Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò

“Il mio stile preferito è informale ma ricercato. Ho creato capi destrutturati e facili da indossare, come piacciono a me: capi con linee essenziali, con tagli minimal e contemporanei”  ha spiegato l’attrice nei panni di stilista. La maglieria è protagonista di un guardaroba che si snoda fra poncho e kimono, fra tweed e lana 100%, fra gonne super femminili e cappotti sciancrati rubati dall’armadio maschile. A completare la collezione per Elena Mirò c’è la“Vanessa Bag”, una borsa morbida, ampia, capiente, penata per soddisfare le esigenze delle donne, esteticamente e in termini di praticità, come un regalo che l’attrice fa all’universo femminile, ammettendo che non sappiamo fare a meno di tantissime cose ed amiamo

Solare, eclettica e simbolo di valori che incontrano quelli sui quali Elena Mirò ha basato il marchio ed ha creato il suo dialogo con le donne nel corso del tempo, Vanessa Incontrada ha firmato per l’Autunno/Inverno 2016 una collezione che non poteva che portare il nome di “Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò”.

Semplice, diretto, pensato per rivolgersi a tutte, proprio come la collezione, che Vanessa ha disegnato raccontando se stessa e al tempo stesso le donne, lei che da sempre rappresenta una voce per le donne “normali” nel vasto mondo dello spettacolo, del teatro e del cinema.

vanessa-incontrada-elena-miro

La collezione “Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò” è stata presentata lo scorso 20 Settembre nello store “Miroglio Piazza della Scala” dove, per oltre un mese, sarà possibile visitare la mostra “Cinema & Moda”, curata da 29 Arts in Progress, con protagonisti alcuni degli scatti più famosi di Gian Paolo Barbieri, fra momenti celebri del grande cinema e ritratti di donne come Audrey Hepburn, Sofia Loren, Monica Bellucci e, naturalmente, Vanessa Incontrada.

Alcuni di questi scatti sono stata trasformati in stampe per una limited edition di abiti, t-shirt e accessori che, insieme alla capsule collection di Vanessa, sarà distribuita nei negozi di Elena Mirò e in selezionati negozi multimarca e online.

 

vanessa-incontrada-disegna-elena-miro-collezione

 

Il doccia crema lo firma Tokidoki

<toki-doki-copia

Anche una doccia veloce al mattino, prima di correre tra mille impegni può metterci di buonumore se il bagnoschiuma è ispirato ai personaggi Tokidoki: questi doccia-crema donano alla pelle una sensazione di morbidezza ed idratazione, sono meno aggressivi rispetto al bagnoschiuma tradizionale.E’ un prodotto Diamond International, gruppo SO.DI.CO.

In foto Doccia crema “latte” sweet flavour (500 ml) e Shower cream “milk” fruity flavour (500 ml)

Il Made in Italy tra stile intramontabile e innovazione

Moda Made in Italy

La Milano Fashion Week si è appena conclusa e i riflettori in questi giorni sono stati tutti puntati sul capoluogo lombardo. Milano, città creativa della moda e del design Made in Italy e centro nevralgico dell’economia italiana, gioca un ruolo fondamentale nel lancio di nuovi talenti e dei futuri prodotti di tendenza.

Moda e design sono due realtà molto vicine tra loro, che devono affrontare sfide comuni: essere in grado di suscitare interesse ed essere costantemente all’avanguardia.
Senza dimenticare qualità e stile, di cui noi italiani siamo da sempre grandi maestri, la parola d’ordine per emergere in una realtà internazionale fortemente competitiva è innovazione continua.
L’attitudine a innovare e sbalordire non è certo estranea al DNA del Made in Italy, capace di guardare avanti nel segno della creatività senza rinunciare alla classe.

Moda e Design Made in Italy

Si pensi alla svolta rivoluzionaria nella storia della moda data da Elsa Schiaparelli, la stilista pioniera del Made in Italy nel mondo e ancora oggi fonte di ispirazione per molti stilisti contemporanei – ne sono esempio Moschino con la sua reinterpretazione dello scheletro umano e Gucci con la recente rivisitazione della gonna pantalone, entrambe creazioni della surrealista Schiaparelli.
Le sue idee non sono state soltanto visionarie e stravaganti, ma espressione di un’accurata ricerca per trovare la perfetta sintesi tra estetica e funzionalità.

Moda però non è solo accessori e abbigliamento. Come diceva Coco Chanel: “La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo.
Moda di fatto è tutto ciò che è trendy, di tendenza, che meraviglia e sorprende con degli spunti sempre nuovi. È per questo che la moda è un vero e proprio lifestyle che tocca i più svariati contesti, dalla food industry alla tecnologia fino all’arredamento. Basti pensare alle numerose maison italiane, come Fendi e Armani, che hanno deciso di puntare sugli arredi di lusso, nel segno dello stile e dell’eleganza anche per quanto riguarda l’interior design.

Il connubio tra industria della moda e dell’arredamento sembra del resto tra i più naturali, entrambe sinonimo di creatività e bandiere di eccellenza del Made in Italy. Nel settore dell’arredamento e del design è ancora più evidente la spinta verso l’innovazione e la ricerca del next big thing, quell’elemento capace di dettare un nuovo standard e che rappresenta un punto di rottura con il passato.

È con questo spirito che Orion, uno dei primi marchi al mondo nella produzione di vetrine refrigerate per gelaterie e pasticcerie, ha dato vita alla sua piccola rivoluzione copernicana.

Jobs, la vetrina che ha rivoluzionato l'arredo bar
Jobs, la vetrina che ha rivoluzionato l’arredo bar

La sua ultima creazione, la futuristica vetrina Jobs, nasce dall’unione tra avanguardia tecnologica ed estetica. Minimalista e dal design contemporaneo, Jobs è la prima vetrina nel settore della refrigerazione professionale realizzata senza basamento. Questa novità permette una grande versatilità e la massima libertà di espressione nella progettazione e nell’arredamento di un locale pubblico: un vero e proprio rovesciamento nel modo di concepire il design di un locale.

Per differenziarsi e lasciare il segno nella moda e nel design, ciò che conta è dunque rompere gli schemi, anticipare le tendenze e non smettere mai di essere all’avanguardia. In una sola frase: think lateral!

Sponsored by Clabo

Questo articolo Il Made in Italy tra stile intramontabile e innovazione è stato pubblicato per la prima volta da adminmoda su Blog di Moda.

Continue reading

Kenzo x H&M

L’annuale collaborazione di H&M con un gigante del fashion system è diventato un evento imperdibile. Le file all’alba o la postazione davanti al pc in attesa dell’apertura degli store è tappa obbligatoria per le amanti della moda. Quest’anno sarà Kenzo a mettere in scena il prossimo 3 novembre la propria collezione, pronta per essere assorbita in pochi minuti dai clienti scatenati (che sappiamo già essere gli stessi che lo scorso anno hanno fatto il sold out della collezione realizzata in collaborazione con Balmain). In attesa di scoprire l’intera linea Kenzo x H&M, i pochi pezzi svelati in anteprima dal colosso tedesco hanno già costruito un’idea attorno a quello che sarà lo stile della linea: strong e grintosa, improntata su un pattern animalier, tipico di Kenzo.

Dopo i leggings, le sciarpe e le magliette a collo alto, ecco l’abito che si preannuncia essere già da ora uno dei pezzi più desiderati della collezione. Si tratta di un mini abito con i volant molto colorato, dalle linee ampie e maniche a campana, che segue uno stile folkloristico. Le stampe si alternano a sezioni, passando dal tie and dye all’animalier, una costante di questa collezione. L’abito potrà essere vostro. se sarete abbastanza veloci da non farvelo sfuggire.

Fonte Foto: elle.fr Credits: Owen Bruce