto allo stadio fino ai red carpet più esclusivi. Tra i ricchi, potenti e ovviamente fashion ci sono anche i coniugi Carter, che da più di sette anni danno lezioni di stile, e i Clooney che dal giorno del loro matrimonio sono stati considerati i più chic di Hollywood.

Ecco dunque una gallery con i best look delle coppie più glamour del momento.

David e Victoria Beckham











Kanye West e Kim Kardashian








Olivia Palermo e Johannes Huebl









George Clooney e Amal Alamuddin






Brad Pitt e Angelina Jolie












Tom Brady e Gisele Bundchen


attends the Metropolitan Museum of Art Costume Institute Gala "Superheroes: Fashion And Fantasy" at the Metropolitan Museum of Art on May 5, 2008 in New York City.



Jay Z e Beyoncé









Adam Levine e Behati Prinsloo








Mandatory Credit: Photo by David Fisher/REX (4443780bj)
Adam Levine and Behati Prinsloo
87th Academy Awards, Oscars, Arrivals, Los Angeles, America - 22 Feb 2015

/Rex_Oscars_4443780BJ//1502230200

Questo articolo Le coppie più glamour del momento (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Viviana Guglielmino su Blog di Moda.

Continue reading

Tutti contro Dolce & Gabbana, il boicottaggio di Elton John

Poi ti svegli una mattina e leggi che Dolce & Gabbana​ hanno fatto un casino che non si riferisce a qualche collezione, ma alle idee sulla famiglia e sui figli. Che Elton John si è talmente incazzato che si è trasformato in Rachida e ha proposto un boicottaggio della maison italiana. E già perché noi tutti i giorni andiamo in qualche boutique, al posto del pane la mattina. Poi ci si mette in mezzo anche Courtney Love​, che invece di spaccare chitarre sul palco vuole bruciare gli abiti firmati da loro, manco ai tempi della caccia alle streghe. E la tennista Martina Navratilova prende le loro t-shirt e comincia a fare dritti e rovesci, manco ai tempi d’oro. Ma non è finita qui perchè gli stilisti rispondono alle critiche? Sì, dando dei fascisti a tutti.

E io ve lo dico, qui si rischia un nuovo conflitto internazionale a colpi di acuti e di schiaffi con guanti in pizzo.
Vedremo come andrà a finire.

dolce-&-gabbana-adozione-gay

Un’idea me la sono fatta, come penso tutti voi. E penso anche che essere dei creativi geniali, superlativi con ago e filo, con le stoffe e pizzi che vanno a dare forma ai desideri di ogni donna esaltandone nella sensualità, non presupponga necessariamente di essere eccellenti nelle parole. Spesso è il contrario come il caso di Dolce & Gabbana, gli stilisti che vedono l’universo gay, del quale fanno per giunta parte, in rivolta contro di loro. E non un universo dei comuni mortali ma di celebrità internazionali con Elton John che lascia i panni dell’artista pacato ed emotivo, per boicottare i vestiti firmati dalla maison italiana. Un movimento che ha un hashtag, #boicottDolce&Gabbana, e che vede coinvolti Courtney Love, Ricky Martin e Martina Navratilova – per citare solo alcuni – in polemica contro le dichiarazioni degli stilisti sulle adozioni gay. “Non mi convincono i figli della chimica, i bambini sintetici, uteri in affitto, semi scelti da un catalogo“: ha affermato Domenico Dolce a Panorama nell’articolo “Viva la famiglia (tradizionale)”.  “Come vi permettete di dire che i miei meravigliosi figli sono ‘sintetici’?”, ha risposto Elton John che ha due figli ottenuti con la fecondazione in vitro con il marito David Furnish, intimando a Dolce e Gabbana di “vergognarsi per aver puntato i loro ditini contro la fecondazione in vitro”. “Il vostro pensiero arcaico è fuori tempo: proprio come le vostre creazioni di moda“. Courtney Love poi è intervenuta richiamando un articolo di Vanity Fair del 2005 intitolato “Il desiderio di essere padri”, accusandoli di incoerenza. E io sono andata a rileggermi l’articolo di dieci anni fa…
dolce & gabbana vanity fair panorama Continue reading

Milano fashion week SS 2015

milano-fashion-week-ss-20155 giorni.
Un bagaglio di abiti e di scarpe, poi trucchi e creme. Dimenticarsi del balsamo e della spazzola che è un po’ come lasciare a casa spazzolino e dentifricio, questa volta però nel beauty-case. E poi Milano che ti accoglie con un sole che scalda l’anima. E l’estate, alla fine di settembre, non sembra poi lontana.

Così la metro, le corse e tutti i tacchi del mondo portati in valigia non indossati. Siano benedette le Converse e i mini-dress. Sempre. Non appariscenti, nemmeno così interessanti ma comodi per lo meno per arrivare da una sfilata a un’altra senza inciampare, perché sapete? Anche a Milano ci sono i sampietrini della peggior specie poi, un po’ invisibili. GoogleMaps sempre a portata di mano e se non ci fosse stato sarei arrivata anche prima. Cambi di rotta e di strada con i milanesi pronti a darti indicazioni manco fossi loro figlia e con i taxisti che “Fashion week? Stasera gioca il Milan”. Pausa a California Bakery e poi arrivare tardi a una sfilata per osservare immobile gli artisti di strada nei pressi del Duomo. Incantano: un gruppo di ragazzi alle prese con la breakdance, i mimi, un pappagallo, sonorità peruviane, un giovane mentre suona il piano. Quello stesso piano con i tasti bianchi e neri che giorni dopo avrei visto sfiorati dalle dita di Einaudi, come se fossero il corpo di una donna in occasione della presentazione di Emozione, la nuova fragranza di Salvatore Ferragamo. E poi i sogni che quelli non mancano mai. Dalle gonne lunghe e gli abiti corti di Dsquared2, a quello stile un po’ confuso, melting pot, un po’ mal d’Africa di Stella Jean. I pois di Genny si trasformano nelle stelle di Philipp Plein, l’abito lungo lilla di Roberto Cavalli con la schiena scoperta, gli anni ’70 che tornano prepotentemente con Casadei e Angelo Marani, senza tralasciare l’Oriente di Andrea Incontri e la pop art di Alberto Guardiani. Dolce & Gabbana che non deludono mai, nemmeno ispirandosi alla corrida e al flamenco spagnolo piuttosto che alla Sicilia.

Un ritorno alla natura e ai suoi colori. Con il verde, il rosa, il lilla, il blu e soprattutto il giallo – divino quello di Luisa Spagnoli – insieme all’oro e all’argento, cominati tra loro per il ritorno del color-block. E poi Moschino con la sua Barbie con quella tonalità di rosa che stomaca. Quello che più mi ha colpito di questa sfilata? Il modo con cui una delle modelle teneva le mani, all’insù, per un’idea di bambola a mo’ del film “Una donna perfetta” con Nicole Kidman. Non mi ha convinto, nemmeno colpito. Ma già “sei matta? Questa è la storia. Ma ne sai qualcosa dello stile di Moschino? Che poi Jeremy Scott che è un genio”, tuonano quelle/i che è tutto amazing sempre e comunque. Ma io ne capisco poco di moda e di storia, dico la verità. Vado a pelle, a vista, a gusto e non potrebbe essere diverso con Coccinelle e le sue borse con le caramele Haribo. Scoprire pure che le presentazioni possono essere meglio delle passerelle, che ridere è il passpartout per ogni evento e lo fanno anche le modelle, sapete? Un po’ meno le fashion addicted che passeggiano avanti e indietro per le strade di Milano aspettando che qualcuno le noti o le fotografi per la fiera dell’apparire. Ma anche questo è viversi la fashion week.

E imparare che più imprevedibile di Dio, di Anna Dello Russo e del destino c’è solo Trenitalia.

Dolce & Gabbana spring/summer show at Milan fashion week

milano fashion week ss 2015

_DAV9760

_DAV9991

Dolce & Gabbana Spring/Summer 2015 collection

Pics Dolce&Gabbana: TheGuardian

L’articolo Milano fashion week SS 2015 sembra essere il primo su Glamour Marmalade.