Gracia De Torres, la sexy modella pronta a sbarcare sull’ “Isola dei famosi”

wwwwwwww

Ventinove anni, spagnola, vive e lavora a Milano come modella ed è stata eletta il “Lato B più sexy del Pianeta”. Secondo le ultime indiscrezioni riportate dalla stampa, sarebbe la conturbante Gracia De Torres, una delle naufraghe della prossima edizione del reality show“L’isola dei famosi“.

Come di consueto il reality targato Mediaset, insieme ai volti noti sceglie bellezze sconosciute che stiano bene in bikini (e anche senza).

La splendida top model iberica sembra la candidata ideale per imporsi come regina dell’isola e conquistare l’attenzione dei numerosi telespettatori, da sempre sensibili al fascino delle ragazze latine. Gracia condivide con la ben nota Belén Rodriguez la talent scout, Paola Benegas.

Sarà in grado la sensuale Gracia di rottamare il Lato B dell’acclamata Bélen?

22gracia-de-torres-isola-dei-famosi

Oscar 2016: tutti gli abiti più brutti sul red carpet (FOTO)

La notte degli è Oscar è l’evento più atteso per vedere cosa indossano le star sul tappeto rosso, da sempre teatro dei migliori e dei peggiori look. Anche quest’anno non sono mancati gli orrori in fatto di stile, Blog di Moda ha raccolto i 10 abiti più brutti di questa edizione degli Oscar.

Alicia Vikander

L’attrice accompagnata sul red carpet da mamma e papà ha indossato un abito giallo con delle decorazioni color argento di Louis Vuitton, il vestito ricorda vagamente quello della principessa del cartone Disney “La bella e la bestia“. Alicia ha ricevuto l’Oscar come migliore attrice non protagonista.

Heidi Klum

Ci si aspettava forse qualcosa in più dalla bellissima Heidi Klum, che ha sfoggiato un abito color lilla di Marchesa. Il vestito era caratterizzato da una scollatura trasversale e da tre fiori, sempre lilla, uno sulla spalla, uno sotto il seno e l’altro sulla manica.

Olivia Munn

Olivia si è presentata con un abito colore arancione di Stella McCartney. Una veste forse un po’ troppo sobria per una notte magica come quella degli Oscar.

12784372_10207026505755146_1769474193_n Continue reading

Struccarsi solo con l’acqua e il panno MakeUp Easer

Il mondo della bellezza e del make-up ci bombarda ogni giorno di nuovi prodotti, tendenze da seguire (purché non siano le unghie pelose o a forma di bara), trucchi da sperimentare… ma a volte ci piace aspettare di leggere come rendere ancora più pratico qualcosa di semplice e quotidiano, come struccarsi.

Tutte abbiamo il nostro detergente o la nostra acqua micellare preferita, ma se si potesse qualche volta fare a meno di tutto questo, magari quando si è di fretta, in viaggio o si è troppo stanche la sera e struccarsi solo con l’acqua? Pare sia possibile come MakeUp Easer, un panno in poliestere al 100%, composto da fibre che, una volta inumidite, sono in grado di eliminare qualsiasi tipo di trucco, compresi i make-up waterproof.

MakeUp Easer è delicatissimo sugli occhi e resta efficace, mantenendo le sue proprietà, per almeno 1000 lavaggi, costa 19,90€ e la trovate in eslcusiva da Sephora!

A proposito di: 4 regole base per la pulizia del viso quotidiana e per eliminare le impurità

NB: per un lungo periodo su YouTube si sono susseguiti tutorial di struccaggio in cui venivano utilizzati panni in microfibra per struccarsi, si tratta di panni utilizzati per la pulizia della casa, dei mobili e dei pavimenti. Fate attenzione però, spesso questi panni, non essendo pensati per la pulizia della pelle ma solo della casa, contengono agenti sgrassanti o sono trattati con prodotti non adatti al corpo.

Makeup-Eraser-struccarsi-solo-con-acqua

MFW: vincono maglieria e make up violaceo nell’inverno di Bottega Veneta (FOTO)

12769427_641078492698101_1613190681_n

Durante la quarta giornata della Milano Fashion Week ha sfilato la collezione autunno/inverno 2016 di Bottega Veneta che vede come protagonista una donna dal DNA sofisticato ed elegante. “La collezione è definita da una silhouette slanciata e allungata, che crea un movimento morbido e sensuale. La maglieria avvolge il corpo, quasi diventando un’esperienza sensoriale per chi la indossa” ha dichiarato il direttore creativo Tomas Maier. (ndr) Si tratta di una collezione sensoriale, capace di stuzzicare i sensi solo accarezzando i capi grazie ai minuziosi dettagli e tessuti che li compongono.

12769624_641098509362766_910500540_n
12782489_641098526029431_1281518509_n
12784190_641098492696101_1140145205_n
12769515_641098512696099_1467675182_n

Tomas Maier si presenta come uno dei pochi designer che non ama la frenesia delle tendenze burrascose, predilige uno stile classicheggiate, ma nel contempo legato alle esigenze della borghesia contemporanea in cerca di tranquilità. Lui è particolarmente attento ai suoi clienti e dalla sfilata emergono gusti raffinati e sopraffini, insomma per pochi eletti. Non stupisce il fatto che gli inviti alla sua kermesse erano davvero limitati e ben selezionati.

Il puzzle di Bottega Veneta si compone di panni doppi di cashmere e altri materiali pregiati, completi giacca-pantalone dal taglio mascolino e dalla morbidezza assoluta, trench molto particolari che scivolano in modo aggraziato sul corpo delle modelle. Tutto è morbido e studiato per essere chic e multifunzionale, non a caso l’accento è posto sulla maglieria, che si adagia sul corpo accarezzando forme e curve quasi fosse sensuale lingerie. Particolarissime sono le gonne a campana con un delicato cinturino in vita e i vestitini con scollo tondeggiante o a v lunghi fino al ginocchio, abbelliti da un maxi sciarpone attorcigliato intorno al collo. I colori della collezione ricordano quelli di un quadro autunnale: cammello, violaceo, azzurro, nero, marrone, verde acido e giallo.

Gli accessori sono il fiore all’occhiello, infatti Bottega Veneta nasce come un brand di borse e con il tempo ha deciso di specializzarsi nel pret-a-porter. Spicca il modello di borse tie string proveniente dagli archivi del 1971, ma non meno importanti sono quelle dalle dimensioni più ridotte realizzate in coccodrillo, nappa e pelle di vitello lucida. Alcuni modelli hanno nuances accese, motivi a righe tridimensionali o con stampe geometriche in velluto. Favolose le scarpe Mary Jane a punta con tacco a spillo e cinturino triplo sul collo del piede e gli stivali dal cinturino doppio e cerniera laterale. Modelli che racchiudono un’esplosione di sensualità e femminilità e scacciano i classici “scarponi” dal plateau eccessivo e tacco squadrato.

Bottega Veneta e la sua eleganza confortevole

_BOT0047_20160227122026
_BOT0067_20160227122026
_BOT0085_20160227122055
_BOT0099_20160227122026
_BOT0109_20160227122057
_BOT0133_20160227122157
_BOT0149_20160227122048
_BOT0173_20160227122220
_BOT0195_20160227122042
_BOT0209_20160227122152
_BOT0233_20160227122236
_BOT0257_20160227122122
_BOT0275_20160227122127
_BOT0303_20160227122106
_BOT0319_20160227122039
_BOT0331_20160227122147
_BOT0353_20160227122219
_BOT0365_20160227122043
_BOT0381_20160227122206
_BOT0401_20160227122127
_BOT0425_20160227122213
_BOT0441_20160227122240
_BOT0455_20160227122213
_BOT0473_20160227122101
_BOT0489_20160227122138
_BOT0499_20160227122105
_BOT0519_20160227122231
_BOT0537_20160227122142
_BOT0557_20160227122226
_BOT0579_20160227122118
_BOT0591_20160227122203
_BOT0621_20160227122111
_BOT0639_20160227122124
_BOT0655_20160227122221
_BOT0677_20160227122208
_BOT0697_20160227122211
_BOT0725_20160227122233
_BOT0751_20160227122255
_BOT0767_20160227122302
_BOT0785_20160227122124
_BOT0807_20160227122255
_BOT0833_20160227122231
_BOT0857_20160227122247
_BOT0869_20160227122305
_BOT0909_20160227122305
_BOT0997_20160227122257

Questo articolo MFW: vincono maglieria e make up violaceo nell’inverno di Bottega Veneta (FOTO) è stato pubblicato per la prima volta da Marica Bartoli su Blog di Moda.

Continue reading

Furry Nails: l’assurda tendenza delle unghie pelose alla NY fashion week

In materia di bellezza se ne vedono di cose strane e di tendenze che sfiorano l’assurdo, ma questa le supera tutte: un po’ per stupire, un po’ (forse) per lanciare un trend, Jan Arnold, direttore di CND nail polish, noto brand cosmetico d’oltreoceano, ha fatto sfilare le modelle sulla passerella del marchio Libertine fall/winter 2016 con una manicure decisamente “wild”, ossia con le unghie ricoperte da pelo finto.127

Per ottenerle ha utilizzato uno smalto speciale, il Vinylux Weekly Polish, sopra il quale ha applicato ciuffetti di pelo: il risultato è assurdo, bizzarro…e speriamo resti solo un eccesso da fashion week!

furry nails Continue reading