TOP 7 BEAUTY DELL’AUTUNNO

best of beauty Cosebelle Mgazine

Nuova stagione arrivata? Ecco che tutti iniziano a parlare di rossetti più scuri, look autunnali, creme più nutrienti e cambiamenti di routine per adattarsi al nuovo clima e al freddo. Se vagate sperdute in cerca di qualcosa di nuovo da provare nel panorama cosmetico autunnale seguite i consigli di Cosebelle!

1  Ho acquistato pacchi di queste maschere Sephora presa dall’entusiasmo: chi non vuole girare per casa come una mummia egizia ogni tanto? Ciascuna busta contiene una singola maschera in tessuto da posizionare sul viso e lasciare agire; dopo circa 15 minuti rimuovetela e massaggiate per far sì che la pelle assorba l’eccesso di prodotto. La migliore della serie? La gialla al ginseng rivitalizzante, per coccolare la pelle che non si è ancora arresa all’arrivo dell’autunno.

2  La crema idratante cambia con le stagioni, in autunno serve un pizzico di idratazione in più contro l’azione degli agenti atmosferici. Delìdea bio cosmesi è un brand italiano di prodotti cosmetici naturali che ho acquistato da Eataly Bari, ma voi potete trovarli anche nei punti vendita indicati nel sito. Questa crema gel viso purificante è ricca, ottima per l’inverno delle pelli grasse o le pelli miste. Idrata con generosità, ma è di facile assorbimento, controlla le imperfezioni e ha un profumo di caramella.

3 e 4 Lo sapete, io amo con tutta me stessa i fondotinta Clinique. Il 3 è il fondo Antiblemish, il mio preferito di tutti i tempi, in versione compatta. Ottimo se applicato con un pennello a setole morbide, ma sorprendente anche con la spugnetta in dotazione se si vogliono camuffare i pori dilatati. Anche il Beyond perfecting si fa compatto e nella stessa polvere avrete un fondo uniformante e un correttore efficacissimo.

5  I colori d’autunno sono i vinaccia, i bordeaux, i rossi cupi, provateli anche sulle guance con un nuovo blush. Potete provare questo della Mac che nella collezione Mac-nificent me sfodera questo malva sontuoso, A Little Lusty, perfetto per chi vuole osare.

6  Cercate un mascara leggero, che definisca le ciglia e che si strucchi con facilità? Provate il Bare defining della Elf: low cost, leggero, con scovolino extra comodo. Separa bene le ciglia e le scurisce quanto basta, da indossare ogni giorno.

7  I colori d’autunno sulle labbra sono i miei preferiti in assoluto. Se volete avvicinarvi ai rossetti dalle tonalità più scure o, semplicemente, cercate qualche nuovo colore da aggiungere alla vostra collezione ci sono i Moisturizing lipstick della Elf. Il mio preferito? Wine tour, un rosso-viola corposo ed elegante. Non sono rossetti long-lasting, ma non vanno in giro per il viso. Se volete il colore pieno usateli con una matita labbra, altrimenti picchiettate lo stick sulle labbra per dare colore. Idratano, ma non sostituiscono il burro cacao, non aspettatevi troppo da un rossetto! Progetto grafico di Giulia Zoavo

 

Burberry tra streetwear e moda anni ’70

Burberry stupisce sempre e ancora una volta mostra una collezione ricca e da cui prendere spunto. La parola streetwear non è una parola che in genere si associa allo storico marchio inglese, ma è impossibile negare la sua influenza sulla pre-collezione autunno del brand. Capispalle, giacche da aviatore, parka militari. Il tutto oversize.

Un concetto che mescola perfettamente l’eleganza e l’estetica senza tempo di Burberry con le tendenze più in voga del momento. Le mantelle e i poncho, in perfetto tema street style e riproposti dalle griffe più importante del fashion system, sono tornati in grande stile, anche per le creazioni del brand britannico. Quello che colpisce sono i dettagli: frange, maglie che sembrano coperte e mantelli strutturati con collo di pelliccia.

fashionista.com fashionista.com

E la tendenza anni ’70 intriga anche Burberry. Christopher Bailey, direttore creativo in carica del marchio, ha pensato a pantaloni svasati e a zampa, cappotti in pelle scamosciata, strisce sportive che disegnano lateralmente i pantaloni e le polo. Tutto dal tocco decisamente retro e per un look che piace e che si lascia portare per le strade delle città e che rispecchia in toto la visione glamour della moda del momento. Un ritorno al passato, insomma. Ma che si avvicina al presenta e si amalgama con il futuro. Come solo un brand d’alta moda può fare.
Continue reading

Fine di un amore

large (1)

Quando vengono lasciate, le donne diventano ostinate. Talmente ostinate a recuperare il rapporto, l’amore o l’idea di una relazione, che dimenticano l’essenziale: se stesse, convinte che “per amore” si sia autorizzate a fare di tutto, compreso lottare. Così vivono giorni, settimane e mesi a rincorrere lui perdendo forze ed energie, studiando strategie e controllando ogni suo movimento, con whatsapp che diventa un’ossessione come se l’essere online di lui cambiasse qualcosa. “Devo lottare per amore“, si ripetono quando lottare per amore é giá un controsenso di per sè. Si dovrebbe lottare per un ideale, un principio, per un lavoro, per le idee. Ma non per amore o quanto meno non per un amore per giunta finito. Non raccontiamocela, smettiamo, vi prego. Di torturarci e torturare, di toglierci la dignità nell’aspettare qualcosa che molto probabilmente non ci sarà, di aver paura di mancarsi. Poco importa che crediate sia l’uomo della vostra vita, che siate innamorate, che non crediate alle sue giustificazioni, convinte che sia ancora innamorato di voi. La veritá è che se lo fosse, non vi lascerebbe andare. E, nonostante tutte le varie motivazioni, quello che conta davvero è semplicemente il risultato. E il risultato è che lui non vuole stare con voi. Perció la cosa migliore che potete fare è ringraziare, prendere le vostre cose, mettere tutto in valigia e chiudere la porta lasciando lui e le vostre convinzioni alle spalle con orgoglio e rispetto di quello che è stato. E (ri)cominciare. Nessuno dice che sia semplice e indolore, anzi. Starete male, a pezzi. Ma almeno avrete la vita nelle vostre mani. E in quelle del destino: se sarà scritto, le vostre strade si incroceranno ancora o molto probabilmente incontrerete un altro che aspetta solo che voi siate pronte a un’altra possibilità, a vivere un’altra favola.

A proposito, nelle favole, a lottare per amore è sempre l’uomo. Mai la donna.

heart-broken-girl-tumblr-i12

L’articolo Fine di un amore sembra essere il primo su Glamour Marmalade.

INTEGRATORI ALIMENTARI PER CAPELLI: FUNZIONANO DAVVERO?

Torniamo a parlare di capelli e cambiamenti di stagione. Dopo le prove fatte con i trattamenti d’urto è arrivato il momento di parlare dell’altro aspetto della questione: gli integratori. Sono sempre stata scettica e ci è voluto molto tempo per decidermi a provarli, ma poi ho trovato un equilibrio: ad ogni cambio di stagione (di solito Ottobre/Novembre e Aprile/Maggio) ho usato per  due anni consecutivi le compresse Bioscalin. Ho fatto, quindi, 4 cicli completi, una compressa al giorno appena sveglia, due confezioni per ogni ciclo, per un totale di due mesi di trattamento. Per i miei capelli sottili e deboli Bioscalin ha sempre funzionato: ho notato una riduzione della caduta dei capelli, un maggiore volume e capelli più sani.

Un integratore alimentare che svolge il suo compito, non è fantastico? In più il prodotto è indicato non solo per i cambi di stagione, ma anche in periodi di forte stress, carenze alimentari e esposizione prolungata al sole. Nella formulazione indicata sulla confezione Bioscalin ci sono la Biotina, le vitamine B6 e C, l’acido Pantotenico, Rame, Zinco e la Sincrobiogenina, una molecola brevettata, antiossidanti in pratica, che proteggono i capelli dai radicali liberi. Prezzo del trattamento completo: 40 euro circa. L’autunno 2015, invece, è stato dedicato ad un secondo integratore alimentare: Phytophanère di PhYto, un mix di vitamine e minerali per garantire a capelli e unghie forza, crescita, volume.

Due capsule al giorno per tre mesi, sempre al mattino appena sveglie. Queste capsule contengono Vitamina E, B2, B6, biotina, vitamina C, olio di borragine, acidi grassi polinsaturi e zinco. Alla fine del terzo mese di trattamento posso dirvi che è come se non avessi fatto nulla: capelli deboli, volume inesistente e caduta per nulla arginata. Non mi aspettavo certo risultati fantascientifici, chioma fluente e caduta arrestata, ma seguire diligentemente una “cura” di tre lunghissimi mesi per non avere nessun risultato, tenendo conto anche del fatto che la mia alimentazione è parecchio migliorata, è abbastanza avvilente. Prezzo del trattamento completo: 29 euro circa, prezzo di lancio. Come è possibile questa differenza abissale di risultati? Cosa hanno le compresse Bioscalin che quelle Phyto non hanno? Ma soprattutto: cosa ha funzionato con voi? Parlando con la nostra Eva Conti, dietista ed esperta di alimentazione, il responso è che Bioscalin ha in più selenio e rame che lo rendono vincente rispetto all’altro prodotto.

Ma si potrà evitare l’uso di questi integratori e sostituirli con piccoli accorgimenti nell’alimentazione quotidiana? Risponde sempre la nostra Eva e io prendo appunti: Parlando di benessere del capello nella nostra dieta non devono mancare le proteine, alcune vitamine e i sali minerali. Ci sono in particolare alcuni alimenti che dovremmo consumare con regolarità: – i cereali integrali e il riso come fonte principale di Biotina (vitamina H) per il rinnovo, la crescita e il rafforzamento dei capelli – l’olio, verdure a foglia verde come gli spinaci, frutti di bosco e frutta/verdura arancione perché sono cibi ricchi di vitamina E e antiossidanti. – la frutta secca e i semi per i sali minerali (di particolare interesse sono rame, selenio, zinco) – i legumi  per il contenuto di vitamine del gruppo B e ferro  – un apporto di proteine costante: una porzione al giorno di pesce o uova o carne bianca sia per l’apporto in proteine ad alto valore biologico che per l’apporto dei minerali utili ai capelli Attenzione quindi a diete dimagranti fortemente restrittive, ma soprattutto allo scarso consumo di frutta e verdura.

Per garantire un buon apporto di vitamine e minerali si può ricorrere alla regola del 5 intesa sia come cinque porzioni al giorno tra frutta e verdura sia come i cinque colori. Infatti i vegetali possono essere suddivisi in cinque colori (blu/viola – bianco – giallo/arancio – rosso – verde) e se si consumano frutti e verdura dai colori variati è semplice soddisfare i nostri fabbisogni.

Link to article:

INTEGRATORI ALIMENTARI PER CAPELLI: FUNZIONANO DAVVERO?

TIM: due smartphone, un amore e qualche magia

modern magic tim rompere il ghiaccio

«Hai da accedere?» per i più timidi.
«Giulia? Ah scusa, mi sono confuso. Comunque piacere…» per i più smemorati.
«Sai dove posso fare un aperitivo come si deve, dove ti piacerebbe venire con me?» per i più sfrontati.
«Vieni a ballare?» per chi in discoteca non può avere altro approccio.
«Mi piaci, usciamo» per quelli più diretti, che il tempo non hanno mai avuto voglia di perderlo.

Rompere il ghiaccio non è poi così complicato e difficile. Basta rischiare, come si faceva una volta quando tutto era più semplice, quando le conversazioni su whatsapp non erano così scontate con le parole a prendere il posto delle icone e faccine varie. Quando la conseguenza più ovvia del «mi piace» era «ci  provo», me la gioco. Quando si aveva l’inventiva e una buona dose di sfrontatezza, mista a coraggio nel rischiare di ricevere un «no, grazie» che non faceva così paura, nonostante ci si guardasse negli occhi. Prima di temere di più, osservando uno schermo, la scritta online o il visualizzato senza nessuna risposta all’ultimo messaggio inviato.

Rompere il ghiaccio ma per far sì che non si sciolga troppo velocemente, c’è solo un modo. Sorprendere, sempre con l’equilibrio tra romanticismo e spregiudicatezza di chi non ha nulla da perdere. Se non chi ti piace. Ma se di tecnologia si parla, avete mai pensato a quante cose si possono fare con una connessione? Cercare il suo profilo su facebook, trovare un ristorante per la cena o un locale cool per fare l’aperitivo, organizzare una festa a sorpresa e animare una serata tra amici (per accendere l’atmosfera – e non solo con la musica – qualche idea QUI), controllare che sia online, informazioni sulla sua vita, amicizie, interessi e studiare la strategia di conquista. O molto più semplicemente rompere il ghiaccio e poi lasciare fare il destino. E se queste sono le cose che si possono fare con una connessione, pensate a quante se ne possono fare in amore con due. Insieme.

Tipo provare Modern magic TIM.
Quello che serve? Lo smarphone di lei, lo smartphone di lui. E seguire QUI tutte le istruzioni. Poi alla fine, vedrete che tutto sarà più semplice e veloce, dimenticando pure le conversazioni fiume su whatsapp. E se non è magia questa, poco ci manca.

L’articolo TIM: due smartphone, un amore e qualche magia sembra essere il primo su Glamour Marmalade.