16 cose che abbiamo imparato con i 30 anni

Chi pensa che a 20 anni si fanno delle cazzate, non avete idea di quello che si riesca a fare ai 30 anni.

30-anni-cose-imparate

1. Se ti lascia, non è più così tragica. Lo si fa con dignità, non si pensa più che sia la fine del mondo come a 20 anni in fiumi di lacrime. Tanto, hai imparato, che la teoria è sempre e solo una: prima o poi tornano sempre. Quindi si aspetta, del resto la vendetta è un piatto che va servito freddo.
2. Non hai più 8mila amici per le serate, ma sono rimaste tre o quattro (quelle vere).
3. Hai imparato a camminare con i tacchi. E, in caso contrario, pianelle tutta la vita.
4. Puoi avere un toy-boy che abbia finito le superiori e che non vada alle elementari.
5. Non segui più le mode e le tendenze. Questo significa: andare a una festa e non trovarsi vestita simile al 90% di ragazze intorno a te.
6. Hai capito come funziona l’universo maschile: “Calcio, calcetto, fantacalcio”. Perciò hai imparato la regola del fuorigioco: conoscere il nemico fa sempre comodo. E lo abbiamo anche messo in pratica: se un uomo parte a mille con 8mila chiamate e messaggi della buonanotte subito, insomma prima che tu abbia lanciato ogni segnale, per poi perdersi e farsi sentire ogni tanto con il dubbio di chiamare Chi l’ha visto?, lascialo andare. Tanto non segna.

30-anni-cose-che-ho-imparato
7. Abbiamo imparato anche a scappare da quegli uomini che si sono lasciati da poco, puzzano di ex.
8. Pensi che l’amore esista, ma anche del buon sesso (senza amore, ovvio).
9. Ormai hai provato di tutto: dal caschetto al taglio corto, dai boccoli al mosso, dal make up dai colori più impensati, e finalmente hai capito lo stile che ti valorizza di più.
10. Abbiamo imparato a raccontarci storie così credibili per superare le delusioni che meriteremmo l’Oscar alla regia.
11. Il più bello degli amori è sempre l’ultimo.
12. Se prendiamo un chilo in più, non smettiamo di mangiare: vestiamo di nero, e continuiamo a mangiare.
13. Non per forza si deve uscire per divertirsi, essere nei posti più chic. Basta un divano, un bicchiere di vino, la migliore amica e un film che puntualmente non si guarda per perdersi in chiacchiere per fare serata.
14. Sappiamo la differenza tra giusto e sbagliato. A 20 anni no, sbagli. A 30 lo fai consapevolmente.
15. La puntualità non è il nostro forte: la scusa è sempre il lavoro, no?
16. E soprattutto: le 20enni saranno pure più fighe, ma subito dopo il pensiero è: “Venite avanti, tanto prima o poi i 30 anni toccano a tutte. Voglio vedere come ci arrivate voi”.

L’articolo 16 cose che abbiamo imparato con i 30 anni sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Olaz Regenerist Crema Notte anti-età 3 zone, la crema che va bene per mamma e figlia

Olaz Regenerist Siero Intensivo Rassodante 3 Zone

Telefono, video-chiamate, WhatsApp… eppure quei 1300 chilometri di distanza che mi separano da lei a volte si sentono tutti, ancor di più il giorno della Festa della Mamma, quando la mente si diverte a riproporre, quasi come una retrospettiva a sorpresa, ricordi di momenti speciali vissuti insieme. Vivere in una città distante da casa rende certi momenti pieni di nostalgia, come quelle sere in cui tornano alla mente i ricordi della favola della buona notte, del bacio sulla fronte e quei passi delicati che sentivo allontanarsi prima di sprofondare in un dolce sonno.

Si cresce, si fanno scelte e si scoprono nuovi modi per sentirsi vicini: un libro da leggere contemporaneamente, un film da commentare il giorno dopo averlo visto – anche se in due cinema diversi – e persino la crema sul comodino, da spalmare prima di andare a dormire, tutte le notti. Quando ho scoperto Olaz Regenerist Crema Notte anti-età 3 zone, è stato bello leggere che è perfetta per me, ma anche per mia mamma. Condividere la beauty routine sarà un’altra occasione per sentirsi vicine.

Olaz Regenerist Crema Notte contiene la Skin Energising Technology, una tecnologia che agisce in modo profondo, affinché le cellule più vecchie si comportino come quelle più giovani, ri-energizzando l’aspetto della pelle durante tutto il suo ciclo di 24 ore. È una crema ricca e corposa ma che assorbe facilmente, quindi è piacevole da applicare sul viso, contiene acido ialuronico quindi combatte il rilassamento dei tessuti e riduce la visibilità dei segni dell’età, un ottimo modo per prevenire e per contrastare il tempo che passa. Per questo è la crema perfetta tanto per figlie quanto per le mamme.
Continue reading

#LoveistheRealBeauty: il video virale di Wycon cosmetics che fa commuovere le mamme (e non solo)

Cos’è la bellezza? Wycon cosmetics, il brand di make-up, ha provato a rispondere a questa domanda toccando le corde della sensibilità femminile e lo ha fatto per festeggiare le mamme, in occasione della festa della mamma, l’8 Maggio; la risposta è un commovente video virale che sta già facendo il giro dei social in cui mamme e figlie sono chiamate a dare la propria idea di bellezza un’idea che prescinde dalle rughe e dalle imperfezioni e che riguarda solo gli affetti, le relazioni e i legami, quelli veri. Perchè è l’amore la vera bellezza.

#LoveistheRealBeauty credo che non possa esserci augurio migliore per ogni mamma e ogni donna.

Millefiori Milano: qualcosa è nell’aria

millefiori

C’è qualcosa nell’aria di diverso.
Qualcosa che sa di fiori, di spezie e di cannella.
Una luce soffusa, della musica lenta, un po’ romantica e magari in francese.
Sfogliando un libro e un calice di vino bianco, fermo. Come l’anima in questo istante.
Nessun cellulare o messaggio di whatsapp che servono solo a rovinare l’atmosfera.
Lasciare la mente libera, senza pensieri.
Chiamateli, se volete, momenti tutti per sè.
E se c’è un uomo che vi tiene tra le sue braccia, meglio ancora.
Ma solo se è quello giusto.

Se avete un momento no, provateci.
E poi fatemi sapere.
Che dirvi?
Per me ho scelto Millefiori Milano,
la fragranza “Floreal romance”
e candele “Spicy delice”.

DSCN9707

L’articolo Millefiori Milano: qualcosa è nell’aria sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Terapia d’urto

outfit inverno fashion blogger 6

Regole per far tornare il sorriso.
1. Fare una doccia lunga, calda ascoltando della buona musica.
2. Asciugare i capelli, metterli in ordine e truccarsi. Rossetto rosso, sempre e comunque.
3. Indossare quello che più ci piace.
4. Prendere un pellicciotto rosa che l’effetto è come quello di un abbraccio.
5. Prendere i tacchi più alti che avete (come quelli di Jessica Buurman).
6. Uscire e farsi sorprendere dagli eventi.

Ecco, è proprio quello che ho fatto.
Chiamatele se volete, terapia d’urto per (ri)trovare la felicità.

outfit inverno fashion blogger 2 Continue reading