Fiorello “Vs” Morandi. E il battibecco è social!

Ancora una volta sono i social a fare da sfondo a polemiche vere o presunte. Questa volta è lo showman Fiorello a lanciare la critica, diretta a Gianni Morandi.

Pare infatti che la scelta di Morandi di essere protagonista di “Volare” insieme a Fabio Rovazzi, non sia stata proprio apprezzata da tutti. O meglio: a far scattare la polemica sarebbe stato l’atteggiamento da eterno ragazzo proprio di Morandi.

Infatti, tramite il suo profilo social, Fiorello scrive e Morandi: “Ci hai rovinato, non ci fai passare una vecchiaia serena. Non so che mangi tu in campagna ma calmati Gianni!”.

Ovviamente Gianni Morandi ha accolto la provocazione di Fiorello e ha risposto con una foto in cui appare sul divano con tanto di borsa dell’acqua in testa: “Ma no Fiore, è tutta una finta. Guarda quante pillole devo prendere al giorno. Sono qui davanti alla televisione…”.

Ph. credit: Facebook Gianni Morandi official

Continue reading

Alex Britti (quasi) papà. Fiocco azzurro per lui!

Inutile dire che la notizia abbia fatto il giro del web grazie ai social. E sì, perché a postare la foto della compagna con tanto di pancione in bella mostra è stato proprio Alex Britti, pronto a diventare papà di Edoardo.

Per il cantautore romano si tratta di un periodo particolarmente sereno: da poco è uscito il disco “In nome dell’amore Volume 2” e ora si prepara alla grande emozione che sono la nascita di un figlio è capace di dare.

“È un momento davvero emozionante, sono felicissimo” spiega Britti “vi confermo la bella notizia. Nicole e io siamo in dolce attesa e fra poche ore o giorni diventeremo mamma e papà del nostro primogenito Edoardo”.

La scelta di vivere la gravidanza in assoluta privacy è stata rispettata: nulla era trapelato prima. Ma oggi Alex Britti non riesce più a contenere la gioia e, tramite Instagram, diffonde la notizia a tutti i suoi fan, e non solo.

la mia vita in una foto

Un post condiviso da alex (@alex_britti) in data:

Continue reading

Miu Lady di Miu Miu

Si chiama Miu Lady la tracollina più raffinata e preziosa della maison Miu Miu con dettaglio gioiello. È un accessorio che sta spopolando già su Instagram tra le fashion insider e che ha conquistato un pubblico trasversale, di tutte le età, come ogni pezzo destinato a diventare iconico.

Facile capirne il perché: è una tracolla semplice nella struttura ma in perfetta aderenza al trend dominante, al tempo stesso risulta sbarazzina e pratica ma anche ricercata e lussuosa. Contribuiscono a questo effetto l’alternanza di pellame spazzolato e martellato, la forma ladylike, la chiusura gioiello con cristalli e pietre.

Quest’ultimo elemento ha anche un’aria leggermente vintage con la sua finitura anticata che riproduce una fibbia d’altri tempi, qui riproposta come chiusura di una borsetta dalla allure così versatile e molteplice. Si porta infatti sia a mano come clutch che con la sua tracolla opzionale. Si indossa con un abito da sera o con i jeans e un top.

La manifattura italiana e artigianale, insieme al dettaglio gioiello che non è mai troppo appariscente, ne fanno una borsa estremamente lussuosa ed elegante, grazie anche ai suoi interni rivestiti in morbido suede e capaci di contenere tutto l’essenziale.

Continue reading

La collezione di Mac x Steve J. e Yoni P.

La tendenza dei prodotti beauty coreani sta dilagando ovunque, anche in Italia, e Mac non si lascia sfuggire l’occasione di creare una linea speciale insieme a Steve J. E Yoni P. Si tratta di una collaborazione coloratissima e divertente.

I due designer coreani puntano proprio sull’ispirazione k-pop per disegnare il packaging dei nuovi prodotti che compongono la speciale collezione in edizione limitata. Mac racconta di aver scelto l’estro creativo di questo duo perché sanno creare il perfetto equilibrio tra stile glam e approccio sporty.

Le grafiche del packaging ispirate allo stree-style di Seoul e i colori vibranti si sposano a tonalità neutre creando il cuore pulsante di una collezione nata per farsi ricordare. Ne fanno parte blush, rossetti, ombretti glossy e in polvere, mascara, pennelli, palette per labbra e guance, un beauty case con specchietto.

Le tonalità vanno dalle sfumature nude e rosate fino ai toni più squillanti del rosso arancio e del rosa neon per i rossetti proposti nei colori Spotlight Me (amplified), Yoni Crusch (amplified), Candy Yum Yum (matte), A Killing Smile (matte).

I due pennelli sono il 217 Blending e il 159 Duo Fibre Blush e si accompagnano ai blush satin Peony Petal e Sugar or Syrup oltre che alla palette per le guance Yoni Attraction che contiene le nuances Keep It Loose Casual Colour, Secret Admirer Casual Colour, Young at Heart Casual Colour, Weekend Getaway Casual Colour, Lazy Sunday Casual Colour, Show Orchid Lipstick.

Per gli occhi abbiamo il mascara Zoomblack insieme al MAC Studio Eye Gloss in Pearl Varnish e alle palette duo Dazzleshadow con Lets’ Boogie e Sparkling Moment o con Soba e Keep on Twinkling.







Continue reading

Speciale Matrimonio: l’abito dello sposo

Il giorno più bello prevede, generalmente, che tutti gli occhi siano puntati specialmente sull’abito bianco indossato dalla sposa. Molto spesso infatti, invitati, parenti, amici, conoscenti sono pronti a commentare le scelte effettuate dalla protagonista indiscussa della giornata; tendono però quasi a dimenticare che anche lo sposo, prima di indossare il suo abito, è passato attraverso un angosciante percorso intriso di scelte e indecisioni che talvolta sembrano dover riguardare solo la sua dolce metà, invece non è proprio così.

Come scegliere l’abito per un uomo che deve sposarsi

Qual è l’abito più adatto ad accompagnare il futuro marito all’affermazione del fatidico si?
La scelta dell’abito del futuro sposo molto spesso dipende direttamente dallo stile adottato dalla sposa nell’accurata selezione del suo outfit, nonché dall’atmosfera che si vuol far respirare il giorno delle nozze. Molto spesso, infatti, non saranno coordinati solo gli abiti dei futuri coniugi ma anche le decorazioni, gli addobbi floreali; particolari che saranno curati con dovizia e precisione.
Per non andare contro le più comuni regole previste dal galateo e non incappare in scelte di dubbia estetica, è sempre preferibile iniziare a raccogliere informazioni e a chiedere aiuto e consigli a esperti del settore, sicuramente molto più preparati in materia rispetto al futuro sposo.

La scelta del giusto abito da sposo è importante quanto quella dell’abito della sposa, anche se, apparentemente, può sembrare più semplice.

In realtà vi sono molti fattori che concorrono alla selezione dell’abito perfetto a seconda delle diverse circostanze, stagioni e location.

Spesso vengono celebrate nozze assolutamente formali in cui, abiti da sposo eccessivamente lucidi o stravaganti, possono rischiare di rivelarsi un pugno in un occhio e di non integrarsi con lo stile scelto e rispettato dalla sposa. Ma il rischio di indossare un abito fuori luogo vi è anche in senso opposto, presentandosi esageratamente classici in un contesto decisamente più allegro e scanzonato, con uno stile molto più giovane e fresco.
Ma vediamo subito quali sono gli abiti da sposo più adatti per ciascuna stagione, che accontentino le diverse tendenze proposte e dettate dalla moda.

Per rasentare la perfezione durante le nozze, lo sposo dovrà disarmare invitati e futura sposa con un outfit impeccabile adeguato al fatidico giorno.

Le tipologie di abiti da poter scegliere…

Se il matrimonio è al mattino, il tight sarà perfetto per una cerimonia decisamente formale, che si concluderà al massimo alle ore 18. Il galateo prevede che se lo sposo si presenta in tight, il padre dello sposo, il padre della sposa, i testimoni e i fratelli degli sposi indosseranno a loro volta il tight.
Nella sua versione classica, il tight è dotato di giacca in fresco di lana a code larghe di colore nero o grigio scuro, da indossare rigorosamente abbottonata, su pantaloni a righe nere e grigie e con camicia dai polsini doppi e dal collo molto rigido. La cravatta va abbinata rigorosamente grigia e va fermata con uno spillo impreziosito da una perla. Inoltre vanno abbinate delle scarpe nere stringate, cappello a forma cilindrica e guanti scamosciati grigi. Nella versione corta, il tight, il tight è composto anche da un gilet di colore grigio chiaro di tessuto leggero.

Se il clima della cerimonia è informale ma non troppo, si può indossare il mezzo tight, la cui giacca è senza coda e con possibilità di scelta tra plastron o cravatta semplice, ideale anch’esso per cerimonie che si concludono entro le ore 18, ma dal tono più rilassato rispetto alla formale pura.

Pur non essendo un abito prettamente da sposo, oggi va molto di moda indossare lo Smoking il giorno delle proprie nozze, specialmente nelle cerimonie celebrate di sera e, soprattutto, che prevedono soltanto il rito civile.

Il frac, invece, è l’abito elegante per eccellenza, adatto principalmente a matrimoni veramente di alto rango, come, ad esempio, i matrimoni regali. Il colore di questo abito è assolutamente nero e la giacca, elemento distintivo del Frac, rimane piuttosto corta nella parte anteriore ed è dotata di due code nella parte posteriore, che richiamano la coda delle rondini. I pantaloni non presentano risvolti e sono di colore nero, mentre la camicia è sempre bianca e deve essere sempre indossata con il panciotto e il papillon coordinati, anch’essi bianchi e le scarpe di vernice.

Se questi abiti risultano essere per molti sposi eccessivamente particolari, una scelta corretta è quella di indossare gli abiti classici da uomo, che consentono di essere sfruttati anche dopo le nozze, in altre occasioni o cerimonie. Tra questi, sicuramente l’ideale per l’inverno è nella colorazione grigia, possibilmente Fumo di Londra, indossato con una camicia bianca con gemelli ai polsini, con cravatta sobria e fazzoletto al taschino della giacca, e scarpe stringate. Questo outfit incarna perfettamente l’importanza dell’evento, unendo al taglio classico ed elegante, un aspetto più soft, non eccessivamente rigoroso e formale.
Se il matrimonio si celebra nei mesi primaverili o estivi, la scelta migliore cade sull’abito classico blu in tessuto classico, come il gabardine, o in tessuto meno consueto, come ad esempio il raso di seta, lo shantung o il lino pettinato.

L’abito bianco è perfetto se le nozze si celebrano in spiaggia, e sarà simbolo di un look informale, adatto alla circostanza. In questo caso sono assolutamente da evitare le scarpe sia per lo sposo che per la sposa.
I matrimoni celebrati all’aperto lasciano ampio spazio di scelta anche per gli abiti pastello, perfetti in parchi, giardini fioriti, boschi o piscine immerse nel verde. I colori più gettonati vanno dal rosa all’acquamarina.

I giovanissimi tendono a scegliere sempre più frequentemente lo spezzato, che consente un’ampia possibilità di combinazioni tra giacca, pantalone, camicia e accessori. Ad ogni modo, qualunque sia la scelta dello sposo circa l’abito da indossare il giorno delle sue nozze, l’essenziale è che lo faccia sentire a suo agio e rappresenti il suo modo di essere.

Continue reading