Moda e ambiente: O’bag promuove l’iniziativa “Chiudi il Cerchio”

Riciclare borse vecchie e trasformarle in gadget in plastica, così da poter essere riutilizzati. Questo è il progetto di O’bag, noto brand di borse ed accessori componibili e personalizzabili.

Nasce così l’iniziativa Chiudi il Cerchio con l’obiettivo di riutilizzare le scocche delle borse O’bag per creare nuovi oggetti. Dall’11 gennaio 2018, i clienti potranno recarsi nei punti vendita del marchio per disfarsi delle vecchie borse, ricevendo anche un buono sconto dal valore di 8 euro da utilizzare per l’acquisto immediato di una nuova borsa o sacca.

Operazione Eco-friendly nei punti vendita O’bag

Il giovane brand made in Italy, che già nel 2016 aveva fatto parlare di sé per il suo approccio green, abbracciando la campagna Fur Free Alliance della LAV impegnandosi all’utilizzo esclusivo della pelliccia ecologica in tutte le collezioni, si prepara a recuperare e riciclare il materiale delle proprie collezioni.

“CHIUDI IL CERCHIO” inizia l’11 gennaio 2018 negli oltre 200 O bag store Italia aderenti all’iniziativa

I nuovi prodotti, che avranno origine dalle vecchie borse, saranno inizialmente dedicate ai bambini e, a partire dal 15 febbraio 2015 potranno essere richiesti in maniera gratuiti da asili e scuole. Tappeti-puzzle e tangram in morbida gomma saranno i nuovi oggetti derivati dalle borse.

Un modo, quello promosso dall’iniziativa O’bag, per prendersi cura dell’ambiente riducendo la produzione di rifiuti e, nel frattempo, donare giochi ai bambini.

Continue reading

Isola dei Famosi: Rosa Perrotta rifatta, le polemiche

Rosa Perrotta è una delle concorrenti dell’Isola dei Famosi 2018. La naufraga è molto sexy, ma molti la criticano per aver fatto uso della chirurgia estetica.

Rosa Perrotta, ex tronista e (si presuppone) attuale fidanzata di Pietro Tartaglione, è uno dei naufraghi che lunedì 22 gennaio sbarcherà in Honduras per l’Isola dei Famosi. Mediterranea, burrosa e supersensuale, Rosa è stata più volte attaccata per il ricorso eccessivo alla chirurgia estetica. Rosa, qualche anno fa, aveva partecipato anche a un’edizione di Veline, il programma che avrebbe scelto le presenze femminili da affiancare ai conduttori di Striscia la Notizia.

Proprio la sua presenza in quel programma aveva scatenato il diffondersi in rete – durante il trono a Uomini e Donne, avvenuto nel 2017 – di foto che segnalavano una trasformazione enorme negli anni. Le immagini mostrano che Rosa avrebbe rifatto il viso: scavato le guance, risistemato gli zigomi, scolpito il naso e gonfiato le labbra. La modella sarebbe praticamente irriconoscibile rispetto agli esordi. Inoltre la Perrotta avrebbe rifatto il seno. Rispetto a pochi anni fa, Rosa ha fatto anche alcuni cambiamenti non chirurgici: i capelli sono più scuri, di una tonalità castana con sfumature caramellate, e il make up più “consapevole”.

Ma c’è chi non accetta proprio gli interventi chirurgici, per quanto oggettivamente ognuno sia libero di fare quello che vuole con il proprio corpo, senza dover per forza subire giudizi massacranti. Bombardata da attacchi social (e anche della “collega” Desirée Popper) durante il trono, Rosa era stata intervistata dal settimanale Oggi sugli ipotetici interventi a cui si sarebbe sottoposta. La tronista aveva risposto glissando: “Ancora siamo a parlare di questo nel 2017? La domanda hai le te**e rifatte? Mi fa ridere”. Di certo l’argomento verrà rispolverato durante la partecipazione di Rosa all’Isola dei Famosi.

Rosa Perrotta

LEGGI ANCHE ISOLA DEI FAMOSI: ALESSIA MARCUZZI SVELA I SUOI LOOK

Photo Credits Instagram, Twitter via BitchyF

L’articolo Isola dei Famosi: Rosa Perrotta rifatta, le polemiche sembra essere il primo su Velvet Style.

Continue reading

Cassius Clay: 4 cose che (forse) non sai su Muhammad Ali

Cassius Clay molto probabilmente non ha bisogno di presentazioni. Tutti lo conoscono e tutti sanno l’importanza che ha avuto nel mondo del pugilato e dello sport internazionale.

Definito come “sportivo del secolo”, Muhammad Ali rientra a pieno titolo nella classifica dei campioni più famosi e vincenti del pugilato.

GUARDA ANCHE: Muhammad Ali per la campagna Core Values di Louis Vuitton

Muhammad Ali curiosità

1. Il nome Cassius Clay è un nome da schiavo, per questo motivo decise di cambiarlo in Muhammad Ali.

2. Amava cantare. Ebbene sì, prima diventare un grande pugile e di cambiare il suo nome in Muhammad Ali, Cassius Clay incise un album.

3. Il primo pugno lo diede alla madre. Pare che il talento da pugile sia emerso piuttosto presto: a soli due anni Cassius Clay diede un pugno alla mamma facendole saltare ben due denti!

4. A lui è dedicata una stella di Hollywood. All’inizio degli anni 2000 gli viene assegnata una stella sulla celebre Walk of Fame, ma il pugile chiese di spostarla sulla sulla parete del Kodak Theatre, perché non voleva che qualcuno calpestasse il suo nome.

Continue reading

Etro Uomo autunno inverno 2018 2019: l’installazione Dandy Detour

Per celebrare l’anniversario del marchio, Etro racconta attraverso l’installazione Dandy Detour al Palazzo del Ghiaccio, tutto l’amore per la bellezza collezionato in 50 anni.

Un percorso per esplorare l’essenza dell’uomo Etro, il Dandy che ci invita nella sua casa per un viaggio alla scoperta della sua vita privata e dei suoi ricordi. Interprete della bellezza ed abitante del mondo, il Dandy è un uomo curioso ed eclettico. È un viaggiatore appassionato, con un forte legame con le sue radici: un mix camaleontico tra David Bowie e Bruce Chatwin.

Percorrendo un itinerario immaginifico all’interno dei suoi piccoli universi, vissuti o avvenuti solo nella mente, sarà possibile sentirsi come a casa interagendo con tutto quello che appartiene e circonda l’uomo Etro. Ogni stanza racconta un principio diverso dell’essenza del Dandy, per ascoltare e condividere i pensieri, lasciando scorrere il tempo in libertà.

I materiali autunnali sono estremamente pregiati e trasformano i capi in preziosi arazzi e tappeti orientali, attraverso lavorazioni capaci di far emergere un nuovo linguaggio visivo. I motivi rimandano alla tessitura Navajo, ai tessuti persiani e agli arazzi celtici e sono reinterpretate sui cappotti in lana o sfumate su parka e bomber. Le lavorazioni jacquard si mostrano su blazer in lana e su cappotti decorati con foglie sinuose,
mentre il velluto, leggero ma di sostanza, sfoggia colori brillanti e stampe vivaci anche sui pantaloni a coste.

Le camicie sono realizzate in fibre di eucalipto eco-sostenibile e sono morbide al tatto proprio come il cotone. Il canvas è utilizzato nei cappotti ispirati all’abbigliamento da lavoro, consumati e imperfetti secondo il principio estetico giapponese del Wabi-sabi.

GUARDA ANCHE: Etro presenta la nuova fragranza Shantung

Il vocabolario simbolico di Etro permea tutta la collezione: l’iconico motivo Paisley è più presente che mai, ricamato con un effetto ali sul retro dei cappotti in lana, volteggiando psichedelico su un bomber in velluto arancione acido o inciso sul retro di una giacca in pelle color caramello.

I principi della sartorialità classica britannica sono presi come punti di riferimento, poi rapidamente scardinati, come sui bordi dei trench a quadri, lasciati grezzi ed incompleti. Ricami e perline sono presenti sul bordo di lunghi cappotti in lana, o come affascinanti dettagli di luccicante artigianalità su giacche da smoking. I motivi patchwork tornano sui cappotti e su morbidi blazer in velluto, lana cotta e jacquard effetto arazzo.

La Natura si manifesta sulla collezione: i blazer e i maglioni sono stampati come cortecce, marmi venati o malachite con i suoi anelli concentrici color turchese. I colori ricchi e vibranti, blu notte, viola, fucsia e ametista, mentre il verde foglia è abbinato al lime e al turchese; delicate tonalità crema e marrone chiaro convivono con il giallo eccentrico, l’arancione bruciato e il rosa.

Questa stagione le silhouette sono delicatamente esagerate: i pantaloni in lana a vita alta sono ampi e svolazzanti, le spalle arrotondate dei blazer in velluto e alpaca cadono morbide e le maniche dei maglioni in cashmere sono leggermente più lunghe, per dare una sensazione di vissuto. I bordi a coste dei maglioni in lana con scollo a V ispirati al cricket, sono allungati e, con un rimando agli anni Settanta, i colletti delle camicie hanno punte più lunghe. I cardigan e le giacche dal taglio squadrato presentano elaborati motivi jacquard o decorazioni intricate con vortici in pelle o in lana ricamata.

In perfetto stile Dandy, le calze sono colorate e si abbinano impeccabilmente al look. Le calzature della stagione comprendono stivali da lavoro in pelle vissuta, mocassini in velluto a coste ricamati e stivaletti con fibbie vistose. Gli accessori si svelano come inaspettati dettagli: invece delle cravatte, i colli delle camicie sono arricchiti da spille gioiello. Pietre dure, come il marmo e la malachite, decorano i revers di blazer e cappotti: un piccolo ricordo della cultura e tradizione senza tempo della collezione del Dandy.

Continue reading

Ark di Cult Gaia in acrilico multicolor

La borsetta effetto cestino di Cult Gaia è diventata rapidamente un cult la scorsa estate ma non intende perdersi d’animo nel cuore dell’inverno, quando il modello esplicitamente estivo potrebbe apparire fuori luogo.

Ecco la nuova Ark di Cult Gaia declinata in acrilico multicolore, una variante che rispetta il modello originario simile ad un cestino dalla forma a mezzaluna ma ne modifica il materiale scegliendo l’acrilico al posto del legno.

Il risultato è divertente e coloratissimo tanto che non possiamo resistere e aspettare il ritorno della bella stagione, ci viene voglia di indossarla subito nonostante il netto contrasto che creerebbe con cappotto e stivali.

I colori hanno una finitura madeperlacea che rende questa borsa simile a un piccolo gioiello e vanno dai toni del bianco a quelli naturali dell’ambra con un tocco di verde e un minimo guizzo di violetto.

Continue reading