Le donne preferiscono le perle. Il più classico dei gioielli torna di tendenza

Era il 1953 quando una sensualissima Marilyn Monroe cantava Diamonds Are a Girl’s Best Friend nel musical Gli uomini preferiscono le bionde. Oggi, al luccichio sfarzoso dei diamanti le donne preferiscono l’eleganza delle perle.

La tendenza della prossima stagione vede infatti come protagoniste le perle, non solo da indossare come gioiello e accessorio ma anche applicata su maglie, pantaloni, scarpe e ogni sorta di capi di abbigliamento. Grandi stilisti e marchi di abbigliamento low cost hanno cavalcato il trend, già anticipato nella precedente stagione, eleggendo le perle a must have dell’inverno 2018.

slita chanel

Conosciute fin dall’antichità, le perle hanno dato origine a una diversità di miti e leggende sulla loro origine. Considerate simbolo di purezza, amore e perfezione ed associata al concetto di un’eleganza senza tempo, la perla oggi viene sdrammatizzata, accompagnando look casual e capi tipici dello sportswear.


Felpa Stradivarius, € 19.95
felpa con perle color nero
Felpa Bershka, € 19.99

Le collezioni del prossimo autunno-inverno propongono felpe con applicazione di perle, come quelle proposte da Stradivarius, con decorazioni sulla manica, e Bershka. Si arricchisce con le perle anche il denim, con jeans e camicie decorate, magari anche alternando perline a piccoli strass.

camicia denim stradivarius perle
Camicia Stradivarius, € 29.95

short perle
Short Zara, € 25.95

pantalone perle Franchi
Cinque Tasche Elisabetta Franchi, € 252.00

Sulle passerelle gli stilisti hanno decretato il ritorno della pietra preferita da Mademoiselle Coco, eleggendola a must have dell’inverno 2018.

Applicazioni di perle anche sugli accessori, come borse, scarpe e ovviamente gioielli. Un classico marchiato Chanel è la maxi collana, rivisitata anche in versione colorata o total black.

ciabattine perle
Ciabattina Zara, € 39.95


Decolleté Miu Miu, € 750.00

tracolla perle zara
Borsa tracolla Zara, € 29.95

collana chanel
Collana lunga Chanel, € 950.00

Che siano vere o finte poco importa. Certo è che capi e accessori con decorazioni in perle ci accompagneranno per molto tempo.

Continue reading

Lily-Rose Depp è la nuova testimonial di Chanel N°5 L’Eau

< Lily-Rose Depp_ chanel

La maison Chanel ha scelto la bellezza fresca e giovane di Lily-Rose Depp per incarnare il fascino della sua fragranza iconica e storica, Chanel N°5.

Questa nuova versione della fragranza, creata dal mastro profumiere Olivier Polge, Chanel N°5 L’Eau, punta su ancora una volta su questo talento emergente del cinema, l’attrice neanche 17enne, figlia di Jhonny Depp e Vanessa Paradis interprete del film La Danseuse, presentato al Festival di Cannes .


Continue reading

Perdonati

123

Dormire, svegliarsi, riaddormentarsi a fine giornata. Il tempo che passa, che corre, che imita il passato e trasforma il presente. Il tempo che sfugge tra le dita come sabbia, che rivoluziona un’esistenza, cambia gli amori. Che fa dimenticare e i ricordi piano, lentamente, svaniscono come le ragioni del cuore, le consapevolezze e a volte i sogni. Il tempo che torna sotto forma di note musicali, quando meno te lo aspetti. O di un profumo che sa di lacrime o di cannella, come il thè. Con un po’ di zucchero. Che spesso manca la dolcezza in questa vita, la mia, la tua e la vostra. La stessa dolcezza che porta a vedere con occhi diversi le persone e rinchiuderle in un cassetto della memoria con tutti i se e con i ma, che servono solo ad avere rimpianti. Ed è lì che devono stare per ricominciare a vivere, innamorarsi, respirare aria nuova. Fino a quando non incontrerai quell’aria in qualcun altro. E succederà senza più voltarti al passato ma soltanto con la consapevolezza che tutto ciò che è stato, è vita. Quella valigia che ti porterai dietro per sempre e che ti rendono la persona che sei. Ma solo a un patto: se riuscirai a perdonarti, potrai ricominciare a sognare. Ancora, e un’altra volta ancora. E a vedere il tempo, a toccarlo, a imparare ad ascoltarlo, a ritenere ogni secondo prezioso manco fosse la Chanel che hai sempre desiderato.

E la verità è che il tempo cambia, sì gli altri, ma prima di tutto noi.
Senza un motivo, senza un preciso perché. Succede.
Perciò perdonati per il passato, e ricomincia a sognare.

large (4) glamour marmalade 1

L’articolo Perdonati sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

Kristen Stewart e il suo sguardo magnetico protagonisti della campagna Chanel EYES COLLECTION 2016

Da quando Kristen Stewart è stata identificata come musa di Karl Lagerlfeld le sue collaborazioni con il marchio Chanel sono sempre più frequenti. L’attrice questa volta è stata notata però dalla divisione make-up del brand che l’ha voluta come testimonial della campagna EYES COLLECTION 2016, realizzata da Mario Testino. L’uscita a livello internazionale è prevista per Marzo 2016 e in Italia arriverà a Giugno 2016, ma questa anteprima con lo sguardo magnetico della Stewart, lasciano immaginare il mood della collezione di ispirazione decisamente grunge.
kristen-stewart-silver-eye-w724“Con la sua bellezza moderna, magnetica, e il suo spirito libero- hanno dichiarato i vertici di Chanel- Kristen Stewart appare in una serie di ritratti che incorporano varie sfaccettature della donna contemporanea di Chanel”.Kristen Stewart chanel testimonial
Continue reading

Come nasce un abito d’alta moda Chanel (FOTO)

Ah, Chanel. Uno dei brand di moda più amati, più desiderati, più chic. Un marchio che ha fatto la storia della moda, dell’alta moda. Poesia in passerella, tra tessuti, modelli, idee e creatività. Ma come nasce un abito Chanel prima di essere presentato sui catwalk delle più importanti città? Dal bozzetto alla sartoria, dalla sartoria allo Studio, dall’Atelier Lesage agli Atelier Chanel, per poi ritornare nelle mani di chi ha ideato il primo bozzetto, Karl Lagerfeld.

marieclaire.it
marieclaire.it

In principio Dio creò la terra, esattamente come nel mondo della moda Karl Lagerfeld idea e traccia un bozzetto, quello che nella sua mente era un’immagine lo disegna su carta. È questa la bellezza della moda. Il bozzetto arriva, poi, nelle mani della sartoria che fa dell’idea un modello in juta, poi riprodotto nei tessuti scelti dallo Studio. Tessuti che vengono mandati all’Atelier Lesage per essere ricamati secondo la tecnica Luneville, un ricamo creato per abbellire con punti catenella, fili colorati e spesso metallizzati, perline (soprattutto in vetro) e paillettes tessuti spesso leggerissimi come il velo o l’organza, creando talvolta anche disegni molto complessi.

marieclaire.it
marieclaire.it
marieclaire.it
marieclaire.it

Gli elementi realizzati all’Atelier Lesage sono spediti agli Atelier Chanel in modo che le sarte possano iniziare ad assemblarli. Successivamente l’abito viene indossato da un manichino di legno e abbinato a un paio di scarpe ed è sottoposto, durante l’ultimo fitting e su una modella, all’approvazione definitiva di chi per primo ha ideato il tutto, Karl Lagerfeld. Come un gioco circolare, l’idea viene realizzata da mani esperte che rendono possibile anche le idee impossibili.

Continue reading