#MissioneCorpoPositivo: 5 regole per chi non ha più 20 anni

cereali nestlè

Il meteo ci ha aiutato: la prova costume è rimandata ma prima o poi arriverà.
A 20 anni è tutto più semplice e indolore: torni alle 6 della mattina, dormi solo 2 ore e sei fresca come una rosa, puoi fare colazione alle 3 della notte senza che quel cornetto vada a finire sui fianchi, non fai palestra ma – che problema c’è? – quando la bilancia segna sempre gli stessi chili? E mangi pure cioccolata quando e come ti va. Insomma, ti senti immortale. E alla prova costume ci arrivi, il più delle volte, senza fare nulla di nulla. Un sogno.

Dopo i 30 anni: torni alle 3 della mattina e ti servono 48 ore per recuperare, mangi la metà di quando ne avevi 20 ma la bilancia segna sempre un chilo in più, la palestra – e non è un vanto – è diventata una necessità come mangiare, bere e stalkerare lui su whatsapp. Palestra che, però, cerchi in tutti i modi di evitare cadendo nella tentazione di usare creme efficaci contro la cellulite. Che non funzionano. In caso, si chiamerebbe miracolo. Alla prova costume ci arrivi imperfetta, ma te ne freghi: che tra tutti i 3mila impegni al giorno quello che vuoi è solo startene sotto l’ombrellone a non fare nulla. Se non bere mojiti.

Ma c’è sempre l’eccezione e chi ci tiene, almeno tentando si arrivarci in forma.
Come prepararsi all’estate dopo aver raggiunto e superato i 30, quindi, con una dieta estate efficace?
Con 5 semplici regole e ricordate: prevenire è sempre meglio che curare.

1) Non saltare i pasti e fare colazione, sempre e comunque.
Non saltarla mai. I cereali fanno sempre al caso nostro, ne esistono un’infinità di gusti. Ad esempio, per iniziare al meglio la giornata Nestlé Fitness ha pensato al gusto classico, cioccolato latte, cioccolato fondente, cioccolato bianco e frutta esotica. Se non bevete latte come me, optate per lo yogurt bianco magro senza zuccheri. 

2) Bere, bere, bere. Acqua.
Niente bevande gassate, nulla di nulla. Unica eccezione? Lo champagne. Con le fragole.
Come si fa a dire di no? (Dimagrire sì ma senza perdere le gioie della vita).

detox-tumblr-690x453
3) Muoviti… per 30 minuti
Non basta ridurre il mangiare, non si può dimagrire senza esercizio fisico o la palestra. Per chi non ha tempo, Nestlé Fitness ha pensato a una guida pratica per le donne che vogliono rimettersi in forma ma che non hanno tempo (che trovate QUI). Sono esercizi facili e veloci da svolgere in qualsiasi luogo e momento della giornata, anche in ufficio o a casa. Ogni donna può seguirli e postare sui social la propria esperienza con l’hashtag #BenvenutaEstate. Imperativo? Minimo 30 minuti al giorno.

4) Riposo
Otto ore al giorno consigliano gli esperti.
E come Penelope Cruz non mangiare dopo le 21.30 di sera.

5) Obiettivi, no sogni
Non è una gara. Bisogna porsi obiettivi raggiungibili e soprattutto avere costanza nel realizzarli. Non serve esagerare o sognare. Un passo alla volta, con calma e senza fretta. Anche la #MissionCorpoPositivo può essere un divertimento, invece che una imposizione. 

Tutto questo, per dire: diffidate da chi dice che sia così per via di Madre Natura.
Ognuna di noi ha dei piccoli segreti di bellezza.

cereali nestlè (2)

L’articolo #MissioneCorpoPositivo: 5 regole per chi non ha più 20 anni sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Con vente-privee e Nuxe è tempo di remise en forme: ecco i prodotti giusti (ad un prezzo speciale)

Screenshot at mag 24 17-46-10

Ok, ci siamo, il caldo è finalmente arrivato e nell’aria c’è profumo di estate. Anche se siamo incollate alla scrivania, anche se la mail è costantemente over quota e le scadenze, così come le consegne si accavallano, sentiamo forte e chiaro il richiamo della bella stagione.

Nell’armadio abbiamo fatto posto ai vestitini, abbiamo tirato fuori i sandali e nelle pause al computer cerchiamo ispirazioni per la meta delle prossime vacanze. Ma saremo pronte all’incontro con il bikini? Ma soprattutto come vivono le donne la remise en forme in vista dell’estate? Se l’è chiesto
vente-privee e la risposta è davvero rincuorante: per l’86% delle donne la prova costume è importante ma va vissuta con spensieratezza pensando al proprio benessere. Secondo l’indagine condotta da vente-privee, sito delle vendite-evento online, per sentirsi a proprio agio nel proprio corpo non vale la pena ammazzarsi di diete drastiche che rovinano l’umore, il segreto è una dieta bilanciata, fatta di centrifugati detox e attività fisica!

Il 58% degli intervistati ha affermato di coniugare sport e sessioni beauty. Certo, forse sarebbe meglio pensarci tutto l’anno a tenersi in forma e invece i dati confermano che le palestre si affollano quando l’estate si avvicina: il 36% delle donne e il 33% degli uomini ha affermato infatti di dedicarsi all’attività fisica a partire da maggio.

Ma quali sono i consigli per rimettersi in forma senza esagerare? Ilario Volpe, Personal Trainer e Direttore Tecnico di Hard Candy Fitness spiega: “La cosa fondamentale oggi è cominciare a prendersi cura del proprio corpo. Se davvero si vuole ottenere un buon risultato in poco tempo bisogna nutrirsi in modo sano e allenarsi seriamente: personalizzare l’allenamento e l’alimentazione come se fosse un abito su misura confezionato dal proprio sarto. Per riuscire a perdere peso occorre cominciare con un allenamento mirato volto proprio ad aumentare la massa magra del proprio corpo, allenamenti improvvisati e fai-da-te sono poco adatti per un risultato bilanciato e alla lunga controproducenti.” conclude Volpe.

Ed è proprio pensando alla remise en forme che vente-privee lancia a partire da oggi 24 maggio, un’iniziativa in collaborazione con Nuxe per prepararsi al meglio alla “prova costume”. E’ già online sul sito una vendita speciale del brand francese Nuxe, oltre ad una vasta selezione di prodotti del brand, i soci di vente-privee possono acquistare anche un kit composto dal Sérum Minceur Cellulite Incrustée e dall’Huile Minceur Cellulite Infiltrée a un prezzo speciale di 28€.

Il primo è un Siero Snellente pensato per la Cellulite ribelle dall’effetto levigante ottico istantaneo, si tratta di un ultra-concentrato alla caffeina vegetale, estratti di piante e polifenoli, che svolge una triplice azione (azione destoccante, eliminazione dei grassi, azione rimodellante) per ridurre l’aspetto della cellulite ribelle.

Huile Minceur Cellulite Infiltrée è invece un olio snellente pensato per la cellulite infiltrata, ideale per le zone di pancia e fianchi; questo prodotto a base di Olio di Limonio, è formulato appositamente per ridurre l’aspetto della cellulite e delle zone ribelli. Arricchito con 10 oli essenziali,
attenua l’aspetto dei cuscinetti cutanei dovuto alla congestione dei tessuti.
Continue reading

Le prime volte

le prime volte Adoro le prime volte. Il primo caffè la mattina, le prime telefonate o i primi messaggi della giornata. Il primo libro letto che si conosce a memoria, il primo bacio, il primo abbraccio dopo una vita che lo aspetti o la prima volta al mare, i primi ostacoli del cuore. La prima decisione presa con carattere, la prima volta a Barcellona, il primo volo aereo, la prima uscita con la migliore amica, il primo incontro. La prima volta a Roma, che è sempre come sentirsi a casa. La prima volta nel dire «ti amo» e quella in cui hai urlato «basta è finita». La prima volta di sesso.La prima volta che si capisce la direzione da prendere e quella in cui ti accorgi che “quando sarò grande” non vale più, perchè già lo sei. La prima volta della maturità, che poi è solo sulla carta.  Il primo articolo scritto, cancellato e riscritto. Il primo giorno che ti metti a dieta, che non è mai oggi ma sempre domani. La prima volta che hai preso il tuo cuore in mano e l’hai consegnato a qualcun’altro. La prima volta che ti sei sentita bella, la prima volta che hai guardato negli occhi qualcuno scoprendone l’anima. La prima volta che hai dato fiducia agli altri  e ti sei sentita orgogliosa di te stessa. Le prime lacrime agli occhi per troppo amore. Il primo Moscow Mule e il primo Mojito a Formentera, che davvero non si scorda mai. La prima volta…

 Ci sarà pure un primo tempo per tutto.
Ma, fosse per me, questa vita sarebbe sempre un’infinità di prime volte.
Ma chissà come mai, di tutto e soprattutto degli amori, si ricorda sempre l’ultima.

gm

L’articolo Le prime volte sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

INTEGRATORI ALIMENTARI PER CAPELLI: FUNZIONANO DAVVERO?

Torniamo a parlare di capelli e cambiamenti di stagione. Dopo le prove fatte con i trattamenti d’urto è arrivato il momento di parlare dell’altro aspetto della questione: gli integratori. Sono sempre stata scettica e ci è voluto molto tempo per decidermi a provarli, ma poi ho trovato un equilibrio: ad ogni cambio di stagione (di solito Ottobre/Novembre e Aprile/Maggio) ho usato per  due anni consecutivi le compresse Bioscalin. Ho fatto, quindi, 4 cicli completi, una compressa al giorno appena sveglia, due confezioni per ogni ciclo, per un totale di due mesi di trattamento. Per i miei capelli sottili e deboli Bioscalin ha sempre funzionato: ho notato una riduzione della caduta dei capelli, un maggiore volume e capelli più sani.

Un integratore alimentare che svolge il suo compito, non è fantastico? In più il prodotto è indicato non solo per i cambi di stagione, ma anche in periodi di forte stress, carenze alimentari e esposizione prolungata al sole. Nella formulazione indicata sulla confezione Bioscalin ci sono la Biotina, le vitamine B6 e C, l’acido Pantotenico, Rame, Zinco e la Sincrobiogenina, una molecola brevettata, antiossidanti in pratica, che proteggono i capelli dai radicali liberi. Prezzo del trattamento completo: 40 euro circa. L’autunno 2015, invece, è stato dedicato ad un secondo integratore alimentare: Phytophanère di PhYto, un mix di vitamine e minerali per garantire a capelli e unghie forza, crescita, volume.

Due capsule al giorno per tre mesi, sempre al mattino appena sveglie. Queste capsule contengono Vitamina E, B2, B6, biotina, vitamina C, olio di borragine, acidi grassi polinsaturi e zinco. Alla fine del terzo mese di trattamento posso dirvi che è come se non avessi fatto nulla: capelli deboli, volume inesistente e caduta per nulla arginata. Non mi aspettavo certo risultati fantascientifici, chioma fluente e caduta arrestata, ma seguire diligentemente una “cura” di tre lunghissimi mesi per non avere nessun risultato, tenendo conto anche del fatto che la mia alimentazione è parecchio migliorata, è abbastanza avvilente. Prezzo del trattamento completo: 29 euro circa, prezzo di lancio. Come è possibile questa differenza abissale di risultati? Cosa hanno le compresse Bioscalin che quelle Phyto non hanno? Ma soprattutto: cosa ha funzionato con voi? Parlando con la nostra Eva Conti, dietista ed esperta di alimentazione, il responso è che Bioscalin ha in più selenio e rame che lo rendono vincente rispetto all’altro prodotto.

Ma si potrà evitare l’uso di questi integratori e sostituirli con piccoli accorgimenti nell’alimentazione quotidiana? Risponde sempre la nostra Eva e io prendo appunti: Parlando di benessere del capello nella nostra dieta non devono mancare le proteine, alcune vitamine e i sali minerali. Ci sono in particolare alcuni alimenti che dovremmo consumare con regolarità: – i cereali integrali e il riso come fonte principale di Biotina (vitamina H) per il rinnovo, la crescita e il rafforzamento dei capelli – l’olio, verdure a foglia verde come gli spinaci, frutti di bosco e frutta/verdura arancione perché sono cibi ricchi di vitamina E e antiossidanti. – la frutta secca e i semi per i sali minerali (di particolare interesse sono rame, selenio, zinco) – i legumi  per il contenuto di vitamine del gruppo B e ferro  – un apporto di proteine costante: una porzione al giorno di pesce o uova o carne bianca sia per l’apporto in proteine ad alto valore biologico che per l’apporto dei minerali utili ai capelli Attenzione quindi a diete dimagranti fortemente restrittive, ma soprattutto allo scarso consumo di frutta e verdura.

Per garantire un buon apporto di vitamine e minerali si può ricorrere alla regola del 5 intesa sia come cinque porzioni al giorno tra frutta e verdura sia come i cinque colori. Infatti i vegetali possono essere suddivisi in cinque colori (blu/viola – bianco – giallo/arancio – rosso – verde) e se si consumano frutti e verdura dai colori variati è semplice soddisfare i nostri fabbisogni.

Link to article:

INTEGRATORI ALIMENTARI PER CAPELLI: FUNZIONANO DAVVERO?

Le cattive abitudini che fanno bene alla salute: spettegolare, dire parolacce…

Le cattive abitudini che fanno bene alla salute- spettegolare, dire parolacce

Se abbiamo avuto dei bravi genitori, siamo cresciuti con il sottofondo di frasi come “questo non si fa” o “non essere maleducato/a” che accompagnavano gesti e abitudini che a noi venivano naturali e mica così tanto gravi e invece, crescendo, abbiamo imparato che in effetti secondo la società i nostri genitori avevano ragione.

Ma oggi arriva la rivalsa: gli esperti hanno scoperto le cattive abitudini che fanno bene alla salute, preparatevi a rinfacciare a chi di competenza che le vostre sono tutt’altro che vizi!

Spettegolare: condividere segreti, fare gossip, distende i nervi e allontana lo stress. Lo dicono i ricercatori dell’University of California di Berkeley e quelli di Harvard i cui studi evidenziano effetti positivi sul cervello nei soggetti che praticano il gossip. Unica raccomandazione? Deve essere sano e motivato da una giusta causa, come allertare un amico o un collega. A quanto pare chiacchierare dal parrucchiere di quell’attore che va a letto con quell’attrice lì non avrebbe gli stessi effetti (ma fa comunque trascorrere il tempo più velocemente).

Dire le parolacce: Fa bene se avete appena sbattuto il mignolo contro uno spigolo, vi siete chiusi le dita dentro un cassetto mentre sistemavate l’armadio o avete preso male la mira applicando il mascara e vi siete “cecate un occhio”. In questi casi e tanti altri, secondo gli psicologi dell’Università inglese di Keele, dire parolacce fungerebbe da naturale antidolorifico, perché imprecare aumenta i livelli di aggressività nel corpo e quindi la produzione di adrenalina, aumentano da soglia di sopportazione del dolore, con un effetto analgesico del tutto naturale.

non rifare il letto fa bene allasalute

Non rifare il letto: Sebbene da adolescenti questa sia stata la problematica maggiormente affrontata dai nostri genitori, a distanza di anni scopriamo che avremmo potuto usare una buona scusa, ovvero che lasciare il letto sfatto diminuisce il rischio di allergie. Come? Rendendo difficile la vita agli acari della polvere (ce ne sono circa 1,5 milioni in mezzo alle nostre lenzuola) che trovano terreno fertile nelle zone calde.

Dormire di più: rigenera i neuroni e fa bene al cervello, mentre dormire poco espone al rischio di malattie cardiache e aumento di peso. Quindi se vi dicono che dormite troppo voi rispondete che vi state facendo belle o che state seguendo una dieta ;).
Continue reading