Settembre – I miei pensieri, le mie parole

Sono in treno. Destinazione Milano. IPhone scarico. Unica presa disponibile al bagno. Sono rinchiusa qui da circa 15 minuti.Cosí comincia la mia fashion week. Sempre più convinta che la mia vita sia un film.
#mfw– parte I
(Come poteva andare bene no? Ma vi racconterò)
Arriva un punto in cui sei nauseato da chi ti circonda.
Nonostante tutto.
Pensiero delle 19.26.
Noi donne saremmo state più felici se Madre Natura avesse donato a tutte

il fondoschiena di Beyonce. O di Jennifer Lopez.
La giornata è iniziata con un thè caldo al limone. Una tazza con la pecora nera, che fa tanto “mood of the day”.
Il mio. E la mancanza di serenità dopo una nottata di studio di cui non ricordo assolutamente niente. Il nulla.

Del resto, perchè prendersela? Sto parlando con un uomo.
Quella specie di bipede che riesce, nonostante circa 10 cm di diametro, a centrare il bordo della tazza.

Per giunta, senza alzare la tavoletta.
Una studia tanto, fa l’università, una laurea in Lettere, un master, cerca di diventare giornalista (pubblicista, lo specifico… non sia mai). E poi ci pensa l’iphone con la correzione automatica a farti sembrare un’analfabeta.
– Rivoglio la carta e la penna. I francobolli o i piccioni viaggiatori – Continue reading

Eugenio Colombo Style, un look animalier per Be Me

Eugenio Colombo Style, un look animalier per Be Me


Continua a far tendenza e quindi i blog di moda come il nostro se ne occupano. Lui è l’ex tronista Eugenio Colombo e quelle che vi facciamo vedere oggi sono le immagini scattate da Colombo per il brand Be Me. Immagini prese dalla pagina ufficiale Facebook di Eugenio che ce lo mostrano con un look animalier, stampa leopardata per una tendenza che non smette mai di piacere.

Non solo, però, stampe leopardate ma anche colorate, impressive che sicuramente si fanno notare. Insieme a lui la sua compagna da diversi mesi, Francesca del Taglia, anche lei testimonial del brand e anche lei decisamente stilosa. Che ne pensate ?

Foto nella nostra gallery.

Foto | Facebook

LEGGI ANCHE:

– EUGENIO COLOMBO SPOSO CHIC

LA MANIA DEI CAPPELLINI DI EUGENIO COLOMBO

Rai, no a trattamenti privilegiati dalla scuola di giornalismo di Perugia

(Sopra, un’immagine di archivio quando la Rai piaceva a cani e porci)


Tutelare i giornalisti formatisi nelle scuole di giornalismo riconosciute, senza discriminazione alcuna o trattamenti privilegiati“.
E’ questo l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti per quello che riguarda le scuole e l’accesso alla professione. In particolare, il riferimento è all’assunzione da parte della RAI di 35 giornalisti provenienti dalla scuola di Perugia che ha fatto emergere una situazione di criticità sulle regole che disciplinano l’accesso professionale anche nell’azienda di servizio pubblico radiotelevisivo. Vengono chiamati in causa, inoltre, i criteri di trasparenza e di parità di condizioni nell’accesso alla professione.

Il consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, si legge sul sito, “ mandato al Comitato tecnico scientifico di verificare l’eventuale presenza di scuole aziendali tra quelle riconosciute dall’Ordine;
impegna il presidente e il comitato esecutivo ad assumere ogni decisione utile e necessaria per tutelare i giornalisti formatisi nelle scuole di giornalismo riconosciute, senza discriminazione alcuna o trattamenti privilegiati; ribadisce la necessità di presentare e definire nella sessione del novembre prossimo una proposta di riforma della legge istitutiva dell’Ordine che garantisca il principio di uguaglianza e pari opportunità nell’accesso alla professione, con una attenzione particolare ai numerosissimi colleghi precari e in cerca di occupazione“.

Ho riportato la notizia così come è pubblicata sul sito dell’Ordine dei giornalisti.
Che dico io, senza nulla togliere agli studenti, va bene assumere i 35 giornalisti provenienti dalla scuola ma non solo quelli. Del resto, è o no un’ azienda di servizio pubblico?
Se così non fosse, il canone Rai potrei anche non pagarlo e che so? Donare quei 103,50 euro alla ricerca scientifica per la crema che elimina la cellulite con un solo trattamento, allo studio su come mangiare quintali di cioccolata e non prendere nemmeno un chilo e come alzarsi la mattina ed assomigliare a Monica Bellucci, invece che essere in modalità Kelly Osbourne dopo una notte a base di wisky e rock and roll. Basta dirlo eh? Tutte noi donne, almeno noi, potremmo dire così di essere felici e che il canone sia utile davvero. E visto che pure Barbara D’Urso, che è giornalista – almeno lei così dice – batte i programmi della rete nazionale per eccellenza, delle domande, ma giusto un paio, me le porrei.

Pics by Google Image – Weheartit